IMG_20180614_13431714 giugno 2018

“…Milano carabinieri e polizia che ti guardano severi, chiudi gli occhi e voli via.”

L. Dalla

Brusco risveglio… rumori insoliti, voci… ma che succede?

Prove di (stra)ordinaria repressione!

Via Palmanova 59, sgombero di famiglie e compagn*

Via Palmanova 59, oltre venti camionette tra polizia e carabinieri, mezzi dei VV.FF., protezione civile, ambulanze…

Via Palmanova 59, un intero isolato… ISOLATO!!!

Bloccata via Palmanova, una delle arterie per la viabilità milanese, via Cesana, via Anacreonte. Un ampio assedio che stringe il civico 59.

Il triplo cordone (esterno municipale per gestire il caos del traffico, segue quello di carabinieri e polizia per chiudere l’isolato e si conclude con i celerini che bloccano gli accessi diretti al cortile del palazzo) filtra chiunque, senza documenti comprovanti la residenza entro la cerchia non si passa.

La questura milanese mostra i muscoli e, a nostro giudizio, è evidente che insieme alla voglia di dimostrare che la “legalità” non è appannaggio solo delle istituzioni centrali si è pensato di sposare l’intimidazione nel dispiegamento sproporzionato dei mezzi.

Girando tra le strade si raccolgono voci, cittadini smarriti, impauriti da tanta polizia in assetto antisommossa, moltissimi sono furibondi per i problemi causati alla circolazione e più d’uno, informato di quanto accade, esprime la propria comprensione per le famiglie occupanti e oggi sgomberate. Racconta un sudamericano “Aler chiede un ISEE di minimo 16.000 euro oltre che i lavori di ristrutturazione a carico dell’affittuario”.

Verificato il bando, per 45 alloggi TOTALI su Milano, effettivamente troviamo l’indicazione dell’ISEE minimo e della richiesta di “piccoli interventi” non meglio specificati…

Un gruppo di compagn* stazionano in zona, valutano quanto accade, parlano, guardano l’ennesimo esempio di repressione. L’ennesimo caso che lo Stato decide che vanno colpiti i più deboli, che un mercato immobiliare gonfiato e che esclude molti dall’accesso ad una casa è quello che deve essere difeso.

La situazione, esternamente, appare cristallizzata. Cosa stia accadendo dentro quel cortile non ci è dato sapere.

Sono quasi le 14:00 un elicottero della polizia comincia a girare intorno alla zona.

 

Leotarda Sgabbiossa

Comments are closed.