Dapprima fu lo sgombero manu militari dell’Ex-Cuem; poi furono gli arresti domiciliari per sette compagni; ora il trasferimento del processo all’Aula Bunker di Milano. Quale il filo che guida interventi così spropositati nel territorio milanese? Ne abbiamo parlato con alcuni compagni a vario titolo coinvolti nella vicenda dell’Ex-Cuem e del suo sgombero.

 

Fonte : Università Statale: il deserto che avanza. Parte prima | Radiocane.

 

Tags:

Comments are closed.