Nella notte del 14 Novembre, alcune centinaia di NO TAV, dopo l’assemblea svoltasi alle ore 18 presso il presidio internazionale di Susa, decidono di contestare le trivelle presso l’autoporto, con una battitura sui guardrail dello svincolo autostradale adiacente. La risposta delle FFOO non si fa attendere, alle 19:45 circa, appena inizia la battitura, la risposta è subito delle più dure, idranti della polizia e un fitto lancio di gas lacrimogeni al CS, sparati indiscriminatamente sui manifestanti, anche sulle case e sui mezzi in transito nell’area. In pochi secondi la frazione San Giuliano era avvolta dalla nube di gas tossico, sembrava uno scenario di guerra. Il tutto, ripeto, iniziato in seguito ad una semplice battitura sui guardrail, guardate i nostri video a testimonianza di quanto scritto.
Qui il reportage fotografico

Comments are closed.