AB_17giuOre 9,00 – Incontrare Mario Cavargna e Antonio Ginetti di prima mattina già fa bene al cuore.
La Corte è in grande ritardo.
Ore 10,30 – Ancora in attesa, pare a causa di mancanza di corrente all’impianto video audio
ore 12:00 il tecnico IREN sistema il guasto, ha inizio l’udienza.

Alcuni imputati si sono avvicinati agli avvocati per chiedere a chi verrà imputato il costo del guasto e del ritardo, nell’eventualità di una condanna. il PM Rinaudo ha risposto “E’ un vostro diritto SENTIRVI innocenti”.

Dopo l’appello delle parti, l’imputato Lussi chiede che venga ufficialmente messo a verbale che, nell’eventualità di una condanna, non siano addebitate agli imputati le spese del guasto e del ritardo, tecnici e costi aggiuntivi, anche perché in sede ordinaria non sarebbe accaduta una cosa del genere con relativi costi, il giudice esegue, Lussi chiede la lettura del verbale, viene negata.

Viene chiamata  il teste Rosanna Lavezzaro, dirigente ufficio immigrazione questura di Torino, il 3 luglio 2011 presente in area archeologica Chiomonte.
Avv. Bertone le mostra un video per vedere se riconosce i luoghi
Teste Riconosco l’area retrostante il museo
Avv Si riconosce in queste immagini, era in divisa?
Teste No ero con abiti civili, avevo una giacca da moto beige chiaro, non mi riconosco in immagini di persona con camicia bianca?
Avv Siamo verso le 13, riconosce altri agenti in camicia bianca?
Teste Difficile dirlo, non ricordo anche perché mio turno iniziava alle 13, ma siccome situazione degenerava, sono stata allertata di arrivare poco prima
Avv In area archeologica, ha assistito ad arresti?
Teste No perché ero deputata ad ordine pubblico, cioè gestione reparti e collegamenti con altre forze. Deve anche dirmi a che ora precisa è stato effettuato arresto, alle 12 ero ancora a Susa
Avv. Gli arresti sono avvenuti ore 12.45. Ha visto arrestiAvv. Ho visto gli arrestati in zona destinata a vigilanza con personale ad hoc, in controroom sala d’ingresso del museo. Gli arrestati dovevano infatti essere vigilati e nel caos era l’area più tranquilla.
Teste 4 ne ho visti. Solo uno con segni sul viso con qualche tumefazione, gli altri a posto, li ho visti in più riprese quindi sono sicura
Archiviato_FabianoAvv. Mostra foto Fabiano Berardino sanguinante
Teste No, quello che ho visto era meno tumefatto, questa persona non l’ho vista
Avv Può dirci se tra di voi si parlasse di arresti
Teste Attacco violentissimo, oltre 4 ore di scontri, e con me personalmente ho affrontato solo ed esclusivamente di ordine pubblico. In mia presenza nessuno ha discusso o parlato di arresti
Avv. Si ricorda se persona con il volto tumefatto era Ferrari Gian Luca. Le mostro foto
Teste Non ricordo nomi e nemmeno riconosco in foto
Avv Non era presente?
Teste Evidentemente no
Pm Nessuna domanda

ProfCacciaTeste Giuseppe Caccia, consigliere comunale a Venezia, ricercatore universitario lavorava presso università Torino ed era presente in valle a luglio 2011, da anni si occupa di legami tra infrastrutture e dinamiche sui territori. Molte volte fu in valdisusa per convegni assemblee etc, prima con Ferrentino “ora è un po’ di tempo che non ci vediamo…”
Pm chiede di non divagare
Teste Mi ero mosso con i miei mezzi nella notte del 2 luglio per giungere ad Exilles verso le 9, dove avevo appuntamento con il prof. Ugo Mattei e moglie, e al parcheggio c’era una significativa delegazione di giovani veneziani e di mestre…tra cui Ferrari Gianluca che era giunto in pulman, io lo conosco dal 2001 2002, quando ero assessore alle politiche sociali a Venezia, e lui operatore continuato negli anni in progetto su assistenza a persone senza fissa dimora.
Poi dal forte il corteo si divise in maniera naturale, mentre il giorno successivo ho trovato sui giornali ricostruzioni fantasiosi, non c’era un corteo buono e uno cattivo.
Io andai verso Ramat e poi verso zona archeologica, oggetto specifico protesta di quel giorno, la gente era tranquilla e di estrazione diversa, valsusini e no come noi. La situazione è cambiata di colpo quando in zona cantiere dopo avallamento bosco c’erano prime reti di protezione, con schieramento impressionante di numeri e dotazioni fdo, che subito hanno inviato gran numero di lacrimogeni. Aria rapidamente divenuta irrespirabile nonostante fossimo all’aria aperta, probabilmente per grande numero, e poi fui colpito che non solocandelotti venivano sparati verso l’alto ma in molti casi come da scelta preordinata con dei tiri tesi, utilizzati come proiettili da tirare contro manifestanti, decine e decine quelli che ho visto io non a parabola, il sole era già alto e nel corso di uno di questi lanci un ragazzo vicino a me, studente di un istituto di mestre, è stato violentemente colpito al petto, non so dire se da carabinieri o poliziotti, candelotto tirato a pochi metri di distanza, non so dire se 3 o 5 o 7, lui cadde subito a terra, io mi prodigai a soccorrerlo molto spaventato perché aveva difficoltà respiratoria per effetto combinato colpo e aria irrespirabile. Lo abbiamo sollevato e subito cercato di allontanarci.
Avv Romano Si ricorda se era presenta anche Ferrari?
Teste Sì, i mestrini son sempre rimasti insieme finché situazione è poi degenerata, tutti a volto scoperto e perfettamente riconoscibili, certo anche lui
Poi arriviamo dopo venti minuti di cammino nel bosco su dirupo scosceso e poi tratto in piano, in vista autostrada, ad una baita dove c’erano infermieri, e mi prodigai per avere ambulanza.
Problema, perché c’era blocco polizia che io raggiunsi manifestando questa urgenza ma ci vollero 45 50 minuti buoni per arrivo ambulanza nonostante io continuassi a insistere. Personale 118 erano anche assai turbati da difficoltà avute per arrivare, poi lo accompagnai ad ospedale Susa
Avv Le esibisco referto signore in questione, trauma toracicoaddominale con frattura costola contusione renale epatica… prima al pm Rinaudo e alla corte
Teste Sì traduzione medica della violenza cui avevo assistito.
Avv. Senta, lei ha ci parlava del Mose…
Pm opposizione, non concerne 3 luglio
Corte accoglie

Teste chiede aggiungere qualcosa di specifico al 3 luglio: “Un aspetto che riguarda la scena che ho visto prima di allontanarmi dall’area del cantiere insieme al ragazzo che era rimasto ferito, perché questo ci tengo a dirlo anche per le cose che ho letto nei giorni successivi sui giornali. Finché io sono rimasto li’ escludo nella maniera più totale che ci siano stati, almeno per quello che vedevo con i miei occhi, comportamenti o atteggiamenti violenti nei confronti delle forze dell’ordine. Certo, c’è una protesta molto veemente che simbolicamente se la prendeva con il cantiere e con la sua recinzione (battiture con i rami sulla recinzione, slogan anche molto duri), ma finché non c’è stato il lancio di lacrimogeni, in particolare ad altezza uomo, tutte le persone, e ne vedevo qualche centinaio nell’area che avevo intorno, erano assolutamente a volto scoperto, non c’era alcun tipo di atteggiamento ostile nei confronti delle forze dell’ordine e, se qualche reazione c’è stata, è stata successiva al lancio di lacrimogeni ad altezza d’uomo e al ferimento dei manifestanti. Reazioni che io tenderei ad escludere che fossero state organizzate, è stata una reazione ad un certo punto con persone ferite, l’aria resa irrespirabile, necessità di portare via i feriti, ci sono stati gesti di rabbia che si limitavano a rilanciare indietro i candelotti lacrimogeni piovuti in mezzo ai manifestanti. ”
Pm Rinaudo Lei è sicuro che i lanci di lacrimogeni siano stati antecedenti a
Violenze? Pietre? Ora di cui parla?
Teste 11.45, mezzogiorno. Nessuna pietra, avvicinarsi reti non è un attacco.
Pm. Il fatto che lui non abbia visto vuol dire che esclude anche da altri?
Difesa si oppone a riformulazione domanda maniera identica cui ha già risposto
Pm riformula domanda: esclude lanci pietre o altri oggetti prima, in generale o solo da punto in cui era lei
Difesa opposizione perché non ha senso, come fa il teste a riferire cose che non ha visto
Giudice non accoglie
Teste Quello che ho detto riguarda centinaia e centinaia di persone, sono rivoli da area archeologica, lì sicuramente e io li ho visti dall’alto e da più in basso, erano a volto scoperto e mani nude, gridano slogan e semplicemente cercano di avvicinarsi a reti, e lì senza atti ostili come vedo con i miei occhi, parte lancio prima a parabola e poi tesi altezza d’uomo, senza alcun preannuncio con megafono o altro che intimasse ai manifestanti di allontanarsi, a freddo, provenienti da area cantiere
Pm sia + preciso, area centrale?
Teste no area con grande avallamento e grande masso, riconoscibilissimo, area cantiere
Pm manifestanti attaccati alle reti?reti tagliate?
Teste erano a 5,7,10 mt circa dalla recinzione, escluderei segmenti reti tagliati prima del lancio, poi sì erano travisati, anch’io lo ero
Avv. Vitale ha visto il lacrimogeno che ferì il ragazzo?
Teste Da una sorta di cancello che era stato aperto mi sembra di ricordare, e da lì imbracciando il dispositivo tenuto come fosse un’arma più di un agente sicuramente. Senza parabola sicuramente
Avv Qualcuno soccorse Povelato delle fdo?
Teste No, nessuno. Io sarei anche andato a chiedere aiuto, ma era impossibile.
Avv. Alla baita ha visto altri persone ferite?
Teste sì, erano ferite lacerocontuse e altro
Avv. L’ambulanza arrivò alla baita? Come stava?
Teste No, dovemmo ancora trasportarlo. La situazione era molto critica, dopo 50 minuti dalla telefonata al 118, poi mezz’ora x trasporto, parevano lesioni interne che infatti c’erano, temevamo ai polmoni
Avv. Eravate visibili?
Teste Andai io alle fdo e mi qualificai come amministratore, loro non si qualificarono, dissi loro che il ragazzo era ferito seriamente, alcuni erano in divisa alcuni in borghese, ma nessuno si offrì di aiutarmi, mi rassicurarono solo sull’arrivo ambulanza, nessuna fdo si preoccupò condizioni ragazzo
Avv Bongiovanni In area cantiere ha visto macchinari? La via per arrivare a baita era libera da recinzioni?
Teste Nessun macchinario, non ricordo nessuna recinzione nessuna barriera intorno alla baita
Giudice ora lancio lacrimogeni
Teste deduco perché non guardavo orologio, ma essendo a ramat intorno 11,30, quindi potevano essere le 11,45, le 12, le 12,05.

Luca Daminelli, di Genova
Era presente il 3 luglio in Valsusa, “ci siamo mossi collettivamente, c’era stata una chiamata pubblica a salire in valle per la manifestazione e con il collettivo del quale faccio parte avevamo lanciato un appuntamento in stazione e decine di persone si erano mosse per venire in Valsusa. E’ un collettivo che si chiama aut-aut che nasce all’interno dell’Università per le mobilitazioni del 2008 e anche Gabriele Filippi (uno degli imputati) ne fa parte. Siamo partiti da Genova al mattino, direi verso le 7:30 col treno e abbiamo fatto scalo a Torino e poi preso un regionale fino a Chiomonte dove siamo arrivati verso le 11 del mattino, una trasferta che da Genova ha mosso decine di persone.
Avv come vi siete mossi, avete fatto gruppo?
Teste si, tendenzialmente siamo rimasti tutti assieme, abbiamo partecipato poi al corteo che da chiomonte ha raggiunto exilles e ha proseguito in direzione del cantiere. Gabriele è stato sempre dello stesso gruppo finché siamo arrivati a Ramat e poi abbiamo iniziato a scendere verso il cantiere. Era un grosso corteo che ad un certo punto si è diviso in due percorsi differenti, uno è salito verso il villaggio di Ramat e l’altro è sceso verso la centrale, ha raggiunto il cantiere da due posizioni differenti. Il nostro gruppo è salito… è stata una cosa abbastanza spontanea, l’impressione era che salendo verso Ramat il percorso fosse complicato perché c’è stata una sorta di divisione tra vecchi e giovani, non so come dire….Abbiamo raggiunto Ramat intorno all’ora di pranzo, verso l’una, anche perché arrivati a Ramat abbiamo mangiato dei panini e poi iniziato la discesa per arrivare nei pressi del cantiere passando nel bosco. Ci siamo sempre mossi in gruppo con il collettivo. Nel momento in cui siamo arrivati a Ramat sapevamo che gli scontri al cantiere erano già iniziati, scendendo il sentiero verso il bosco c’erano già persone che risalivano dicendoci che la situazione giù era tesa e che solo chi aveva maschere o comunque fazzoletti per coprirsi il volto poteva scendere perché l’aria era irrespirabile a causa dei lacrimogeni. Infatti scendendo c’era una specie di radura e dall’alto abbiamo visto delle cariche della polizia che usciva dal cantiere anche con dei mezzi, abbiamo visto anche una carica con la ruspa, la situazione era piuttosto tesa e io personalmente non sono riuscito ad arrivare fino in fondo al sentiero perché già arrivati…. cioè senza arrivare in fondo già l’aria era irrespirabile e solo le persone che avevano delle maschere sono riuscite a stare nel bosco, io sono rimasto su perché avevo con me del maalox e ne davo un po’ a chi saliva per alleviare la lacrimazione e aiutarli a respirare.
Avv ci può descrivere le persone che salivano e scendevano, che tipo di persone?
Teste la composizione era varia, c’erano persone di ogni età, anche persone che definirei anziane che invitavano i più giovani a scendere verso il fondo del sentiero perché la situazione giù era complicata e c’era bisogno di persone che aiutassero, ad un certo punto è sceso anche un gruppo di persone con tamburi, vestiti di rosa, piuttosto che gente della nostra età ma anche persone più anziane. La cosa che tutti quelli che risalivano dicevano è che in fondo la situazione era pesante, era difficile stare perché l’aria era piena di lacrimogeni, spiegavano che per chi non aveva le maschere era praticamente impossibile stare.
Avv lei ha sentito parlare di persone ferite?
Teste si.. quando noi siamo scesi già girava voce che ci fossero feriti dei manifestanti
PM C’è opposizione perché riferisce sul sentito dire
Teste come ho detto non sono arrivato fino in fondo al sentiero ma le persone che risalivano dicevano che c’erano stati dei feriti tra quelli giù nel bosco e, come ho detto, quelli che risalivano spesso erano in difficoltà, respiratorie e problemi agli occhi, per questo mi sono fermato per passare del maalox….
Avv il sig. Filippi lo perde di vista?
Teste ad un certo punto l’ho perso di vista, io mi sono fermato e lui è riuscito ad arrivare in fondo al sentiero, la discesa fino ad un certo punto l’abbiamo fatta insieme
Avv poi la giornata si conclude e voi vi ritrovate?
Teste si, abbiamo sempre cercato di rimanere in gruppo e anche sulla strada del ritorno abbiamo cercato di tornare tutti insieme per prendere il treno tutti assieme. Nei limiti del possibile siamo sempre stati assieme.
PM Una precisazione che voglio che venga messa a verbale, quando il teste rifinisce che le notizie gli siano state fornite da terze persone e non ce le indica questa parte sia inutilizzabile come prova.
Presidente BOSIO: Lei si ricorda com’era vestito (dalla sala chiedono volume perché non si sente niente)
Teste: no, sinceramente non ricordo.

Viola Salvatorelli, di genova, presente a chiomonte il 3 luglio 2011, arrivata in treno molto affollato con amici in mattinata, prese parte al corteo fino al bivio di ramat, dove scelse di seguire la via verso il bosco, poi la discesa. Era con Gabriele Filippi. Dall’alto cercavano di capire cosa succedesse in basso, c’era gente di tutte le età e più il tempo passava più arrivavano voci di ferimenti, arresti, di richieste di aiuto, infatti avendo io garze disinfettanti provai a scendere il sentiero, ma alla fine non riuscivo più a respirare, non ci vedevo, quindi sono tornata su
Avv. Alla fine giornata vi siete rivisti, gabriele e suo padre?
Teste Sì, il padre era partito in motocicletta, ma c’era, e al ritorno non ricordo in treno chi c’era o no per la tensione che c’era e quindi orari di treni diversi
Giudice ricorda com’era vestito?
Teste penso avesse pantaloncini corti e felpa azzurra con scritta sopra
Pm nessuna domanda

Viene chiamata Giulia Iuvara. Anche lei del collettivo Aut-Aut di Genova, partita con lo stesso gruppo. Conosce Filippi. Sono arrivati alla stazione intorno alle 11, tardi a causa di trasporti e treni particolarmente pieni di gente, in un clima molto festoso. Sono arrivati intorno alle 11, hanno fatto il percorso inseguendo il corteo che era già molto avanti, ad un certo punto c’era un bivio e non sapevano bene da che parte andare. “C’era stato detto che se prendevamo a sinistra si passava nei boschi quindi era un sentiero più accidentato e faticoso, quindi dicevano i giovani passano da su mentre dall’altra parte era più adatto ad adulti, bambini e anziani…. Siamo arrivati su a Ramat e poi attraverso il bosco siamo un po’ scesi”
Avv. se ci dice intorno a che ora era e la situazione che avete visto e se Filippi era con voi
Teste si, Filippi era con noi, eravamo tutti insieme. Il clima era totalmente cambiato rispetto al treno e a come eravamo arrivati, un collettivo universitario eravamo quasi in gita, ma nel bosco il clima era molto più pesante, passatemi il termine anche un po’ pauroso, si sentivano scoppi, da in cima al prato di Ramat si vedevano lacrimogeni sparati, ho visto movimentare una ruspa, un clima un po’ pesante. Noi in generale eravamo abbastanza intimoriti nel bosco, tant’è che quando abbiamo cercato di scendere fino alla fine del bosco ci siamo accorti che l’aria era irrespirabile a causa dei lacrimogeni quindi tanti di noi si sono fermati nei boschi anche per dare una mano a chi faceva la spola per acqua e necessità varie
Avv lei ha visto persone in difficoltà per aver respirato lacrimogeni?
TEste si, molta, molti lacrimavano, e avevano difficoltà.. nonostante questo c’erano parecchie persone che sembravano del posto, anche anziane, che vivevano questa cosa con grande entusiasmo, ci dicevano di andare giù, di  dare una mano, ci spingevano a dare una mano se c’era bisogno e questa  è una cosa che mi ha colpito molto… persone con entusiasmo che ci spingevano ad avere entusiasmo.
Avv il vostro gruppo rimane coeso? Il signor Filippi era con voi?
Teste si.. c’era grande confusione… penso siamo arrivati intorno all’una
Avv lei ha potuto assistere a cariche da parte delle fdo?
Teste il mio punto d’osservazione era il limitare del bosco e poco sotto dove c’erano delle rocce ma ero abbastanza in alto rispetto ai fatti, ho visto una ruspa che si muoveva ,vedevamo i lacrimogeni che entravano nel bosco, la cosa ci intimoriva perché temevamo di essere colpiti lungo il sentiero dai lacrimogeni quindi si, direi il prato vicino a Ramat e l’inizio del bosco dove c’erano queste rocce.
Avv non ho altre domande.
PM NESSUNA DOMANDA

Viene chiamato il teste Bagnasco Andrea.

Avv. Colletta chiede per teste Bagnasco se non ci sono problemi per altri procedimenti
Pm Nessun problema, possiamo sentirlo (ndr si tratta di un procedimento, archiviato, aperto a seguito della denuncia di abusi da parte delle fdo in fase di arresto, nella giornata del 3 luglio 2011. il problema non sussiste in quanto il procedimento è stato ARCHIVIATO, pertanto Bagnasco può essere sentito come teste)

Teste Bagnasco Andrea,  della squadra mobile questura di torino in servizio a Chiomonte il 3 luglio,
Avv. Bertone Può dirci dov’era intorno alle 12,45 13,45, le mostro video
Teste Precisamente non posso dirlo, immagino in area archeologica.
Avv mostra video trascinamento e gli chiede se l’ha già visto e se sa individuarsi
Teste sì, poco dopo eventi, non so individuarmi
Avv Cos’ha fatto lei quel giorno, ha fermato arrestato qualcuno? Ci racconti dinamica
Teste Sì, Soru. Per la dinamica, gli scontri erano iniziati da 2 ore, 10,30 circa e durante una carica erano state fermate 4 persone da digos, e una, Soru, fu affidata per sicurezza al centro operativo al museo.
Avv La carica era stata preparata?
Teste I manifestanti si erano avvicinati troppo, non preparata prima
Avv. Ricorda un casotto in pietra? E agenti posizionati lì prima partenza carica?
Teste Non ricordo gli agenti, ma sassi che arrivavano dal casotto, non ho partecipato io a carica
Avv Ricorda ordine agenti di arretrare?
Teste Non ricordo anche se non lo escludo
Avv Le viene consegnato Soru…
Teste Sì, la confusione era enorme e i lanci sassi anche, quindi andammo verso unica zona sicura in quel  momento dove c’erano anche infermieri, al museo
Avv. Le mostro nuovamente video e le chiedo se è una delle 2 persone che stanno trasportando Soru? A sinistra vedo un altro che cammina
Teste Sì, situazione era pericolosa e lo trascinammo con bretelle suo zainetto, temevamo sue reazioni, era corpulento, sì, l’altro voleva camminare, lui no
Avv. Gli avete chiesto se voleva camminare?
Teste No Io ho fatto quel che credevo meglio

Avv. Nel video si vedono agenti che sferrano calci all’arrestato, se n’è accorto?
Teste Non me ne sono accorto
Avv Non sentiva urli?
Teste Io sentivo urli da 5 ore
Avv Da 5 ore?
Teste Almeno 2 ore e mezzo
Avv Manifestanti + vicini quanti metri erano?
Teste 30 40 metri
Avv In sede di briefing prima manifestazione, si era parlato di modalità di eventuali arresti?
Teste che ricordo no
Avv Dopo che è successo?
Teste E’ stato preso in consegna personale area archeologica, zona sicura, e poteva terminare spostamento.
Avv. Mostro video che mostra altre violenze Si ricorda?
Teste Non ricordo
Avv. Le mostro fotogramma di agenti intorno a Soru, riconosce agenti?C’era solo polizia?
Teste Di Leone. C’erano carabinieri, cacciatori
Avv Il signore che brandisce bastone? Lei non l’ha visto?
Teste non l’ho visto
Giudice interrompe, basta con le domande
Avv abbiamo detto prima, se andava assistito, ci avete detto di sì. E’ stato indagato ed è stato archiviato
Avv Bertone Io chiedo per questo testimone chiave di chiedere anche per l’attendibilità di altri
agenti
Giudice legge norma che teste non può essere interrogato se esistono procedimenti che lo riguardano
Avvocato Non mi danno copia del fascicolo..
Pm Io mi rompo le palle
Avv. Vitale cita un articolo che dice che domanda non è che non debba essere ammessa, ma che solo bisogna avvisare il teste…
Pm Il teste è stato indagato, imputato e accolta domanda archiviazione, non è che si riapra procedimento…
Avv. Quello che chiedo è a seguito che ferite di Soru sono state da altri agenti attribuite in modo irrealistico attribuite a caduta, quindi io devo domandare
E’ teste o non teste
Giudice ritengo di non ammettere domande
Avv Lei ha denunciato qualche suo collega?
Pm opposizione, argomento che può nuocere…

Mario Cavargna

Teste Mario Cavargna,  di Bussoleno, master ingegneria ambientale Politecnico di Torino, consulente Comunità Montana, Presidente di Pronatura Piemonte, interrogato dall’avv. Bongiovanni, si dichiara “il notav n° 0,  su Tav esclusivamente aspetto tecnico “è stato il primo ad occuparsene, specialmente in procedure amministrative Torino-Lione”, coprotagonista azione verso Ue che ha permesso avere tutti i documenti
Avv È a conoscenza che il finanziamento costruzione linea alta velocità non è ancora stato deciso da Ue?
Teste La questione è ancora in itinere…
Pm si oppone non si può discutere questione decisa da stato italiano
Giudice accoglie opposizione
Avv. Bongiovanni allora ci spieghi la giornata del 27 giugno 2011
Teste sì dalle 9 in poi, esattamente al centro del cantiere, piazzale Maddalena cioè,non cantiere mi sono sbagliato, con ispettore Ferraro
Avv Lei può indicare se area cantiere comprende anche piazzale antistante museo
Teste Non era compresa in indicazione CIPE. L’area occupata il 27 arrivava a 20 metri dalla strada
Avv può indicare ascisse area vinicola su questa mappa? Idem x museo archeologico Area archeologica?
Teste precisa di conoscerla benissimo anche per aver contribuito a farla recintare in precedenza ed esegue.Queste aree non sono in indicazione Cipe area cantiere. Le reti servivano solo ad incanalare i visitatori anche se non delimitavano esattamente la zona archeologica.
Dunque l’area di cantiere in definitiva deliberata dal Cipe iniziava dai primi piloni autostrada
E indica con precisione
Avv Ha mai avuto modo di leggere ordinanza prefettizia di modalità occupazione area della Maddalena da parte fdo?Faceva riferimento piazzale Maddalena e a viabilità
Teste Sì il piazzale anche se avevamo pagato, viabilità è ridicolo
Avv Ha avuto modo di occuparsi successivi espropri proprietari area poi cantiere?
Teste L’esproprio inizia aprile 2012, non c’è nessun atto che sia stato portato a termine, tranne accordo con Sitav per occupare area temporaneo deposito materiale. I 39 proprietari sono stati espropriati 11 mesi dopo.
Avv. Su condotte fdo il 27 giugno, ha avuto modo di vedere fdo lanciare lacrimogeni?
Pm rinaudo si oppone, domanda suggestiva
Avv ha assistito a utilizzo lacrimogeni da parte di chiunque?
Teste sì
Avv Ci racconti
Teste Ho visto da mio punto di osservazione, 300 mt sopra il cantiere, sono stato lì 5 ore anche perché ero molto preoccupato per sicurezza, le mie foto possono testimoniarlo, io vedevo benissimo l’area della Maddalena, ho visto benissimo che mai nessuno è venuto a vedere per 3 quarti occupato da fdo, nessuno è venuto a controllare nulla, ecco perché mi sono fermato.
Poi sono andato + avanti verso la tubazione ver so ovest, ho chiesto ad un ufficiale dei carabinieri che mi ha detto di stare fermo, hanno cominciato a urlare in modo minaccioso esibendo manganelli e altro tipo trofeo fallico, uno con sparagranate ha tirato verso la centrale il bossolo che io ho ancora, ha ferito dopo aver rimbalzato per terra un ragazzo lì vicino che avevo incrociato, scappato per qualche motivo che mi chiedeva indicazioni
Avv A che distanza ha sparato?
Teste Ha sparato da 30 metri. Io sono sempre favorevole a fdo, non lo denuncerei mai, ma mi ha tirato addosso, mi ha mirato, e mi ha sbagliato
Pm Rinaudo Ha accennato a foto, su chiavetta?Anche di poliziotti?
Teste no di poliziotti no, e del ragazzo preferisco non dire il nome
Pm ci deve indicare il nome di questa persona perché si tratta di reato
Teste il ragazzo si chiama Salvatore, i poliziotti non li vorrei denunciare perché capisco che dopo 4300 circa lacrimogeni potrebbero essere stati molto turbati
Pm sia il 27 giugno che il 3 luglio, cosa ci può dire del comportamento dei manifestanti?
Difesa si oppone
Opposizione accolta
Avv Bertone che ci dice sulle reti, rientravano zona cantiere?
Teste Assolutamente no
Avv tra centrale e maddalena c’erano terreni di proprietà?
Teste certo e la via di accesso è sempre quella

Aldo Manto, classe 1949, di Torino.
Avv Bertone: lei ha prestato servizio presso la direzione trasporti della direzione piemonte?
Teste si, sono attualmente il direttore
Avv si è occupato del progetto TAV Torino Lione?
Teste si
Avv mi conferma che usci’ dalla legge obiettivo?
Teste non capisco cosa intende
Avv supponiamo che la domanda sia proprio questo, lo strumento normativo della legge obiettivo ad un certo punto non fu più applicabile?
Teste la risposta è no
Avv allora io le contesto che il giorno….
Presidente: No, la contestazione non….
Avv si, le critico la sua risposta perché il giorno 23 marzo 2007 lei risposte al signor Alberto Perino e Mario Cavargna su istanza di accesso agli atti che il nuovo progetto Torino Lione è stato sottratto alle procedure autorizzative della legge obiettivo
PM fa opposizione, non si possono contestare dichiarazioni estemporanee
Avv per il verbale cancello la parola contestazione, ma rilevo una critica rispetto alla sua affermazione (Bertone mostra il documento al PM, che gli chiede se sia un atto ufficiale, l’Avv. conferma). Il documento viene poi mostrato al teste.
Il documento viene acquisito.
Avv. Quindi in riferimento a questo documento chiedo se l’ing. voglia cambiare la risposta che ha dato prima
Teste penso che questo progetto in riferimento alla mia nota facesse parte della prima versione del progetto, prima di venaus, ma la mia risposta faceva riferimento invece alla mia attuale procedura che ha seguito tutto l’iter della legge obiettivo fino ad arrivare al CIPE, questa probabilmente…
Avv mi perdoni ma i fatti di Venaus quando avvengono?
Teste non me lo ricordo
Avv 2005… ma quel progetto è del 207 non è di Venaus
Teste si ma la progettazione di LTF è pubblicata per quanto riguarda la Maddalena il 18/5/2010, per quanto riguarda il preliminare tratta internazionale 10/8/2010, tratta nazionale 28/3/2011, i nuovi progetti inseriti nella legge obiettivo
Avv ma lei mi conferma che nel 2007 il progetto usci’ dalla legge obiettivo
Teste se l’ho scritto probabilmente è vero, dovrei fare una verifica.
PM: Nessuna domanda
Avv Bongiovanni: senta, allora la questione è piuttosto importante anche perché la delibera del CIPE è stata assunta sulla base della legge obiettivo ed è riferita al tunnel geognostico della maddalena. Vorrei chiedere al teste, in riferimento a questo progetto, fu emessa sulla base della legge obiettivo, conferma?
Teste si, mi consta che il progetto sia stato emesso in base alla legge obiettivo, ha seguito la procedura della legge obiettivo,  è un tunnel geognostico… (l’avv. chiede di precisare) è inserito nella legge obiettivo perché è stato dichiarato di seguire queste procedure e le ha seguite, poiché si tratta di un tunnel geognostico la legge prevede delle procedure particolari per un tunnel geognostico
Avv la legge obiettivo è più snella, è corretto?
Teste si, da un lato ha delle procedure più semplificate, dall’altro perché il tunnel geognostico è propedeutico
Avv. Lei è a conoscenza della sentenza del consiglio di Stato (numero x) che.. (????) Quand’è che è rientrata nella legge obiettivo l’opera ToLione….
Teste per quanto riguarda la Regione Piemonte a noi consta che il progetto è stato presentato nelle date che dicevo prima, articolato nel tunnel geognostico, tratta nazionale e tratta internazionale
Avv lei ha parlato di 2009?
Teste no, ho parlato del 2010 e 2011. Maddalena 18/5/2010, la società LTF pubblica il progetto definitivo.
Avv vogliamo parlare del CIPE, non c’interessa LTF, è il CIPE che delibera sulla base di legge obiettivo o legge ordinaria
Teste secondo la legge obiettivo il 18/11/2011
Avv lei è al corrente che nell’allegato al 7° dpf 2010-2013 esce dal novero delle opere .. (???)
Teste No, non ne ero a conoscenza.
Avv abbiamo già depositato della documentazione in riferimento al progetto esecutivo della Maddalena, della LTF. Lei è a conoscenza che LTF alla data dello sgombero non aveva ancora redatto il progetto definitvo?
Teste non ne ero a conoscenza
Avv ora ne è a conoscenza?
Teste non ne ero a conoscenza e non ne ho la competenza
Avv perché lei di cosa si occupa?
Teste io sono il direttore della direzione trasporti della regione piemonte che ha come competenza di esaminare la Valutazione Impatto Ambientale e esprimere il parere sull’urbanistica
Avv è lei in qualche modo che ha dato le prescrizioni
Teste per quanto riguarda la Regione Piemonte esiste un responsabile del procedimento che non è il sottoscritto che ha svolto tutte le riunioni e ha raccolto tutte le prescrizioni anche da parte degli altri colleghi e degli enti locali che hanno avanzato le osservazioni
Avv quindi è vero che nel dare parere favorevole da parte della regione c’è stato un parere favorevole vincolato a determinate prescrizioni?
Teste si, per quanto riguarda le prescrizioni invita il CIPE ad assumere le prescrizioni
Avv è vero che il progetto presentato al CIPE (allora il segretario era Micciché) derivava dal progetto di Venaus trasformato in definitivo?
Teste non ne sono a conoscenza.
PM Nessuna domanda.

ArticoloLaStampa

L’avv.Bertone chiede che venga ammesso un articolo de LA STAMPA del 25 febbraio 2012 sul tema Italcoge e infiltrazioni mafiose, non essendo stata ammessa nella scorsa udienza un’informativa dei Carabinieri, oggetto di altro processo. PM e parti civili si oppongono, la difesa insiste, il PM Rinaudo però cambia idea , mentre le parti civili (ministeri) continuano ad opporsi. “Il ministero si schiera con la mafia” è la battuta di alcuni degli imputati. Breve consultazione tra la corte. Gli avvocati della difesa hanno ricordato anche la testimonianza di Revelli all’ultima udienza, “i manifestanti gridavano mafia!mafia!”… La difesa nota che il Presidente non ha ancora visto l’articolo, gliene porta una copia.

Il Presidente Quinto BOSIO, poiché non c’è il consenso delle parti, rigetta la richiesta.
LA MAFIA SI COMBATTE IGNORANDOLA. E’ il commento del pubblico.
E non posso che condividerlo (Simonetta).

Prossima udienza il 1° luglio. Sempre in aula bunker, ovviamente.

Simonetta Zandiri e Eleonora Forno.

Comments are closed.