Maxi processo aula bunker

Ore 9:20, ha inizio l’appello.

L’avvocato Milano solleva una questione direttamente collegata all’ordinanza pronunciata dal tribunale il 21 novembre in tema di modalità di svolgimento di esame, laddove si indicava che il controesame deve vertere su specifici argomenti. Nel nostro ordinamento non esiste un principio di disponibilità della prova assoluta, combinato con gli articoli 468 (lista testimoniale con indicazione dei testi che si intendono sentire) e il 495 (ammissione al dibattimento delle prove richieste) si realizza quel principio che possiamo definire regola dell’acquisizione processuale, la prova ammessa diventa prova del processo e non più prova della singola parte. Il fine del processo non è quello di verificare la realtà così come la portano le parti all’interno di paletti, vincoli metodologici di raccolta della prova ma, fine ultimo del processo è evidentemente quello della ricerca della verità. Tornando all’ordinanza ben poca giurisprudenza è presente in ordine alla questione dell’esame, di cosa debba essere esame e controesame. Io ricordo che il controesame è l’istituto forse più innovativo del nostro codice perché è quello che permette alla parte che ha un interesse contrario a quello della parte che introduce il teste, e tramite il controesame potrà innanzitutto fare in modo che il teste riferisca fatti in contraddizione con quelli riferiti nel corso dell’esame, oppure potrà riferire fatti che siano alternativi a quelli riferiti in esame, cioé siano a sua volta favorevoli a un’impostazione della parte che chiede il controesame. Oppure, ultima funzione del controesame, e forse anche la più importante, è quella che la parte procede a controesame il teste possa saggiarne la credibilità. Nell’ordinanza si era detto che non si possono fare domande in controesame che NON SIANO COLLEGATE alle domande poste in serie di esame. Io ho cercato delle sentenze e sono state citate, esempio 5-11-1996.  Non si fa riferimento alle domande fatte in esame ma alla capitolazione delle circostanze nella lista. Questa difesa non è neanche concorde in assoluto con questa sentenza perché è fin troppo conservatrice, ma almeno sul punto in diretto collegamento con l’ordinanza pronunciata da questo tribunale, punto chiave è il principio di non costituzionalità della prova, il nostro codice risponde a principi di uguaglianza riconosciuti dalla Costituzione. Se il PM potesse far sua una prova che invece è del processo e impedire alle altre parti di poterne disporre avremmo un principio di disposizione assoluta della prova, ma vi è di più, se così fosse, l’art.495 comma 4bis perderebbe di ogni significato e qui ci siamo andati vicino, nel caso concreto non è accaduto perché se così fosse allora il PM, soprattutto in un processo come questo in cui il proprio obiettivo finale lo si intende raggiungere con una serie di testimoni e documenti, ad un certo punto ritiene che il suo teste non vada più bene e impedisce alle altre parti di sentirlo, e vi rinuncia…. se fosse legittimo quello disposto nell’ordinanza, che il PM può limitare il campo del teste, allora a maggior ragione può non fare nessuna domanda. Il PM aveva detto “rinuncio al teste”, la difesa si è opposta, a quel punto il tribunale può decidere di revocare l’assunzione. Ma se noi ammettiamo che se la parte possa delimitare il campo dell’esame e del controesame a maggior ragione dovremmo anche impedire di rinunciare espressamente, invece è previsto. Noi riteniamo, io ritengo, che nella dineamica del contraddittorio, impedire domande che vadano oltre il limite, la gabbia dell’art. 468, l’indicazione delle circostanze, vada a comprimere il diritto al contraddittorio. La prova a sorpresa dev’essere vietata, e siamo d’accordo. Ma se nel corso dell’esame sorgono dei fatti che non erano stati indicati prima ma che sono direttamente o indirettamente collegati, devono poter essere ammesse queste domande, a maggior ragione nel controesame, per fargli dire “verità”… una tesi alternativa, magari, ma favorevole alla tesi che il controesaminatore vuole portare avanti. Io qui mi riferisco al fatto che ad un certo punto in questo processo sono state acquisite delle ordinanze, che non erano mai state date in visione. Nel corso del dibattimento sono state acquisite, infarcite da omissis da renderle incomprensibili ma acquisite. Questi sono fatti nuovi, che prima noi non conoscevamo. Noi non sapevamo le esatte ragioni per cui un tal giorno guarnigioni di polizia si presentano dalle parti di Chiomonte, molte cose non le potevamo sapere, e sui fatti nuovi ci sono due possibilità.. la prova al contrario. Ora, se è lecito, perché lo prevede il codice, che in tema di prova contraria la parte che dimostra di non aver potuto tempestivamente citare i testimoni io mi chiedo perché nel controesame, ma addirittura nell’esame, il teste che è informato su certe circostanze non debba poter rispondere! L’ultima cosa è in riferimento all’art. 194, comma 2. Anche qui è stato ambiguo l’atteggiamento di questo tribunale sulle domande che abbiamo provato a fare sugli aspetti che riguardano la credibilità, si tratta di domande che devono poter entrare perché provare a minare la credibilità del teste è uno dei capisaldi del controesame. A volte siamo riusciti a farlo, a volte ci è stato impedito e anche su questo credo che il tribunale debba prendere una decisione.
Faccio un esempio: se qui noi abbiamo centinaia di persone “offese”, magari addirittura costituite parte civile, questo è importante quando si parla di minare la credibilità del teste quando addirittura ha la doppia qualifica di persona offesa e danneggiata. Se riferiscono di aver subito delle lesioni, posto che non c’è nel nostro codice nessuna legalità della prova a favore del teste che sia tra l’altro pubblico ufficiale, in astratto una volta che il dibattimento accerti dei fatti storici, lanci di pietre  o altro, ma in assenza del dato oggettivo che quella pietra abbia colpito tizio o caio, quando uno ci riferisce che una di quelle pietre ha colpito me in particolare, a me pare sia obbligatorio per la ricerca della verità saggiare l’attendibilità di questa persona, perché in astratto , in astratto, uno potrebbe essere inciampato, sbattere il ginocchio e poi dire di aver ricevuto una pietra sul ginocchio…. Non è che il riscontro del referto medico vada a chiudere il cerchio, soprattutto, non per tutti, ma quando gli unici riscontri medici sono riscontri che non hanno nulla di obiettivo perché non ci sono tracce delle lesioni ma si basano esclusivamente sul narrato del paziente. Come nella vita quotidiana, nel tamponamento si va in ospedale lamentando il mal di testa ma non c’è una traccia….
Se ci sono elementi raccolti nel fascicolo del PM, dove notiamo delle situazioni che fano ritenere che il dato soggetto si sia comportato in un certo modo, cioé magari abbia scritto un verbale in cui riferisce di essersi fatto male che è identico a quello di un altro collega… abbiamo il dovere di verificare perché potrebbe essere un caso in cui il teste perde di credibilità. perché fine ultimo è la ricerca della verità. Si chiede quindi di riformare nel senso esposto l’ordinanza del 23/11, e di estendere l’oggetto del controesame, e di ammettere in controesame tutti gli argomenti che anche se non preannunciati nelle liste siano collegati a fatti nuovi emersi nell’esame o direttamente pertinenti l’oggetto della causa o fatti nuovi emersi nella causa.  E poi estendere l’oggetto del controesame sempre e non solo alcune volte, dei testimoni esaminati e quelli da servire, a tutte le circostanze necessarie al fine di valutare la credibilità del testimone.

I difensori si associano.
Il PM fa notare che è lo stesso avv. Milano che rileva lo scopo del controesame, verificare la credibilità o fare cadere in contraddizione il dichiarante o, sulla base delle dichiarazioni del teste, verificare una tesi alternativa, ma tutto questo si basa sul “dichiarato”, quindi la tesi alternativa, la credibilità, non possiamo ricostruirla sulla base di quanto è capitolato nella lista testi che sappiamo serve semplicemente a dare un quadro, un riferimento su quello che quel teste dovrà riferire  e quindi si pongono dei paletti di genere, ma poi lo specifico non potrà che essere l’esame, che è appunto l’argomento sul quale poi si dovrà costruire il controesame della parte antagonista che non ha indicato quel teste. Quindi l’ordinanza è in perfetta linea con i principi citati proprio dalla difesa. E quando si cerca di enfatizzare attraverso il caso delle ordinanze questurili, non si tratta di un fatto nuovo, ci troviamo di fronte ad una produzione documentale richiesta dalle difese e quindi non sicuramente messe in condizioni di non potersi preparare su quell’argomento perché si tratta di DOCUMENTO e non di FATTO, non c’è quindi la prova a sorpresa che sembrerebbe essere surrettiziamente introdotta attraverso questa ordinanza che consente al PM di gestire come meglio crede la prova, il PM non gestisce come meglio crede la prova, richiede di formulare a quel teste sulla base delle indicazioni della lista testi quel genere di domande, quindi il controesame DEVE vertere su quei punti, per verificare la credibilità del teste o la contraddizione non possiamo fare riferimento a qualcosa che il teste non ha riferito, l’esame quindi diventa il fulcro di tutta la vicenda. Non vi è quindi materia per arrivare alla modifica di quest’ordinanza.

L’avvocatura di stato chiede il rigetto dell’istanza e che si proceda oltre, condivide le affermazioni del PM e invita il collegio a riflettere sul tenore degli esami e dei controesami che ci sono stati fino a questo momento. Abbiamo sentito 3 categorie di testimoni, nella prima serie il dispositivo di ordine pubblico, una seconda serie di testi ha deposto sulle identificazioni dei responsabili dei reati, una terza serie ha deposto sulle lesioni. In relazione a tutti questi specifici quadri c’è stato il controesame e per calare i discorsi generali nella realtà processuale ricordo che proprio in relazione all’esame, alla verifica di talune lesioni riferiti a lanci di pietre o altro materiale c’è stato più di un teste che ha detto sia in sede di esame che in controesame di essersi inciampato, di avere preso una storta, di aver chiarito che la lesione refertata al CTO  non era da attribuirsi a una pietra o non solo una pietra, quindi attraverso esame e controesame, la dialettica è stata regolata dalla Corte, è stato possibile fare emergere la verità anche di singoli fatti e di singole circostanze. Questo dimostra che ciò che è mancato è l’estensione superflua a scopo di divagazione, non di pertinenza rispetto all’oggetto della prova, quindi chiedo il rigetto dell’istanza.
L’avv.Fagioli si associa al PM e all’avvocatura di Stato, non è stato violato nessun diritto.
Qualche minuto di pausa, e rientra la corte, che rapidamente rigetta l’istanza.

Teste Riccardo Catania, decimo battaglione Carabinieri Campania, Napoli.
PM: Appuntato Catania, lei nel luglio 2011 era in servizio presso il battaglione carabinieri Campania?
TEste: si, confermo.
PM: Il 3 luglio era distaccato presso il cantiere nella zona di Chiomonte, (conferma) e risulta che lei abbia riportato delle lesioni, se vuole riferire come… (la difesa si oppone, la domanda è suggestiva, alla domanda sulle lesioni il teste può solo dire si…)
PM: Il 3 luglio lei ha riportato lesioni?
Teste: Si, al piede destro. Sono stato chiamato… eravamo schierati prima della recinzione, al museo archeologico, siamo stati chiamati con una carica e li’ ho sentito un forte dolore al piede destra non so di che cosa, qualcosa sarà arrivato, tra sassi e quello che ci arrivava mi sono fermato perché avevo questo dolore al piede…
PM: Vuole spiegare la carica
Teste: eravamo schierati prima della recinzione, nel museo, all’interno del cantiere, poi ci hanno detto di caricare, siamo entrati dentro ma li’ ci arrivava di tutto, e sono stato colpito al piede destro, ho continuato il servizio ma il dolore era talmente forte che sono poi uscito
PM: Ma è stato colpito da un oggetto?
Teste: Credo da qualcosa perché arrivava di tutto, dall’alto, dopo la recinzione, non so che cos’era…
PM: Nella zona dove c’erano i manifestanti?
Teste: Sinceramente siamo entrati… si, dopo la recinzione c’erano i manifestanti, ma c’avevo il casco, la maschera, non so, però sentivo dolore e sono dovuto rientrare. Ho avuto 7 giorni di prognosi nel pomeriggio in ospedale. Dopo sono guarito. Ho avuto solo 7 giorni.
PM: A che ora è stato ferito?
Teste: 16, 16 e qualcosa, 15:40, non ho visto perché non porto l’orologio in servizio. Avevo iniziato il servizio al mattino, non avevo partecipato ad altre cariche, la prima è stata alle 15 al museo… Non sono stato risarcito, non mi sono costituito parte civile.
Avvocatura dello stato: Dalla documentazione prodotta rilasciata dalla sua amministrazione risulterebbe che la sua assenza è stata di 11 giorni… 7 dall’ospedale ma poi è stata prolungata dal medico..
Teste: si, dal medico mio di base.. poi ancora due giorni perché avevo il dito… il dito grosso, il piede destro mi faceva male, mi riferivo ai 7 giorni dall’ospedale.
Avv.Vitale: Lei ha detto che non ha visto da cosa è stato colpito
Teste: NO
Avv.Vitale durante la carica eravate in tanto?
Teste: Si, con il mio contingente, eravamo schierati
Avv: a contatto uno con l’altro?
Teste: Si, eravamo schierati… poi siamo entrati… avevo il casco, avevo la maschera, non ho visto più nulla, anche perché c’erano i FIUMOGENI (?)… non ho visto più nulla.
Avv.Lei indossava gli anfibi?
Teste: Certo

Altro teste, sempre decimo battaglione Campania LUIGI DE MATTEO, era distaccato presso l’area archeologica di CHiomonte.
Teste: Prima eravamo su un vialone che non ricordo come si chiama, poi ci hanno messo al museo come rinforzo perché dicevano che ci stavano disordini in atto, e arrivati là ci hanno impiegati ai cancelli perché delle persone volevano entrare a scavalcare questo recinto.
PM: E poi cos’avete fatto?
Teste: Non ricordo bene l’orario, il funzionario di PS ci fede preparare per la carica e facemmo la carica per allontanare queste persone dal recinto
PM E siete riusciti?
TEste abbiamo iniziato la carica poi pero’ di persone ce n’erano tantissime e siamo ritornati indietro e mentre tornavamo indietro io vidi cascare un collega che fu colpito da un enorme sasso chiamai i colleghi per andare in soccorso e mi misi davanti al collega per ripararlo con lo scudo da tutte le cose che ci arrivavano addosso.
PM Era un collega dell’arma?
Teste: all’inizio non ricordavo bene pensavo che era della finanza poi mi hanno detto che era dell’arma. La mia squadra l’ha aiutato ad alzarlo e io mi misi davanti con lo scudo perché arrivava di tutto…. sassi, pietre enormi, lacrimogeni, non si capiva nulla…
PM: E lei è stato colpito?
Teste: Non solo sono stato colpito ma sono stato preso in ostaggio, non riuscii a scappare…. Ad un certo punto mi ricordo che cascai per terra pure io sono stato preso e trascinato dietro ad una roccia, e li è successo che mi hanno tolto casco, scudo, pistola, cinturone, cinte personali, effetti personali e mi hanno massacrato di botte.
PM In quanti erano?
Teste: Non si contavano, io cercavo di coprirmi quanto meglio possibile, ero ferito alla testa, pensavo solo di liberarmi dai colpi che mi davano con spranghe..
PM Ha detto che l’hanno spogliata?
Teste: Mi hanno diciamo semidenudato, perché io nel cascare a terra cercavo di nascondere quanto più possibile sia l’arma che… mi hanno tolto la cinghia, il cinturone, mi hanno sbottonato la giacca.. diciamo mezzo denundato insomma
PM Ma le hanno portato via effetti personali?
Teste quella è stata la cosa più brutta, finché colpivano me che rappresentavo lo stato potevo capirlo pero’ mi hanno portato via gli effetti personali, tutto, la catenina, il portafoglio, stavano cercando di portarmi via pure le scarpe
PM e ha riportato lesioni?
Teste si, mi hanno portato all’ospedale di Luigi… non mi ricordo…
PM San Luigi?
Teste Mi hanno dato le prime cure, mi hanno messo i punti in testa, mi hanno spezzato.. avevo dei ponti dentali fissi e sono stati spezzati e contusioni in tutto il corpo, mi hanno dato 10 giorni salvo complicazioni, poi appena rientrato mi sono ricoverato poi mi hanno preso in consegna all’ospedale militare e sono stato riformato il 16 ottobre del 2012
PM Come mai riformato?
Teste: Seguendo le lesioni e dice che non potevano prendersi la responsabilità di rimettermi in servizio per le varie patologie…
PM Patologie quali?
Teste: La questione è che io ho sempre un leggero mal di testa e per il fatto che cambio umore.. eh.. adesso non… psichiatrico, psicologo…
PM E’ rimasto traumatizzato da questo fatto?
Teste: SI
PM E quindi questo ha alterato la sua psiche?
Teste SI
PM E’ stato risarcito?
Teste: No, non mi hanno dato nulla, nemmeno lo stato. Mi sono costituito parte civile.
PM Quando  è successo il fatto si ricorda che ora era?
Teste: Verso le 15:10 – 15:30… mo di preciso
PM E quanto tempo è stato nelle mani delle persone che l’hanno sequestrata?
Teste: Una mezz’oretta buona…

(FILMATI)
CarabRapitoTeste: (si riconosce) mi hanno tolto indumenti miei, c’avevo il cinturone dall’afghanistan…. fino al cancello mi hanno accompagnato una donna e un signore che mi hanno dato una risistematina e mi hanno riportato là se lei torna un poco indietro…
PM E ma non abbiamo quel filmato cosa significa risistemata?
Teste: mi hanno riagganciato i pantaloni….
PM E come mai torna con questi due colleghi?
Teste Ero combinato male, avevo la gambia gonfia… e non riuscivo a camminare…
PM Quindi questo filmato delle 16:11 coincide con la mezz’ora nella quale lei è stato sequestrato?
Teste: SI
Avv.Fagioli: Sig. Di Matteo, qualche domanda, per quanto riguarda il fatto successivo che lei ha subito lesioni fisiche e anche a livello psicologico ed è stato riformato, cosa ha cambiato questo sotto un punto di vista economico, busta paga guadagno, lei percepisce uno stipendio?
Teste: Si, mi danno una pensione per i 30 anni nell’arma… e comunque sono scarsi 8-900 euro che tutti i mesi mi vanno a mancare.. prima prendevo 2.700 , 2800, adesso percepisco 1.600, sono ancora sotto cura, sia psicologa che ortopedica perché comunque accuso dei dolori etc..
Avv: Volevo sapere se lei dorme tranquillo o….
Teste: No, dopo un’esperienza del genere la vita ti cambia, mi sento come se fossi stato abbandonato dai colleghi, nel riparare questo collega che era caduto, la vita ti cambia, non vivi più una vita normale
Avvocatura di Stato: Lei quindi non ha più ripreso servizio dopo quel 3 luglio?
Teste: No, da quell’incidente non ho più ripreso servizio, sono stato riformato il 10 ottobre 2012.
Avv. Lei ha detto di avere subito un pestaggio nell’immediatezza, lei colloca le lesioni in quella fase del sequestro o nella fase successiva?
Teste: No, no, io quel giorno che sono stato preso in ostaggio per ferirmi alla testa etc mi fu tolto il casco e adesso non le so dire quante persone erano perché io cercavo di ripararmi e di riparare gli organi vitali perché picchiavano a far male…
Avv Lei è stato trascinato dietro una roccia e in quella circostanza picchiato poi….
Teste Mi hanno trascinato dietro la roccia e li’ poi sono stato picchiato
Avv Poi è rimasto altrove o è rimasto nello stesso punto?
Teste Ci stava una figura maschile che insisteva di lasciarmi perdere diceva questo ormai l’avete rotto, insieme a una figura femminile che mi hanno estratto da loro e portato vicino a un cancello che poi uscivano i colleghi della polizia e mi hanno portato dentro, questo alla fine, poi mi hanno fatto il primo soccorso sul campo e  poi sono stato portato all’ospedale con l’ambulanza
Avv: Queste due persone avevano il controllo della situazione? Cioé sono intervenute per far cessare le violenze e l’hanno poi presa in custodia?
Teste: io non ricordo più nulla, ricordo solo che questi due mi hanno dato una sistemata mi hanno fatto bere un po’ d’acqua e mi hanno portato verso il cancello
Avv erano travisati?
Teste erano a viso scoperto
Avv Lei ha avuto occasione di riconoscerli?
Teste No

Avv.Pellegrin: opposizione, le domande sono fuori dalle circostanze dell’esame del PM, e anche al di fuori del capo d’imputazione…
Avv. di Stato: Mi sembra rilevante per contestualizzare le lesioni comunque stavo abbandonando questo filone di interrogatorio
AvvLegalTeam: richiamandomi all’ordinanza da voi emessa non ritengo siano rilevanti, si parla di circostanze non toccate dal PM, si ribadisce l’opposizione.
PM La parte civile non sta facendo il controesame, sta facendo l’esame.
Legal Team : Non è un teste della parte civile, quindi non è un esame
Avvocatura di Stato: Vado avanti, dalla documentazione pervenuta dai Carabinieri risulta che lei…
Legal Team: Se la parte civile fa riferimento ad un documento vorrei che fosse intelligibile e vorrei capire se è prodotto agli atti
Avv. di Stato: Documento numero 6 del fascicolo dell’avvocatura dello Stato , è un prospetto contabile del Comando della Legione dei Carabinieri di Torino  che riepiloga le varie posizioni dei militari che hanno riportato lesioni, e al numero 53 vice brigadiere Di MATTEO sono riportati dei dati dal teste che sostiene di non avere ricevuto indennizzi, ma da questo documento sembrerebbe che ha ricevuto 450 euro l’11/11/2011, ha memoria di questo assegno?
Teste: mi sono dati dei soldi che è una colletta dai colleghi, non so dalla seconda compagnia, per darmi una mano nella questione sia medica che anche per telefonino queste cose cosi’ ma che io sappia è stata una colletta fatta dai colleghi
Avv di Stato: No io faccio riferimento a denaro pubblico corrisposto, mentre la pratica relativa alla definizione della sua posizione è ancora in corso quindi credo siano elargizioni provvisorie, mi sono state segnalate questa da 450 euro, un’altra di 1000 euro il 22/11 e un’ultima di 1000 euro sempre dall’ufficio del personale del 2 gennaio 2012, in totale 2450 euro che hanno una finalità diciamo assistenziale, lei ha memoria?
Teste: io adesso,ripeto, non so se la cassa del battaglione… veniva un maresciallo che mi veniva a fare visita e una volta mi disse che era una colletta fatta dai colleghi e… questi soldi qua mi sono stati dati adesso però non so se dello stato o della cassa del battaglione perché mensilmente si davano dei soldi per eventuali danni eccetera, sicuramente se è dell’amministrazione avrò firmato qualcosa che adesso non ricordo, dovrei controllare
Avv.D’Amico: lei ha un’assicurazione privata?
Teste: no
Avv.D’Amico: Però vorrei tornare un po’ sull’esame che fa la parte civile, nel senso che lei ha fatto richiesta delle pratiche attualmente in corso per delle indennità in riferimento ai danni subiti?
Teste: una volta che ti danno la causa di servizio si fa la domanda per avere l’indennizzo di queste patologie che ancora non sono state date
Avv. Però visto che la parte civile faceva riferimento a dei pagamenti lei riesce più o meno a quantificare quanto ha ricevuto fino adesso?
Teste: non glielo so dire, a me la prima volta che venne il maresciallo questo amico mio mi disse che era una colletta dei colleghi e le altre volte dovrei controllare non le so dire, non so se un fondo cassa del battaglione….
Avv. Va bene, questo maresciallo veniva a casa sua?
Teste: Si
Avv E questa colletta come gliel’ha consegnata, in contanti o assegno?
Teste: mi sembra.. adesso non so se la prima volta mi è stato dato dei soldi liquidi e… non me lo ricordo se erano…
Avv Ecco, quindi non ricorda una modalità diversa di percepire queste somme?
(c’è opposizione dalla controparte)
Avv. Volevo precisare l’iniziativa privata e il pagamento ufficiale da parte dello stato, capire se ha ricordo di un bonifico o un assegno
Teste: Sicuramente anche se erano liquidi ci sta sempre qualcosa di scritto anche se è una colletta è comunque seguita da una lettera….
Avv Lei non ricorda se e quanto ha preso di indennizzi?
Teste No, non ricordo adesso….
Avv. Pellegrin: Lei ha fatto riferimento alle sue peggiorate condizioni psicologiche e nel suo stato di servizio lei aveva parlato prima di un cinturone con una tacca dell’Afghanistan, quindi ha partecipato a missioni di pace in Afghanistan?
Teste: SI
PM: C’è opposizione
Avv. Mi lasci finire… era volta a capire allo stato precedente….
Il presidente ammette la domanda
Avv. Nell’esame del PM ha riferito di avere provato una sensazione di smarrimento per essere stato abbandonato dai compagni può riferire meglio?
Teste Nel senso che una volta che siamo partiti con la mia squadra a recuperare la persona io mi sono messo davanti e non vedevo più nulla dietro, in quell’attimo è successo l’inferno, non si vedeva a un palmo, come eravamo eccetera, è chiaro che può darsi anche che è frutto di una mia immaginazione che i colleghi mi abbiano avvisato con un segnale materiale per dire andiamocene e io non l’abbia sentito eccetera, comunque… non me la sto prendendo con loro, però stai sempre un pochino nel dubbio… eh…
Avv. Grazie.
PM: Era solo questo, brigadiere, quel 3 luglio ha temuto per la propria vita?
Teste: Si,moltissimo pure, perché non riuscivo a ripararmi e arrivavano colpi da ovunque, mi ricordo in particolare una persona cercava di prendermi il braccio e togliermelo dal viso perché era intento a picchiarmi sul viso, insomma.

Entra un altro teste, DI FASIO FRANCO, decimo battaglione Campania. Il PM spiega che c’è agli atti un certificato medico del CTO dal quale risulta che il 3 luglio è ricorso alle cure del pronto soccorso.
Teste: Il motivo è che durante la manifestazione del 3 luglio, durante gli scontri… inizialmente ero sulla galleria a Giaglione poi di pomeriggio ci hanno.. cioé c’è stato impartito l’ordine di portarci verso il museo, dal dirigente.
PM Lei era già nel battaglione Campania? (SI) e il dirigente di OP o il suo?
Teste: Dal dirigente, dal nostro comandante in conseguenza del dirigente… nel pomeriggio ci hanno messi nel cantiere NO TAV, cioé, il cantiere del TAV… il nostro compito era mettere in sicurezza il cantiere.
PM Perché, cosa stava succedendo?
Teste: Che giunti sul posto c’erano degli scontri in atto, tra altre parti con i manifestanti
PM In cosa consistevano?
Teste c’era una sassaiola in atto
PM Da parte di chi?
Teste dei manifestanti
PM Cosa vi lanciavano?
Teste Pietre
PM solo pietre?
Teste pietre, bottiglie
PM Lei è stato colpito?
Teste si, da un sasso che mi ruppe la maschera antigas, quindi ho inalato gas lacrimogeni e di conseguenza ho avuto un temporaneo soffocamento e bruciore delle vie respiratorie, per questo sono andato al pronto soccorso
PM Quindi la prognosi, il fatto che qui si dica che ha inalato gas lacrimogeni, questa è la ragione?
Teste SI
Non gli hanno dato giorni di prognosi, non si è costituito parte civile, ricorda che questo è successo dopo le ore 16:00. Il PM chiede dove è stata rotta la maschera…
Teste: La maschera è applicata al casco tramite due linguette, con il lancio del sasso mi ha rotto le linguette quindi si è staccata la maschera e ho inalato gas..
PM QUindi non è una rottura della maschera ma delle linguette che agganciano il casco?
Teste Si, fa parte sempre della maschera
PM Ma non è una rottura delle lenti di protezione o della maschera dove c’è il filtro
Teste NO
Avv.Pellegrin: La maschera antigas come viene piazzata quando viene indossata’
Teste In che senso
Avv è solamente attaccata al casco?
TEste si, solo al casco
Avv non esiste una cinta di protezione che l’aggancia alla testa e consente di sigillare la bocca?
Teste solo al casco
Avv e la maschera rotta dove è stata portata?
Teste al mio reparto, poi è stata sostituita
Avv. Ma la maschera ha più elastici per isolare anche la bocca?
Teste: Ha quelle linguette che attaccano la maschera al casco, con le linguette laterali… la maschera non ha elastici, ha due linguette laterali sul casco.
Avv.D’Amico: a che ora è arrivato sul posto?
Teste: io ero in servizio la mattina presso la galleria a Giaglione, di pomeriggio ci hanno spostato verso il museo, verso le 15:30, alle 16 eravamo sul posto.
Avv. Quindi alle 15:30 vi hanno dato l’ordine e siete arrivati sul posto alle 16 e c’era in atto una sassaiola dopo le 16?
Teste: Circa le 16, non avevo un orologio…
Avv. Mi sa dire che modello, che tipo di maschera indossava?
Teste: Non lo so, quelle in dotazione, non lo so.
Giudice Bosio: Queste linguette di che materiale sono?
Teste: Plastica
Giudice: E si è rotto?
Teste: SI

Teste TANNERI GIUSEPPE, decimo battaglione carabinieri di Campania.IL 3 luglio era nella galleria Giaglione, vicino alla centrale elettrica, intorno alle 15:00.
Teste: Poi ci hanno spostato verso il museo
PM E cos’è successo?
Teste: E’ successo che ci dirottavano sul posto perché i colleghi erano in difficoltà. il tempo di arrivare, 15:30, quando siamo arrivati nella boscaglia c’erano i colleghi in difficoltà che venivano presi a sassate, sassaiole, venivano circondati… c’era della gente che buttava sassi e oggetti vari
PM E cosa vi è stato ordinato di fare?
Teste di raggiungere i colleghi
PM E siete riusciti?
Teste SI
PM Ma vi è stata ordinata una carica?
Teste SI

PM E lei durante quest’operazione è stato ferito? (SI a una mano), da cosa?
Teste: Sinceramente non lo so, avevo un buco sulla mano destra che mi ha bucato anche il guanto. HO avuto lesioni credo per 8 giorni. Poi ho ripreso il servizio.
PM Ma ha interrotto il servizio il 3 luglio o ha continuato?
Teste: no, ho continuato poi dopo ci hanno portato … e sono tornato a Napoli. La lesione me la sono procurata intorno alle 15:30  – 16:00, alla mano destra.
Non è stato risarcito, non si è costituito parte civile.
Avv. Di Stato: La lesione in cosa è costituita?
Teste: Una ferita, arma da punta….
Avv. Le hanno dato dei punti?
Teste: Quei punti che si usano per chiudere le ferite
Avv.Patrito: La lesione se l’è procurata durante la carica?
Teste: Si
Il teste ripete che si è trattato di una ferita, “un buco”. Dalla documentazione però risultano 11 giorni, non 8 giorni, poi risulta una lesione al MT (metacarpo) quindi hanno fatto anche una lastra, il teste conferma.

TESTE IVAN SFRAGATO (se ho capito bene) , terzo battaglione Lombardia. Il 3 luglio era a Chiomonte nella zona del museo. PM: Quel giorno lei ha avuto delle lesioni, è stato visitato per lombalgia, può spiegar cos’è successo?
Teste: il luogo è stato nel piazzale di fronte al museo, il problema è che è arrivato inizialmente un colpo al braccio sinistro, una pietra, poi sono scivolato e mi sono fatto male alla schiena.
PM Dopo la visita al PS è stato visitato ancora?
Teste no, se non ricordo male no. Ho avuto circa una decina di giorni di prognosi
PM Ma in prima battuta le hanno dato 4 giorni
Teste si, ecco, poi sono andato dal medico di famiglia che mi ha dato 5 giorni ma non ricordo  con esattezza.
Non ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile.
Giudice Bosio: Che ora era?
Teste nel pomeriggio, dopo pranzo, non ricordo con esattezza
Giudice Bosio C’è un motivo per cui è caduto?
Teste: Si, un colpo al braccio mi sono sbilanciato..

Teste FURI LUIGI, terzo battaglione Lombardia. Il 3 luglio 2011 era in servizio al cantiere della TAV nell’area museale. E’ stato visitato al CTO dove è stata diagnosticata una contusione al braccio e altre contusioni…
Teste: Me le sono procurate cadendo… durante… siamo entrati… eravamo nel museo archeologico, c’era un po’ di boscaglia, all’inizio della boscaglia siamo entrati e li  hanno iniziato a tirarci un sacco di pietre e sono stato colpito credo da una pietra alla caviglia destra..
PM Quindi il primo colpo è stato alla caviglia?
Teste Ho preso parecchie pietre, in quel punto ho preso credo una pietra, ho perso un equilibrio e sono caduto a terra
PM Solo pietre o anche altri oggetti?
Teste: anche bombe carta…
PM Diagnosi iniziale di 5 giorni, poi è stato visitato?
Teste Ho avuto in totale 8 giorni
PM Che ora era quando si è procurato le lesioni?
Teste: Credo verso le 18, non sono sicuro..
PM Siamo verso sera
TEste si, si, di sera, quasi alla fine di tutta la manifestazione diciamo.
PM Ha avuto risarcimenti?
Teste Si, ho una mia assicurazione privata.
NOn si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Si può dire l’entità del risarcimento?
Teste: Non ricordo, la compagnia era INA Assitalia.
Giudice: un ordine di grandezza
Teste: Sarà stato sui 1000 – 1200 euro.

Teste ZARBOTTI LUCIANO.Terzo battaglione Lombardia. Il 3 luglio era in servizio presso il museo. PM Il 3 luglio venne poi visitato al pronto soccorso del CTO dove venne registrata una contusione alla spalla sinistra
Teste Si, noi siamo arrivati nell’area del museo alle 11:30 – 12:00 circa e dovevamo fronteggiare i manifestanti che dalla montagna cercavano di entrare in quest’area lanciando di tutto e di più, sassi, bottiglie e quant’altro
PM Oltre a sassi e bottiglie ricorda altre cose?
Teste si, bulloni in ferro, bottiglie incendirarie, sassi… io sono stato colpito da sassi, uno in particolare alla spalla sinistra che mi ha procurato la lesione
PM Le viene fatta un prognosi iniziale i 7 giorni e poi è stato visitato nuovamente?
Teste: Si, dal medico curante, poi sono arrivato a 40 giorni. Non ho avuto risarcimenti , non mi sono costituito parte civile.
Avv.Fagioli: lei ha avuto una contusione alla spalla sinistra in conseguenza  di cosa?
Teste un grosso sasso, l’ho visto quando mi è arrivato addosso … poi ho continuato perché non c’era possibilità di andare via, dopo circa due ore sono stato portato al pronto soccorso, sono rimasto assente dal lavoro per un totale di 40 giorni.
Avv.Fattizzo: Ulteriore prolungamento dei giorni di malattia è stato dato dal suo medico curante, ha fatto delle lastre?
Teste: no, successivamente no, solo al pronto soccorso… i giorni ulteriori me li ha dati sulla base della mia successione fisica
Avv. quindi lei originariamente aveva una contusione, cosa significa un ematoma?
Teste: Si, un grosso ematoma….
Avv e la prognosi iniziale era?
Teste 7 giorni
Avv.Vitale: C’erano lesioni ossee, fratture?
Teste: Non ricordo
Avv. Quindi è corretta la prognosi del pronto soccorso, contusione spalla sinistra?
Teste si, poi li eravamo tanti .. i colleghi…
Avv.Lei ha fatto causa di servizio?
Teste: SI
Avv. e la pratica è conclusa?
Teste SI
Avv ha ricevuto risarcimento?
Teste: mi è stata riconosciuta ma non c’è risarcimento
Avv. Lei ha un’assicurazione privata?
Teste:NO
Avv.D’Amico: Quindi hanno concluso le pratiche per la causa di servizio ma non hanno riconosciuto danni, quindi?
Teste: La mia causa di servizio è stata riconosciuta ma nessun risarcimento danni.
Giudice: Verso che ora è stato colpito?
Teste: 12:30 – 13:00.
Altro giudice: Io leggo qui policontuso, ha avuto traumi su altre parti del corpo?
Teste: la caviglia…
Giudice: Poi c’è scritto ipoacusia, come mai?
Teste Non lo so, non ricordo
Giudice Le è scoppiata qualche bomba vicina?
Teste No, non ricordo
Giudice Nessun deficit uditivo?
Teste.No, niente.
Avv.Fattizzio: Sull’orario… lei è stato sentito il 4 gennaio 2012 presso i carabinieri di Milano, è sicuro che l’orario fosse di mattina?
Teste: nel primo pomeriggio
Avv. Ha riferito 12.30 – 13:00
Teste. non ricordo
Avv. Quando è stato sentito le chiedono se ha riportato lesioni e lei dice “verso le 16:10 mentre stavamo avanzando verso i manifestanti”, è nella sua SIT, è una contestazione PM
Teste: Eh, io ricordo primo pomeriggio, però l’orario…
Avv. E’ corretto quello che aveva detto allora o è corretto quello che sta dicendo adesso?
Teste: Quello di allora credo sia più corretto…
Avv. Lei quando ha preso servizio, a che ora’
Teste: 11:30, circa..
Avv. Quindi dovrebbe ricordarsi se aveva appena preso servizio o se stava finendo quando è stato colpito, ha subito la lesione all’inizio o più avanti?
Teste: Dopo un paio d’ore che ero sul posto, quindi verso le 13:00….

Teste PAOLO DE BONIS. Il 3 luglio 2011 era al cantiere, terzo battaglione lombardia, si trovava “sopra, dietro il museo, nel piazzale”. PM: La sera del 3 luglio al pronto soccorso del CTO le viene diagnosticata un’artralgia alla spallla…
Teste: ricordo che mi è arrivato un sasso sulla spalla destra, l’ora non la ricordo
PM Cosa stava facendo?
Teste Facevo ordine pubblico
PM Ebbe 4 giorni di prognosi, ha fatto altre visite dopo?
Teste si, dal mio medico curante, mi diede altri 5 o 6 giorni.
NOn ha avuto risarcimenti privati, non si è costituito parte civile.
Giudice: non ricorda l’orario?
Teste: le 15, le 16….
Avv.Vitale: Ha ricevuto questo colpo durante una carica?
Teste: SI.

SPONSILLO ANTONIO, terzo battaglione Lombardia, Milano. Il 3 luglio del 2011 prestava servizio presso lo stesso reparto, e si trovava a Chiomonte nei pressi dell’area archeologica. PM: Quel giorno si è procurato delle lesioni, può spiegare…
Teste: Praticamente eravamo li’ schierati nei pressi dell’area archeologica, intorno alle 13:00 13:30 circa venivo colpito da un sasso sulla caviglia sinistra provocando una contusione. Al pronto soccorso mi hanno dato 10 giorni, non sono stato visitato in seguito. Non ha avuto risarcimenti privati e non si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Lei ha appena detto che è stato colpito da un sasso (SI), lei è stato sentito il 31 dicembre 2011 presso il terzo battaglione carabinieri lombardia SIT sommarie informazioni e in quell’occasione lei aveva dichiarato “probabilmente perché colpito da un sasso o da altro oggetto contundente”, quindi non era certo di quale fosse l’oggetto che l’aveva colpito.
Teste: Si, un sasso, si….
Avv. E come mai in quell’occasione ha detto un’altra cosa, ha detto “probabilmente… o da un altro oggetto contundente”? COme mai a distanza di due anni è certo che si trattasse di un sasso?
Teste: Si son passati due o tre anni, potrebbe essere anche come ho scritto sul verbale, confermo….

Teste ENRICO CILLIO, attualmente compartimento polizia stradale di Padova. IL 3 luglio era al secondo reparto mobile di Padova e si trovava al cantiere di Chiomonte.
TEste: “operavo di fianco alla centrale elettrica”.
PM La notte 3/4 luglio l’ha passata al CTO dove le hanno diagnosticato un trauma cranico con lesioni multiple…
Teste: Erano le 16, la zona centrale elettrica, è arrivato un masso dalla zona destra, dall’alto, mi ha preso il casco rompendolo, sono svenuto e mi hanno portato via, sono caduto a terra.
PM Dopo la visita al CTO in osservazione….
Teste si in un primo momento ero all’ospedale di Susa, poi al CTO, la notte al CTO
PM Poi è stato visitato ancora?
Teste: Si, dal medico della polizia di stato quando sono rientrato a Padova. La prognosi iniziale fu di 10 giorni, il medico di Padova il giorno dopo me ne diede 10, spostando praticamente di un giorno, quindi 11 giorni in tutto.
Non è stato risarcito. Non si è costituito parte civile.
Avv. In seguito all’incidente quanti giorni è stato fermo?
Teste: 40,45 giorni.
Avv. Quando è tornato in servizio ha continuato terapie?
Teste NO.

Avv.D’Amico: lei ha un’assicurazione privata?
Teste: Si
Avv. Ha ricevuto risarcimenti?
TEste.NO
Avv e con quale motivazione?
Teste non sono giunto alla percentuale per il risarcimento, che credo sia sopra il 3 punti percentuale. Ho fatto visite specialistiche, hanno dichiarato cosi’.
Avv: ha fatto richieste di indennità all’amministrazione?
Teste mi sono costituito parte civile, ma non ho fatto richieste all’amministrazione
Avv Non ha fatto una pratica per l’infortunio avvenuto mentre lei stava lavorando?
Teste: Si, si, certo
Avv e a che punto è? Le hanno riconosciuto qualcosa?
Teste Ancora non so, io ho chiesto, è stata portata avanti ma  è ancora sotto esame
Avv Vitale: Lei prima ha detto di essere svenuto, però nella relazione di servizio….
PM C’è opposizione….
Avv.Vitale è d’aiuto alla memoria
PM: C’è opposizione, non è un sit….
Avv. L’altra volta l’abbiamo fatta valere anche per loro
Avv.Vitale lei è sicuro di essere caduto per terra? Ha perso i sensi o è rimasto lucido?
Teste Mi sono accasciato, tempo due secondi, non avevo bene a fuoco le immagini, mi sono accasciato e poi mi hanno portato via…
Avv.Fattizzo: Solo per precisazione credo che questa relazione sia agli atti perché è un’annotazione di servizio
PM No, non è agli atti
Avv Agli atti di indagine, nel fascicolo del PM esiste e il teste puo’ utilizzarlo per rinfrescarsi la memoria, era solo per chiarire. Quindi in ospedale le hanno dato quanti giorni?
Teste: 10
Avv E poi le hanno dato altri giorni?
Teste si
Avv e gli ulteriori giorni sono stati riconosciuti dal suo medico privato?
Teste: Non ricordo, dei giorni me li hanno dati sempre il medico della polizia, oppure il medico mio personale, poi comunque convalidati dal medico della polizia
Avv questo me lo deve dire lei…
Teste Penso sia….
Avv E’ andato dal medico della mutua?
Teste No, dal mio medico personale poi convalidato dal medico della polizia
Avv Ha fatto esami successivi?
Teste Ho fatto esami, si, ma sono stati regolari
Avv quindi il prolungamento è stato fatto in base a cosa?
Teste li ho fatti dopo….
Avv Quanto ha detto che ha avuto di prolungamento?
Teste: dai 40 ai 45
Avv. E gli esami li ha fatti dopo
Teste: SI.

Teste PASQUALE MOLITIELLO, compagnia speciale di Napoli. Il 3 luglio in servizio presso il terzo battaglione Lombardia, distaccato in Val di Susa, responsabile di un contingente formato da 30 unità del battaglione Lombardia. Erano posizionati inizialmente in Val di Susa, poi contattati in mattinata abbiamo anticipato la partenza dall’albergo e siamo giunti sul posto verso le 11 e da li’ impiegati nella zona del museo archeologico.
PM: dal certificato medico risultano lesioni guaribili in 10 giorni…
Teste: si, nel pomeriggio, non ricordo con esattezza l’orario, durante il servizio, durante una carica in particolare ho riportato una distorsione alla caviglia destra inizialmente e nonostante ciò ho continuato nella mia attività e poi sono stato colpito dopo qualche minuto da un sasso e sono stato soccorso e trasportato al CTO di Torino.
PM Dove è stato colpito dal sasso
Teste: la spalla destra
PM E’ questo che poi ha cagionato 10 giorni?
Teste Si, forte distorsione alla caviglia destra e forte trauma alla spalla colpita dal sasso.
PM E’ sicuro che sia la caviglia destra? Perché il certificato dice la caviglia sinistra….
Teste: La spalla era sicuramente la destra la caviglia… sono passati un po’ di anni….
PM: Quindi conferma quanto scritto sul certificato?
Teste: Si, si, confermo….
PM Non si ricorda da cosa è stato colpito?
Teste: Da un sasso, per il forte dolore ho quasi perso conoscenza, poi avevo la maschera antigas, il caso, quasi sono svenuto, sono stato trasportato al braccio… temevo il peggio, sono stato portato inizialmente all’interno di una struttura adibita all’infermeria e poi da li’ con un mezzo della polizia di stato al CTO. Non ricordo l’ora, nel pomeriggio ma non so essere più preciso… nel pomeriggio, almeno… fra le 15 e le 16 se non ricordo male, ma è passato un po’ di tempo
PM E se lei nelle sue dichiarazioni ebbe  a riferire alle 14?
Teste: Probabile, ora non ho modo di leggere le sommarie informazioni, sono passati degli anni, quindi,..
PM E’ guarito in quei termini?
Teste: no, ho proseguito, mi sono stati concessi ulteriori giorni , ma non ricordo….
(dal pubblico gridano VERGOGNA!).
Avv.Vitale i giorni in più sono stati dati dal medico privato o del reparto?
Teste medico privato, medico condotto, per la distorsione
Avv: Quindi zoppicava?
Teste Si, avevo la caviglia gonfia come un pallone
Avv. Ma non è in grado di dire se era la destra o la sinistra…
PM: L’ha detto, si è corretto dicendo la sinistra….
Teste: Non ricordavo, le sommarie informazioni mi hanno aiutato a ricordare.
Avv.Fattizzo: mi può precisare la dinamica dei fatti?
Teste: Guardi sono dei momenti particolari, ora non ricordo con esattezza se stavo arretrando, se stavo avanzando ,se c’era una carica, se c’era un fitto lancio di sassi, sinceramente ricordare il momento in cui MI SI E’ GIRATA LA CAVIGLIA umanamente è difficile da ricordare
Avv. Ha preso una storta praticamente
Teste: non posso ricordare, assolutamente…

TESTE BARBIERI ROBERTO.
PM: Vorrei che venisse fatto presente al pubblico che si sta in aula in silenzio, non si ride e non si fanno commenti, se qualcuno si permette di fare commenti chiedo che venga allontanato dall’aula, non siamo qui per subire i commenti del pubblico.
PM: Lei il 3 luglio dove prestava servizio?
Teste: presso il primo battaglione moncalieri, ero presso la centrale elettrica dalle 7, e sono sempre stato li’… fino a quando non mi sono fatto male.
PM Se vuole spiegare le lesioni che risultano qui da un certificato medico
Teste mi arrivò un sasso che mi spaccava lo scudo e il sasso mi arrivava all’altezza del collo, non ricordo l’ora, dopo mezzogiorno sicuro, penso.
PM Quindi nel pomeriggio?
TEste si, confermo
PM E cosa le ha cagionato questo sasso?
TEste. 5 giorni
PM E dove l’ha colpito?
Teste: Alla gola
PM Quindi quando si parla di trauma al collo è quello?
Teste SI, mi ha spaccato lo scudo.Sono guarito in 5 giorni, non ho avuto altri giorni, sono rientrato in servizio ma ho avuto sempre dolore…
Non è stato risarcito, non ha chiesto risarcimento, è parte civile in questo processo.
Avv.Fagioli: Volevo soltanto chiedere se nell’Arma ha iniziato una causa di servizio, giusto?
Teste Non so, che io sappia no…
Avv.D’Amico: Lei ha un’assicurazione privata?
Teste Assolutamente no
Avv. Non ha iniziato una causa di servizio, come mai?
Teste: NO
Avv.Vitale: Non ho ben compreso l’ora
Teste: Dopo mezzogiorno, primo pomeriggio, l’ora della pietra’ Primo pomeriggio.
Avv. QUando lei è stato sentito a SIT il 14 gennaio 2012 al comando provinciale di vibo valenzia lei ha riferito di essere stato colpito tra le 16:30 e le 18:30..
Teste: Si ma non ricordo bene, comunque dopo mezzogiorno è sicuro….
Avv. Lei è stato colpito da una pietra, giusto?
Teste: SI
Avv. Dove è stato colpito?
Teste: Al collo
Avv. Al collo perché la faccia eravamo equipaggiati con casco e con la visiera abbassata, l’unica parte scoperta era il collo…

Giudice: Nel capo d’imputazione io leggo “contusione alla faccia nel cuoio capelluto”…
Teste: Guardi, io non so….  il sasso non si è infilato, il avevo il casco, il sasso è arrivato nella parte superiore dello scudo e l’unica parte non coperta era il collo…
Giudice: per capire meglio, dove si trovava lei quando ha riportato questa lesione? Lei parlava della centrale elettrica
Teste: Si, a sinistra avevamo la centrale e davanti il cancello…
Giudice: al capo d’imputazione è scritto che ha riportato questa lesione nei pressi dell’area archeologica, lei si ricorda?
Teste: No, io ero alla centrale elettrica, davanti avevo il cancello, è li’ che ho riportato il colpo, assolutamente.

Teste BUONADONNA, Carabiniere Scelto, sesto battaglione Toscana. Il 3 luglio era di servizio a Chiomonte, località La Maddalena.
PM Dove c’è il cantiere?
Teste: Se non ricordo male si chiama località museo
PM Area archeologica se lo ricorda’
TEste SI, si.
PM E cos’ha fatto lei?
Teste: il turno era 13_19, siamo arrivati verso l’una e già erano in atto scontri, più che altro sassaiole e sono stato colpito da un sasso, credo alle 14:00  – 14:30, sono stato colpito sulla spalla destra, sono stato refertato con 7 giorni, e guarito in quel termine.
Non ha avuto prolungamenti della malattia, si  costituito parte civile, non ha ottenuto risarcimenti.
Avv.D’Amico: Lei ha una qualche assicurazione privata? (NO) ha fatto richiesta d’indennità alla sua amministrazione? (NO) Non ha segnalato…
Teste. Per causa di servizio? Si, si, risulta conclusa, hanno riconosciuto la causa di servizio ma non un dano risarcibile.
Avv.Vitale: lei ha visto il sasso che l’ha colpita?
Teste No, il sasso non l’ho visto.
Avv. La spalla?
Teste: destra, all’altezza della scapola
Avv Stavate caricando?
Tese No, eravamo fermi a ripararci, non potevamo fare altro, i manifestanti erano di fronte e quando sono stato colpito anche a lato.

CADETTO ANDREA, stazione Carabinieri provincia di Nuoro. Il 3 luglio era in servizio nel terzo battaglione carabinieri Lombardia, dislocato nel sito archeologico La Maddalena.
Teste: ho riportato una contusione alla coscia, praticamente ci siamo trovati sotto il lancio di pietre e una praticamente non sono riuscito a proteggermi con lo scudo ed è andata sulla gamba.
PM In che contesto? Una carica? Tornavate indietro?
Teste: Mentre stavamo tornando indietro perché c’è stato un lancio eccessivo di lanci… non ricordo l’orario preciso ma mezzo pomeriggio intorno alle 16 una cosa cosi’… Sono stato visitato in ospedale a fine turno e mi hanno dato 6 giorni e basta.
PM E’ guarito in quel termine?
Teste si, anche perché sono andato in ferie e ho preso riposo
Non è stato risarcito, non ha chiesto risarcimento, non si è costituito parte civile.

GALLETTI NICOLA (assente, ha fatto pervenire un certificato di malattia).
Teste GRECO DARIO.  Attualmente in servizio presso i Carabinieri di Roma, all’epoca dei fatti Battaglione Toscana. Il 3 luglio era presso la Maddalena, nella zona archeologica, con il VI Battaglione Toscana. “venimmo impiegati poco prima delle 13 perché c’erano in atto degli scontri”. PM: Mi risulta che in quel contesto mentre si trovava in quella zona ha riportato una lesione
Teste. Già al momento del nostro arrivo fummo i primi ad arrivare sul posto e venimmo fatti ogetto di lancio di sassi e altro materiale da parte di persone che erano tra la boscaglia e noi cercavamo di difenderci perché c’era difficoltà a caricare perché era nella boscaglia. Sono stato colpito da vari sassi sono inciampato e mi sono fatto male alla spalla, sono inciampato con qualcosa in mezzo alla boscaglia, al pronto soccorso mi hanno dato 15 giorni di prognosi per la schiena e la spalla sinistra.
PM: Qui il leggo “cervicalgia”Teste si, non riuscivo a muovere il collo… probabilmente inciampai perché il punto dove caricavamo era pieno di sassi, ci avevano tirato di tutto, inciampai e caddi con la spalla per terra ma continuai il servizio.
PM Si ricorda in quanti giorni è guarito?
Teste: 15 giorni dal PS e poi 5 giorni dal mio medico, una ventina di giorni. non sono stato risarcito e non ho fatto neanche richiesta. Non mi sono costituito parte civile.
Avvocatura di Stato: Lei è caduto perché inciampato o colpito?
Teste: Io sono stato colpito da un oggetto anche perché il mio scudo era inutilizzabile, ma come mi sono fatto male era in conseguenza di una caduta.
Giudice: L’orario?
Teste: Verso le 13 se ricordo bene…

Carabiniere Scelto MACAIONE. Il 3 luglio era a Chiomonte con turno 13-19, località La Maddalena,zona archeologica, battaglione Toscana.
Teste: Siamo stati contattati intorno alle 11 e informati che c’erano disordini nella zona del museo, intorno alle 12:30 , 13:00, e in quel momento non ho riportato lesioni, in un secondo momento ho riportato un trauma rachide-cervicale e sono stato colpito alla spalla destra. Arrivava di tutto quindi non ricordo cosa mi ha colpito…  Credo sia stato nel tardo pomeriggio perché non ho guardato l’orologio. Sono giunto al CTO di Torino intorno alle 22:20, mi hanno dato 5 giorni e poi ho avuto altri 10 + 7 giorni dal medico curante, quindi in tutto 22 giorni.
Non è stato risarcito, si è costituito parte civile.
Avv.D’Amico: Ha una qualche assicurazione privata?
Teste: NO. Ho chiesto causa di servizio, ho ottenuto la causa di servizio, mi sono stati riconosciuti danni…
Avv. Quantificati economicamente?
Teste No, nessun risarcimento economico
Avv Quindi non ha una percentuale di danno quantificata
Teste Al momento no
Avv perché è ancora in corso la pratica?
TEste la pratica si è conclusa e questo tipo di problema non è stato quantificato.
Avv.Fattizzo: Quando lei dice ho ottenuto la causa di servizio cosa significa?
Teste: Mi è stata riconosciuta la causa di servizio inerente.. alla spalla e alla cervicale…
Avv. Solo per capire perché dite sempre questa frase significa che riconoscono che quella lesione è inerente ad una causa di servizio e siete coperti come malattia ma non c’è un risarcimento del danno, giusto?
Teste, si.
Giudice: Lei parladi un sasso ma qui si parla di due contusioni distinte, sono stati due colpi diversi?
Testi: Si, due colpi diversi in due momenti diversi, la spalla quando avevo i manifestanti di fronte, al rachide cervicale nel momento in cui ripiegavamo ed ero girato, mi è arrivato un sasso da dietro, all’altezza della cervicale….

Teste DE VIVO, Battaglione Campania. Era nell’area di Chiomonte.
Testo: Nella zona museo
PM Poi quel giorno venne visitato a Moncalieri dove le venne diagnosticata la contusione del polso destro, puo’ spiegare?
Teste: L’orario era verso le 15, io mi trovavo nell’area museale
PM Era in corso una carica?
Teste si, era in corso una carica e poi mi è arrivato un sasso e mi sono fatto male… al polso destro
PM Indossava lo scudo?
Teste a sinistra si indossa lo scudo e a destra lo sfollagente
PM Ha avuto una prognosi di 10 giorni, poi è stato visitato?
Teste non mi ricordo ma mi sembra di si, circa 8-10 giorni oltre ai primi 10.
Non ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile. Rispondendo alle domande con un netto “NOSSIGNORE”.
Avvocatura di Stato: Dalla documentazione prodotta dal ministero della difesa, documenti 5 e 6 risulta che la sua assenza si è protratta per 29 giorni, quindi quasi un mese, lei ha memoria?
Teste: Si, si, dopo i primi 10 giorni adesso che mi ricordo erano altri 10 ma sinceramente non mi ricordo
Avv. Quindi vari periodi?
Teste: Si, vai periodi
Avv.Vitale: Lei è stato colpito al polso destro?
Teste: Sissignore
Avv. Con quella mano imbracciava il tonfa?
Teste: Si
Avv. Durante la carica lo ha utilizzato?
Teste No, non abbiamo avuto il tempo

Teste ESPOSITO DANIELE. Terzo battaglione Carabinieri Lombardia.
PM:Il 3 luglio del 2011 prestava servizio presso lo stesso battaglione?(SI), si trovava nell’area di Chiomonte..(SI) ha subito delle lesioni, puo’ spiegare?
Teste: Allora, diciamo che i danni sono stati alla caviglia e al collo zona cervicale, parte alta, provocati dai continui lanci di oggetti, pietre che arrivavano dal piazzale in cui sostavamo durante il servizio
PM E’ stato colpito prima al collo o alla caviglia?
TEste Prima al collo, poi alla caviglia e non riuscivo più a camminare ho dovuto recarmi in infermeria, la prima prognosi non so se è stata di 5 o  7  giorni, poi mi hanno dato altri giorni, in totale mi pare 30 o 40 giorni se non ricordo male. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio intorno alle 16 credo, nello spiazzo dove c’erano tutte le forze di polizia presenti.
Non ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile.

Avv.Vitale: Ricorda la diagnosi?
Teste: Una trauma contusivo alla caviglia, e un altro è stato un trauma alla cervicale.
Avv.Vitale: Senta quando lei è stato sentito nelle SIT, il 28 dicembre 2011, lei disse “sono stato colpito da un masso”, quindi è stato colpito da un masso o da più massi? All’epoca disse “FUI COLPITO ALLA TESTA E AL PIEDE DA UN MASSO TIRATO DAI FACINOROSI”.
Teste: No sono stato colpito da più massi in due momenti separati
Avv. Lei vide da dove arrivava il masso?
Teste: Si, la traiettoria era intuibile, proveniva dalla montagna che era posta davanti allo schieramento
Avv. Però lei il 28 dicembre ha detto non solo di non essere in grado di identificare i tratti somatici di chi l’aveva colpito (IL PM INTERROMPE). né tantomeno la sua posizione rispetto allo schieramento, quindi lei all’epoca disse “non so da dove arrivava il masso”.
Teste: sicuramente non poteva arrivare da dietro..
Avv. Però lei disse che non era in grado di indicare….
Teste: sicuramente proveniva dal lato in cui c’erano i manifestanti, ora la traiettoria precisa non gliela so dire.
Avv.D’Amico: Lei ha fatto richiesta d’indennità..?
Teste: NO
Avv. Riconoscimento di causa di servizio?
Teste: Si, mi è stata riconosciuta causa di servizio per contusione piede e cervicale, non ho avuto ad oggi nessun tipo di indennizzo.
Giudice: Lei ci ha parlato di un masso, siccome le parole hanno un senso, vogliamo sapere da lei questo masso che diametro aveva? Possiamo dire una quindicina di cm di diametro? E’ d’accordo?
Teste: Si, 15, 20…
Giudice : E la direzione precisa’
Teste: Da davanti, dal fronte dei manifestanti
Avv.Vitale: Ma quindi lei l’ha visto il masso?
Teste: Dopo quando mi ha colpito…

Teste Maresciallo capo MATTEINI, VI Battaglione Carabinieri Toscana, Firenze. IL 3 luglio era all’interno del cantiere, nell’ingresso principale. (il PM chiede di spiegare meglio).
Teste: “dopo il cancello eravamo all’interno della recinzione, non ricordo bene”.
PM Lei venne refertato al CTO con trauma contusivo alla spalla
Teste: Si, alla spalla sinistra. Al nostro arrivo sul posto erano già in atto gli scontri, più o meno verso le 16:30…
PM Lei era in servizio da qualche ora?
Teste Si, abbiamo iniziato sul posto prima dell’una, e stavamo fronteggiando quest’attacco con lancio di qualsiasi tipo di oggetto, non ricordo bene cosa mi ha preso alla spalla sinistra, era un volume notevole, un corpo contundente, presumibilmente un grosso sasso….
PM Che altri oggetti ricorda?
Teste: Aste di ferro, bulloni, ma per la maggior parte pietre
PM: Perché sentito a sommarie informazioni ricordava anche bottiglie di acido
Teste: Si, bottiglia di acido che mi ha colpito alla caviglia sinistra e ho trovato anche la tuta operativa seriamente corrosa
PM: Torniamo alla spalla… è poi stato visitato?
Teste Si, dal medico curante ho avuto ulteriori 5 giorni e poi 20
PM Quindi complessivamente 30 giorni?
Teste SI
PM Ha avuto risarcimenti?
Teste NO.
Si è costituito parte civile.

Avv. Si ricorda se vicino a lei c’era un edificio?
Teste Mi ricordo una casetta, mi sembra sia stato un sito archeologico ma rimaneva davanti sul fronte opposto, perché quando siamo arrivati gli scontri erano già in atto, siamo stati impiegati velocemente….  (alcune domande per capire se per casetta intende uno stabile o un rudere, il PM chiede di esibire delle foto)
Teste: Quella casetta che riconosco è quella rossa ,sulla sinistra
Avv.D’Amico: Lei ha fatto richieste d’indennità?
Teste NO
Avv. La causa di servizio?
Teste quella è stata fatta d’ufficio per tutti quanti, ho avuto il riconoscimento ma non ho percepito l’indennità.
Avv nel senso che il danno non rientrava nella tabella che prevedeva indennizzi?
Teste: Si.

(breve intervallo)
Teste MAIETTA VINCENZO, Comando Carabinieri Senato della Repubblica. Il 3 luglio era nel VI Carabinieri Toscana. Era in servizio a La Maddalena, aveva iniziato il servizio alle 13, era già in corso una sassaiola. “Volavano oggetti, sassi e altri che non ricordo”.
PM: Lei è stato visitato al CTO con diagnosi di lesioni….
Teste: l’ora precisa non la ricordo, mi sono fatto male nell’avanzare e nell’indietreggiare con tutta l’altra squadra rispettando gli ordini del comandante e sono caduto perché il terreno era dissestato e c’erano oggetti dappertutto..
PM QUindi è inciampato?
Teste SIPM Nel verbale di sommarie informazioni lei disse che veniva colpito da una pietra
Teste Sicuramente sono stato anche colpito da una pietra ma sono inciampato nell’avanzare… un paio d’ore dopo l’inizio del servizio, poi ho iniziato ad accusare i dolori a freddo, a caldo non sentivo, anche perché eravamo dotati di anfibi.
PM Diagnosi iniziale di 10 giorni e poi?
Teste poi altri 10, quindi 20 in tutto.
Non ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile.
Giudice: Nel capo d’imputazione leggo edema laterale, conseguenza di una storta o….
Teste: Dovrebbe essere un livido, quindi penso una pietra che colpisce, ora non ricordo di preciso
Giudice: la contusione lei se l’è provocata per la pietra o perché è inciampato e caduto?
Teste ora non ricordo, io avanzavo o indietreggiavo, ora non so se la contusione è dovuta alla pietra che ho preso oppure alla contusione

Teste MIGNACCA VINCENZO. Il 3 luglio 2011 era presso il VI Battaglione Carabinieri di Firenze. Quel giorno era presso il cantiere “DELLA NO TAV” al “SITO ARCHEOLOGICO DELLA MADDALENA”.
PM: Nella notte tra il 3 e il 4 al CTO lamentava lesioni da gas lacrimogeni e traumatismo
Teste: il traumatismo in quanto presi una distorsione alla caviglia ero inciampato su oggetti, sassi o sul terreno dissestato che era li’ presente, e l’inalazione da gas lacrimogeno SI ERA ESAURITO IL FILTRO DELLA MASCHERA NEL FRATTEMPO CHE VENIVA CAMBIATO.
PM Ha avuto altri traumi?
Teste si, mi scoppio’ una bomba carta a pochi metri
PM E cosa le provoco?
Teste mi provoco’ un dolore ai testicoli (?)
In tutto ha avuto 17 giorni di prognosi, non ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile.
Avvocatura dello Stato: Il colpo sul torace sa dire a che ora? Ricorda a che ora?
Teste: Non ricordo
Avv. Nel pomeriggio?
Teste: Sicuramente, il turno era 13 fine… pero’ l’ora non me la ricordo
Avv Ha riportato una contusione, cosa ricorda di quella lesione?
Teste: ho avuto i primi dolori pero’ poi sono stato sottoposto a lastre e niente che mi ha portato a ulteriori conseguenze.
Avv Senta i 17 giorni complessivi, lei si ricorda a cosa hanno riferito il prolungamento della malattia?
Teste: il mio medico personale per TRAUMATISMI VARI
Avv: con riferimento a quale trauma? Lei ha parlato del torace e poi della bomba carta… erano i postumi, dovuti all’orecchio, a dolori costali?
Teste: Ai dolori costali, alla caviglia, e al dolore testicolari….
PM: E’ stato colpito ai testicoli?
Teste: No, la bomba carta.

ROTELLO MARCO, attualmente Genova Nervi, ai tempi terzo battaglione Lombardia. Il 3 luglio era nella seconda compagnia del terzo battaglione carabinieri milano, museo archeologico a Chiomonte, in Valsusa.
Teste: Ricordo di avere iniziato il servizio nel pomeriggio
PM Quella sera venne visitato al pronto soccorso del CTO in cui le venne diagnosticato un trauma contusivo escoriato al ginocchio sinistro
Teste: L’ora le posso dire che gli scontri c’erano già da più o meno un’ora, forse due ore,non mi ricordo, sicuramente mi ricordo che mi son fatto male, ero in schieramento davanti in posizione di difesa, mi ricordo che ero tra le prime file, anzi forse ero la prima fila, è arrivato non so che cosa che mi ha colpito il ginocchio sinistro sulla parte esterna, proprio fuori dalle protezioni, sono andato in terra poi sono arrivati i colleghi che mi hanno portato via…
PM All’inizio ha avuto una prognosi di 5 giorni, poi?
Teste non ho fatto altre visite…
PM Quanto si è assentato dal lavoro?
Teste Solo quei 5 giorni. Non ho avuto forme di risarcimento privato, non mi sono costituito parte civile.
Giudice: Che ora era più o meno?
Teste: A livello di orario non saprei, le 14, le 15, forse in ospedale sono arrivato per le 16 ma non le so dare un orario…
Giudice: Tra le 14 e le 15
Teste: Se vogliamo dire cosi’…
PM La stampata del pronto soccorso è 18.36
Avv.Rasulo: Lei indossava le protezioni quel giorno?
Teste: Si, le protezioni individuali, una tuta, poi le protezioni esterne alle gambe, fino a poco sopra il ginocchio, sono in plastica e dentro c’è un’imbottitura, e poi semplicemente uno scudo, il casco, la maschera antigas
Avv.Rasulo: Quindi il ginocchio era coperto?
Teste si, mi ha colpito la parte più esterna, e li’ non ha una protezione, perché quella ripara la parte frontale, quella laterale rimane questa pellicola molle di policarbonato non è una protezione, quella è solo davanti con la plastica dura.
IL PM vuole mostrare una foto della divisa che indossava quel giorno, problemi al monitor, il teste viene invitato ad uscire.

Teste SCHIPPA FABIO. In servizio presso la stazione di Assisi. Il 3 luglio era di servizio al VI Battaglione Toscano a La Maddalena, inizio servizio al museo alle 13:00.
PM Quel giorno poi venne visitato al PS del CTO dove accusava una contusione alla spalla sinistra e alla coscia destra
Teste: per gli oggetti che arrivavano, intorno alle 16:30, non so cosa mi abbia colpito
PM RIcorda oggetti che vedeva volare?
Teste di tutto
PM Provi a spiegare cosa
Teste: Sassi, pietre, bottiglie. Mi diedero 5 giorni di prognosi, la mia dottoressa poi mi diede altri 7 giorni, totale 12 . NOn ho avuto risarcimenti privati, mi sono costituito parte civile nel processo.

Avvocatura dello Stato: lei quindi ha avuto due traumi distinti, colpito da due oggetti distinti?
Teste: Sinceramente il primo è stato una botta, il secondo ho sentito l’esplosione e un dolore alla coscia e poi dopo sono andato all’ospedale
Avv. Il proloungamento da cosa è dipeso?
Teste: Dalla spalla.
Avv.D’Amico: Lei ha fatto richieste di indennità all’amministrazione per causa di servizio?
Teste: Ho fatto la causa di servizio ma non ho preso indennizzi. La pratica si dovrebbe essere chiusa, io non ho ricevuto nulla.
Avv. Perché non è stata riscontrata una percentuale di danno indennizzabile?
Teste: NO.
Avv.Nel certificato medico si parla di percosse… lei ha riferito di qualche contatto?
Teste: No, io ho riferito al medico delle lesioni….
Avv. Non sono state fatte lastre?
Teste NO
Avv. Solo esami visivi, anche dopo?
Teste: SI

TESTE MAURIZIO DE FAZIO. Secondo reparto Mobile di Padova, attualmente distaccato Questura di Roma. Il 3 luglio era in servizio presso il secondo reparto mobile di Padova, in località Chiomonte. Ha iniziato il servizio in mattinata presto. PM: Si è provocato lesioni?
Teste: A mezzogiorno circa io con la mia squadra siamo stati spostati dall’agriturismo sul bosco all’altezza della zona archeologica, li con gli scontri ho ricevuto la prima sassata che mi colpiva sulla mano sinistra, poi alla centrale elettrica sono stato colpito su un piede sinistro. Sono stato visitato da un medico del reparto al rientro in sede, prognosi 5 giorni. Non ho fatto altre visite in seguito. Non ho avuto risarcimenti del danno, non mi sono costituito parte civile.
Avv.Melano Lei in passato ha avuto dei traumi al rachide cervicale?
Teste Una vecchia diagnosi di servizio…
Avv. Si ricorda la diagnosi del 3 luglio?
Teste: Il medico riferi’ anche di un problema al collo
Avv Può essere una cervicalgia?
Teste Si.
Giudice: Ci dice solo indicativamente l’orario in cui si è fatto male con la sassata e poi con la pietra sul piede?
Teste: Indicativamente dopo mezzogiorno, credo verso le 12:30, successivamente nel pomeriggio ipotizzo 16:30 sul piede.

Teste POSSENNATO ANTONIO, Reparto Mobile di Padova, il 3 luglio era a Chiomonte nella zona sottostante il sito, la centrale elettrica. Il 4 luglio è stato visitato al pronto soccorso di Abano, diagnosi trauma rachide, può spiegare?
Teste: eravamo sempre nei pressi della centrale, durante gli scontri, indietreggiando in quanto venivo colpito da sassi e altri oggetti volanti sono cascato all’indietro e ho battuto violentemente la schiena
PM E’ stato colpito dagli oggetti o è solo caduto?
Teste Mentre venivo colpito, indietreggiando, sono caduto. Ho avuto 15 giorni di prognosi.
PM In tutto?
Teste: in tutto, quelli del pronto soccorso, e poi ho continuato per circa un paio di mesi di assenza.
PM Ha portato anche un busto?
Teste SI
PM Ricorda per quanti giorni?
Teste: 10-11 giorni, poi ogni tanto veniva tolto, giorno per giorno veniva eliminato pian piano, non del tutto, quindi il giorno di preciso non ricordo quando, veniva indossato saltuariamente due o tre ore al giorno.

Ha avuto un risarcimento privato, si è costituito parte civile.
Avv.Melano: Si ricorda l’orario nel quale ha subito il trauma?
Teste: Nel pomeriggio, dopo le 15:30, 16:00 non ricordo bene
AvvMelano: Lei ha riferito che mentre indietreggiava con il resto della squadra perdeva l’equilibrio sui detriti accumulati su strada perdeva l’equilibrio battendo la schiena, è corretto?
Teste: SI
Avv.D’Amico: A quanto ammonta il risarcimento dall’assicurazione privata?
Teste: Pochissimo, poche centinaia di euro
Avv. Parametrate su cosa?
Teste: per un periodo della mia permanenza fuori dal lavoro, 15 euro giornalieri per la metà del periodo che sono stato fuori
Avv Lei ha fatto anche una causa di servizio?
Teste SI
Avv. Come si è conclusa?
Teste: Ancora non si è conclusa, è in corso.Ho solo fatto le visite previste.

Teste DAVIDE FICHERA. V reparto mobile polizia di Stato, Torino. Il 3 luglio era presso l’area del museo, si  procurato lesioni alla caviglia destra e sulle spalle.
Teste: L’ora nel pomeriggio, non le saprei dire quando, ho preso parte a tutte le fasi degli scontri, arrivavano diversi oggetti, pietre, bulloni, materiale esplodente, io a fine servizio sono rientrato ma non sono andato in ospedale, l’indomani mattina avevo un ematoma sulla caviglia e il nostro medico mi ha dato due giorni di riposo perché non c’era nessun tipo di frattura, non ho fatto altre visite in seguito. Non mi sono costituito parte civile.
Giudice: E’ in grado di dare un orario per questa lesione?
Teste: No, il sasso è arrivato nel pomeriggio ma io ho continuato a lavorare, non le saprei dire…

TESTE STEFANO MILESI. In servizio presso la Questura di Cagliari. Il 3 luglio era nel reparto mobile di Torino, comune di Chiomonte, zona del museo. Quel giorno si è procurato un trauma contusivo alla mano e al rachide, visitato al CTO di Torino
Teste: Il tutto.. gli scontri che ci sono stati sono iniziati intorno alle 11 se non ricordo male, e durante gli scontri con gli antagonisti che erano presenti appunto nell’area del museo di chiomonte, durante una sassaiola più o meno intorno alle 15 – 15:30 sono stato colpito sulla mano destra e anche all’altezza della spalla, tra il collo e la spalla. Sulla mano ho visto che era una pietra, mentre per il colpo sulla spalla ho pensato potesse essere una pietra ma non posso averne la certezza ma li’ intorno era pieno di sassi…
PM La prima prognosi è stata di 5 giorni poi…
Teste: Sono stato visitato dal medico Giacomini del reparto mobile che ha variato la prognosi da 5 a 7 giorni.
Non ha avuto risarcimenti privati, non si è costituito parte civile.
Avv.Fattizzo: Ci può precisare l’ora in cui  è avvenuta la lesione?
Teste: Tra le 15 e le 15:30.
Avv. Lei da che ora ha preso servizio quel giorno?
Teste: Abbiamo iniziato alle 4:40 del mattino, per poi arrivare intorno alle 6:30 nell’area di Chiomonte
Avv quindi la lesione è avvenuta tutte quelle ore dopo?
Teste Si, si, dopo.

Teste CONGIU CLAUDIO. Secondo reparto mobile di Padova. Il 3 luglio era in servizio presso Chiomonte, diverse zone. “diciamo che la zona in cui mi sono fatto male è quella della centrale elettrica, intorno alle 16:30”.
PM A Susa le hanno diagnosticato una cervicalgia post traumatica e contusioni agli arti inferiori
Teste: Durante una sassaiola mi sono preso diverse pietre…. che mi hanno procurato queste lesioni. Poi ho fatto altre visite e in totale 19 giorni di prognosi.
NOn ho avuto risarcimenti privati, mi sono costituito parte civile.
Avv.D’Amico: Ha fatto richieste di indennità… riconoscimento causa di servizio?
Teste: NO.
Avv. Nulla è partito in automatico?
Teste: No.

Teste: AIELLO CHRISTIAN GERARDO. In servizio al secondo reparto mobile di Padova. Il 3 luglio era in servizio a Chiomonte, zona centrale elettrica. PM: Dopo quella giornata ha lamentato lesioni al muscolo femorale della zona destra…
Teste: Si, ci trovavamo schierati nei pressi del cancello della centrale elettrica e siamo stati fatti oggetto di lanci di pietre, sassi e un po’ di tutto e uno di questi sassi mi ha colpito sul muscolo femorale della gamba destra, 16:30 circa. Essendo colpito in più parti del corpo la prognosi era di 5 giorni, poi sono stato visitato dal medico curante e alla fine ho avuto 7 giorni. Ho avuto un risarcimento da un’assicurazione privata, mi sono costituito parte civile.
Avv.D’Amico: Ci può dire quanto le è stato riconosciuto?
Teste: Intorno ai 100 euro (rif. all’assicurazione privata)
Avv. Ha fatto richieste d’indennità all’amministrazione?
Teste NO
Avv: Le è stata riconosciuta la causa di servizio?
Teste: Non l’ho chiesto
Avv. E non è partito in automatico a seguito della sua relazione?
Teste Non le so dire perché non sono stato convocato dall’ospedale militare….

GULLERI ANTONIO, secondo reparto mobile di Padova. Il 3 luglio era in servizio a Chiomonte, zona.. in diverse zone “ci spostavano continuamente”, orario “7-13 poi prolungato”.
Teste: Stavamo per andare in un posto, si verificava un’emergenza, e ci spostavano in un altro.. non c’è un posto dove siamo stati tanto tempo, tranne la centrale elettrica
PM Puo’ spiegare la distrazione del polso?
Teste: Siamo stati chiamati in zona centrale, saranno state le 16 circa, li’ ci siamo schierati ed è iniziata una sassaiola, io ho iniziato a vedere che ci arrivavano pietre,bottiglie e con lo scudo ho cercato di proteggermi il più possibile, poi da una sorta di collinetta alla nostra destra è arrivato un masso, visto che sasso non era, che mi ha colpito il braccio e ho dovuto arretrare, sono rimasto stordito…
PM Al pronto soccorso di Susa le hanno dato 7 giorni, poi?
Teste: Poi hanno provato a fare una tac o una risonanza e hanno ritenuto opportuno darmi il tempo che si sgonfiasse per poi andare a Padova dove risiedo a fare ulteriori accertamenti per verificare che fosse tutto a posto, alla fine la prognosi complessiva sarà stata di 15 giorni,gli ultimi dati dal medico della polizia che riteneva che dovessi riposare il braccio che era ancora gonfio. Mi hanno applicato un gesso, consigliati 5 giorni.
Non ha avuto risarcimenti privati, si è costituito parte civile.
Avv. D’Amico: ha richiesto indennità all’amministrazione?
Teste NO
Avv. Ha avviato le pratiche per la causa di servizio?
Teste Credo di no
Avv Cmq lei non è stato chiamato per una visita
Teste No essendo valutato dal teste della polizia non era il caso di andare oltre
Avv Lei conosce il teste AIELLO?
Teste SI, è un mio collega
Avv E avete scritto insieme l’annotazione di servizio?
PM: C’è OPPOSIZIONE ALLA DOMANDA
Giudice: NON AMMETTO LA DOMANDA

Giudice: La distorsione se l’è procurata perché è stato colpito da un oggetto o perché è caduto?
Teste: No, un masso, ho cercato di proteggermi dal masso…
Giudice: Quindi era il braccio con cui teneva lo scudo?
Teste: No, con lo scudo ho cercato di protegermi con la sinistra, ma dalla collinetta è arrivato il sasso che proveniva dall’alto…

Teste PINTO ANDREA. Secondo reparto mobile Padova. Il 3 luglio era prima al museo, poi alla centrale elettrica. E’ stato ferito…
Teste “Intorno… mi sono fatto male alla centrale intorno alle 16 – 16:30 colpito ripetutamente da sassi, oggetti e quant’altro sulla parte alta del torace. Con una contusione sul torace
PM Trauma toracico?
Teste confermo
PM: Prognosi dall’ospedale di Rivoli?
Teste 10 giorni, poi sono stato visitato in altre strutture,con altri 10 giorni, non ricordo con precisione…  Non ho avuto risarcimenti danni, non mi sono costituito parte civile.
Avvocatura dello Stato: Lei indossava lo scudo?
Teste:SI
Avv. E i colpi, i lanci da dove provenivano?
Teste: Da tutte le parti
Avv. Come mai lo scudo non è riuscito a proteggerla?
Teste Lo scudo s’è rotto, i lanci arrivavano da tutte le parti, mi sono coperto ma era impossibile, ho avuto diversi lanci sul petto e mi sono fatto male.

[Nota di Redazione: Simonetta in pausa, i prossimi testi saranno trascritti da Eleonora Forno]

Ci perdiamo il nome dell’agente che testimonia ora, ma non cambia molto: il teste dichiara di essere stato colpito da un sasso sul casco, di avere avuto prognosi di 10 giorni poi prolungati a 60, e nessuna forma di risarcimento privato, né costituzione di parte civile.
Pm gli chiede quali siano stati i postumi
Teste Problemi a livello cervicale, non hanno ritenuto opportuno farmi rientrare in servizio
Difesa gli chiede in quali zone fosse stato impiegato il 3 luglio
Teste non ricorda con precisione, ma ricorda che quando fu colpito sul casco era in un boschetto vicino all’area cosiddetta archeologica, non alla Centrale.

Viene introdotto il teste Lisin Flavio, Reparto mobile di Firenze, il 27 giugno 2011 fu colpito alla spalla sinistra, dichiara che la causa fu un sasso, tiratogli mentre usciva dalla galleria dell’autostrada dall’alto, in tarda mattinata. Finito il servizio fu visitato al Cto di Torino, prognosi 15 gg non prolungati, nessun risarcimento né costituzione parte civile.
Difesa chiede precisazioni su cosa intende per tarda mattinata, teste non ricorda con precisione.
Gli viene fatto vedere un video e gli si chiede se riconosca il luogo da cui provenivano i lanci, zona autostrada svincolo.

Entra ora il teste La Notte Vincenzo, in servizio presso il Reparto Mobile di Padova il 3 luglio 2011, in area Maddalena.
Il pm gli chiede delle lesioni riferite in precedenza.
Teste: luogo Centrale elettrica, probabile sasso, alla spalla, prima prognosi di 7 giorni, poi il medico di famiglia glieli aggiunse a 20 in tutto. nessun risarcimento né costituzione parte civile.
Difesa avv. Melano gli chiede l’orario
Risponde verso 15,30
Difesa Aveva dichiarato le 16
Risponde Sì, probabile.

Entra il teste Cesano Luigi, in servizio presso il I battaglione Moncalieri il 3 luglio presso via dell’Avanà nei pressi Centrale Elettrica. Gli fu al Cto diagnosticata lesione spalla sinistra.
Teste: sì, l’ora + o – nel pomeriggio, zona Centrale elettrica, ci tiravano di tutto e mi colpì una pietra sulla sinistra, non interruppi il serv izio, andai prima al pronto soccorso del posto, poi CTO. Restai assente solo per 5 giorni in tutto. Nessun risarcimento, ma costituzione parte civile.
Difesa chiede dov’era esattamente al momento del ferimento, se era in movimento, se c’era carica
Teste: carica no, ma avevamo caschi e scudi e ci tiravano di tutto. L’ora non la ricordo di preciso ma era primo pomeriggio, io dalla mattina ero in servizio, quindi a metà servizio circa. Successe tutto in fretta, non potevo controllare l’orario
A domanda da cosa fosse stato colpito, risponde una pietra.
Difesa: ma referto medico non parla di abrasione
Teste: non sono un medico.
Pm mostra immagine di lanci di pietre presso la centrale, e lui riconosce con certezza immagini del luogo.

[Riprende trascrizione Simonetta Zandiri ]

TESTE GINEFRA SAVERIO. Il 3 luglio era al Varco 1,centrale elettrica. Ha iniziato il servizio alle 7, circa. Diagnosi: trauma al polso destro. Teste: Eravamo schierati davanti al cancello vicino alla centrale elettrica, mi è arrivato un sasso dalla collina…
PM Ha colpito il polso
TEste: il polso
PM La prognosi iniziale fu di 5 giorni, è stato poi visitato?
Teste Si, dal mio medico, ho avuto circa una ventina di giorni di prognosi totali. Non ho avuto risarcimenti privati, non mi sono costituito parte civile.
Avv.Panini: per quanto riguarda la collina, si ricorda dov’era posizionata?
Teste: Alla mia destra.
Giudice: Si ricorda più o meno che ora fosse quando le è arrivato il sasso sul polso?
Teste: Circa le 17, polso destro.

Teste ANTONINO PARISI. 1° Battaglione Piemonte, Carabinieri. Il 3 luglio prestava servizio presso la centrale elettrica, via dell’Avanà. ha iniziato il servizio in mattinata presto, non ricorda bene l’orario, terminato intorno alle 19;30. All’una e trentadue viene dimesso dal CTO con trauma distorsivo cervicale. Teste “se non ricordo male il trauma fu provocato da arrivo di sassi verso il mio indirizzo, nel casco, nella maschera, provocandomi questa distorsione del collo, hanno colpito sia il casco che la maschera, sono stato colpito da più di un oggetto… ha provocato sia la rottura del filtro che…”

La prognosi iniziale fu di 7 giorni, poi fu visitato ancora con una prognosi complessiva di 14 giorni in tutto. Non ha avuto risarcimenti privati. Si è costituito parte civile. Non ha ancora chiesto indennità perché non ha abbastanza informazioni, rispondendo alle domande dell’avv. D’Amico. L’Avv. Panini chiede precisazioni sull’orario, intorno alle 17:00, il teste non ricorda bene. 
Avv. Lei è stato sentito per SIT nel dicembre 2011 e riferiva che intorno alle 15:30 – 16:30 terminavano i lacrimogeni per lanciatore e dovevamo lanciarli a mano in tale occasione dovevamo avvicinarci ai manifestanti… 
Teste: in quell’orario fini’ il materiale da lanciare e si proseguiva con quello a mano. io ero lanciatore e quindi non avevo lo scudo. il lanciatore si lancia con apposito lanciagranate che si tiene con due mani, ma quando sono stato colpito lanciavo quelli a mano.. e stavo a circa 2 mt dal betafence, ma con il lanciagranate stavo più distante e protetto dalla schiera di colleghi con gli scudi, non so dire a che distanza ma a più di 20 metri sicuro
PM: Obiezione, le domande sui lacrimogeni non sono oggetto della testimonianza
Avv. Ma si è fatto male mentre lanciava il lacrimogeno a mano
(breve discussione con il PM)
Le domande della difesa tentano di capire a che distanza si trovava il teste per effettuare il lancio a mano, dai manifestanti, il PM si oppone.
L’avv.Vitale fa notare che nel certificato medico del PS si legge trauma contusivo distorsivo del rachide cervicale, non della spalla. Il teste spiega che inizialmente aveva male alla cervicale, ma poi ha avuto anche altri dolori e non riusciva ad allacciare la giacca. L’avvocato ribadisce che si è avvicinato ai betafence per lanciare a mano, e l’oggetto che l’ha colpito non ha quindi oltrepassato la rete di protezione ma è arrivato da destra. Il teste spiega che i sassi venivano lanciati a parabola perché altrimenti c’erano le reti. L’avvocato chiede se i sassi arrivavano anche dalla loro destra ma il teste risponde “principalmente di fronte”. Ma “anche dalla collina” l’aveva scritto nella SIT.
L’Avvocato Melano chiede la dimensione dei sassi, il teste risponde “di sicuro più di 20 cm” di diametro.

SORRENTINO SALVATORE, era in servizio a Chiomonte il 3 luglio, zona centrale elettrica. Il PM parla di contusione, il teste di frattura. Teste: alle 11:30 abbiamo visto arrivare degli antagonisti sulla collinetta, aumentavano sempre di più e tentavano di smontare lo sbarramento disposto alla mattina, a questo punto il funzionario ha dato l’ordine di allontanare i manifestanti con i lacrimogeni. L’orario preciso non me lo ricordo, facevamo avanti e indietro lanciando lacrimogeni a mano, penso di essermi fatto male verso le 16, mi è arrivato un masso sulla mano, perché togliendo la spoletta del lacrimogeno, spostando lo scudo mi è arrivato un sasso sulla mano.. eravamo proprio sotto le pietre dei manifestanti, sassi, bulloni, candeggina, non so se candeggina ma del liquido che puzzava, ho sentito dolore ma ho lasciato perdere, quando sono andato sui mezzi nostri ho tolto l’anfibio e mi hanno portato all’infermeria da campo e un medico della polizia mi ha detto meglio che vai in ospedale, poi ho avuto frattura al pollice questo qua non so come si chiama della mano sinistra… contusioni più distacco del piede… mi ricordo che la dottoressa mi ha mandato a fare la lastra e in più la frattura, non so, il distacco.”
PM: LA prima prognosi era di 25 giorni, poi?
Teste: Dopo che mi hanno tolto il gesso avevo ancora il piede un po’ nero e il medico mi ha prescritto la fisioterapia, in totale ho avuto quasi 3 mesi, non tutto ma quasi, poi sono rientrato…
Non ha avuto risarcimenti privati, si è costituito parte civile.
Avv.Panini: Lei riferiva che è stato colpito mentre lanciava un lacrimogeno a mano, ho capito bene?
Teste: Si, penso di si perché lo scudo l’ho spostato
Avv. Mi può dire la distanza tra lei e i betafence?
Teste: Io sono stato colpito dall’alto, non davanti… il sasso arrivava dall’alto
Avv: Mi aiuta a capire la distanza sua dai betafence? Scusi lei lanciava i lacrimogeni, a che distanza dai betafence?
Teste: più o meno due o tre metri… quando mi è arrivato il sasso non ricordo…
Avv. Possiamo dire che lei era a due o tre metri dai betafence quando viene colpito dall’alto, giusto?
Teste: Si, dall’alto….
Avv: La pietra di quali dimensioni era?
Teste: Quella della mano non mi ricordo, talmente era l’adrenalina che non ci fai neanche caso, l’altra era grossa..
Avv. L’orario, più vicino alle 16 o alle 17?
Teste. Non lo so, non guardo gli orari in quel momento là.
Rispondendo a domande dell’avvocato il teste spiega che gli è stata riconosciuta la causa di servizio ma non è stata indennizzata in quanto inferiore al 10% (“Non è più come una volta..”).

Teste SORRENTINO MAURO, Torino, Quinto reparto Mobile. IL 3 luglio era a Chiomonte, zona museale. PM : Quella sera venne visitato al CTO x contusione al piede sinistro. Teste: Presi una pietra, mi colpi’ una pietra e mi provocò questa ferita. L’orario … era il primo pomeriggio, circa. PM: La dimissione dal CTO è intorno alle 16, quindi era un po’ prima….
Teste: SI
PM La prognosi fu di 7 giorni, poi venne ancora visitato?
Teste: No.
Non ha avuto risarcimenti privati, non si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Lei adesso ha detto di essere stato colpito da una pietra, ne è sicuro? Perché lei aveva detto presumibilmente da una pietra
Teste: Penso di si, presumo sia stata una pietra, ho sentito un forte colpo….

Teste Marco (non si capisce il cognome), quinto reparto mobile Torino. Il 3 luglio era nell’area museale, ha iniziato il servizio alle 4:40. Quel giorno è stato visitato al CTO, contusione alla mano destra.
Teste: Nell’area del museo, venivo colpito da una pietra sulla mano destra..
PM Ha visto la pietra?
Teste No, ho sentito solo il colpo
E’ stata fatta una prognosi di 7 giorni, e dopo i 7 giorni si è fatto refertare in caserma dal dottore del reparto perché aveva ancora la mano gonfia, ed ha avuto complessivamente 56 o 57 giorni. “Avevo la mano molto gonfia”. Non ha avuto risarcimenti privati, si è costituito parte civile. L’orario approssimativo è intorno alle 15:00 del pomeriggio. L’avv.Vitale chiede se è stato ferito durante una carica… Teste: io ricordo che avanzavamo, ero davanti allo schieramento.
Avv.Vitale: Lei aveva fatto una relazione di servizio dicendo di essere stato colpito presumibilmente da una pietra, ora dice di essere sicuro…
Teste: La relazione l’ho fatta il 4, il giorno successivo, ho usato il termine presumibilmente perché la pietra era una pietra però le dimensioni non sapevo decifrarle perché ce n’erano tante…. non c’era nient’altro, solo pietre
Avv. Lei ha individuato la pietra che l’ha colpito o dice ci son pietre per terra mi avrà colpito una pietra?
Teste: Non l’ho individuata
Avv. Al pronto soccorso le sono state fatte delle lastre?
Teste si
Avv Successivamente ha fatto lastre?
Teste NO, io riferivo che avevo dolore alla mano
Avv. Va bene, grazie
Avv. D’Amico. Lei ha richiesto il riconoscimento della causa di servizio?
Teste si, è in fase di valutazione.

Teste RUOTOLO GIUSEPPE. Quinto reparto mobile di Torino. Il 3 luglio era nella zona museale. Si è procurato una lesione al metatarso destro, distrazione muscoli collo….
Teste: durante l’arco di tutto il servizio mi sono procurato queste lesioni, non tutte nello stesso momento. (il PM chiede di distinguere i vari momenti). Di mattino ho avuto una distrazione al ginocchio inciampando su vari sassi, dopo ho preso una botta sul piede e infine in testa, sui muscoli del collo.
PM Prognosi di 10 giorni, poi ha fatto altre visite mediche?
Teste: Si, con il medico curante giu’, a casa
PM :Le contusioni ai muscoli sono dovute a qualcosa che l’ha colpita?
Teste: Al piede e alla testa si
PM Cos’erano?
Teste PResumibilmente sassi.
PM Perché presumibilmente?
Teste erano gli oggetti che volavano.
PM QUanti giorni si è assentato in tutto?
Teste: Un totale di 30 giorni.
NOn ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile.
Avvocatura dello stato. Queste tre lesioni che lei ha riportato in tempi successivi hanno determinato l’assenza di trenta giorni ma il prolungamento da cosa è stato provocato da tutte e tre o da una in particolare?
Teste: Ginocchio sinistro, dai tendini.
Avv. Quindi le altre sono guarite prima? Rachide e contusione del piede si sono risolte in 10 giorni, giusto?
Teste: Giusto.
I giudici chiedono di collocare nel tempo le varie lesioni, intorno alle 12 e alle 17, più o meno.

Teste VENERE CRESCENZO CLAUDIO. In servizio alla questura di Napoli, commissariato d’Ischia. Il 3 luglio 2011 era nel V reparto mobile di Torino. Si trovava al cantiere TAV, area museo. Quella sera venne refertato al Martini Nuovo contusione alla caviglia destra “da aggressione”, con 10 giorni di prognosi.
Teste: Si, la lesione al piede l’ho avuta che sono stato colpito al piede destro da un sasso con la diagnosi appunto di 10 giorni allo stesso piede ed ero al cantiere tav di Chiomonte, area museo.
PM Il sasso l’ha visto? Ha dedotto che fosse un sasso?
Teste Ho visto che era un sasso, comunque a terra ce n’erano tanti altri quindi non ho visto proprio il sasso che mi ha colpito.
Dopo la prognosi non è più stato visitato, non ha avuto risarcimenti privati, non si ricorda se si è costituito parte civile.
Avv.Vitale: Quando è stato colpito lei era davanti, dietro, a metà?
Teste: Ero avanti, si, in prima fila.
Giudice: Più o meno a che ora ha preso la sassata al piede?
Teste: Circa mezzogiorno

Teste PAOLO GENNACCARO, in servizio attualmente presso la questura di Frosinone, ma in forza all’ottavo reparto mobile di Firenze, aggregazione momentanea. Il 3 luglio era con il V reparto mobile di Torino, in servizio presso il cantiere TAV di Chiomonte, sistemati nell’area archeologica attigua al museo. Ha iniziato il servizio alle 4:40 del mattino. La sera fu visitato presso il CTO di Torino, diagnosi ustione a piccole chiazze a mano sinistra e avambraccio destro con prognosi iniziale di 10 giorni.
Teste: Il fatto è avvenuto nell’area museale alla fine di questa, siamo penetrati oltre la rete che era stata divelta e in un tentativo di alleggerimento sono stato colpito da… (non si capisce)… alle 15:30
PM: Nella sua relazione parlava delle 14:20Teste: Si, sarà quello
PM: Successivamente si è fatto visitare?
Teste: Ho fatto solo una relazione e poi sono rientrato in servizio al termine, un giorno prima, dopo 9 giorni.
Non ha avuto risarcimenti, non si è costituito parte civile.

BENEDETTO ANDREA (di Avigliana) quinto reparto mobile di Torino. Il 3 luglio era in servizio presso l’area archeologica, fu visitato la sera al Martini Nuovo, diagnosi ematoma alla coscia sinistra. Teste: L’ora erano circa l’una e mezza, 13:30, e mi trovavo alle spalle dell’area museale, nel sito archeologico, ho sentito un forte colpo alla coscia sinistra e sono caduto a terra e sono stato trasportato in infermeria. Presumo mi abbia colpito un sasso di una certa dimensione, intorno a me c’erano solo sassi quindi presumo fosse un sasso. La prognosi è rimasta di 8 giorni, non ha avuto risarcimenti privati, non si è costituito parte civile.

Avv.Vitale: Senta lei indossava le protezioni?
Teste SI
Avv. Proteggono anche coscia ,gamba?
Teste: No, le gambe solo ginocchio e stinco, la parte esposta è la coscia dove sono stato colpito, non sono previste protezioni.
PM: Per il 28 cercheremo di fare arrivare gli altri testi, il 4 vorremmo sapere se qualche imputato si sottopone ad esame. Siccome ci sarà qualche recupero, ne rimangono fuori 6 o 7….

Giudice:Gli imputati li sentiamo in ordine alfabetico, il 7 marzo. GLi avvocati della difesa nella prossima udienza comunicheranno i nomi degli imputati che si sottoporranno ad esame.
Udienze di Marzo: 7,11,21,24,31 marzo.

L’udienza termina alle 15:44

Simonetta Zandiri
IL CALENDARIO DELLE PROSSIME UDIENZE: