Corteo Nazionale contro la Vivisezione e XIV incontro per la Liberazione Animale e della Terra

locandina2018_WEB

XIV INCONTRO DI LIBERAZIONE ANIMALE E DELLA TERRA

6 /7/8 Luglio – “La Casona” via Ponticelli, 43 – Ponticelli di Malalbergo (Bologna)

VENERDI’

15.00 PRESIDIO in Piazza Trento-Trieste a Ferrara
16.30 Partenza CORTEO CONTRO LA VIVISEZIONE
19.00 Fine corteo partenza per “La Casona” di Ponticelli di Malalbergo dove inizierà il
XIV INCONTRO DI LIBERAZIONE ANIMALE E DELLA TERRA
20.00 cena
21.00 SENZA TITOLO
Vogliamo aprire questo nuovo incontro con un momento di discussione aperto che non indirizzi immediatamente il corso delle nostre riflessioni e discussioni. Il tema sarà lo stesso motivo che ci porta qui ogni anno: la liberazione animale e della Terra. Non dare un titolo o un’indicazione precisa non significa andare a ruota libera su tutto e su niente. Questo momento vuole riprendere e intrecciarsi con quelle che sono state e sono le maggiori riflessioni uscite nell’ultimo anno all’interno dei contesti per la liberazione animale e della Terra, in particolare faremo riferimento all’assemblea antispecista che ha raccolto e maturato esperienze molto diverse tra loro come storia e portata. Partiremo proprio da queste diversità, ma all’interno di una comune tensione, per andare verso la costruzione di nuove progettualità, dove la lotta reale e concreta torni ad essere la protagonista.

SABATO

8.00 colazione
9.00-11.00 L’AMMINISTRAZIONE DEL DISASTRO
Le nuove tecnologie sono gli strumenti in mano al sistema tecno-scientifico per poter mantenersi. Attraverso di esse il potere affina i propri strumenti per penetrare sempre più i viventi e la natura, rendendosi così indispensabile e incontestabile. È attraverso le nuove tecnologie che il sistema trova nuova linfa, traendola proprio dagli effetti collaterali e irreversibili da esso stesso creati.
Propongo una riflessione sulla risposta del sistema all’estinzione di nuove specie animali. Una risposta che necessariamente rinforza e alimenta le esigenze di manipolazione e controllo dei viventi.
11.00- 13.00 LOTTE INDIGENE: LA BIODIVERSITÀ CULTURALE RESISTE CONTRO IL TOTALITARISMO DEL PROGRESSO TECNICO
Riflessione su alcune mobilitazioni e resistenze passate e presenti nel Sud e nel Nord del mondo. Cosa lega i nativi che si ribellano all’avvelenamento chimico, le comunità Mapuche che combattono contro la Benetton, i militanti Chipko che proteggono le foreste in India, il popolo Ogoni che combatte la Shell in Nigeria e innumerevoli altri nativi che si battono contro i biocarburanti, la deforestazione, l’agricoltura intensiva, gli assassini degli attivisti e per la sopravvivenza delle proprie comunità e cosa lega tutto questo alle lotte antisistema che portiamo avanti qui da noi?
13.00 pranzo
14.30- 17.00 NUMERI E CORPI: SCIENZA, CAPITALISMO E DOMINIO
Scienza e capitalismo, dalla loro nascita a oggi, hanno sempre più acuito il dominio sul vivente. Due dei motivi del loro “successo” sono il concepire ogni limite come un ostacolo da superare e l’usare un linguaggio formale che permette di tradurre le singolarità spigolose dei corpi nella fredda piattezza di calcoli e algoritmi. Ma i corpi sono traducibili in algoritmi o costituiscono un argine al loro avanzare?
17.00- 19.30 CORPI ANIMALI E DISPOSITIVI DI POTERE
INTERCONNESSIONE TRA QUESTIONE ANIMALE E FEMMINISMO
Un’analisi che parte dai dispositivi di oggettivizzazione, distacco, smembramento, risignificazione che si iscrivono nei corpi degli altri animali e nei corpi delle donne, per arrivare alla decostruzione e alla cancellazione della materialità dei corpi e della donna.
19.30 cena
21.00 COME È STATO POSSIBILE?
Quante volte il pensiero dell’azione di liberazione si è fermato prima di concretizzarsi su ostacoli piccoli, grandi o semplicemente inesistenti? Quando questi ostacoli erano effettivamente presenti come è stato possibile farvi fronte? Utilizzando materiale video e documenti d’archivio e anche testimonianze di attivisti con trascorsi di azione diretta per la liberazione animale, cercheremo di tracciare un filo che non si limiterà a interrogarsi sui tanti perchè, ma che si soffermerà sul come è stato possibile indagando le difficoltà incontrate nel corso dell’agire, dalla parte preparatoria al momento concreto dell’azione, dagli aspetti più semplici a quelli più complessi.

DOMENICA

8.00 colazione
9.30-14.00 Cosa bolle in pentola:
NO AL GASDOTTO TAP, PER BLOCCARE TUTTO
Dai combustibili fossili alle energie rinnovabili, tutto viene sfruttato. Le fonti energetiche si moltiplicano al fine di produrre merci, continuare a fare le guerre, sostenere l’ordine sociale.
Imponendo alle persone la gestione poliziesca della loro esistenza e la devastazione ambientale dei luoghi in cui vivono.
Da tutto questo si è partiti per contrastare la costruzione del gasdotto Tap (che dovrà trasportare metano per migliaia di km, dall’Azerbaijan fino alla Puglia in Italia), nel tentativo di incrociare una lotta contro una nocività specifica col blocco di questo mondo, nell’aspirazione di aprire orizzonti più ampi, al di fuori della politica e contro ogni logica istituzionale e quantitativa.
A cura di alcuni nemici di Tap.
14.00 pranzo
Scopo di questo incontro è il desiderio di fermarci a riflettere sulle basi teoriche e sulle prassi di liberazione dei viventi e della Terra, ponendole in relazione con quanto sviluppato da altri movimenti di critica sociale.
In particolare discuteremo di nuove prospettive e progettualità confrontandoci con l’assemblea antispecista, della risposta del sistema all’estinzione di nuove specie animali, di lotte e resistenze indigene, di scienza, capitalismo e dominio, di corpi animali e dispositivi di potere creando un’interconnessione con il femminismo e sul come è stato possibile realizzare azioni di liberazione animale. Ci sarà un momento dedicato a “Cosa bolle in pentola” dove torneremo a parlare di lotta al TAP e ovviamente lo spazio resterà aperto ai nuovi progetti che si faranno avanti.

PER TUTTA LA 3 GIORNI:
– CAMPEGGIO LIBERO
– CIBO SENZA SFRUTTAMENTO ANIMALE E SENZA VELENI A SOTTOSCRIZIONE
– DISTRIBUZIONI DI MATERIALE INFORMATIVO (porta la tua distro)
– MOSTRE

Come arrivare e altre informazioni le trovi su: www.incontroliberazioneanimale.net
Info line: 370 36624234 (sarà attiva da quindici giorni prima dell’Incontro)

Comments are closed.