coldimosso copia2013 16 DICEMBRE ORE 15 – Ultima, si presume, udienza del processo relativo ai fatti di COLDIMOSSO del 17 febbraio 2010 quando i notav, dopo assemblea svoltasi presso il presidio di Susa Autoporto, decisero di  far visita alla trivella arrivata la notte precedente con l’intento- peraltro mai realizzato –  di svolgere un sondaggio nella zona di Coldimosso, tra Bussoleno e Susa.

Ci furono alcune palle di neve lanciate  da distanza considerevole dai No Tav, tra il nervosismo delle forze dell’ordine, capitanate dal rinomato Spartaco Mortola, che ordinò pesanti cariche.

Bilancio dei feriti, colpiti ripetutamente alla schiena e in testa mentre erano caduti tra le radici nella neve: due ricoverati all’ospedale di Susa – le foto del volto tumefatto di Marinella faranno il giro d’Italia – e un ragazzo, Simone, portato in prognosi riservata alle Molinette di Torino con un grave trauma cranico.

Dei 24 imputati di oggi solo 3 sono accusati di ridicoli reati quali “travisamento”…sciarpa di notte e mentre nevica… (qui l’udienza del 5 dicembre con l’arringa della difesa).

Per gli altri le accuse, peraltro confuse e poco certe in contradditorio, si riferiscono a fatti di presunta violenza e addirittura rapina di un’agenda a un poliziotto, nel corso della stessa notte, quando molti notav si recarono alle Molinette dove il loro compagno pareva in fin di vita e alla redazione de La Stampa.

Fonti: testimonianza diretta

Alle ore 15 entra la Corte e ha inizio la lettura della sentenza, imputato x imputato: 24 le condanne, da un minimo di 4 mesi ad un massimo di 9. Stralciate le accuse di rapina, ma valide tutte le altre, comprese quelle di travisamento. Faremo appello, dopo aver letto, entro 90 giorni, le motivazioni di questa sentenza.

Maria Eleonora Forno TG MADDALENA

 

Comments are closed.