raccolta-libri-e-cibo30 LUGLIO 2015 – CORSO GIULIO CESARE 45

Venite, se potete, e fate girare, se volete…

Paolo, Erika, Toshi, Marco e Luigi sono agli arresti dal 20 maggio scorso, accusati di aver tentato di liberare sei senza-documenti catturati durante una retata nelle strade di Aurora. I giudici che si stanno occupando di loro non sembrano affatto disposti a rilasciarli velocemente: dopo più di due mesi due sono ancora in prigione, e gli altri ai domiciliari con le restrizioni.

La solidarietà nei loro confronti è innanzi tutto continuare a portare avanti quella lotta che li ha portati in carcere, la lotta per una città dove nessuno sia costretto a scappare perché troppo povero per avere il permesso di soggiorno. Ma è importante anche che sentano la vicinanza e l’affetto di chi, in una città spaccata in due dall’ingiustizia, sta dalla loro stessa parte. E questo vuol dire anche piccole attenzioni: il libro giusto, la lettera che si aspettava, il sapore del cibo che ricorda le strade dove si è vissuto e lottato.

Per questo abbiamo deciso di organizzare una raccolta di cibo e libri per Paolo, Erika, Toshi, Marco e Luigi. Un modo per trascorrere un pomeriggio insieme tra amici, parenti e anche sconosciuti solidali, per aggiornarci sulla situazione degli arrestati e, perché no, trovare insieme nuovi modi per portare avanti la lotta e la solidarietà.

Giovedì 30 luglio alla casa occupata in Corso Giulio Cesare n 45

dalle h 18

RACCOLTA CIBO E LIBRI PER PAOLO, ERIKA, TOSHI, MARCO E LUIGI

H 20:30

CENIAMO INSIEME

Invitiamo chiunque volesse dare il proprio sostegno ai compagni in galera e ai domiciliari a portare il cibo e i libri che vorrebbe far arrivare loro. Ricordiamo che per i tre che sono agli arresti a casa non ci sono, ovviamente, eccezioni a ciò che possono ricevere. Per Paolo e Toshi, ancora in carcere, invece qui sotto l’elenco di quel che può entrare:

● FORMAGGI DURI

● FRUTTA SECCA SENZA GUSCIO (ARACHIDI, MANDORLE, NOCCIOLINE);

● SALUMI;

● PANE CONFEZIONATO A FETTE

● LIBRI CON LA COPERTINA MORBIDA E NON TROPPO VOLUMINOSI

Fonte: Macerie

 

Aggiornamento da macerie @ Agosto 13, 2015

Paolo e Toshi ai domiciliari, Erika libera

Diario

Dopo quasi tre mesi anche Paolo e Toshi sono finalmente fuori dal carcere. Ieri, infatti, c’è stata una nuova udienza di appello contro le misure cautelari e i giudici di turno – è Estate, e a comporre le corti al Riesame non ci sono i soliti magistrati pronissimi ai voleri della Procura – hanno deciso di mollare un po’ la presa disponendo il trasferimento dei due agli arresti domiciliari e la liberazione di Erika, che dovrà però firmare tre volte alla settimana. Una buona notizia, ma a metà: chiusi a casa, Paolo e Toshi non potranno vedere nessuno a parte i propri conviventi (come succedeva fino alla settimana scorsa a Marco, Luigi ed Erika) anche se potranno scrivere e telefonare. In più, a dar conto del clima, a casa non hanno potuto andarci con le proprie gambe – come era successo agli altri tre, e come succede frequentemente di questi tempi – ma chiusi nella gabbia di una camionetta della Polizia penitenziaria. Per Marco e Luigi purtroppo la situazione non cambia: rimangono ai domiciliari.

Tags:

Comments are closed.