viadottoViadotto crollato, una storia iniziata nel 2001…

Premier e ministri sono alla ricerca di colpevoli, responsabili e quant’altro…Ripercorriamo allora la storia di questo progetto, a tappe:

2001
Il potenziamento dell’itinerario Palermo-Agrigento, con l’adeguamento della sezione stradale risulta già inserito nell’APQ per il trasporto stradale stipulato a novembre.L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 121 nell’ambito del Corridoio Plurimodale Tirrenico-Nord Europa, tra i sistemi stradali e autostradali
2004
L’ANAS approva un progetto preliminare, corredato dal SIA, che prevede una nuova viabilità di collegamento tra la A19 Palermo-Catania ed il Comune di Lercara Friddi, con prolungamento in direzione di Agrigento e adeguamento a 4 corsie sia della S.S. 121, per circa 50 Km , sia della S.S. 189, per 9 Km.L’ANAS, in data 14 dicembre, avvia la procedura ex Legge Obiettivo per la tratta Palermo-Lercara Friddi.
2005
Il CIPE, con delibera n. 35, ripartisce le risorse per interventi nelle aree sottoutilizzate e assegna risorse alla Regione Siciliana che verranno in parte destinate all’intervento.La Commissione VIA inizia l’istruttoria e richiede lo studio di un’alternativa progettuale.L’ANAS consegna l’alternativa progettuale richiesta denominata “alternativa A”: il progetto presuppone la suddivisione della tratta Palermo-Lercara Friddi in 2 subtratte: il tratto A, Palermo (nuovo svincolo A19)-Bolognetta di Km 12,2 (lotto 1) con adeguamento a 4 corsie ( “strada extraurbana principale categoria B”) e il tratto B, Bolognetta-Lercara (lotti 2 e 3) per il quale è ipotizzato l’adeguamento a categoria C1 (lotto 2a) con parti di adeguamento in sede (lotto 2b) e tratti in variante (parte lotto 3), predisposti per il futuro adeguamento alla categoria B.
2006
La Commissione VIA esprime parere positivo sul tratto A dell’“alternativa A”, prevedendo lo stralcio della “variante di Marineo” – perché non inclusa nel programma iniziale né costituente opera connessa – e chiedendo la ripubblicazione del progetto per le parti modificate, interessanti il tratto B.
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Il 28 dicembre viene firmato l’Accordo di Programma Quadro per il trasporto stradale ove vengono allocate le risorse del fondo FAS assegnate alla Regione Siciliana con la delibera CIPE n. 35/2005 e destinati all’opera 420 Meuro. La Regione fornisce ulteriori indicazioni volte a ridurre i costi del tratto Bolognetta-Lercara, tramite maggiore utilizzo dell’adeguamento in sede della strada esistente.

2007

La circolare del Ministero dell’economia n. 15 indica le procedure da seguire per l’utilizzo di contributi pluriennali ai sensi dell’articolo 1, commi 511 e 512, della legge n. 296/2006.
Nell’atto ricognitivo del MIT del 7 marzo, è previsto il finanziamento di ulteriori 400 Meuro a carico dei Programmi nazionali 2007-2013, per l’utilizzo dei fondi FAS e FESR.
Il CIPE, con delibera n. 3 ripartisce le risorse FAS per il periodo 2006-2009.
Lo stralcio funzionale dallo svincolo di Bolognetta a Lercara è compreso nel piano degli investimenti del Contratto di programma ANAS 2007-2011 approvato dal CIPE con delibera n. 65.
L’ANAS, soggetto aggiudicatore, trasmette il progetto preliminare modificato al MIT ed a tutte le altre Amministrazioni ed Enti interessati.
Il 1° Atto aggiuntivo all’Intesa generale Quadro tra Governo e Regione Siciliana del 4 ottobre inserisce l’itinerario
Palermo-Agrigento nelle opere della Legge Obiettivo.
Il 30 novembre viene stipulato il 1° atto aggiuntivo all’ Accordo di Programma Quadro, in cui vengono allocate le
risorse del fondo FAS attribuite alla Regione con delibera n. 3 del 2006.
2008
Il MIT, con nota 14 febbraio, trasmette il progetto al Consiglio superiore dei lavori pubblici.
Il CIPE, con delibera n. 21, definisce il quadro delle risorse previste dalla legge n. 244/2007.
Il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria sull’“itinerario Palermo-Agrigento: ammodernamento del tratto
Palermo-Lercara Friddi”, chiedendo l’approvazione del progetto preliminare e l’assegnazione di un contributo a carico delle risorse destinate all’attuazione del Programma per il completamento della copertura del costo di uno stralcio funzionale.
Il CIPE, con delibera n. 31, prende atto che il DPEF ed il Piano degli investimenti ANAS recano per l’intera tratta
Palermo-Lercara Friddi un importo inferiore all’effettivo e riferibile in realtà al solo lotto funzionale “Bolognetta-Lercara Friddi” e, per consentire l’espletamento della gara per contraente generale entro il 31 dicembre 2008 in modo da utilizzare parte dei fondi FAS assegnati alla Regione con delibera n. 3572005, approva il progetto preliminare dell’”itinerario Palermo-Agrigento (S.S. 121 – S.S. 189): ammodernamento della tratta Palermo-Lercara Friddi” e concede un contributo per la realizzazione del lotto funzionale, nel presupposto che Regione e Ministero per i beni e
le attività culturali, che non hanno ancora reso i pareri, si esprimano favorevolmente senza prescrizioni o raccomandazioni.
Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici formula, nell’adunanza dell’11 aprile, una serie di considerazioni e
osservazioni.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni solo per i lotti 2a e 2b, cioè sulla tratta
svincolo di Bolognetta-bivio di Manganaro, mentre ritiene che i lotti 1 e 3 vadano rimodulati alla stregua degli stessi criteri utilizzati per la progettazione del lotto 2.
La Regione si esprime favorevolmente, per quanto concerne i profili urbanistici, solo sulla tratta svincolo di
Bolognetta-bivio di Manganaro.
Il Ministero dell’ambiente si esprime positivamente sul tratto dallo svincolo con l’autostrada A19 allo svincolo di
Bolognetta.
La Regione Siciliana, con delibera del 23 luglio, approva la proposta di modifica del 1° atto integrativo del 30
novembre 2007, al fine di rimodulare le quote FAS destinate ai lotti 1 e 3 oggetto dei pareri negativi e riserva allo
stralcio in approvazione l’importo di 74,2 Meuro.
La Regione, con nota del 25 luglio, specifica che il finanziamento finalizzato allo stralcio, è da rettificare in 84,2 Meuro e si riserva di sottoporre alla Giunta la relativa rettifica.
Il MIT, con nota 25 luglio, trasmette al CIPE una relazione aggiornata sul progetto in questione, inviando poi stesura revisionata della medesima e documentazione di supporto con nota 28 luglio.
Il MIT, con nota 31 luglio, fornisce ulteriori precisazioni sulle riserve formulate dal Consiglio Superiore dei Lavori
Pubblici, che erano riferite al documento originario, redatto nel 2003. Secondo il Ministero il quadro economico del lotto è coerente con la normativa vigente e non presenta le problematiche evidenziate dal Consiglio stesso.
L’ANAS pubblica sulla GUCE il bando di gara per l’affidamento a contraente generale dei Lavori di ammodernamento del tratto Palermo-Lercara Friddi dal km. 14,4 compreso il tratto di raccordo della rotatoria Bolognetta al km. 48,00 – Svincolo Manganaro incluso.
Il CIPE, con delibera n. 84 (che sostituisce la precedente delibera n. 31), prende atto che il MIT concorda nel limitare l’approvazione alla realizzazione della parte centrale dell’intervento, cioè del lotto 2, che interessa il tratto tra il Km 14,4 e il Km 48,0.

2008: NUOVA VALUTAZIONE, SALE IL COSTO DEL LOTTO 2 (proprio quello del viadotto caduto per roto-traslazione) – il soggetto aggiudicatore autorizzato ad utilizzare i “ribassi d’asta” per la ricostituzione della voce “imprevisti”. Facile, no?

Il CIPE approva quindi il progetto preliminare dell’”itinerario Palermo-Agrigento (S.S. 121-S.S. 189): ammodernamento della tratta Palermo-Lercara Friddi 1° stralcio funzionale: lotto 2-sublotti 2a e 2b dal Km 14,40 (rotatoria di Bolognetta inclusa) al Km 48,00 (svincolo di Manganaro incluso). Il piano economico-finanziario riporta un costo complessivo di 1.516,4 Meuro, comprensivo del prolungamento Lercara Friddi-Agrigento e non evidenzia un potenziale “ritorno economico” derivante dalla gestione. Il costo complessivo della tratta Palermo-Lercara-Friddi, al netto dell’IVA, è pari a 1.218,4 Meuro. Il costo dello stralcio funzionale dallo svincolo di Bolognetta a Lercara Friddi viene aggiornato, al netto dell’IVA, a 832,2 Meuro. La nuova valutazione fa salire il costo del solo lotto 2, al netto dell’IVA, a 296,4 Meuro.
La Regione dichiara di rettificare in 84,2 Meuro il proprio contributo, riservandosi di sottoporre alla Giunta
l’approvazione del contributo stesso. Inoltre, il Ministero dell’ambiente prescrive di accantonare il 3% per opere compensative. Il CIPE quindi, per la realizzazione del 1° stralcio funzionale, assegna ad ANAS Spa contributi quindicennali a valere sulla legge n. 244/2007 con decorrenza 2008 e 2009. Il soggetto aggiudicatore è autorizzato ad utilizzare i “ribassi d’asta” per la ricostituzione della voce “imprevisti”, decurtata a seguito dell’accantonamento per opere compensative richiesto dal Ministero dell’ambiente, sino all’importo previsto nell’originario quadro economico (12,5 Meuro). L’efficacia della delibera viene subordinata alla trasmissione da parte della Regione di un atto formale da cui risulti l’impegno a cofinanziare l’opera.
L’ANAS, il 23 dicembre, aggiudica l’appalto dei Lavori di ammodernamento del tratto Palermo-Lercara Friddi dal km. 14,4 compreso il tratto di raccordo della rotatoria Bolognetta al km. 48,00 – Svincolo Manganaro incluso all’Ati C.M.C. – Cooperativa Muratori & Cementisti Ravenna Con Sws Engineeing Spa, Politecnica Srl, C.C.C. Consorzio Cooperative Costruzioni, Pegaso Srl
2009
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera “Palermo – Agrigento autostrada”, articolata in due interventi “Adeguamento della SS 121 dal nuovo svincolo Bolognetta (incluso) al bivio Manganaro e della SS189 dal bivio Manganaro a Lercara Friddi” e “Adeguamento della SS121 completamento” è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche – Opere da avviare entro il 2013 ” (“Adeguamento della SS 121 dal nuovo svincolo Bolognetta (incluso) al bivio Manganaro e della SS189 dal bivio Manganaro a Lercara Friddi”); “3: Programma Infrastrutture Strategiche – Opere non comprese nella tabella 2” (“Adeguamento della SS121 completamento”); “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010” (Adeguamento SS 121 – Completamento e Palermo Agrigento tratta Palermo Lercara Friddi). Nella seduta del 4 novembre la Conferenza Unificata Stato-Regioni sancisce l’accordo sull’Allegato Infrastrutture.
2011
Il 25 febbraio ANAS approva il progetto definito per i lavori di ammodernamento di un lotto funzionale dell’itinerario Palermo-Agrigento (tratto Palermo-Lercara Friddi), dalla rotatoria Bolognetta fino allo svincolo Manganaro incluso, in provincia di Palermo. Il progetto, redatto dal Contraente Generale, presenta modifiche e varianti rispetto al preliminare determinate delle prescrizioni delle nuove normative e della verifica dello stato di degrado delle strutture esistenti, che hanno comportato l’aggiornamento dell’importo complessivo d’investimento. La redazione del progetto esecutivo avrà la durata di 180 giorni e l’apertura dei cantieri è prevista tra circa un anno. Il tempo di esecuzione, per la realizzazione delle opere è fissato in 1.200 naturali e consecutivi (circa 3 anni e 4 mesi).
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2012-2014 l’opera “Palermo – Agrigento autostrada”, articolata in due interventi “Adeguamento della SS 121 dal nuovo svincolo Bolognetta (incluso) al bivio Manganaro e della SS189 dal bivio Manganaro a Lercara Friddi” e “Adeguamento della SS121 completamento” è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento aprile 2011”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche – Opere da avviare entro il 2013” (“Adeguamento della SS 121 dal nuovo svincolo Bolognetta (incluso) al bivio Manganaro e della SS189 dal bivio Manganaro a Lercara Friddi”); (“Adeguamento della SS121 completamento”); “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010” (Adeguamento SS 121 – Completamento e Palermo Agrigento tratta Palermo Lercara Friddi). L’opera, limitatamente all’intervento “Adeguamento della SS 121 dal nuovo svincolo Bolognetta (incluso) al bivio Manganaro e della SS189 dal bivio Manganaro a Lercara Friddi”, è inoltre identificata tra quelle che confluiranno nel Piano Nazionale per il Sud.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta individuato il contraente generale che realizzerà il Tratto B: Bolognetta-Lercara – Lotto 2. L’avvio dei lavori è programmato per novembre 2012 e l’ultimazione per settembre 2016. Per quanto riguarda il Tratto A: Palermo (nuovo svincolo A19) – Bolognetta – Lotto 1, il contraente generale del tratto B – lotto 2 ha redatto lo studio di fattibilità per ottemperare a specifica prescrizione del CIPE.

COSTI PRESUNTI, AUMENTI CERTI! Nel 2001 il costo del progetto era stimato in 781,399 (milioni di euro), nel 2011 salgono a 1.218,411 ( Delibera CIPE 84/2008 )

CostiPresunti

Dunque il progetto definitivo è più costoso, e non poco, rispetto all’originale.
Le motivazioni sono probabilmente quelle riportate nel 2011 sul sito MobilitaPalermo.it:
“L’attività progettuale è stata particolarmente complessa poiché caratterizzata da diversi fattori concomitanti.
Il progetto definitivo, approvato, è stato redatto dal Contraente Generale, l’ATI CMC – Consorzio Cooperative Costruzioni, e recepisce importanti modifiche e varianti rispetto all’originario progetto preliminare. Infatti, oltre all’esigenza di ottemperare alle raccomandazioni prescritte dalla delibera CIPE 84/2008 e alla necessità di aggiornare il progetto in base alle nuove normative (Norme Tecniche sulle Costruzioni contenute all’interno del Decreto Ministeriale del 14.1.2008) il progetto preliminare è stato rivisto considerando anche lo stato di degrado di alcune strutture esistenti, emerso soltanto nel corso della campagna di indagini diagnostiche. ”

Sul sito del Ministero dell’Ambiente si trova facilmente la VAS-VIA con i dettagli progettuali, mentre per il profilo “storico” dell’opera, sopra riportato, la fonte è l’Autorità dei Lavori Pubblici, Corridoio Plurimodale tirrenico NORD-EUROPA Asse Palermo-Agrigento – Scheda n.58.

 

Nella gallery alcuni estratti:

 

Simonetta Zandiri – TGMaddalena.it