Buon anno a chi ci chiama terroristi quando gli unici armati sono dall’altra parte, sempre.
Buon anno a chi tenta di dividerci, a chi ci perseguita nei tribunali e sui media.
Buon anno soprattutto a chi continua a sfidare le menzogne, il freddo, i giochi di potere e percorre quei sentieri con l’indistruttibile forza della ragione.
Semplicemente,
Buon anNOTAV dal TGMaddalena

Tags:

Comments are closed.