Video arringa avv.Grenci

Sempre sull’arresto di Soru, l’avv. Grenci:
“Già Petronzi era come in difficoltà a dire che era un prendere di sorpresa e attaccati i manifestanti, di sorpresa colto Soru che riceve immediatamente manganellata in testa, in faccia “…con quanta forza avevo in corpo”. Che doveva fare Soru? Come minimo dimenandosi, e fa cadere Favero non dimenandosi ma per secondo colpo, p. 176, su domanda avv. Novaro, Favero dice che azione dura un istante. Poi aggiunge “lo colpisco e nel colpirlo cadiamo. Cadiamo punto”. Poi dirà che si è allontanato e non ha più contatti con Soru. Quindi nessuna condotta di resistenza. E allora capite che anche solo sulla base di questa testimonianza si può arrivare ad assoluzione Soru. Nessuna condotta dolosa in quelle condizioni, strattonamento causato da colpo in testa o parte alta volto. E avrebbe dovuto dirci i motivi di questo, perché colpo in faccia? Perchè? SONO QUESTE LE REGOLE D’INGAGGIO ? Non sono le gambe, per fare cadere? Il trascinamento, giustificato, non giustificato, NON MI SI VENGA A DIRE CHE ERA DETERMINATO DALLA NECESSITA’ DI METTERLO IN SICUREZZA !!!
“… siamo andati a prenderlo e l’abbiamo portato da una parte dove non cadevano più pietre, certo, però cadevano manganellate”. Sì, si può scadere nella forza pubblica in comportamenti non ortodossi, ma qui si è trascinato per 70 metri, e colpi nel frattempo, e attendibilità testimoni – e E CREDIBILITA’ testimoni che avevano il sacro terrore di essere imputati… e che nulla hanno visto e sentito.
Io capisco, un minimo di elasticità, ma NON POSSO CREDERE che nel momento del trascinamento e DOPO, TUTTI I TESTIMONI FOSSERO GIRATI DALL’ALTRA PARTE.
E’ gente che si deve autotutelare, valutate queste testimonianze per attendibilità e per credibilità.

Spero che avrete un moto d’indignazione… perché si chiameranno anche cacciatori però io non credevo dovessero abbigliarsi come cacciatori tenendo dei bastoni in mano, credevo dovessero abbigliarsi con un abbigliamento istituzionale, li’ vediamo gente che ha dei parastinchi di marche di motociclismo, questo ha una corazza sulla schiena che sembra una supereroe americano.. non lo so, mi sembra un videogioco, la prima impressione che ho avuto è “ma chi è questa gente? Ma questi sono i nostri carabinieri? Si vestono come vogliono? Bastoni.. un bastone tra l’altro insanguinati, quindi che ha già colpito…” gruppi speciali, cacciatori di Sardegna e di Calabria, spero che la mia terra sia meglio rappresentata rispetto a questi soggetti…
E’ un problema serio, che dovrete risolvere con le soluzioni che la vostra coscienza e il vostro equilibrio vi detterà, abbiamo visto scene in cui questi soggetti tiravano pietre alla presenza di funzionari che nulla dicevano… Io, vedete, rispetto ai testimoni devo dirvi che sono molto più affezionato a quello che vedo e che riscontro obiettivamente, grazie alla difesa che si è molto spesa questi video parlano chiaro, queste foto parlano chiaro, io credo a ciò che vedo, credo ai bracci rotti e credo che il comportamento delle forze dell’ordine non abbiano aiutato questo contesto… I video sono chiari… (…)
Per Soru, ripeto, riporto alle conclusioni, per le richieste dell’avvocato Novaro. Il problema del concorso per Soru si ferma alle 12:42, ma vengono contestati dei danneggiamenti avvenuti alle 16:30… ma che concorso è? Dalla cella di un carcere si è immedesimato a tal punto che ormai c’è una nuova forma di concorso, il concorso PARANORMALE….
Evidentemente si perde dalle 12:42 qualsiasi ipotesi delittuosa che può essere contestata a questi due poveri cristi che hanno avuto la sfortuna di essere beccati subito, ma riconoscetegli almeno la fortuna di non essere accusati per quello che è successo dopo.
Sul concorso di persone le sentenze più illuminate sono tutte per eminentissimi personaggi di questo paese, del calibro di Andreotti, ma se quei principi valgono per questi soggetti credo valgano anche per noi anche se non vogliamo avere nulla a che fare.. ma è una sensibilità particolare quando trattano di soggetti particolarmente importanti, eminenti. Vi chiedo di applicare quei principi che voi conoscete benissimo, non solo per Soru e Nadalini, ma per tutti.

Udienza 24 febbraio 2014

Udienza 24 febbraio 2014

Concludo… io, davvero, vi auguro di saper.. di giudicare, sono sicuro che voi saprete, anzi, giudicare con la dovuta serenità privando questo processo dalle suggestioni che spesso l’hanno accompagnato, non mi riferisco a questi che sono dati oggettivi, parlo del processo in quest’aula, del presidio permanente all’esterno ,sembra di essere in zona di guerra, il clamore mediatico, che spesso finisce col condizionare l’opinione pubblica attraverso la celebrazione di quelli che sono i processi paralleli a cui siamo purtroppo abituati, il processo lo fanno i giornalisti, Vespa lo amplifica col plastico… ci dobbiamo confrontare con una celebrazione di processi alternativi mediatici che spesso magari non hanno visto un atto del processo ma si permettono di parlare. Io sono certo che voi saprete epurare questo processo da tutto questo… vi auguro di poter fare un lavoro sereno, equilibrato. Ho concluso.

 

Qui potete trovare tutto il resoconto dell’udienza del 20 gennaio, l’ultima parola alla difesa in attesa della sentenza prevista per martedì 27 gennaio, l’udienza avrà inizio alle 9:00, poi la corte si ritirerà per rientrare per la lettura della sentenza dalle 14:30. Presidio dentro e fuori l’aula bunker a partire dalle 9:00.

Simonetta Zandiri – TGMaddalena.it

Comments are closed.