Quinto_BosioAnche questa mattina si alternano a testimoniare gli agenti “colpiti” durante le giornate del 27 giugno e del 3 luglio. Un teste in particolare racconta di una lesione alla spalla, pur riportando il referto un trauma toracico.

Un teste, del reparto mobile di Torino, riferisce di essere stato colpito da un tronco “lanciato da uno di questi individui che avevamo di fronte, però l’ho visto all’ultimo momento”. Alla domanda dell’avvocato, se il tronco sia caduto sulla mano o sullo scudo, il teste risponde “sullo scudo a metà e poi sulla mano.” E’ rimasto li’, ma non ha proseguito nello svolgimento della sua funzione, quindi è stato interrotto nella sua attività lavorativa, si è recato in infermeria, ha messo del ghiaccio sulla mano (ha subito una lesione alla mano destra). L’avv. Vitale chiede precisazioni sull’orario in cui è stato colpito, il teste riferisce intorno alle 11:00 del mattino, era un momento in cui “ci stavano arrivando parecchie cose addosso tra cui poi questo pezzo di tronco”. Il PM chiede se sia sicuro dell’orario, il teste conferma. Uno degli avvocati di parte civile chiede se avesse un orologio in quelle circostanze, il teste risponde negativamente, l’avvocato chiede sia messo a verbale.

Teste Calefati Giovanni, Reparto Mobile Torino. Il 3 luglio 2011 prestava servizio inizialmente presso l’area della vinicola e successivamente è stato posizionato all’interno del bosco. Quel giorno si è procurato alcune lesioni.
Teste: Ho ricevuto una pietra sulla spalla e sul piede, ero nella zona museo, mi è arrivata questa pietra non so da dove, ricordo che c’è stato un finanziere che mi ha raccolto e mi ha portato fino all’infermeria, ero vicino all’infermeria

PM: In quel mentre c’erano oggetti lanciati?
Teste: Si, artifizi pirotecnici, pietre, abbiamo visto ragazzi che avevano fionde…. provenivano dalla collina, dalla boscaglia, noi eravamo in zona più bassa
PM: Lei ha cessato il servizio o ha proseguito?
Teste: Io sono rimasto sul posto anche se ho interrotto il servizio
PM: Dove è stato refertato?
Teste: Al Martini di Torino. La diagnosi fu contusione alla spalla destra…. no, spalla sinistra e piede sinistro.
PM: Nella relazione lei scrisse piede sinistro e torace….
Teste: Si, torace riferito alla parte superiore, la spalla. La prognosi fu di 10 giorni.
Il teste non è stato risarcito e si è costituito parte civile in questo processo.
Avv.Crozza: Quanti giorni sono stati necessari per guarire?
Teste: 27 giorni
Avv. Ha altri documenti tecnici con sé?
Teste: No, finora no….
Avv: Solitamente percepisce indennità di servizio?
Teste: Si, solitamente si… in questi giorni di malattia no.

Avv.Vitale: Lei ha redatto una relazione di servizio, ha scritto di suo pugno o usato un modello?
Teste: No, nessun modello…
Avv.Vitale: Glielo chiedo perché parte della prosa è identico a quello precedente….
Teste: Bene o male noi stessi andiamo a vedere altri relazioni
L’avv.Vitale legge un’altra relazione simile.

Entra il teste ANGELO GALBIATI. Il 3 luglio era in servizio presso l’area museale…non ricorda il nome del comune (di Chiomonte). Il PM chiede che servizio era, il teste risponde “un servizio di ordine pubblico…. Chiomonte”. PM: C’era un cantiere? Teste: Si, esatto. PM: Ha subito delle lesioni in quelle circostanze? Teste: Una contusione alla spalla destra. PM: Le spiego, agli atti c’è un certificato del CTO di Torino redatto il 4 luglio… ma era il 3 luglio? Teste: Si, era il 3 luglio…
PM: Allora se vuole spiegarci come si è procurato queste lesioni… se non ricorda può consultare la relazione di servizio che posso esibire.
TEste: in tarda mattinata, dopo varie pietre e oggetti che ci arrivavano addosso, mi è giunto sulla spalla destra tra il collo e la clavicola un masso che mi ha causato questa contusione. In tarda mattinata, forse le 13:30 – 14:00, non ricordo esattamente l’ora. Mi sono fatto curare da un medico che c’era a disposizione e poi dopo una mezzoretta ho visto che non era rotto nulla e sono rientrato diciamo nella formazione e stavo li’ assieme agli altri colleghi.
PM: Nel certificato si dà atto semplicemente di contusione spalla, con 7 giorni di prognosi, è stato poi visitato in seguito da altri medici?
Teste: No, non credo, a parte che non ho nulla di rotto, poi potevo continuare il servizio dopo 7 giorni… sono passati 7 giorni per farmi curare l’ematoma.
Non ha avuto forme di risarcimento, non si è costituito parte civile in questo processo…

Teste GIARDINA RICCARDO, reparto mobile di Torino.
Il 3 luglio è stato visitato presso il CTO e gli è stata diagnosticata una contusione alla spalla sinistra.
Teste: Il 3 luglio dietro il museo, in questo piazzale erboso, siccome arrivavano pietre da ogni parte, una in particolare più grande delle altre mi ha colpito alla spalla sinistra.
PM: Che materiale veniva lanciato?
Teste: Di tutto, pietre, bulloni, bottiglie….
PM: Nella sua relazione lei dice “bottiglie contenenti presumibilmente ammoniaca”
Teste: Si perché si sentiva l’odore….
PM: Lei si fece visitare da altri sanitari?
Teste: NO
Il teste si è costituito parte civile.
L’avv. Rizzo chiede se solitamente percepisce un’indennità di servizio quando svolge queste manzioni, risposta affermativa. Per i giorni successivi (5 giorni) non ha potuto percepire nulla.

Teste Guarnaccia Bruno. Era in servizio al reparto mobile di Torino.Area museale, Chiomonte.
PM: E’ agli atti un certificato medico redatto dal CTO in cui si fa riferimento a contusioni che lei avrebbe subito in quell’occasione.
Teste: Alle 12:10 circa venivo colpito alla mano sinistra da un sasso e alle gambe sia a destra che sinistra da vari oggetti. Arrivava di tutto, un misto di oggetti, compreso pietre e altra roba.
PM: Puo’ descrivere altra roba?
Teste: Altra roba… biglie d’acciaio…
PM: Lei nella relazione scrisse pietre, bombe carta, bottiglie… contenenti liquidi
Teste: Si
PM Quindi conferma?
Teste: SI
PM: La stessa pietra ha colpito in più punti?
Teste: No, la mano sinistra, poi altre pietre hanno colpito altro…. in totale ho avuto 10 giorni di malattia, non ho avuto risarcimenti e non mi sono costituito parte civile.

Avv.Vitale: Il PM le ha chiesto conto di quanto indicato nella sua annotazione, è stata redatta fisicament da lei?
Teste: E’ stata fatta da me.
Avv. Allora le chiedo… l’annotazione è identica ad altre DUE che abbiamo già sentito (legge la frase identica… facinorosi… ripetuti lanci di pietre… mancano le virgole esattamente come nelle altre annotazioni), le avete fatte INSIEME con i suoi colleghi?
Teste: No, l’ho fatta io
Avv. La redigeva con l’aiuto di qualcuno?
Teste: NO
Avv. Il suo collega ci ha detto che c’era qualcuno che gli dava una mano
PM: No, un altro reparto sono altre persone
Avv.Ah, addirittura un altro reparto!
Presidente: è sicuro dell’ora?
Teste: 12:10 circa, ho consultato l’orologio….

Il teste successivo, anche lui in servizio il 3 luglio,intorno a mezzogiorno (riferisce il teste) è venuto “giù un gruppo organizzato che ci ha attaccato con pietre, bottiglie, petardi, bombe carta, e io sono stato colpito alla mano destra, qualcuno sono riuscito a deviarlo ma sulla mano non sono riuscito e mi sono procurato il danno. Ho proseguito il servizio e mi sono messo il ghiaccio, per non lasciare i giovani da soli…”. La prognosi iniziale è stata di 7 giorni, poi è stato visitato nuovamente ma non ricorda bene dove, alla fine ha fatto circa “un mesetto”. Non ha avuto nessun risarcimento, si è costituito parte civile nel processo.
Avv.Vitale: Senta, lei ha redatto una relazione?
Teste: Si, in segreteria ho dettato e il ragazzo ha scritto perché avevo la mano destra gonfia
Avv. Aveva uno scudo?
Teste: No.. lo scudo no, comunque ero coperto, in formazione ce l’avevamo gli scudi ma io personalmente no.
Avv. Lei ha riferito di non essere in possesso di scudi, giusto?
Teste: In formazione si, la squadra ha 3 scudi… c’è il lanciatore, altri operatori…
Avv. Quindi non aveva lo scudo?
Teste: In dotazione io non ce l’avevo
Avv. A quelli che non erano in possesso di scudo avevano delle protezioni per le mani?
Teste: Tutti noi avevamo le protezioni, anch’io protezioni di ordine pubblico, guanti, corpetto… si, alle mani c’avevo i guanti, ma le pietre erano tantissime e cosi’ grandi….

Teste SANNA ALESSANDRO, quinto reparto mobile Torino. Il 3 luglio 2011 era in servizio in Valsusa.
PM: Vi è agli atti un certificato medico del CTO in cui si parla di un trauma contusivo-distorsivo rachide-dorsale con prognosi 7 giorni, come si è procurato questa lesioni e se ne ha altre che non ci sono nel certificato?
Teste: Oltre a quello c’è una contusione al ginocchio destro e un trauma acustico…
PM: Perché agli atti vi è un altro certificato in cui si parla di trauma acustico… può spiegare?
Teste: Le lesioni me le sono procurate durante gli scontri del pomeriggio nel museo, l’orario preciso non lo so, avevo montato la mattina presto, verso le 4. Inizialmente eravamo stati mandati su nella zona del campeggio, dopo siamo andati all’area del museo e li’ son stato coinvolto negli scontri che sono durati tutta la giornata. Io ero nella parte più avanti verso il sentiero e in quella zona li’ eravamo fatti oggetto continuamente di lancio di sassi, bombe carta… dove c’erano le recinzioni poi tirate giu’ dalla ruspa ,in parte dai manifestanti, sono stato colpito dai sassi e sono stato coinvolto nello scoppio della bomba carta. Sono stato colpito in un brevissimo lasso di tempo, prima alla schiena e poi il sasso mi ha colpito al ginocchio, però l’impatto è stato attutino dalle protezioni e ho proseguito fino alla fine, poi una volta calata l’adrenalina ho iniziato ad accusare il dolore… La bomba carta c’è stata nella zona li’ vicino al recinto, dopo la pietra, e sono rimasto stordito dallo scoppio.
PM: Poi si è fatto visitare nuovamente?
Teste: SI, ho avuto inizialmente 7 giorni dal pronto soccorso, poi il medico del corpo me l’ha portato a 10, e poi me ne hanno dati altri 8, quindi 18 in totale.
Il teste non ha avuto risarcimenti, si è costituito parte civile nel processo. L’Avv.Vitale chiede se abitualmente faccia solo servizi esterni (per l’indennità), il teste risponde no. Alla domanda circa un orario, anche indicativo, in cui è stato ferito, il teste risponde indicativamente intorno alle 15 (perché abitualmente non porta l’orologio).

Teste CONTI FRANCESCO. Quinto reparto mobile di Torino.
PM: Il 3 luglio 2011 dove prestava servizio?
Teste: Prestavo servizio nel cantiere di Chiomonte, con il reparto di Torino. Intorno alle 11 entravamo nel piazzale alle spalle dell’area museale, l’area archeologica, e dal momento in cui entravamo fino alle 16-17 , non ricordo l’orario perché non avevo l’orologio, venivamo sottoposti ad un fitto lancio di oggetti, sassi, bombe carta ..
PM: Verso che ora è stato colpito?
Teste: Sono stato colpito più volte, non avevo l’orologio, stavo attento ai colpi…. il primo colpo dopo una decina di minuti… sono stato colpito da oggetti vari, sul casco, sulla spalla, alle gambe, ma non sono riuscito a vedere cosa mi ha colpito. Ho subito lesioni su entrambe le gambe, le cosce, il giorno dopo ho ritrovato due ematomi abbastanza vistosi, poi avevo dolori alla spalla sinistra, al collo, alla schiena e dietro a un ginocchio…
PM: anche alla mano sinistra?
Teste: Si, anche alla mano sinistra perché quello che arrivava sullo scudo che si ripercuoteva sulla mano….  Mi sono presentato il giorno dopo dal medico della polizia, e ho avuto 7 giorni. Dopo anche se avevo qualche dolore ho preferito tornare in servizio.
Il teste non ha avuto risarcimenti, si è costituito parte civile.
Avv.Fiore: Lei ha prodotto la documentazione medica al reparto?
Teste: Si, il certificato rilasciato il giorno seguente dalla polizia.
Avv.Fiore: Chiedo di confermare se è questo e se lo posso produrre (mostra copia del certificato agli avvocati della difesa e lo porta al Presidente Quinto Bosio, viene acquisito).
Il teste percepisce normalmente un’indennità per il servizio svolto in esterno, in quei giorni non ha percepito indennità.
Avv.Fiore: Quando si può dire che tecnicamente è guarito?
Teste: Tecnicamente, essermi sentito bene senza dolori eccessivi direi dopo ulteriori 10 giorni.
Avv.Vitale: Senta, nel certificato medico che le è stato dato dopo… è scritto…. (non si capisce). Mi ricorda l’orario di servizio?
Teste: Se non ricordo male da Torino alle 4:45. Sul luogo siamo arrivati intorno alle 7. Il servizio … noi siamo rimasti fino alle 18:00 – 18:30, dopo che son finiti gli scontri siamo ancora rimasti li. Noi ci muovevamo all’interno del piazzale.
Avv: Quindi abbiamo 12 ore di servizio attivo?
Teste: Si, da quando siamo arrivati, dalle 7:00
Avv.Lei ha redatto una relazione di servizio?
Teste: SI
Avv: Lei personalmente o con l’aiuto di qualche collega? Glielo chiedo perché il teste di prima, il teste Sanna, usa parzialmente una formula identica alla sua (legge la frase identica….) Le stesse parole, gli stessi termini, la stessa punteggiatura usata da SANNA
Teste: Sono gli stessi fatti, non c’era altro da dire….
Avv. Quindi non l’avete redatta insieme?
Teste: Credo nello stesso giorno ma… ognuno la sua.
PM: C’erano delle parti comuni sulle quali ciascuno aggiungeva le parti soggettive.. quella relazione ha delle parti che possono essere anche state preparate prima…
Avv. Legal Team Questo però è inficiare la risposta, è una domanda vietata
Il giudice chiede come sia stata scritta, il teste risponde “al computer”.. il Giudice chiede se ci siano delle parti predefinite o se hanno scritto tutti senza..  il teste risponde che non c’è un precompilato,formule prestabilite tipo “alle ore 11 ci prestavamo presso il piazzale”, poi il resto diventa una cosa soggettiva, la parte iniziale è abbastanza standard.
Avv. Legal Team : Quindi avete cominciato a scrivere su un foglio bianco ognuno separato dagli altri?
Teste: SI.

Teste ANATO ANGELO, Quinto reparto mobile di Torino. Anche lui presente il 3 luglio. Riferisce di essere stato colpito al dito, parla di “persone che lanciavano petardi”, è stato colpito intorno alle 15:00, è stato refertato al CTO, per un totale di 85 giorni di prognosi. Non ha avuto alcun risarcimento, si  è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Lei al pronto soccorso ha avuto esami strumentali?
Teste: Esami strumentali
Avv. Che hanno dato prognosi di 10 giorni, ma complessivamente ha avuto una prognosi di 85 giorni..
Teste: Si.Avv.Lei ha redatto la redazione, con l’aiuto di qualcuno o l’ha redatto da solo?
Teste: L’ho redatto da solo
(L’avvocato legge il brano identico a quello ritrovato in altre relazioni)
Avv. Questo l’ha scritto lei come opera dell’ingegno, ha deciso lei di scrivere queste parole?
Teste: SI

Avv. Lamacchia: lei ci ha detto di essere in forza al quinto reparto mobile, a quale nucleo apparteneva?
Teste: Terzo Nucleo
Avv.Quando ha redatto la relazione c’erano altri colleghi che stavano facendo la stessa cosa?
Teste: Quando l’ho redatto io no. L’ho redatto in ufficio, al computer.
Avv.Lei non ha visto colleghi del terzo nucleo o del secondo nucleo fare la stessa cosa?
Teste: NO
Avv. Né si è confrontato con Antonelli, Califati, Guarnaccia?
Teste: NO
Avv. L’assistente capo Guarnaccia era con lei?
Teste: SI eravamo in squadra insieme.
Avv. Era presente quando ha redatto la redazione di servizio?
Teste: NO
Avv. LegalTeam Lei indossava protezioni quando prestava servizio?
Teste: Si, protezioni fisiche tutte, lo scudo no.

Il presidente chiede chiarimenti sulla frattura al dito, il teste riferisce che si è trattato di una micro-frattura.

Teste Blefari Vittorio.Quinto reparto mobile di Torino, Via Veglia. Il 3 luglio prestava servizio presso il cantiere di Chiomonte, a La Maddalena. Inizio servizio intorno alle 4:40.
PM: Agli atti c’è un certificato medico del 3 luglio in cui si parla di trauma contusivo da pietra lanciata da manifestante, con ematoma.
Teste: Si, eravamo li’ schierati nella zona museale del cantiere, inizialmente la mia squadra era posizionata all’interno del bosco, poi abbiamo ripiegato e ci siamo posizionati nella zona erbosa del museo, quindi eravamo li’ a contrastare l’azione dei manifestanti che ci tiravano vari tipi di oggetti, pietre, bulloni, bombe carta, bottiglie, di tutto…
PM: Contenenti qualcosa o vuote?
Teste: Bottiglie io ho visto almeno una bottiglia incendiaria, e uno di questi oggetti, una pietra, mi ha colpito alla regione dorsale del piede, verso le 15:45 e da quel momento mi sono recato verso la zona antistante del museo dove c’era un posto di soccorso… quindi ho interrotto il servizio e poi successivamente sono stato accompagnato al CTO, mi è stato applicato un gesso benché non avessi una frattura, inizialmente pensavano avessi una frattura poi la lastra ha dato esito negativo, ma mi hanno ingessato per immobilizzare il piede. Dopo 7 giorni circa mi sono recato al CTO per togliere questo gesso. Per la guarigione ho avuto altri giorni a più riprese, facendo circa un mese totale di malattia.
Non ha avuto forme di risarcimento, non si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Lei parla di bottiglie incendiarie, intende molotov?
Teste: Si, che colpendo il terreno ha preso fuoco, ne ho visto almeno una
Avv.Lei nella relazione di servizio non parla di bottiglie molotov…
Teste: No, parlavo di oggetti genericamente… mi arrivava di tutto
Avv: Quindi non aveva colpito la sua attenzione?
Teste: In quel momento li’ forse
Avv: Ha redatto lei la relazione di servizio? Da solo?
Teste: SI
Avv. Le devo leggere una parte (rilegge il testo identico ad altre relazioni…) E’ un’espressione interamente sua?
Teste: Si, certo.
Avv.Lamacchia: Senta, lei fa parte del reparto mobile e di quale nucleo?
Teste: Il quarto nucleo del reparto mobile
Avv. Nel momento in cui ha redatto la relazione di servizio, nell’ufficio lei era da solo?
Teste: C’erano gli addetti della segreteria
Avv. C’erano anche altri suoi colleghi anche loro coinvolti negli scontri?
Teste: Non ricordo esattamente, in quel momento credo di no ma non ricordo con certezza
Avv: Lei ricorda il suo collega Antonetti?
Teste: Era un collega che stava da noi poi è stato trasferito, mi pare di ricordare che non fosse presente in quel momento.
Avv. Lei ricorda di averlo poi visto al CTO di Torino?
Teste: Ci siamo visti antecedentemente quando dal cantiere ci hanno portato al CTO, il giorno stesso che ci siamo stati fatti male. Io sono stato dimesso dal CTO intorno alle 23:40…
Avv.Lei ricorda se a quell’ora è stato dimesso anche il collega Antonetti?
Teste: No, non ricordo….
Avv. No, siccome dall’annotazione di un suo collega emerge che l’orario di dimissione è lo stesso
PM: Non può leggere l’annotazione di servizio di un altro
Teste: Probabile, eravamo li’ tutti assieme all’inizio, poi ognuno aveva una trafila, eravamo veramente tanti.
Avv.MEntre eravamo tutti insieme avete discusso o parlato del modo in cui redigere le annotazioni?
Teste: Assolutamente NO.

Teste Torraco Marco. In servizio presso il Quinto Reparto Mobile di Torino. Il 3 luglio 2011 era in servizio presso il cantiere TAV di Chiomonte, località La Maddalena area museale. Ha iniziato il servizio alle 4:40.
PM: Agli atti c’è un certificato medico del CTO con “contusioni”, prognosi 9 giorni….
Teste: Si, io ricordo dopo un paio d’ore di scontri, verso le 14, mi sono arrivate delle pietre addosso, ce n’erano parecchie, una nell’incavo della spalla destra, un punto in cui non ero protetto, un’altra nell’incavo della coscia destra e poi mi sono fatto male anche durante una carica di alleggerimento, cadendo, c’erano massi a terra e ho battuto il ginocchio destro.
PM: Cos’ha visto lanciare in quelle circostanze?
Teste: Principalmente pietre di varie dimensioni, poi biglie, bulloni, appostati su una collinetta avevano tramite delle frombole ci arrivavano addosso anche pietre, vicino a me sono scoppiate varie bombe carta e fuochi d’artificio sparati con lanciarazzi o qualcosa del genere, razzetti tipo quelli di segnalazione. Dopo la visita al CTO sono stato visitato il giorno dopo dal sanitario che ha confermato la prognosi di 9 giorni del CTO, che sono poi diventati 28 totali. Sono tornato in servizio dopo 28 giorni, non ho avuto nessuna forma di risarcimento.
IL teste non si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Lei aveva una maschera antigas?
Teste: Si
Avv. Ha funzionato correttamente?
Teste: No, dopo un paio d’ore ho iniziato ad avere problemi di respirazione perché il filtro si era consumato, e praticamente non mi sono sentito bene, classici sintomi di respirazione di lacrimogeno, lacrimazione, respiro in affanno…
Avv, Lei ha fatto una relazione di servizio in cui indica perdita di lucidità
Teste: Difficoltà anche a tenere gli occhi aperti, quindi chiaramente….
Avv.Lei ha detto che  è caduto durante una carica di alleggerimento, ho perso l’equilibrio, perché l’area museale oggi è stata bonificata ma all’epoca c’erano vari massi ed era facile inciampare, durante una carica di alleggerimento sono caduto e ho battuto il ginocchio destro
Avv.Il referto del PS non aiuta perché parla genericamente di contusioni, ma lei ci dice oggi di vari focolai, di algie….
Teste Il referto parla di contusioni alla spalla destra, alla gamba… e mi è stata fatta una lastra che non evidenziava fratture, al ginocchio nulla, il sanitario non ha ritenuto di effettuare lastre…
Avv. Io ho un certificato medico in cui si parla di contusione…
Avv. Lei ha detto che aveva una maschera antigas, aveva il filtro ideoneo x CS?
Teste: L’ho aperto quella mattina, era sigillato, si….
Avv. Lei ha detto che il filtro si era consumato, siete stati provvisti di filtri di ricambio?
Teste : Sono arrivati dopo… a scontri iniziati.

Teste RIOZZO DAVIDE, Quinto reparto mobile di Torino. Il 3 luglio 2011 prestava servizio in località Chiomonte, inizio servizio alle 7:00. Nell’annotazione si fa riferimento a lesioni/contusioni per 15 giorni di prognosi. Racconta di essere stato colpito da un masso alla spalla sinistra, poi sul terreno sconnesso ha messo male il piede ed è caduto causandosi una distorsione.
E’ stato visitato al Martini Nuovo, al PS ha avuto 15 giorni, poi è tornato idoneo il 19 luglio. Non ha avuto risarcimenti, si è costituito parte civile.
L’Avv.Fiore chiede conferma dei certificati medici e chiede di produrli come documenti.
Il teste spiega di essere stato colpito da una grossa pietra.
L’Avv.Vitale chiede chiarimenti sulla caduta, in sostanza il teste dichiara di “aver messo male il piede a causa delle pietre presenti sul terreno”. Anche in questo caso le domande sulla redazione dell’annotazione di servizio, identica in alcuni passaggi a quelle dei colleghi, ma il teste conferma di averla redatta da solo.
Un altro avvocale chiede se avesse in dotazione la maschera antigas, il teste conferma. Spiega che con la maschera antigas riuscivano a respirare meglio, l’avvocato chiede se la maschera non fosse efficiente o se sia finito il filtro, il teste spiega che funzionava correttamente, anche il filtro, e spiega di aver portato la maschera fino al termine di servizio. L’avvocato chiede se siano stati forniti di filtri di ricambio, il PM chiede la rilevanza della domanda ai fini del processo, l’avvocato ritira la domanda.

Teste FOGLINI Samuel. Reparto mobile di Torino. Il 3 luglio era in servizio presso il museo presso La Maddalena, iniziando il servizio alle 4:40, terminando il servizio all’incirca le 20:00. E’ stato poi visitato presso l’ospedale Martini. Ha subito una prognosi di 10 giorni per un trauma con ecchimosi al braccio sinistro da aggressione.
Teste: “Abbiamo iniziato alle 4, ci siamo recati a Chiomonte, siamo stati schierati diverse squadre nell’area museale, all’incirca verso le 11 dove mi trovavo io siamo stati aggrediti da dei soggetti con lancio di pietre, bombe carta, bulloni e altri oggetti,

PM: Ricorda anche delle bottiglie?
Teste: Bottiglie, si, piene di liquido, non so di che tipo. Dalle 11 fino alle 16 era una pioggia continua di lanci di oggetti. Io sono stato colpito quasi da subito, però avendo le protezioni diciamo che i colpi erano abbastanza attutiti dalle protezioni. Le lesioni , quella sul braccio, verso le 15:00, quelle al volto invece verso le 16:00. Ho ricevuto delle pietre al volto e da li’ sono stato trasportato da dei colleghi presso l’infermeria… sono caduto a terra e sono stato portato in infermeria risalendo al museo. Invece il braccio sinistra era prima, ma ho continuato comunque il servizio. Indossavo lo scudo pero’ sono stato colpito in una fase di ritirata, diciamo, dopo esserci avvicinati al bosco ci siamo ritirati, quindi dando le spalle ai manifestanti. Mi ha colpito una pietra.
PM Dopo la prima visita ha fatto altre visite per queste lesioni?
Teste NO, la prognosi è stata 10 giorni poi sono rientrato al lavoro.
Il teste non ha avuto risarcimenti, si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Nel certificato medico leggo “postumi non esimenti”, lei sa cosa significhi?
Tste: No, non lo so
Avv.Vitale: Lei svolge sempre lo stesso servizio o i servizi cambiano?
Teste: Di tipologia possono variare
Avv.Vitale: Lei ha redatto una relazione di servizio, è stata redatta personalmente o insieme a qualcun altro? SU un modello predefinito?
Teste: No, personalmente, non ho usato modelli
L’avv. legge una frase della relazione di servizio chiedendo al teste se la frase l’ha scritta lui, il teste conferma.

I giudici chiedono di capire come mai, se nel referto si parla di contusione, non c’è alcun riferimento alle ferite al volto, il teste spiega che il colpo al volto l’ha stordito, e ha causato la caduta a terra, ma non ha causato lesioni. Viene chiesto al teste mediamente quanto prendesse ogni mese di indennità di OP, il teste risponde sui 500-600 euro di indennità al mese, in base ai servizi.

L’udienza termina alle 11:30

 

Comments are closed.