L'ironia: l'arma migliore che abbiamoL’Avvocatura di Stato

L’avvocatura di Stato: “Capitolo infiltrazioni mafiose, perché anche questo c’è stato. Lo dico ai colleghi della difesa: come stanno insieme la volontà di combattere la mafia e il lancio di pietre contro i carabinieri non lo vedo, lo Stato e gli enti territoriali sono la vittima della mafia.” [ 14/10/2014 ]

La polizia agisce in base ad una consegna ben precisa, e tutto vuole fare tranne che innescare incidenti. Sia il 27 giugno che soprattutto il 3 luglio l’ordine era quello di evitare gli scontri, evitare il contatto e non raccogliere le provocazioni.
Caduto questo aspetto TUTTO IL RESTO E’ IRRILEVANTE dal punto di vista della commistione dei reati, perché la POLIZIA POTREBBE AVERE FATTO le PEGGIO COSE, le peggio NEFANDEZZE, sul teatro di quegli eventi, ma i reati erano già commessi.Non c’è un rapporto logico. Io faccio l’avvocato dello Stato ”

Sul serio? [ 14/10/2014 ]

NON RICORDO PERFETTAMENTE NULLA

Il teste è uno degli agenti per i quali era stato aperto un procedimento (la sua posizione è poi stata stralciata) per gli arresti (e le violenze sugli attivisti arrestati) del 3 luglio. Gli viene mostrata una foto nella quale si riconosce, l’avvocato gli chiede:“C’è una ragione per cui tiene in mano lo sfollagente?” il teste risponde “non ce l’avevo in mano, lo stavo impugnando”.
Poi sul monitor passano altre immagini, l’avvocato fa notare che si vede un agente praticamente a cavalcioni su uno degli arrestati. Chiede al teste: “lei ricorda questo particolare?” Lui, naturalmente, risponde: “non ricordo PERFETTAMENTE NULLA”. [23/09/2014]

NDRANGHETAV

L’avv.Bertone chiede che venga ammesso un articolo de LA STAMPA sul tema Italcoge e infiltrazioni mafiose, non essendo stata ammessa nella scorsa udienza un’informativa dei Carabinieri, oggetto di altro processo. PM e parti civili si oppongono, la difesa insiste, il PM Rinaudo però cambia idea , mentre le parti civili (ministeri) continuano ad opporsi. “Il ministero si schiera con la mafia” è la battuta di alcuni degli imputati. Breve consultazione tra la corte. Gli avvocati della difesa hanno ricordato anche la testimonianza di Revelli all’ultima udienza, “i manifestanti gridavano mafia!mafia!”… La difesa nota che il Presidente non ha ancora visto l’articolo, gliene porta una copia.
Il Presidente Quinto BOSIO, poiché non c’è il consenso delle parti, rigetta la richiesta.
LA MAFIA SI COMBATTE IGNORANDOLA. E’ il commento del pubblico.
E non posso che condividerlo  [17/06/2014]

La ‘ndrangheta NON E’ TECNICAMENTE AMMISSIBILE. Revelli ha raccontato che i manifestanti al cancello della centrale gridavano “Mafia!Mafia!” , introducendo cosi’ una domanda dell’Avv. Bertone che presenta un’informativa dei Carabinieri, del 2011, legata alle indagini Minotauro, che potrebbe dimostrare i legami tra certe famiglie coinvolte nelle aziende all’epoca operative nei primi lavori di recinzione del cantiere e quel mondo, la ‘ndrangheta, oggetto dell’inchiesta minotauro. Agitazione tra i banchi di PM e parti civili, la PM fa opposizione, anche l’avv. Bertolino ( che pensavamo fosse avv parte civile del SAP ma a quanto pare è anche l’avvocato di ITALCOGE, costituita parte civile in questo procedimento e oggetti del discorso sulla mafia), dopo una breve discussione il Presidente Quinto Bosio con viva e vibrante soddisfazione conferma che il DOCUMENTO NON E’ AMMISSIBILE.
Specifica, poi, che è solo una questione TECNICA.
Certo, perché TECNICAMENTE la mafia NON ESISTE. [10/06/2014]

NONSENEDEVEPARLARE

Torino Foto Luigi Sergio Tenani:MANIFESTAZIONE NO TAV SCONTRI TRA MANIFESTANTI E FORZE DELL'ORDINE

PM Quaglino “NON CAPISCO PERCHE’ DOBBIAMO VEDERE QUESTE IMMAGINI” [3/10/2014]

LANCI DI LACRIMOGENI & DINTORNI

Avv: Ha visto lanciare lacrimogeni con lanciatore?
Teste: Sicuramente si
Avv: Per quanto riguarda l’ordine di lancio da chi è arrivato?
Il Presidente interrompe, “c’è un’ordinanza nostra che vietava questi termini, non posso ammettere la domanda”.

Avv: Allora mi puo’ spiegare come vengono utilizzati gli scudi nei confronti dei gas?
Teste: Gli scudi vengono utilizzati perché i manifestanti solitamente quando vanno in un’area vietata stanno dietro gli scudi dietro i quali si nascondono….
Avv: Ma lei prima ha detto che vengono utilizzati per ripararsi dai lacrimogeni, dal momento che mi ha spiegato che i lacrimogeni disperdono attraverso l’emanazione del gas, la domanda è come riferisce lo scudo all’opposizione al lacrimogeno?
Teste: Avrò detto un’inesattezza prima… [23/12/2012]

PIETRE, PETARDI & QUANT’ALTRO

Avv.Fagioli (parti civili): Si ricorda la dimensione dei sassi?
Teste: Le dimensioni erano varie, non c’era una dimensione unica, poteva arrivare un sasso come un pugno come anche sassi più grossi, infatti il sasso che mi ha colpito mi ha sbilanciato quindi presumo fosse più grosso, perché i caschi sono predisposti a prendere colpi. [ 10/02/2014]

PM: Da cosa è stato colpito?
Teste: Di tutto, pietre, pezzi di ferro, MATTONI…. [ 10/02/2014]

PM: Le lesioni?
Teste: Sul polso e sul ginocchio, poi anche in testa… ma avendo il casco…
PM: La contusione è mediale coscia destra, NON ginocchio
Teste: Vabbè, sulla coscia… [ 10/02/2014]

 

Avv. Nel certificato medico viene riportato “lesioni dipendenti da percosse”, lei è entrato in contatto diretto da qualcuno?
Teste: No, non siamo venuti in contatto con i manifestanti.
Avv.Bertone: Lei ha detto di essere inciampato sui sassi per procurarsi la distorsione, avanzava, indietreggiava o era fermo?
Teste: Non ricordo, era una molla, si avanzava, si indietreggiava, non saprei, ero nell’area archeologica…
Avv. Il sasso era fermo o si stava muovendo?
Teste: Non glielo so dire, è stato un continuo sassi addosso… [ 10/02/2014]

Avv.Fattizzo: mi interessava approfondire la sua lesione. Lei all’ospedale CTO ha riferito “percosse in seguito a scontri” , quindi lei ha avuto delle percosse sul braccio?
Teste: Mah, forse quando mi urtavano anche i colleghi, perché io sono caduto…
Avv. E’ stato percosso dai colleghi?
Teste: No, non necessariamente le percosse sono volontarie
Avv: Io leggo qui il certificato
Teste: Io sono stato anche intossicato da CS
Avv. Lei non aveva una contusione, fondamentalmente uno sforzo muscolare…
Teste: io quello che ho detto a voi ho detto anche a medico, le dico la verità, poi non so cosa ha scritto il medico…
Avv. Quindi lei non ha avuto una contusione
Teste: io non riuscivo ad alzare il braccio, il livido non necessariamente può essere all’esterno
Avv. Non aveva un livido?
Teste: non so se ci ho fatto caso ma credo, credo di no…
Avv. Crede di no?
Teste: Boh, non ricordo, è passato tanto tempo. [ 10/02/2014]

Avv. Poi lei ha riferito un’intossicazione, stavate lanciando lacrimogeni?
Teste: Si, ci stavano lanciando di tutto
Avv. Ma VOI lanciavate lacrimogeni?
Teste: Si qualche collega, ma era più distante
Avv. Lanciavano lacrimogeni a mano o ….
Teste: Non ho visto, c’era sole, confusione, non si capiva…. li’ in mezzo [ 10/02/2014]

Avv. Senta lei prima ci ha detto che… sempre nel verbale di SIT parla di coscia sinistra e caviglia destra, ma nel certificato di pronto soccorso si dice “giunge in PS per essere curato contusione gamba e coscia, la caviglia non…”
Teste: gamba… io mi ricordo che mi avevano fasciato la caviglia, avevo un ematoma sulla coscia e mi avevano fasciato la caviglia. [ 10/02/2014]

Avv.Fattizzo: Ha parlato di bottiglie con acido, ha avuto modo di raccoglierle, avete analizzato il liquido, è rimasto bruciato, qualcuno è rimasto bruciato? Come fate a dire che era acido?
Teste: No, infatti abbiamo saputo dopo, noi abbiamo visto solamente un liquido che nel momento della rottura fuoriusciva del fumo, allora uno prestava attenzione ipotizzando acido o altro, poi in ospedale abbiamo saputo che era acido
Avv. Chi ve l’ha detto?
Teste: Voci che dicevano “addirittura acido”, io personalmente non sono un chimico, come faccio a saperlo? [ 10/02/2014]

PM La pietra dove finisce?
Teste: onestamente io….
PM: Non l’ha colpita?
Teste: in quella situazione non me ne sarei accorto…[23/12/2012]

IDENTIFICAZIONI

Avv.: “Come sono gli occhi?” (riferito ad un imputato riconosciuto dal teste)
Teste: “Vicino al NASO”.[23/12/2012]

Avv. (mostra una foto) Quella macchia nera sarebbe il tatuaggio sul braccio?
De Mar: Se ingrandiamo la fotografia si capisce, si….. proviamo ad ingrandirla….
Avv. Potrebbe anche essere un braccio sporco
De Mar. Potrebbe anche essere, ma secondo me no… (La Procura si oppone, interrompendo il controesame della Difesa, la Difesa invita la Procura a rispettare la procedura e non interrompere il controesame).
Avv. Eravamo arrivati al punto che il teste diceva…. e NON VA BENE che la pubblica accusa interrompa quando il teste dice cose importanti per la difesa… diceva che non si capisce se è un braccio sporco o un tatuaggio… ripeto la domanda: da cosa deduce che è un tatuaggio e da cosa esclude che possa essere un braccio sporco?
De Mar: Nella fotografia in cui il soggetto si trova davanti al parco uno della centrale elettrica si capisce meglio che quello sull’avambraccio sinistro è un tatuaggio.. se fanno scorrere le foto gliela mostro… (scorrono le foto sul monitor) Ecco, io da questa ritengo che è un tatuaggio…
Avv. E’ una valutazione, ma io le chiedo in base a quale elemento oggettivo dice che questo è un tatuaggio e non delle macchie sul braccio…
De Mar: Io di tatuaggi ho avuto modo di vederne diversi e le dico che questo secondo me è un tatuaggio..
Avv. Quindi è una sua impressione
De Mar: Se la mette così è un’impressione
Avv. Benissimo, grazie. [2/12/2013]

Avv. Rasulo: “Ricordo che la dr.ssa Quaglino nel corso della requisitoria, trattando della posizione di Custureri, disse, descrivendo la fattezze fisiche del soggetto, “se fossimo altrove, direi che ha degli occhi molto belli”.…era evidentemente una battuta che ben poco ha di giuridico e sia permesso anche a me di farne una “la Procura chiede tre anni per avere degli occhi belli, li avesse avuti brutti avrebbe chiesto l’ergastolo!” [25/11/2014]

Simonetta Zandiri – TGMaddalena.it

 

Tags:

Comments are closed.