Aula Bunker, TorinoOggi sono previsti gli ultimi testi dell’accusa (7), poi le prime deposizioni degli imputati.

Ore 9:18 inizia l’appello avvocati/imputati.
Primo teste dell'accusa, Granatoore 9:30, viene chiamato il primo testimone, GRANATO. L’avv.Vitale chiede di poter depositare la dichiarazione letta nella scorsa udienza dall’imputato Maniero, il PM specifica che “non è quella della revoca, ma è solo quella dell’allontanamento dall’aula”. Si procede.
Granato Emanuele Vincenzo, 1° Reparto Mobile di Roma. PM: Nel luglio 2011 dove prestava servizio?
TEste: primo reparto mobile di Roma. In località Chiomonte per servizio per manifestazione NO TAV. All’inizio eravamo in galleria a Giaglione, poi ci hanno spostato alla Maddalena, al presidio.
PM: Dove?
Teste: Maddalena…
PM: Se le dico piazzale area archeologica?
Teste: SI, era quello. Sono arrivato intorno alle 11:00.
PM Ci vuole dire cos’ha visto?
Teste: Quello che hanno visto un po’ tutti, lanci di pietre, di sassi, un po’ tutto, noi eravamo a difesa dell’area archeologica… (il PM chiede di essere più preciso su dov’era posizionato) Con tutti gli altri colleghi…. a che distanza dalla recinzione di preciso non ricordo, all’interno di quest’area, davanti alla recinzione
PM: A distanza tale che potevate essere colpiti?
Teste SI, io sono stato colpito da sassi, piede sinistro e occhio sinistro.
Non ricorda a che ora, dice durante il servizio che si è protratto fino alle 17:30 poi hanno avuto il cambio da altri reparti perché “parecchi erano contusi”. Non ricorda a che ora è stato colpito. Ma ha terminato il servizio nonostante i colpi. “Sono stato colpito al piede sinistro e occhio sinistiro, refertato al CTO mi hanno dato 5 gg”.
PM: Qui dal certificato risulta trauma contusivo piede destro
Teste: Io ricordavo piede SINISTRO
PM: Non si fa riferimento all’occhio
Teste: Ci dev’essere anche l’occhio sinistro perché quello che più soffrivo era l’occhio sinistro
PM: Anche la sua relazione di servizio non fa riferimento all’occhio… nella relazione si parla di piede sinistro, ma il certificato del CTO fa riferimento al piede destro…
Teste: Io ricordo il sinistro, il medico poi mi ha dato altri 10 giorni quindi in totale sono stati 15 giorni…
L’avv.Bertone mostra sul monitor alcune mappe dell’area, per comprendere dal teste in che punto si trovasse con precisione.  Mostra ora un’imagine di Fabiano Di Berardino portato da agenti, il teste nega di trovarsi in quella zona (IMG5619.jpg). Bertone prosegue con le altre foto, mostrandone una di quelle divulgate nel video shock in cui si vedono alcuni agenti trascinare uno dei manifestanti arrestati e trascinati a terra. Bertone chiede se quella rete fosse stata tagliata, il teste non ricorda, non ricorda neanche se ci fossero altri mezzi parcheggiati. Procedono le foto, MG5600.jpg, il teste continua a non riconoscersi. Si arriva ora alle foto del piazzale. Il teste non ricorda.
Altre foto, il teste non ricorda, Bertone chiede se ricorda un’area adibita a primo soccorso, il teste dice di saperlo ma non ricorda con precisione.
Avv.Vitale: Lei ha detto che dopo i primi 5 giorni le sono stati dati altri 10 giorni, per il piede destro o per il sinistro?
Teste: per il sinistro.
Avv. Lei se non sbaglio non ricorda il momento in cui ha preso la pietra?
Teste: No
Avv. Quindi non sa l’ora… non sa dove si trovava….
Teste: No
Avv. Ma lei ha visto la pietra o?
Teste: No, era impossibile, ho sentito male… ho sentito il dolore e ho visto una pietra a terra, ho presunto che sia stata una pietra.
Avv: ho capito, grazie.
Avv.Novaro: Lei ha detto che verso le 11 si è trovato nella zona, ma il lancio di sassi quando è iniziato?
Teste: Era continuo, da subito
Avv. Ma dal filmato sembra successivo…
Teste: Appena siamo arrivati è stato un lancio continuo
Avv: Eravate statici o vi spostavate?
Teste: Cercando di fare delle cariche di alleggerimento… cercavamo di arrivare verso i manifestanti per disperderli, facevamo un po’ avanti un po’ indietro
Avv.Lei ha visto lanci di lacrimogeni?
Teste: SI
Avv. Molti, pochi?
Teste: Non le so dire….
Avv. A mano o?
Teste: Non so, quelli che ci davano in servizio
Avv. Lanciati con dei congegni?
Teste: Ah si…
Avv. Lei è sempre rimasto in quell’area?
Teste: Si
Avv. ha visto l’arresto di manifestanti?
Teste: NO
Avv. Come mai?
Teste: C’erano lacrimogeni… in quei momenti….
Giudice: Lei più o meno quando è stato colpito al piede sinistro?
Teste: Io dalle 11 che sono arrivato li’… non glielo so dire l’orario preciso.
Giudice: Più verso le cinque o….
Teste: No a metà servizio
Giudice: OK a metà servizio

CASUCCI ROBERTO, reparto mobile di Roma. Anche lui il 3 luglio inizialmente era in galleria a Giaglione, poi presso il sito archeologico La maddalena. “L’orario preciso non lo so, penso intorno alle 9:30-10:00”.
PM: Quindi verso le 10 siete stati spostati nel sito archeologico?
Teste 2TEste: Orientativamente si. E li’ una volta arrivati già c’erano altri reparti in azione, c’era questa zona boschiva adiacente l’area del sito TAV e c’era da arginare le offensive dei manifestanti che cercavano di avvicinarsi alla recinzione
PM: C’è stato scontro tra manifestanti e forze di polizia?
Teste: Contatto mai, sempre lanci di oggetti, pietre… e anche bombe, diciamo dispositivi esplosivi, fuochi d’artificio
PM: E lei è stato colpito?
Teste: All’inizio no, successivamente si quando stavamo sulla parte piana, c’è stato sempre a distanza questo lancio di oggetti e una pietra di queste mi ha colpito, si. Io avevo lo scudo, e quindi l’ho affrontata con lo scudo, lo scudo si è rotto e mi ha procurato una lacerazione sul dito medio della MANO DESTRA.
PM E’ stato curato per questo?
Teste Sul momento c’era li’ sul posto un punto di primo soccorso, quindi quello è stato il primo intervento, successivamente a fine servizio presso il CTO
PM: Il certificato parla di una prognosi di 7 giorni, è guarito in quel termine?
Teste No, sono serviti altri giorni per un totale di 30 giorni, me li ha dati il medico della polizia, sia del reparto mobile sia anche in questura sono stato.
PM: Mi spieghi com’è avvenuta la lesione… impugnava lo scudo con la mano destra?
Teste: No lo scudo si impugna con la mano sinistra e dà una presa ergonomica…
PM La pietra ha sfondato lo scudo?
Teste Si, si, si è diviso proprio a metà. e siccome la mano destra va ad equilibrare l’altra mano l’urto è stato sulla mano destra che reggeva la parte dello scudo, non indossavo i guanti perché pochi attimi prima che c’era calma apparente avevo ripreso fiato, avevo bevuto, un secondo dopo la situazione si è riaccesa e in velocità il guanto nella mano destra non lo indossavo.
Non è stato risarcito, non si è costituito parte civile, non ha un’assicurazione privata.
Avv.Vitale: senta, lei ci ha detto adesso di avere avuto dopo i primi 7 giorni altri giorni, lei ricorda di avere fatto una relazione di servizio?
Teste: si
Avv. è quella dell’8 ottobre 2011, corretto?
Teste: Forse agosto..
Avv comunque successiva ai fatti… noi ne abbiamo una 8 ottobre 2011 in cui lei dice e parla solo dei 7 giorni di prognosi
PM (interrompendo) Lei non può leggerla perché non è agli atti
Avv. Non la sto leggendo. (rivolgendosi agli imputati) Mi puo’ spiegare come mai qui parla solo dei 7 giorni?
Teste: Ma, ce n’è una di agosto… quelli praticamente perché l’ufficio ci ha chiesto di indicare solo il primo referto medico, quello che ci  aveva dato il pronto soccorso
Avv e invece gli altri 23 giorni di prognosi sulla base di esami clinici o visivi e su quello che riferiva lei?
Teste: Il problema è che il taglio era sulla curvatura del dito, quindi praticamente era più lunga la rimarginazione di tale ferito
Avv Capito ma nel certificato medico si parla di TRAUMA CONTUSIVO
Teste con lacerazione
Avv. No, trauma contusivo mano destra. 3 luglio 2011, CTO. Vabbè. Lei ha detto adesso che era una pietra, nella stessa relazione lei diceva “venivo colpito presumibilmente da un sasso” allora non era sicuro che fosse un sasso?
Teste: Era una situazione di tale confusione, pero’ poi mi ricordo… mi ero accorto che era partito, poi quando è arrivato…
Avv.Bertone: lei prima ha parlato di un sentiero adiacente la recinzione del cantiere….
Teste No, sentiero no
Avv. Una zona adiacente…?
Teste Una zona boschiva adiacente
Avv. Lei mi puo’ dire cosa le fa concludere che si trattasse di area di cantiere?
Teste: C’erano recinzioni alte e poi sapevamo che li’ all’interno c’erano i lavori del TAV, poi noi siamo passati proprio tramite questa rete, prima di noi già c’erano dei reparti impiegati
Avv. Ma lei dice che “sapevamo che quella era la zona dove”, ve l’ha detto qualcuno, nella fattispecie chi?
Teste: il nostro caposquadra, siamo andati là perché li’ ci hanno chiamato per il soccorso, poi i tafferugli erano lato boschivo, ecco.
Avv. Lei parla di area di cantiere e dice “ci hanno mandato li’ perché sapevamo che li’ dovevano essere fatti i lavori”, come fa a dire che era un’area di cantiere o come fa a escluderlo, ha visto una mappa?
Teste: io sapevo che quella recintata era area di cantiere, l’altra era zona adiacente
PM: C’è opposizione, è del tutto irrilevante in relazione a quelle che sono le lesioni….  (gli sfugge una frase con GIARDINO ZOOLOGICO, mi pare ma si sente male, l’avv.Bertone evidenzia che è la prima volta che lo sente definire GIARDINO ZOOLOGICO).
Il PM insiste nell’affermare che il teste non possa sapere se fosse o meno area di cantiere. Il Presidente chiede nuovamente al teste se sapeva che l’area del cantiere era quella recintata.
Teste: Lo si sapeva, si supponeva….
Avv.Bertone: Lei ha mai fatto OP prima del 3 luglio?
Teste: Si, dal maggio 2007 faccio questo mestiere.
Avv. Ha avuto altre occasioni di incontri/scontri o situazioni tipiche della professione di un agente del reparto mobile?
Teste: SI.
Avv.Novaro: senta, volevo farle vedere un’immagine per capire se era questa la zona e vorrei chiederle anche quando lei ha ricevuto la pietra che ha rotto lo scudo a che distanza si trovava dai manifestanti e dalla rete?
Teste: La rete ce l’avevo alle spalle, una trentina di metri, però i manifestanti stavano lontani forse altri trenta metri, quindi questa pietra proprio….
Viene mostrata una fotografia del luogo, il teste lo riconosce. Nega di aver visto gli arresti. Colloca la ferita intorno alle 13:10-13:20.

Altro teste: FARINA ALFONSO, Guardia di Finanza, compagnia di Pisa. In servizio OP con turno 7-13 a Chiomonte, zona autostrada su un viadotto, sotto la galleria. Poi successivamente verso il primo pomeriggio spostati “su una località di montagna che mi pare era la centrale idroelettrica”.
Teste: L’orario preciso non lo ricordo, verso l’ora di pranzo, mezzogiorno, l’una, era primo pomeriggio perché noi dovevamo smontare invece non abbiamo smontato perché si stavano verificando scontri in varie località del sito e il servizio è stato prolungato. La lesione me la sono procurata perché il dirigente ci ha fatto scendere dai mezzi e quando siamo arrivati in un paesino , non ricordo, c’erano varie case, hanno iniziato a lanciare pietre da case e per proteggermi con lo scudo ho messo il piede in fallo e ho preso una distorsione alla caviglia destra, mi hanno dato 3 giorni di riposo, che poi sono stati gli unici, solo 3 giorni“.
Terzo Teste, Farina AlfonsoPM: Che ora era?
Teste: Era comunque nel primo pomeriggio, subito dopo che siamo scesi dai mezzi, quindi potevano essere le 13, le 14.
PM: Lei parla di case, prima ha parlato di centrale idroelettrica
Teste: Si, perché c’era una vasca di acqua, io non ricordo, siamo saliti poi scesi….
L’avv.Novaro cerca di comprendere meglio dove si trovasse il teste, mostra alcune foto di colleghi che  sparavano lacrimogeni dal viadotto, il teste conferma che il suo servizio era iniziato li’ ma non ricorda spari dal viadotto, dice che poi è stato spostato su “un paesino in montagna, non ricordo bene, è tutta montagna”. Novaro specifica che il filmato s’intitola: Valsusa, poliziotto spara su cameramen. L’Avv.

Teste IANNONE VINCENZO, Guardia di Finanza, Gruppo Pronto Impiego BARI. IL 3 luglio 2011 era in servizio di OP dalla mattinata in località La Maddalena, del paese di CHiomonte, precisamente presso il sito denominato “Museo del vino” o una cosa del genere.
PM: Museo archeologico?
Teste Si, mi scusi . Sono arrivato li alle 11:30 e sono rimasto fino a tardo pomeriggio.
PM: Mentre si trovava li’ ha subito una lesione, come mai?
Teste: Si, sono stato colpito da un sasso proveniente dall’alto, dal fitto dei boschi, mi ha colpito rompendo le protezioni che avevo indosso, al tricipite del braccio sinistro, mi ha procurato una lesione al tricipite basso e una lacerazione dello stesso muscolo.
PM Che protezione ha danneggiato?
Teste lo scudo che indossavo e il corpetto che si indossa per quello specifico servizio
PM Ricorda da cosa è stato colpito?
Teste da un sasso di grosse dimensioni
PM Ma l’ha visto?
Teste No, dopo che mi ha colpito mi sono reso conto, che era a terra il sasso… nella concitazione dell’attimo, tra il casco di protezione e lo schieramento non sono riuscito a percepire che mi stesse raggiungendo questo masso lanciato dall’alto.
PM Si ricorda a che ora?
Teste primo pomeriggio, dopo l’una circa. Poi ho continuato, mi sono recato presso il museo perché c’era una specie di infermeria di primo soccorso, e poi dopo in serata sono andato al CTO di Torino, mi hanno portato i colleghi. La prognosi è stata di 14 giorni, salvo complicazioni.
PM E’ guarito in quei 14 giorni?
Teste No, ho avuto complicazioni che sto riportando tutt’ora perché il muscolo lacerato non è del tutto simile all’altro
PM Ma in quanti giorni è guarito?
Teste: Mi hanno dichiarato abile dopo 20 giorni.
Non ha chiesto risarcimenti, ha una polizza ma solo per la diaria, si è costituito parte civile.

Avv.Novaro: Non ho capito, nella sua polizza infortuni era compresa solo un rimborso della diaria giornaliera? Non era una polizza infortuni sul lavoro?
Teste No, è solo per la diaria, se sono allettato o meno… è la diaria persa al lavoro…
Avv. Potremmo avere copia di questa polizza?
Teste Non l’ho portata con me
Avv. Ne chiederei l’acquisizione per capire quanto ha avuto di risarcimento
Teste Il risarcimento è stato per le giornate di inabilità, 480 euro, per l’assenza da lavoro di quei giorni di convalescenza.
Avv Quindi lei ha preso uno stipendio normale, senza indennità, e poi ha avuto il risarcimento per l’inabilità.
L’avv.Novaro insiste per l’acquisizione della polizza. Rispetto al luogo dove si è verificato l’incidente, lei si trovava….
Teste: nel piazzale antistante, guardando verso la montagna
Avv C’era una casetta in pietra?
Teste si, sulla destra, eravamo li’.
Avv Lei ha detto che questa pietra è arrivata dall’alto, voi dove eravate posizionati? (Novaro mostra alcune immagini, il teste indica il punto) La pietra dall’alto da dove arrivava?
Teste: Da quello che si riesce a scorgere oltre il fumo.. l’orario.. tra l’una e le due…
Avv.Lei ha visto lanci di pietre da parti di suoi colleghi?
Teste: NO
Avv E l’arresto dei manifestanti da parte di suoi colleghi?
Teste: Nello specifico… io sono rimasti fermo… poi sono andato in infermeria….
Avv Quindi la risposta è non ha visto?
Teste No, non ho visto, mi scusi, non ho visto.
Avv.Vitale: Senta, nel certificato medico si parla di contusione e ematoma, è corretto?
Teste: si si, al tricipite, era tutto tumefatto e gonfio
teste Iannone, brandine infermeriaAvv.Bertone: Solo per precisare questo luogo dell’infermeria ora io le mostro una foto e lei mi dice se è il luogo cui ha fatto riferimento..  (mostra una foto) si ricorda se c’erano delle brandine come queste?
Teste: Le brandine c’erano, io ora non mi ricordo se queste…
Avv Quando lei è stato portato si ricorda se ci fossero manifestanti nell’infermeria?
Teste: No, non mi ricordo, perché cercavo altri miei colleghi che si erano fatti male, non mi sono reso conto se ci fossero persone che non c’entravano niente con i poliziotti (Bertone mostra altre foto in cui si vede Di Berardino). Si, sono passato da li’, c’era un varco….
Avv.Lei conosce questo signore, quello con l’orecchino?
Teste:No….
PM: Mi oppongo a questa domanda, siamo fuori tema
Teste: io personalmente non ho visto

CATELLO MACERA, guardia di Finanza, Gruppo pronto impiego Bari. Il 3 luglio era a Chiomonte, non ricorda di preciso il nome. Il PM chiede indicazioni più specifiche. Teste: mi sono trovato praticamente negli scontri di quel giorno per la protesta alla TAV.
PM Quindi era nell’area che delimitava il cantiere?
Teste assolutamente si
PM e la zona non se la ricorda?
Teste proprio dove ci sono stati gli scontri, in prima linea
PM Ma c’era una rete, un bosco…
Teste: Si, i cancelli, la zona di protezione, eravamo a ridosso di quella zona
PM Se le dico che quell’area è denominata archeologica le ricorda qualcosa?
Teste Si, si si si…
Avv. E’ suggestiva
PM Era solo per ricordare…
Teste: Avevamo una collina davanti, mi pare si chiamasse la maddalena, alle spalle c’era una piccola casa, a ridosso dell’uscita del tunnel dell’autostrada torino-bardonecchia. Il mio servizio è iniziato alle 7 di mattina quindi sono arrivato sul posto alle 8 e sono rimasto fino alle 6 del pomeriggio. Ho subito una ferita all’altezza del muscolo femorale della gamba destra, perché durante gli scontri ho ricevuto una pietra che mi ha colpito prima alla gamba e poi sul piede.
PM: Quindi solo una pietra, prima sulla gamba poi sul piede?
Teste : Si, poi successivamente sono stato portato al policlinico di Torino e mi hanno dato 7 giorni, poi successivamente mi ci sono voluti altri 20 giorni di riposo dall’ospedale militare di Bari, quindi complessivamente 27 giorni.
PM Si ricorda che ora era?
Teste Di preciso non lo so ma era primo pomeriggio, tra le 14 e le 14:30, sono rimasto ma non ho più partecipato attivamente agli scontri, sono andato nella casa che era dietro di noi dove c’era una sorta di infermeria dove ho ricevuto un primo soccorso.
PM Per questa lesione ha ottenuto risarcimenti?
Teste: NO. Non ho assicurazioni. Non mi sono costituito parte civile.

Avv.Vitale: senta, al pronto soccorso la sera del 3, la mattina del 4…. le hanno fatto degli esami?
Teste Si, se ricordo bene mi hanno fatto anche una radiografia
Avv Successivamente ha fatto altri esami?
Teste No, la visita… con la medicazione della ferita che era abbastanza profonda
Avv Però al pronto soccorso si parla di CONTUSIONE alla coscia destra, CONTUSIONE non è lacerazione
Teste: era ferita, usciva del sangue, secondo me sono sinonimi
Avv Possiamo verificare, ma qui c’è scritto CONTUSIONE
Avv: si ricorda se quando è stato colpito stava avanzando o indietreggiando?
Teste ero in fase di avanzamento
Avv.Novaro: E’ stata medicata la ferita, all’ospedale di Torino?
Teste si, al policlinico
AvvNovaro: CTO? Qui risulterebbe solo del GHIACCIO, tipico di una contusione
Teste: no, io ho avuto una MEDICAZIONE
Avv Novaro:Sul certificato medico risulterebbe GHIACCIO, riposo FUNZIONALE
PM: E’ la terapia…
Avv.Novaro:Venendo al luogo dove si sono verificati i fatti, quanti reparti c’erano?
Teste Tantissimi, proprio tanti, lavoravamo insieme. (l’avv. mostra immgini)

(il teste conferma il posizionamento con l’immagine del prato)
Teste: sono stati momenti frenetici, non posso parlare di cambio, le posso dire che si avanzava e si arretrava tutti insieme, eravamo centinaia….
Avv. I poliziotti dietro quella casetta che poi fuoriescono per arrestare i manifestanti …
Teste: Non li ho visti.
Non ha visto l’arresto dei manifestanti, non ha visto lanci di pietre da parte dei colleghi. Ha visto tantissimi lanci di lacrimogeni.
Avv.Bertone: Lanci di pietre da parte di agenti di polizia o colleghi della GdF?
Teste No, non ho visto questo.

Teste ANGELICO GIUSEPPE, ora in servizio alla stazione carabinieri di Iesolo. Nel luglio 2011 era nel quarto battaglione carabinieri veneto.
Teste: Mi trovavo alla centrale idroelettrica il 3 luglio 2011. Il mio servizio era 7-fine. Quindi dalle 7 ero alla centrale idroelettrica.
PM mentre si trovava li’ ci sono stati scontri?
Teste si, ci sono stati lanci di oggetti nei nostri confronti.
PM Lei ha riportato lesioni?
Teste: Si, all’incirca verso le 13,14, l’orario preciso non lo ricordo, sono arrivati dei sassi e mi hanno colpito alla gamba destra.
PM alla gamba destra?
Teste si
PM Aveva uno scudo, era protetto?
Teste Si, avevo uno scudo e protezione, e la protezione si è anche rotta con gli oggetti. Sono stato poi visitato al pronto soccorso del CTO a Torino, mi hanno dato all’incirca, se non sbaglio, 10 giorni, 7 giorni non ricordo bene, di prognosi. Poi ho dovuto fare altre visite, altra convalescenza, complessivamente sono guarito all’incirca in un mese.
PM Ha ottenuto un risarcimento?
Teste NO
Non ha assicurazioni, non è costituito parte civile.
Avv.Vitale: A che ora ha detto di essere stato colpito?
Teste: Le 13, 14, non ricordo.
AvvVitale: Lei è stato sentito il 29 dicembre 2011 a Mestre per sommarie informazioni e in quell’occasione ha dichiarato “è a questo punto che verso le 16, mentre eravamo dietro le barriere difensive”.. quindi ora che le faccio questa contestazione lei ricorda che fossero le 16?
PM: Non può essere una contestazione….
Avv: Sono SIT…. mi rimetto alla valutazione della presidenza (affermativa)
Teste: potevano essere le 16, ma eravamo li dalla mattina…..
Avv. Mi ripete come si è fatto male?
Teste: Alcuni sassi mi hanno colpito alla gamba destra…. tornando indietro, poi, coprendo un collega, mi si è girata anche la caviglia e ho riportato anche una distorsione alla caviglia destra
Avv: Infatti lei in sede di SIT aveva detto della distorsione…. Quindi la lesione che le viene riscontrata in ospedale è una distorsione, giusto?
Teste: SI.
Avv.Bertone: Senta, la protezione del ginocchio cosa ne ha fatto?
Teste: E’ stata consegnata  me ne sono fatta dare un’altra.
Avv. Lei ha fatto richiesta di indennizzo o di qualche forma d’indennità?
Teste No, è partita la richiesta come causa di servizio
Avv Ed è conclusa?
Teste NO, sono stato visitato a padova presso il CMO e penso che tutta la documentazione sia a Roma.
Avvocatura di Stato: Una precisazione, in relazione al certificato del CTO che riporta la diagnosi di DISTORSIONE e non CONTUSIONE, il prolungamento fino a 26 giorni complessivi è stato dovuto a problemi per la caviglia o la contusione per il ginocchio?
Teste: no problemi per la caviglia che mi hanno portato un’infiammazione dei tendini alla caviglia
Avv.Novaro: Volevo solo sapere dov’era dislocato quando è INCIAMPATO
Teste mi trovavo alla centrale idroelettrica nei pressi del cancello 1, i manifestanti li vedevo sul ponte, al di là delle recinzioni….
Avv E ha visto manifestanti che tiravano con una corda?
Teste Si, eravamo all’interno
Avv e quand’è che è inciampato, in quale fase?
Teste: Successivamente, quando sono stato colpito dal sasso poi tornando indietro sono inciampato su altri sassi
Avv Lei ha visto i lanci di lacrimogeni ?
Teste SI
Avv Molti o pochi?
Teste Non potevo vedere
Avv Lei ha visto se venivano lanciati anche sulla strada che va verso il paese di chiomonte?
Teste Non potevo vedere dove venivano lanciati
Avv Ha visto lanci di sassi?
Teste No, assolutamente no, solo lanci di lacrimogeni.

Teste ARMETANO CHRISTIAN. Attualmente in servizio presso la Questura di Napoli. Il 27 giugno 2011 prestava servizio all’ottavo reparto mobile di Firenze. PM: Abbiamo agli atti un certificato medico del CTO nel quale si dà atto che c’è una diagnosi di distrazione trapezio da riferito evento traumatico, contusione al ginocchio..come si è procurato le lesioni?”
Teste: In servizio, avevo l’ordine di uscire dalla galleria Ramat, per gli scontri avvenuti poi in seguito. All’uscita dalla galleria fummo investiti da una pioggia di pietre, oggetti in metallo, ESTINTORI. L’orario preciso non lo ricordo ma l’uscita dalla Ramat fu intorno a mezzogiorno, le undici, mezzogiorno. I lanci arrivavano dall’alto, uscendo dalla galleria sulla destra.
PM E’ guarito in questi giorni o…
Teste No, se non ricordo male tra quelli del PS e i rimanenti ho fatto 29-30 giorni assente dal servizio.
Non ha ricevuto risarcimenti. NOn si è costituito parte civile.
Avvocatura dello stato: La lesione dove è stata riportata precisamente?
Teste Spalla sinistra ginocchio destro
Avv. Due pietre distinte?
Teste Si, suppongo di si, oggetti diversi.
Avv.Vitale: Senta, dopo il pronto soccorso lei ha fatto altri esami clinici, lastre, TAC…
Teste: Guardi non ricordo se le ho fatte ,le dico la verità, non ricordo.
Avv. Le lesioni si sono trasformate in qualcos’altro?
Teste NO
Avv E’ rimasta una distorsione al trapezio?
Teste si.

GUIDA SALVATORE. Ora attivo presso la Questura di Napoli. Nel giugno 2011 era in servizio al Reparto Mobile di Firenze. PM Ho agli atti un certificato del CTO di Torino del 28 giugno, ci vuole spiegare come si è procurato le lesioni?
Teste: Fui fatto oggetto di oggetti contundenti durante il servizio
PM Se ci può dire dove, come e quando
Teste era il 27 giugno del 2011, noi eravamo di servizio di notte, poi nella mattinata avemmo ordine dopo che furono liberati i new jersey nella galleria, quando entrammo con le squadre del reparto fummo fatto oggetto dall’alto dalla montagna di lanciavano vari tipi di oggetti contundenti e fui colpito da vari oggetti
PM Lei dice di essere stato colpito da oggetti lanciati dall’altro, lei dove si trovava?
Teste inizialmente dentro la galleria, poi quando entrammo… nell’area, non più suolo autostradale, sulla destra… dovevamo liberare quell’area però effettivamente là non c’era nessuno. L’ora precisa non la ricordo ma erano più o meno verso le 11. Non ricordo l’oggetto che mi ha colpito, là cadeva di tutto…
PM Ci spiega la contusione al ginocchio destro e la distorsione alla spalla destra?
Teste: io avevo lo scudo, ma siccome c’era acqua, si scivolava, io caddi più volte
PM La distorsione per la caduta?
Teste No, fui colpito da diversi oggetti, al termine del servizio avevo dolore sia al ginocchio che alla spalla… Noi eravamo bersagli di numerosissimi oggetti
PM Lei , lei è stato colpito più volte?
Teste si si, io. Poi ho avuto altri 14 giorni, il 15esimo giorno sono rientrato in servizio, quindi in tutto 29 giorni.
Non ha ottenuto risarcimenti. Non ha un’assicurazione. Non si è costituito parte civile.
Avv.Bertone: Lei ha detto che buttava acqua, si ricorda chi  buttava acqua?
Teste: Ma il personale dei vigili del fuoco
Avv Avevano una manichetta, delle pompe?
Teste La c’era fumo, non vedevo bene…..
Avv Ma ricorda che c’erano dei VVFF che spruzzavano acqua
Teste SI
Avv e lei ricorda se quando era nella galleria le abbiano detto che fuori c’era acqua?
Teste: Si, già era pieno di fango….
Avv Ma i dirigenti vi hanno detto di fare attenzione al fango uscendo?
Teste No, io non avevo la radio, ma no….
Avv Quindi voi siete usciti e vi siete trovati improvvisamente…
Teste SI

Teste VERDE TANNARO, attualmente in servizio presso la Questura di Napoli. Nel giugno 2011 era in servizio presso il Reparto Mobile di Firenze. Il 27 giugno 2011 all’inizio era nella galleria della quale non ricorda il nome. “Verso metà mattinata, più o meno verso le 11 avemmo l’ordine di uscire e di salire sopra, ricordo che sopra la galleria c’era una terrazza, un piazzale, che dovevamo raggiungere. All’uscita della galleria venimmo sommersi da oggetti contundenti più disparati, pietre, ferro, estintori vuoti”. PM Lei è stato colpito? Teste: SI, più volte sicuramente, era una pioggia di oggetti contundenti.
PM Ricorda a quali parti del corpo l’hanno colpito?
Teste in tutto il corpo, soprattuto al tendine del piede destro
PM Lei è stato visitato?
Teste al CTO di Torino nel primo pomeriggio e al pronto soccorso ho avuto 15 giorni di riposo. Poi sono stato visitato dal medico della questura di Napoli che mi ha dato altri 10 giorni, e poi ancora dal medico di Napoli ho avuto altri 6 giorni. Poi dopo un totale di 31 giorni ho ripreso servizio.
PM Per quanto riguarda la zona lei ha parlato di autostrada si ricorda quale?
Teste No le ripeto io sono stato una sola notte, quelle poche ore, quindi non glielo sò dire.
Non è stato risarcito, non ha un’assicurazione privata. Non si è costituito parte civile.
Avv.Bertone: Lei quando è stato attinto aveva .. com’era posizionato rispetto alla galleria e rispetto ai manifestanti?
Teste: I manifestanti stavano sopra, l’altezza della galleria poteva essere 5 o6 metri, loro stavano sopra, noi sotto, noi stavamo cercando di raggiungere questo terrazzo, io stavo sotto quindi…. Noi eravamo il contingente di Firenze, una cinquantina, più il contingente di Milano,
Avv eravate abbastanza compatti come gruppo?
Teste Nel limite del possibile ,si
Avv Lei indossava degli anfibi?
Teste si, quelli che danno in dotazione al reparto mobile

PM: Tagliaboschi e Morabito sono assenti con certificato medico, devono sottoporsi a intervento per discopatia. Per gli altri non ci sono risposte, a questo punto la procura rinuncia ai testi Tagliaboschi Antonello, Morabito Francesco, Duca Natale, Novelli Marco, Calicchia Ferdinando, Faso Pietro, Netti Vito, e Pettrone Massimo.
Avv. di Stato: Accetto la rinuncia ma non sono in grado in questo momento di verificare le posizioni di queste parti offese e che tipo di rivalsa è stata esercitata da parte nostra per le retribuzioni corrisposte, dovrei vedere il periodo di malattia e la durata, il tipo di lesioni e l’entità economica, quindi prendo atto della richiesta del PM e non mi oppongo, mi riservo in sede di discussione poi di stralciare queste posizioni per la quantificazione del danno in separato giudizio civile.
Avv.La Macchia: il problema si era già posto la scorsa udienza, avevamo già espresso la nostra opposizione alla rinuncia di una serie di testi, ribadiamo e ribadisco personalmente ma anche a nomi dei colleghi che sia comunque importante, trattandosi di persone “offese” per le quali è contestato il resato di lesioni nei loro confronti sia importante che vengano in ogni caso escussi quindi NON PRESTIAMO CONSENSO alla RINUNCIA. Gli altri avvocati si ASSOCIANO.

La corte si ritira per una decisione sulla rinuncia ai testi da parte del PM.

Rientra la Corte: 2Rilevato che il PM ha riunciato a 8 testimoni, rilevato che le parti civili non si sono opposte alla rinuncia mentre tutti i difensori si sono opposti, considerato che i testi sono stati citati da  Soru e Natalini in altro procedimento (…) dispone il procedersi all’esame degli imputati.”

Iniziano le deposizioni degli imputati

Primo teste imputato Ziglioli. Racconta di aver fatto parte di un comitato contro la discarica d’amianto. Il PM chiede come aveva saputo della manifestazione, il teste spiega attraverso normali canali, assemblee, giornali, etc. Alla domanda del PM risponde di non essersi portato alcuna protezione, né caschi, né maschera. E’ arrivato al mattino, verso le 9, con il pullman.
PM Quali erano le sue intenzioni?
Teste Portare solidarietà ad un movimento che si stava muovendo con molta intelligenza sulle questioni ambientali
PM Chi conosceva del movimento?
Teste Nessuno
PM E quindi come aveva appreso che difendeva in maniera intelligente?
Teste perché leggo i documenti che uscivano
PM Lei arriva a che ora?
Teste in mattinata, verso le 9-9:30, non ricordo bene ma dove si era deciso, da li’ siamo scesi, ero nel corteo autorizzato
PM Non nell’area archeologica?
Teste NO
PM Poi cos’è successo?
Teste quando siamo partiti la manifestazione era molto colorata e molto partecipata, io durante il percorso mi sono accostato ad un gruppetto di donne anziane e io avevo la bandiera rosso-nera FCA, Federazione Comunisti Anarchici, e mi hanno chiesto cosa volesse dire e ho iniziato a parlare con loro,  fino al cancello centrale
PM C’era qualcuno che vi guidava?
Teste Io, essendo a metà del corteo, non c’era bisogno di indicazioni. Arrivo alla centrale elettrica che rappresentava un simbolo, c’era il cancello, striscioni e li’ mi sono fermato, sono iniziati i comizi, ricordo quello di Grillo che ha fatto un comizio, mi sono fermato ancora a parlare con queste persone, poi mi son fermato a bere dell’acqua…
PM Ha visto lanciare pietre o altri oggetti contundenti da parte dei manifestanti?
Teste: in che spazio orario me lo chiede?
PM In generale…. poi andiamo alla centrale elettrica
Teste Io quando sono arrivato alla centrale elettrica nessuno lanciava nulla
PM C’è stato un tentativo di abbattere il cancello?
Teste c’è stato un tentativo simbolico, (il PM chiede perché) se con una corda di meno di un cm di spessore pretendi di abbattere un new jersey va contro ogni logica fisica, io non ho partecipato ma per me era un’azione simbolica… viviamo tutti di azioni simboliche, lei ha il suo atteggiamento, questo qui è un atteggiamento simbolico, bisognava abbattere questo mostro che vogliono costruire
PM E chi aveva la corda in mano, lei lo conosceva?
Teste: No, ma per farle capire…. la corda era lunga, tanti si sono attaccati e la corda si è rotta
PM E gli altri cosa facevano?
Teste Guardavano…. era il momento per discutere, incontrarsi, indignarsi, perché il dispiegamento di forze era pazzesco. Le forze dell’ordine erano a 50-60 metri dalla recinzione
PM E lei non ha visto lancio di pietre, mentre tiravano la corda?
Teste NO
PM E ha visto il lancio di lacrimogeni?
Teste Il lancio di lacrimogeni è partito improvvisamente, era un assedio simbolico….
PM C’era qualcuno mascherato ?
Teste In quel momento nessuno, le persone si sono coperte il volto quando sono cominciati i lanci massicci di lacrimogeni. Non so l’orario preciso però io ero li’ da, penso, verso mezzogiorno, 11:30, quell’orario, che poi ho ricostruito più tardi con le immagini del mio procedimento.
PM Lei è stato attinto da misura cautelare?
Teste Si
PM Quando è stato sentito in Cremona si è avvalso della facoltà di non rispondere, come mai?
Teste Perché volevo raccontarlo al processo, mi è sembrata una cosa talmente esagerata per quello che…
PM Ma forse li’ c’era un giudice, quella era la sede
Depone il primo imputatoTeste: no, penso sia questa la sede deputata, per me la cosa era esagerata per il semplice fatto che mi avete accusato di danneggiamenti, lesioni, avete mandato qualcuno a casa mia alle 6 del mattino, a casa mia c’era mia figlia che aveva 6 giorni di vita, alla mia compagna è stato impedito di allattarla perché ha dovuto essere perquisita, non sono un soggetto che meritava un trattamento del genere, mi è sembrata una cosa spropositata…
PM Le faccio vedere alcune immagini, se lei riconosce i luoghi, se si riconosce in queste immagini cosi’ contestualizziamo

Questa è la foto alla quale facevamo riferimento alla centrale elettrica, lei si riconosce?
Teste Si, sono quello con la maglietta verde,
PM Ha il volto coperto?
Teste Si, dalla foto si vede che ci sono lacrimogeni… cercavo di proteggermi
PM Vede che ci sono soggetti intorno che hanno caschi, maschere e pietre in mano, lo vede?
Teste Pietre no, caschi si
PM Questa foto qui è prima o dopo l’utilizzo della corda?
Teste Questa è dopo
PM Lei qualcuno di quei soggetti intorno lo riconosce? Sono amici suoi?
Teste NO
PM: Foto successiva, DSC255JPG. Qui è il tiro della corda, quindi questo momento sarebbe anteriore a quello della foto che abbiamo visto prima?
Teste: penso di si, perché quando si tentava di tirare la corda poi si è ripreso..
PM Mi sembra che qui non sia stato molto efficace il tentativo ludico di abbattere il cancello, la rete li’ è corretto dire che è stata abbattuta?
Teste Penso che sia corretto
PM Lei si riconosce?
Teste Si, si, mi riconosco, sempre con la maglietta verde
PM: Qui c’è la foto Cernacchia382.jpg, è lei al centro della foto con la maglia verde? (SI) Cos’ha in mano?
Teste: un tondino in alluminio dei lacrimogeni
PM Cosa sta facendo?
Teste Lo sto lanciando. qui siamo nella fase in cui stanno lanciando una quantità industriale di lacrimogeni colpendomi anche, un colpo al torace e un colpo alla spalla destra. Non mi sono fatto medicare, perché erano arrossamenti, non ho subito traumi particolari, dava fastidio, più che altro per la bruciatura perché il candelotto quando arriva, arriva e si separa, si scinde in 3 o 4 pezzi, un lancio mi si è aperto davanti, io mi son girato e sono stato colpito davanti e sulla spalla.
PM: Andiamo avanti, passiamo a un filmato.
Il PM chiede se si riconosce, il teste si individua, il PM chiede di spiegare le immagini in cui si vede che lancia qualcosa, il teste ribadisce che stava rilanciando il tondino del lacrimogeno. Il PM chiede come sia arrivato e se ha pagato il biglietto, il teste spiega che l’autobus è stato finanziato dal comitato che raccoglie i fondi per queste iniziative.
Avv Parti civili: Quando lei ha effettuato il lancio era stato appena colpito dal lacrimogeno stesso?
Teste Un po’ prima, non ho rilanciato lo stesso che mi ha colpito, il lancio era fitto, ho dovuto indietreggiare, in fondo c’erano dei secchielli d’acqua dove si buttavano i lacrimogeni per spegnerli, non avrei mai potuto prenderlo subito perché era incandescente, poi ho deciso di restituirlo al mittente.
Avv. Sa spiegare perché non si vede il fumo dei lacrimogeni nel filmato?
Teste No, no, si vede, se torna indietro si vede la nebbia…  sul fondo.. è ovvio che quando lanciano non puoi reagire, devi proteggerti altrimenti vieni colpito in pieno volto
Avv: Quanti lacrimogeni erano stati lanciati?
Teste: Qui si vede il fumo, ovvio c’è un tempo tecnico di dispersione…. poi va via
Avv Ma lei non ha detto che la fase in cui lei lancia questo oggetto era contestuale?
Teste No, intendevo dire che dopo l’ennesimo lancio allora quello che avevo in mano l’ho lanciato
Avv E lei sostiene che c’era nebbia dei lacrimogeni?
Teste :Qui, si vede.. (brusio dal fondo)
Avv. Bezzucchi (difesa)  Nel momento in cui lei ha lanciato l’oggetto lei a che distanza erano le forze dell’ordine?
Teste 30-40-50 metri dalla recinzione, il lancio di lacrimogeni è stato ripetuto, ed è andato avanti per ore. Io sono stato li’ perché secondo me era importante presidiare li’, anche dopo che sono stato colpito, poi le forze dell’ordine hanno iniziato ad avanzare e a quel punto ho dovuto andare via, hanno iniziato a lanciare anche a mano e l’aria era irrespirabile, e poi hanno iniziato anche ad arrivare SASSI.
Avv: sassi lanciati da chi?
Teste Dalle forze dell’ordine, quando avanzavano hanno iniziato a tirare di tutto, allora ho dovuto andare via
Avv: la situazione dei manifestanti, al di là del gruppo a ridosso della recinzione, qual era?
Teste: La strada che risaliva su verso la montagna c’era ancora gente che stava scendendo e poi la strada che andava su era piena perché le persone si erano fermate tutte, quindi c’era tantissima gente.
Avv. Io non ho altre domande.
Avv.Vitale: Senta lei ha detto, non so se si può rivedere il minutaggio x i lacrimogeni, mi dice che era piena di gente la strada, c’erano anche donne e bambini? C’erano solo persone travisate?
Teste: Purtroppo al di là del ponte c’erano anche bambini
Avv. Ricorda se i lacrimogeni abbiano colpito anche sulla strada, dove c’erano donne, bambini e anziani?
Teste: Si, si.
Avv.( Mostra video dove si vede chiaramente il fumo dei lacrimogeni) Glielo chiedo anche se è superfluo, è quello il fumo del lacrimogeno?
Teste : SI, assolutamente si. Per assurdo stando più vicino alla ringhiera si era più riparati perché il lancio andava lontano, anche molto indietro.
Avv. Bertone: solo una cortesia, lei ci può dire se i lanci di lacrimogeni fossero fatti a parabola puntando verso l’alto o anche tesi, diretti
Teste: No, teso…
Avv. Si ricorda se questi lanci andassero in direzione del campeggio al di là del fiume?
Teste: Ad un certo punto si.
PM: Abbiamo ancora una domanda. Dobbiamo rimettere il video. Lei dice che era un tiro teso, non a parabola?
Teste: La strada era leggermente in salita, quindi i tiri erano tesi e superavano la barriera. Mi spiego, se io devo fare un lancio a palombella.. lo riconosco, ma qui arrivavano tesi, direttamente verso il manifestante, non arrivavano sulla testa ma SULLA FACCIA, in più il tutto era accentuato dal fatto che la strada è leggermente in salita e questo aumentava la percezione del lancio TESO.
PM Ma lei era nella parte più bassa
Teste Sempre in salita sono, questa ripresa qui con il teleobiettivo tende a schiacciare ma tra una persona e l’altra ci possono essere anche 5 o 6 metri.
PM Ci può dire a che distanza era dalla recinzione?
Il GazeboTeste Almeno a 10-15 metri. E sono stato colpito da lacrimogeni, cinque in tutto. Nell’immagine prima io ero attaccato al gazebo, nell’immagine prima…. l’avete riprodotta prima, io ero là quando sono stato colpito dal lacrimogeno, almeno a 30 metri dalla recinzione.
PM E questi soggetti adiacenti alla rete?
Teste: lei li vede adiacenti ma non è detto che siano adiacenti
PM E quelli vicino alla rete a che distanza erano?
Teste: Bisognerebbe fare una proiezione ortogonali ma non erano assolutamente attaccati, ma almeno a 5 metri, è difficile dirlo, l’immagine schiaccia. Io ero almeno a 10-11 metri. Almeno.
PM Adesso le faccio vedere il momento in cui lei lancia
Teste: Minimo sono 10 metri.
PM Non ho altre domande, grazie.

Viene chiamato a testimoniare GUIDO FISSORE.

PM Lei appartiene al movimento no tav? SI Da quanto tempo? 10-12 anni
PM Come mai si trovava li’ il 27 giugno?
Teste: Perché avevamo avuto sentore che le forze di polizia sarebbero venute a sgomberare il nostro presidio e quindi mi sono trovato li. Tra parentesi la sera prima c’era stata un’assemblea affollatissima dopo la fiaccolata e in assemblea si era deciso di organizzare una forma di resistenza passiva quindi avremmo dovuto rallentare un po’ l’avanzata delle fdo poi andare sul piazzale della Maddalena e poi sederci tutti per farci sgomberare a braccia cosa che non è stata possibile perché sono stati fatti tanti lanci di lacrimogeni
Deposizione di Guido FissorePM Chi l’aveva deciso?
Teste in assemblea, non ricordo chi l’avesse proposto, ma si era deciso di fare cosi’, quindi molti sono rimasti a dormire in quanto avevamo sentore che sarebbero arrivati il giorno dopo per lo sgombero. E io ho dormito li’.
PM Ma lei in quei giorni aveva dei problemi alla gamba, no?
Teste Si, mi ero preso una brutta distorsione insegnando pallacanestro a dei ragazzini quindi avevo un tutore e una stampella, mi ero fatto male mi pare a fine aprile, ho ancora dei dolori adesso…
PM E lei tutti i giorni usava la stampella?
Teste Si, all’inizio due, poi col passare del tempo una sola
PM Senta, lei è stato anche attinto da misura cautelare, ha anche risposto all’interrogatorio quindi conosce benissimo le immagini che poi le farò vedere, quindi lei dice la nostra intenzione era quella di andare li’ e fare una resistenza passiva, però ad un certo punto i fatti si sono evoluti in maniera diversa, no? Cos’è successo?
Teste: Quando la polizia è arrivata in forze noi eravamo parecchie persone
PM Quante più o meno?
Teste forse 200 dietro al cancello
PM Chi l’aveva costruito, era un cancello o c’era altro?
Teste era un cancello rudimentale fatto da noi, con dei pezzi di ferro, pezzi di tubo, profilati,
PM Era alto?
Teste Era alto circa, mi ricordo che poi son salito sul cancello ed ero sui rinforzi per tenere insieme ai cancello fatti più o meno a metà e avevo i piedi a circa 1 mt da terra e il cancello era alto ancora sopra la mia testa quindi diciamo 2,5-3 metri l’altezza del cancello.
PM Lei aveva partecipato alla costruzione del cancello?
Teste fisicamente no, non avevo l’agilità per muovermi
PM Il 27 lei era li, si ricorda quando è arrivata la polizia?
Teste direi intorno alle 6:30, poco dopo l’alba.
PM Erano subito in tanti?
Teste Si, erano in tanti e si vedeva una lunga fila, la strada è in salita e avevano pure un buldozer cingolato.
PM C’era qualche dirigente delle fdo che magari lei conosce?
Teste Si, c’era qualcuno con la fascia tricolore, uno, che suppongo fosse il responsabile, e c’è stato un piccolo parlottamento, si son parlati con 3 o 4 amministratori presenti al di là del cancello, Vair, vice sindaco di S.Didero, mi pare ci fosse anche Luigi Casel, Valentina Cancelli, ricordo questi nomi.
PM Cosa si sono detti?
Teste Non li ho sentiti perché erano a 20 metri da noi, poi loro ci han detto che ci intimavano di andarcene e noi siamo rimasti li’.
PM Poi cosa succede?
Teste: poi succede che io subito ho pensato che volessero abbattere il cancello, invece han cercato di agganciarlo e quindi son venuti sotto il cancello 2 o 3 squadre e mentre qualcuno cercava di agganciarlo altri con gli scudi proteggevano….
PM E perché proteggevano?
Guido e la famosa StampellaTeste: Dov’ero io cercavo di disturbare con la stampella..
PM E intorno c’erano sempre i 300 o erano meno?
Teste No, qualcuno era sulla scarpata e il grosso era alle spalle di chi stava contro il cancello quindi alle mie spalle.. vicino c’era qualcuno ma in quel momento non ho visto perché ero concentrato…
PM Lei ha fatto un’azione di disturbo che è consistita nel..
Teste Nel cercare di disturbare chi manovrava, cercavo di far spostare lo scudo…. io avevo la stampella impugnata vicino al punto in cui si impugna la stampella, più o meno a metà, e toccavo gli scudi cercando di spostarli anche perché non arrivavo, non riuscivo a toccare l’agente che stava cercando di agganciare il cancello
PM Lei qualche scudo l’ha toccato?
Teste si, sicuramente
PM Il corpo di qualche poliziotto l’ha raggiunto?
Teste Non glielo so dire, ma ricordo che  è una stampella di alluminio con la parte finale in gomma, nessuno è caduto per la mia stampella
PM Lei aveva una maschera, qualcosa che le coprisse il volto?
Teste No, avevo un foulard e l’ho alzato quando ho visto i poliziotti mettere la maschera antigas e i lanciatori armare… il fucile.
PM Però non avevano ancora lanciato nulla, li ha visti solo armare
Teste Quando si capiva che stavano per tirare i lacrimogeni allora ho alzato il fazzoletto, ma rispetto a questo userei il documento che mi hanno dato quando sono stato arrestato, c’è una dichiarazione del…
PM Le dispiace Fissore se concludo il mio esame poi lei dice quello che vuole dire?Senta, quando lei era in piedi, non ha visto cosa facevano gli altri intorno?
Teste No, anche perché non li vedevo, io ero aggrappato al cancello, con una mano mi tenevo e con l’altra avevo la stampella e mi tenevo alle sbarre per non cadere indietro, quindi non vedevo cosa succedeva accanto a me.
PM Ha visto lanciare pietre da parte dei manifestanti?
Teste No, non ho visto lanciare pietre, ho visto vernice nebulizzata… anche perché il vento era contro e mi son sporcato di vernice io
PM Quanto è rimasto in piedi sul cancello?
Teste credo 15-20 minuti, poi hanno lanciato lacrimogeni e al primo lacrimogeno siam venuti via credo tutti, io mi sono allontanato da li’ e ho percorso la strada dell’Avanà che sale verso il museo pensando di andare nel piazzale dove avevamo detto di ritrovarci, e ho incontrato vicino al museo della gente che stava correndo via dal piazzale perché erano arrivati parecchi lanci di lacrimogeni, il contingente che stava salendo via dell’Avanà ben prima di arrivare su ha cominciato a lanciare lacrimogeni sul piazzale dove c’era il tendone che usavamo come mensa e per le altre attività culturali, quindi la gente stava scappando, e io sono andato avanti diciamo sul lato della corsia che porta verso Bardonecchia, nella zona “delle vasche”.
PM E se n’è andato via poi?
Teste Sono stato un po’ li, poi sono entrati anche da li’ i poliziotti, e io mi sono allontanato in un sentiero non in salita perché avevo difficoltà, in direzione della centrale, ho camminato un po’ poi mi ha chiamato Vair e mi ha detto “vieni che recuperiamo un po’ di tende etc” e aveva concordato con le forze di polizia di consentirci di portar via qualche tenda, c’era anche una tenda della Comunità Montana, ho dato una mano come potevo, c’era qualche macchina li’… sarà successo verso mezzogiorno. Le tende le abbiamo riportate credo a Venaus quando ci han lasciati andar via con le macchine, almeno le macchine sono andate via con sopra delle tende.
PM Lei ha già riferito sul fatto che c’è una persona con la fascia tricolore, ma ha detto che aveva parlato solo con 3 persone consiglieri comunali e di non aver sentito cosa si sono detti, è cosi’?
Teste Si, poi i consiglieri ci hanno riferito….
PM Lei quando è stato interrrogato il 27 gennaio 2011 ha detto che quella persona con la fascia davanti con il megafono ci ha avvisato dell’ordinanza e di allontanarci…
Teste Successivamente, io ricordo che col megafono ha detto dovete allontanarvi, ma la spiegazione, sono stati a parlare 5 minuti quindi suppongo che abbia dato spiegazioni più dettagliate.
PM Lei era presente il 3 luglio?
Teste Si, nel percorso degli amministratori
PM Non era nell’area museale?
Teste No, sono rimasto in Via dell’Avanà
PM Le facciamo solo vedere alcune fotografie

Passano alcune foto del cancello, gli viene chiesto se si riconosce, Guido si indica come quello con la felpa rossa e una stampella in mano. Gli viene chiesto come mai avesse gli occhialini. Guido spiega che “qualche giorno prima una persona anonima ci aveva telefonando avvisandoci che sarebbe stato fatto largo uso di lacrimogeni, io ingenuamente ho pensato di proteggermi con gli occhialini poi ho capito che non serviva a niente”.
PM cosa stanno facendo in quella fase li’ i poliziotti?
Teste Credo che ci fosse uno degli agenti che cercava di agganciare il cancello…. quindi proteggevano il poliziotto che doveva agganciare il cancello con gli scudi e io cercavo di fargli spostare lo scudo, cercavo di impedire o di rallentare, ma senza rischiare di far male a qualcuno, toccavo lo scudo all’estremità perché si muovesse…  (il PM mostra un’altra foto, chiede a Guido se si riconosce, si, è più o meno come quella di prima). Passiamo al video. 27 giugno, 7:51
PM Sta dando più colpi
Teste: Si, son colpetti
PM Gliel’ha detto qualcuno di salire in alto?
Teste No è che io ho pensato che se saliva qualcuno non avrebbero osato abbattere il cancello…. Poi, rispetto al fatto del travisamento, l’ispettore Benelli che ha testimoniato anche qua, riferisce (è agli atti) nell’annotazione del 31/8 che il nucleo da lui comandato mentre era intento ad agganciare la barricata era oggetto di lancio di oggetti contundenti e liquidi coloranti da parte dei dimostranti tra i quali un individuo con capelli e barba bianca e un foulard al collo
PM L’annotazione non è agli atti
Teste O mi date dello scemo… o… se io mi volevo travisare mi travisavo PRIMA, non quando i poliziotti eran già sotto, diciamo a sostegno della tesi che ho alzato il foulard quando stavano per lanciare i lacrimogeni…. non c’era bisogno di travisarmi, mi si riconosce comunque. Il poliziotto che è arrivato sotto il cancello dice che c’ero io con il foulard al collo, non sul viso, quindi mi sono fatto vedere senza il travisamento, questo voglio dire.
PM Va bene.
Avv. Ghia per Fissore: Partiamo da quella famosa assemblea, c’è stata un’assemblea la sera prima?Il 26?
Teste Si, il 26 sera, prima c’è stata una fiaccolata da Chiomonte alla Maddalena con 2 o 3 mila persone, poi un’assemblea sul piazzale, direi con un migliaio di persone, il piazzale di fronte al museo della Maddalena dove c’erano le nostre tende. E si è deciso, dato che si sospettava che sarebbero arrivati il giorno dopo, di organizzare una forma di resistenza passiva tra cui quella di sedersi tutti su quel piazzale per farci spostare di peso.
Avv Lei ha parlato prima, rispondendo al PM, della presenza di una serie di tende su quel piazzale, può descriverle?
Teste: Un tendone di tipo militare lungo credo 6×4, dove c’era la cucina, e poi c’era un altro tendone non coperto sui lati, bianco, dove c’erano i tavoli per mangiare. Poi un altro paio di gazebi x le attività, assemblee, lezioni,
Avv. Venivano svolte attività particolari?
Teste Si quasi tutte le sere si organizzava qualcosa, musica o.. abbiamo avuto insegnanti universitari che sono venuti a fare delle lezioni… dall’inizio del mese o dalla fine di maggio.
Avv C’erano altre tende?
Teste Nella zona accanto al capannone della cooperativa vinicola c’erano parecchie tende anche di tipo istituzionale, un’infermeria, una tenda della comunità montana, e poi le tende di quelli che si fermavano a dormire e lasciavano le tende li’…
Avv Che lei sappia voi avevate richiesto un’autorizzazione al Comune per poter occupare la zona?
Teste Si, ero andato io personalmente in municipio e abbiamo chiesto l’autorizzazione di montare alcune tende sia per propaganda nel senso di spiegare le nostre ragioni sia per fare attività culturali quindi il comune, gli uffici tecnici, mi hanno poi mandato una nota di quanto avrei dovuto pagare  e abbiamo pagato il plateatico.
Avv. Potrei esibire dei documenti al teste? Esibirei documento 10 prodotto dalla difesa Fissore. E’ sua la firma?
Teste: SI
Avv Aveva chiesto l’autorizzazione per utilizzare il terreno fino al 4 luglio?
Teste: Si
Avv.Esibirei al teste il documento 11. E’ questa la lettera che lei ha ricevuto, indirizzata al sig. Fissore, con la quale il Comune le autorizza l’uso dell’area fino al 4 luglio?
Teste Si, esatto, fa riferimento alla mia richiesta e si accoglie tale richiesta.
Avv. Documento 12, questa è la somma che lei ha versato quale costo per l’utilizzo dell’area?
Teste: Si, bollettino postale 420 euro per il plateatico di quell’area.
Avv. Quindi le chiedo conferma, avevate ottenuto un’autorizzazione pagando relativi oneri per occupare quest’area fino al 4. Ricorda se la era del 24 lei ha trasmesso una PEC ad una serie di enti istituzionali confermando questo dato?
Teste: Si, non ho capito un pezzo della domanda…
Avv Se lei ha mandato personalmente o attraverso un avvocato, una comunicazione con posta elettronica certificata ad una serie di enti informandoli dell’autorizzazione fino al 4 luglio, le risulta?
Teste: Non ricordo…
Avv Attraverso l’avvocato Bertone, ricorda?
Teste: Si, l’avevo sicuramente comunicato perché era importante…non ricordo la data precisa
Avv Veniamo al 27, lei ci ha detto che si trovava accanto al cancello, lei ha detto che era salita su qualcosa…
Teste Si, utilizzando la struttura del cancello, c’era una sbarra orizzontale ad un metro d’altezza quindi avevo i piedi su questa sbarra e con una mano mi tenevo alle sbarre verticali
Avv Ma secondo questa autorizzazione, voi potevate occupare quel terreno in quei giorni?
Teste SI
Avv qualcuno vi ha comunicato che era stata revocata questa autorizzazione?
Teste Io ho sentito l’ordine di sgombero ma non una comunicazione che quell’autorizzazione fosse stata revocata
Avv ecco ma questo signore con la fascia tricolore vi ha detto che la precedente autorizzazione da voi richiesta era stata revocata?
Teste No io questo non l’ho sentito
Avv Qualcuno vi ha restituito le somme che avete pagato fino al 4 luglio?
Teste NO
Avv Lei ha riconosciuto l’ispettore capo Benelle?
Teste No, mi è sembrato di vedere uno con la maglietta, dai filmati che ho visto c’era solo lui con solo la maglietta mentre gli altri erano più vestiti…
Avv L’ispettore ha riferito in questa sede che era l’unico ad avere la maglia con le maniche corte, lei ha visto dov’era collocato rispetto a lei?
Teste Dall’ultimo filmato mostrato dal PM un po’ sulla mia sinistra
Avv Lei era nella parte destra del cancello?
Teste si
Avv Quel basamento sul quale lei si era messo, rispetto al piano terra, quanto è alto?
Teste Circa un metro
Avv. Lei ha per caso colpito con quella stampella il Benelle, si ricorda?
Teste No, non credo arrivassi alla posizione in cui era lui e poi comunque era coperto dagli scudi, e sicuramente non al piede..
Avv Lei ha sempre impugnato la stampella in verticale? Non l’ha mai utilizzata come clava?
Teste No, mai, sempre solo cosi’
Avv Ad un certo punto lei ha detto di aver visto caricare i lacrimogeni ed ha alzato il fazzoletto
Teste Si, esatto, poi hanno iniziato a lanciare, il primo mi pare non contro il cancello ma sulla destra verso il prato della centrale…
Avv E da quando hanno lanciato i lacrimogeni a quando se n’è andato quanto tempo è passato?
Teste Quasi nulla, anche perché sapevo di non poter correre quindi sono sceso e mi sono incamminato…
Avv quindi è stato uno dei primi a partire
Teste Si, poi magari qualcuno mi ha sorpassato, intanto arrivava il fumo dei lacrimogeni…
Avv E poi se ho capito bene ha detto di aver raggiunto il piazzale
Teste Sul piazzale non sono arrivato perché a pochi metri ho incontrato la gente che scappava dal piazzale con gli occhi rossi qualcuno vomitava perché avevano tirato i lacrimogeni, il piazzale era impraticabile, è saltato il piano diciamo
Avv Lei si è allontanato dalla zona e ha preso un sentierino, poi si è fermato?
Teste Un sentiero in mezzo alle vigne, poi mi son fermato, poi mi ha telefonato Giorgio Vair dicendomi vieni, siamo un po’ di amministratori forse ci lasciano portar via le tende prima che le distruggano
Avv Voi avete smontato alcune tende e caricate sulle autovetture ne sono rimaste altre?
Teste E’ rimasto il tendone grande della cucina, la tenda dove si mangiava con il telo bianco, la tenda della croce rossa e alcune tende dei manifestanti, poi molte tende dei manifestanti erano dietro l’area archeologica
Avv Lei sa se avete raggiungo un accordo per mantenere li’ le tende e portarle via il giorno dopo?
Teste Si, ci hanno detto che avremmo potuto tornare il giorno dopo con un mezzo e portarle via
Avv. Lo stesso giorno avete smontato alcune tende mettendole dentro quelle più grandi?
Teste Si, alcune portate via subito, altre messe nella tenda grande. il giorno dopo sono andato per caricare queste tende e le ho trovate molte tagliate, e alcune anche come dire inondate di liquido strano..
Avv cosa intende?
Teste Potrebbe essere liquido organico. In molte tende dietro nell’area archeologica erano tagliate, distrutte in modo vandalico, ricordo che ho parlato con uno della Digos che mi ha detto “non siamo noi”, però…
Guido Fissore, le tende tagliateAvv. Esibiamo delle fotografie. (si vede una tenda tagliata) Le tende si presentavano cosi’ il giorno dopo?
Teste Si, ne ho contate almeno 30 o 40 cosi’, c’erano anche le suppellettili aperte e buttate fuori, cosi’, in segno di spregio.
Avv Lei è stato uno degli ultimi ad andarsene dal luogo?
Teste si, son rimasto li con gli ultimi
Avv Quando lei è andato via c’era ancora qualcuno di voi?
Teste No, c’erano solo forze dell’ordine
Avv La zona era piena?
Teste si
Avv Quindi lei può escludere con certezza che questo l’abbia fatto qualcuno di voi?
Teste senza alcun dubbio
Avv.Vitale: Lei le ha viste anche de visu le tende?
Teste SI
Avv Solo per capire, le aperture che vediamo sono le aperture normali o dei tagli?
Teste No, sono squarciate
Giudice: Lei ha detto che cercava di far spostare gli scudi, perché?
Teste Per disturbare chi materialmente cercava di agganciare il cancello.
Avv. Bertone: Una cosa ad integrazione, le PEC sono state prodotte da questa difesa all’udienza del 25 ottobre 2013, pag. 51, e la circostanza della ricezione il 26 giugno  è stata confermata dal teste Petronzi

(Breve pausa)

Imputato GIUSEPPE CONVERSANO
PM: Lei come mai si trovava in Valsusa il 3 luglio?
Imputato: per manifestare contro quello che è successo il 27 giugno.
Il PM chiede se è arrivato in auto e con altre persone, l’imputato non vuole mettere in difficoltà altre persone.
PM Come aveva appreso della manifestazione?
teste: Dai quotidiani, dai siti di controinformazione e da quello che i media scrivevano, anche dai telegiornali
PM Lei era presente in valle il 27 giugno?
Teste nel pomeriggio, all’assemblea a Bussoleno
PM era già stato su in altre occasioni per partecipare a manifestazioni?
Teste: Si, ma quella del 27 giugno era la mia prima assemblea
PM Lei arriva il 3 di luglio in valle e cosa fa, dove si reca?
Teste dall’abitato di Chiomonte proseguo…
PM Lei aveva indumenti particolare?
Teste No, avevo una tshirt, uno zaino con del cibo, un fazzoletto di seta e una felpa perché era mia intenzione fermarmi di sera
PM Quando arriva su la sua intenzione era partecipare?
Teste io sono arrivato che ormai la manifestazione era conclusa, ho iniziato a percorrere il sentiero delle vigne ma subito sono stato bersagliato da lancio di lacrimogeni credo dai carabinieri quindi sono tornato indietro
PM Ma se non ci fosse stato il lancio dei lacrimogeni lei cosa  avrebbe fatto?
Teste credo che avrei proseguito per il sentiero
PM Aveva una meta?
Teste Salendo dalla statale avevo sentito dei boati e vedevo del fumo che si alzava credo dall’area archeologica
PM Ma lei era stato informato che c’erano scontri in atto?
Teste No, quando sono arrivato li’ ho visto che c’era del fumo e ho dedotto fossero lacrimogeni
PM E non ha visto altro? Lancio di pietre…
Teste Dalla statale no, vedo il fumo in quello che presumo fosse l’area archeologica, io il cantiere l’ho visto due settimane dopo. Mi sono recato verso la centrale
PM Poi le lanciano i lacrimogeni?
Teste dalla centrale imbocco il sentiero delle vigne, dopo 5 minuti arrivo in una rientranza, dal prosieguo spuntano degli agenti che lanciano lacrimogeni nella mia direzione e quindi sono tornato indietro
PM Quindi lei non ha messo in essere alcuna condotta attiva contro le fdo?
Teste in quel momento no
PM In altri momenti?
Teste successivamente si. Avrò lanciato 3 o 4 pietre oltre il recinto della centrale elettrica, dopo che ho assistito a delle cose che reputo inammissibili.
PM Sarebbero?
Teste Un presidio medico totalmente avvolto dai gas lacrimogeni, lacrimogeni lanciati ad altezza uomo, teste rotte dai lacrimogeni, io stesso sono andato a farmi curare al presidio medico ma ho lasciato stare perché c’erano persone che avevano più bisogno di me
PM Mi spiega di quale presidio medico sta parlando, chi l’aveva allestito?
Teste Non so chi l’avesse allestito, c’erano dei sanitari al di qua della centrale elettrica, pero’ sfasati,
PM Erano gazebo del movimento no tav?
Teste credo di si, ma non quelli che abbiamo visto prima. Tra l’altro gazebo usati successivamente come scudo dai lanci di lacrimogeni per trasportare dei feriti, tra cui anche me, io ritornando su via dell’avanà sono stato colpito da un fitto lancio di lacrimogeni sono caduto, sono quasi svenuto, qualcuno mi ha fatto mangiare dei lacrimogeni e sono riuscito a riprendermi nonostante i conati di vomito, riprendermi perché avevo bruciori ovunque, nelle vie respiratorie e anche sulla cute e sui capelli
PM Il lancio di pietre è avvenuto prima o dopo questi fatti?
Teste un’ora e mezza dopo…
PM Dopo che si è sentito male, che ha tentato di andare al presidio, allora è tornato e ha lanciato le pietre?
Teste Quando hanno tentato con il gazebo di farmi attraversare il ponte e portarmi verso il presidio medico non ci siamo riusciti perché arrivavano veramente tanti lacrimogeni, e ho scoperto che c’è una scala di servizio e guadando il fiume ho raggiunto il presidio medico. Ripeto, nel presidio medico c’erano delle persone che si stavano facendo cucire la testa perché avevano delle lesioni sulla testa. Mi hanno indicato una fontana, sono andato a lavarmi alla fontana, ho bevuto dell’acqua, mi hanno dato del limone e sono riuscito bene o male a riprendermi. Dopo di che sono stato sempre al di qua, verso Chiomonte, non ho mai attraversato il ponte e ho assistito a delle cose, al lancio di lacrimogeni su pensionati, famiglie, su ragazzi che erano nel prato e stavano suonando la chitarra, ho dovuto Pinelli Martino, un disabile sulla carrozzina, prenderlo di pesi e spostarlo perché gli è finito sotto la sedia a rotelle nei pressi del presidio medico. L’ultimo fatto è quello dell’amico disabile, dopo di che dalla rabbia non ci ho più visto, ho raccolto qualche pietra, mi sono avvicinato verso il ponte e ho lanciato 3 o 4 pietre, saranno state più o meno le 16:30, più o meno.
PM Lei ha visto o era presente quando hanno cercato di buttare giu’ il cancello i manifestanti?
Teste Quando facevo a ritroso il sentiero delle vigne mi son fermato proprio sopra la cancellata. In quel momento c’erano persone che tiravano la fune e ad un certo punto è partito un fitto lancio di lacrimogeni che ha colpito, oltre ai manifestanti, ha colpito anche noi che eravamo sopra ad assistere, c’erano anche cameramen di giornali che sono stati colpiti e son dovuti scappare. Tornando indietro li’ ho quasi perso i sensi perché c’era questo fumo denso, bianco, nella boscaglia….
PM Ma li ha visti mentre tiravano la corda’
Teste si
PM Erano vicini alla cancellata?
Teste c’era chi era vicino, chi lontano, non saprei dire quanto era lunga
PM Mentre tiravano la corda ha visto qualcuno intorno tirare pietre?
Teste No, no
PM Ha visto se c’era qualcuno con i caschi?
Teste No, gente coi caschi e gente che ha tirato di pietre le ho viste dopo che c’è stato l’iniziale fitto lancio di lacrimogeni, perché è durato credo fino alle 17:30, 18:00
PM C’era qualche ragione particolare per la quale si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al GIP?
Teste Dopo 2 o 3 giorni di carcere alle Vallette, senza coperte, con 4 gradi in cella, dove bisognava scaldare l’acqua sul termosifone per poterla bere non ero nelle condizioni psicofisiche per poter rispondere alle domande
PM : le facciamo vedere alcune fotografie (il PM mostra alcune foto, in una il teste si riconosce)
Teste: ho un cappuccio in testa, mi bruciava il cuoio capelluto per i gas, i CS. Poi ho gli occhiali da sole e un fazzoletto di seta che metto sempre con me nello zaino quando vado in montagna
PM Mi sembra sbilanciato, mi spiega?
Teste sto effettuando un lancio di una pietra
PM Dove l’aveva trovata?
Teste a terra, in montagna è pieno
PM Ci può descrivere il luogo bene?
Teste all’imbocco del ponte, dal lato di Chiomonte. La prospettiva fotografica fa sembrare che io sia sul ponte, in realtà se si potesse vedere il parapetto che c’era dietro ero proprio all’angolo di dove inizia il ponte con la strada. (altra foto).
PM Non riesco a capire bene cosa si vede sopra al braccio, lei ricorda qualcosa?
Teste: Vedendolo cosi’ sembra un candelotto di lacrimogeno che sta cadendo,
PM Esatto, quindi è un candelotto che vi sta arrivando?
Teste: Un candelotto che sta arrivando OLTRE, non in prossimità del ponte, ma verso i gazebo del presidio medico
PM E le forze dell’ordine erano più in basso?
Teste: Il ponte è più o meno a quel livello
PM E le fdo potevano essere a che distanza?
Teste 50-70 metri, si avvicinavano e arretravano, a volte andavano dietro l’edificio della centrale elettrica.
PM (altra foto)
Teste: in quel contesto li’….
PM Qui c’è di nuovo del fumo, sembrerebbe uscire dalla sua mano
Teste: Guardi, io ho raccolto una manciata di pietre  e di terra e probabilmente può essere della polvere. Credo di aver lanciato anche una scorza di limone
PM Non ha lanciato dei lacrimogeni?
Teste assolutamente no, perché quando sono caldi, il gas si sprigiona intorno a 90 gradi e a mani nude non si può
PM E questo lei lo sa perché lo ha già sperimentato prima?
Teste No, mi sono informato, sui siti internet c’è molto materiale sui CS
(altra foto) Teste: Qui sono leggermente più avanti, ma di un paio di metri. I bidoni dell’immondizia erano messi non proprio a metà del ponte ma spostati di qualche metro verso Chiomonte.
PM Direi che con le foto possiamo chiudere qui, facciamo vedere un breve video.
Teste Lo stesso lancio delle foto
PM E i bidoni dove sono finiti?
Teste Credo sul ponte. Perché lanciavano liquidi urticanti, ho visto persone con i pantaloncini corti con le gambe completamente rosse per liquidi urticanti
PM Questo dalle forze dell’ordine?
Teste si
PM Successivamente lei è andato in ospedale, si è fatto mediare?
Teste No, sono andato a casa, ho fatto una doccia, mi sono bevuto del latte e mi sono sentito meglio, non ho valutato di andare in ospedale, è una cosa che non vedevo come intervento di pronto soccorso, insomma.
PM c’è una ragione particolare per cui lei fosse vestito di nero con il cappuccio?
Teste No, era mia intenzione fermarmi la sera, in montagna c’è uno sbalzo tecnico non indifferente… io avevo una tshirt, ho messo la felpa perché quando tornavo dal sentiero delle vigne, che son stato bersagliato dai lacrimogeni, quando mi son sentito veramente male, ho cominciato a sentire bruciore sia sul cuoio capelluto che sulle braccia quindi ho preferito coprirmi
PM Lei alle 13 c’era già?
Teste Io sono arrivato verso le 13:30
PM Ha per caso visto un razzo?
Teste NO
PM Poi la sera si è fermato?
Teste era mia intenzione fermarmi, ma visto che avevo bisogno di farmi una doccia e il torrente era intriso di gas ho preferito andare a casa a farmi una doccia
PM Non ho altre domande
Avv Novaro: Senta partiamo dagli inizi, lei ha detto di essere stato in valle dopo lo sgombero?
Teste si, dopo, il 27 sera, un’assemblea affollata, io non sono riuscita ad entrare nel palazzetto, dopo lo sgombero… ci furono dei blocchi stradali e poi un’assemblea, se non erro furono bloccate entrambe le statali
Avv. Nei giorni precedenti aveva partecipato a delle attività al presidio della maddalena?
Teste No, perché nel momento in cui è nata la libera repubblica non ero in italia e avevo problemi di lavoro, avevo un lavoro che mi obbligava a presidiare nel week end e non sono riuscito ad andare.
Avv perché il 3 luglio ha deciso di andare?
Teste Perché reputo lo sgombero del 27 una totale ingiustizia in quanto tecnicamente non c’era per il cantiere un progetto definitivo, poi se lo fa LTF è legale, se lo fa un libero cittadino diventa illegale, è una cosa che non reputo giusta
Avv lei ha partecipato ad altre iniziative del movimento no tav?
Teste si, a Torino e in valle. Perché sono contrario a questo tipo di sviluppo legato alle grandi opere, non posso dimenticare che qualche anno fa a Rivoli un ragazzo è morto per il crollo di un soffitto di una scuola e non capisco perché bisogna spendere soldi per un’opera che non porta benefici e vengono tolti servizi negli ospedali.
Avv Il 3 luglio lei è arrivato, ha detto, è sceso dalla strada, ha raccontato di essere stato attinto da gas lacrimogeni e si è diretto presso il presidio medico, ha spiegato anche che per raggiungere il presidio medico è stato usato un gazebo, può spiegare meglio?
Teste Ho dei vaghi ricordi, non ero molto lucido, io scendendo dal sentiero correvo e sono andato a sbattere contro una macchina perché non vedevo nulla, qualcuno mi ha tirato su da terra mi ha messo del limone in bocca, mi ha lavato la faccia e ho cominciato a capire dov’ero. Ho cominciato a vomitare, ho avuto molti conati di vomito, tra l’altro ero a digiuno, avevo conati di vomito che non mi facevano uscire nulla. Adesso non ricordo ma delle persone mi hanno detto ti accompagnamo al presidio medico, nel mentre un gazebo è stato messo a mo di protezione perché c’erano altre persone come me in quella situazione e si è pensato di raggiungere il presidio medico oltrepassando la cancellata, il gazebo era orientato a mo di scudo per evitare di essere colpiti perché c’erano già delle persone con le teste rotte
Avv l’attraversamento non è riuscito?
Teste io mi ricordo di aver fatto 10-15 passi poi è arrivato di nuovo un fitto lancio di lacrimogeni, mi sono girato e sono scappato, non ho fatto molta strada, poi ho visto questa scala che scendeva verso il letto del fiume e sono passato di là
Avv. e l’episodio del suo amico?
Teste: Si, lo conoscevo, Pinelli Martino. Nei pressi del presidio medico c’è stato di nuovo un fitto lancio, c’è da dire anche una cosa, il vento il 3 luglio alla centrale elettrica soffiava da valle, quindi il fumo dei lacrimogeni veniva spinto verso fondo valle, verso exilles, da dove sparavano le Fdo il fumo veniva spinto verso il presidio medico,la cosa che a me ha urtato anche in quel momento è che dei lacrimogeni venissero lanciati oltre .. non per far si che il fumo arrivasse verso dei manifestanti che in quel momento potevano essere agitati, ma verso persone completamente inermi e soprattutto verso il presidio medico
Avv era distinguibile il presidio medico?
Teste c’erano dei sanitari con la tuta del 118 arancione…..
Avv c’erano persone che lanciavano sassi, presso il presidio medico?
Teste assolutamente no! Li vicino c’è una fontana e si cercava un attimo di lavarsi, di sciacquarsi, di non intasare il presidio medico perché c’erano delle persone… ho visto sanitari che cucivano la testa.
AVV Le lesioni sulla testa erano frutto di oggetti contundenti?
Teste io non ho visto contatti e cariche, quindi deduco fossero lacrimogeni, alcuni li ho dovuti schivare all’ultimo momento, tra l’altro alcuni lanci secondo me arrivavano dall’elicottero perché arrivavano dritti su di noi... anche quando si era lontani dalla zona un po’ più calda. Pinelli… io stavo bevendo, ad un certo punto ho visto che era in mezzo al prato con la sedia a rotelle, gli è finito un lacrimogeno tra le ruote della carrozzina, io ho tirato su lui e la carrozzina e l’ho spostato, anche lui ha avuto un momento di malore per aver respirato i CS
Avv lei quanti lanci ha visto?
Teste: Interminabili, in quella giornata si parla di 4000 lacrimogeni lanciati nelle aree degli scontri, quanti nella zona della centrale elettrica non saprei, ma tanti
Avv Ha visto anche lanci orientati verso la strada che saliva a chiomonte?
Teste verso le 17:30 è stato fatto un fitto lancio di lacrimogeni nella strada che sale a chiomonte dove c’erano persone che battevano sul guard rail . E’ una zona assolutamente distante, non c’era nessuno che lanciava niente, le persone stavano defluendo… c’erano altre persone che scendevano anche.
Avv i lacrimogeni sono stati sparati contro persone che non stavano lanciando nulla?
Teste assolutamente si, ma non solo in quel frangente
Avv Le vorrei far vedere una fotografia, dall’album Conversano, per capire esattamente l’area del ponte, se lei riesce a ricordare la sua posizione
Teste: La mia posizione è dove termina la freccia bianca, (via roma di chiomonte). La polizia era nella zona dove c’è quel grosso pino che per l’occasione era stato tagliato, al centro del fotogramma. Avanzava e indietreggiava giungendo fino quasi a quel pino che c’è dietro. Li’ c’era la testa del reparto, poi avanzavano fino alla cancellata che era stata montata dove c’è invece la freccia rossa.
Avv senta lei quando ha fatto i lanci, a una distanza di 50-70 metri, aveva un obiettivo specifico?
Teste Ero arrabbiato. Arrabbiato è un termine modesto per la situazione. Ero molto innervosito dall’ingiustizia che tutti si stava subendo.
Avv ha visto se i lanci hanno avuto un buon esito?
Teste il primo con la pietra più grande ha fatto un tonfo più grande, è finito nell’acqua. Gli altri non lo so. Ero talmente arrabbiato e teso che lanciavo e chiudevo gli occhi, ero teso per la situazione che vivevano persone completamente inermi.
Avv Il PM ha fatto vedere delle fotografie, è una sequenza unica?
Teste: Si, dopo che ho spostato Martino Pinelli ho raccolto delle pietre da terra, sono andato verso il ponte e le ho lanciate.
Avv: mostriamo le foto per capire se sono tre lanci o… Questa è una foto delle 16:25, poi la successiva… ecco forse sono due lanci distinti?
Teste I primi tre fotogrammi appartengono ad un lancio, il secondo c’è stata una pausa, io mi ricordo anche che mentre effettuavo questi lanci mi son dovuto chinare perché avevo un conato di vomito perché l’aria era completamente irrespirabile. Una persona in un contesto diverso le avrebbe tirate con più forza…
Avv Lei quanti lanci di oggetti complessivamente ricorda?
Teste ricordo 3 o 4 lanci.

TESTIMONIANZA DELL’IMPUTATO TOBIA IMPERATO

Avv.Novaro ricordando l’ordinanza che vietasse di riprendere gli imputati, l’imputato autorizza ad essere ripreso per questa udienza, Bosio conferma e autorizza.
PM Lei il 27 giugno era a Chiomonte?
Tobia: Tecnicamente si, praticamente ero nella libera repubblica della Maddalena. Sono arrivato alle 5:30 del 27 giugno:
PM per quale ragione è andato?
Teste: Era da giorni che si diceva che ci sarebbe stato lo sgombero e sono andato a difendere la Libera Repubblica della Maddalena, qui si parla di pietre, cose ma la libera repubblica è stata definita un’università a cielo aperto, in cui convivevano idee…
PM Risponda alle domande. Lei è arrivato alle 5 per difendere con quali modalità?
Teste: C’era un appello ad essere presenti, quando sono arrivato al mattino mi sono informato e ho saputo delle decisioni dell’assemblea della sera precedente, che ha esposto Guido Fissore, di trovarci tutti sul piazzale della Maddalena e fare resistenza passiva cioé farci portare via di peso.
PM Lei è arrivato con la sua autovettura?
Teste SI
PM Era in compagnia di qualcun altro?
Teste io faccio il bibliotecario, non la spia.
PM Dove si trovava quando sono avvenuti i fatti?
Teste: Ero nella zona a ridosso dell’autostrada, ma non dalla parte verso la barricata stalingrado ma dall’altro lato dell’autostrada, ero andato al ponte della clarea insieme ad altri perché si sapeva che sarebbe arrivata la polizia ma non si sapeva da dove sarebbero entrati e quindi c’erano vari gruppi che erano dislocati in vari punti. Poi da li è arrivata la notizia che una benna stava rompendo il guard rail e allora c’era il rischio che noi fossimo tagliati fuori senza poter partecipare alla resistenza passiva, quindi siamo tornati indietro per tornare sul piazzale
PM Come arrivavano le notizie?
Teste non lo so, passaparola, ero li’ con altri è arrivata la voce stanno sfondando, torniamo indietro
PM Poi lei li ha visti?
Teste subito no, ho visto la benna che stava rompendo il guard rail dal lato opposto all’area archeologica, e quando abbiamo visto la benna un gruppo di noi si è inerpicato, era di una ripidità notevole, fin sopra per impedire alla benna di andare avanti, infatti appena ci hanno visto arrivare l’operaio che manovrava la macchina ha interrotto il lavoro
PM E intorno stava succedendo qualcosa? Qualcuno tirava sassi, estintori?
Teste no, era assolutamente tranquillo, dove eravamo noi non era venuto nessuno, l’unico nostro intento era quello di bloccare il lavoro della benna perché non sapevamo i piani operativi della polizia, vedendo rompere li’ pensavamo volessero entrare da quel lato li’…
PM E come volevate fermarli?
Teste Presumo che se mi metto li’ se non è un criminale assassini smetta di azionare la benna
PM Quanti eravate?
Teste a salire su diciamo due o tre, ma è stato sufficiente a bloccare il lavoro
PM C’è stato contatto fisico?
Teste in quel momento no, poi la benna si è ritirata, è arrivato un reparto di polizia che ha cominciato a scendere, hanno fatto fatica a scendere anche perché noi eravamo arretrati, si muovevano a tentoni e cercavano di raggiungerci
PM e c’è stato un contatto fisico?
Teste se contatto fisico intende… si, sono arrivati vicino a me e io non mi ricordo cos’è successo di preciso ma mi ricordo che sono arrivato faccia a faccia
PM Ma non ha toccato con le sue mani il poliziotto?
Teste potrei anche averlo toccato, ho letto sul vostro atto di accusa che afferravo un poliziotto per il braccio con il verosimile scopo di fermarne l’avanzata, confermo lo scopo di fermarne l’avanzata…
PM E il poliziotto è caduto?
Teste assolutamente no, sono caduto io
PM E poi cos’è successo?
Teste io sono caduto all’indietro, per fortuna c’erano i miei compagni che mi hanno preso a volo d’angelo, poi ho visto una nuvola bianca che presumo fosse un estintore, poi ho avuto la conferma perché ho visto i poliziotti che stavano scendendo ricoperti di polvere bianca, me ne sono andato e sono rientrato nel piazzale della maddalena
PM Lei non si era portato dietro caschi e maschere?
Teste no, io a tutte le manifestazioni vado a viso scoperto
Tobia ImperatoPM Guardiamo un attimo le fotografie cosi’ lei ci descrive i luoghi, IMG302.jpg. quello con la barba è lei?
Teste Si, tra l’altro trovo anche ridicolo che mi abbiano sequestrato il giubbotto visto che mi sono sempre riconosciuto…
PM E li’ i poliziotti cercavano di…
Teste: Di scendere
PM e voi volevate impedire loro cosa?
Teste: Di avanzare, era una situazione non di scontro, ma una situazione in cui i poliziotti volevano scendere per attestarsi sotto in maniera che noi non potessimo più impedire alla benna di lavorare
PM Mi sembra in movimento lei, non mi sembra passivo
Teste Cosa intende?
PM Non mi sembra che il suo comportamento sia passivo
Teste Io non so cosa intende per passivo, io stavo facendo una resistenza ad un’occupazione militare di un posto….
PM Senta Imperato ha qualcosa in mano? Ha un bastone in mano?
Teste No, ero a mani nude e a volto scoperto come sempre
PM E quelle li cosa sono, cos’ha nelle mani?
Teste Niente, era un coso pieno di arbusti e ripido e mi sono attaccato ad un arbusto per stare in equilibrio, infatti son caduto, se fosse stata una situazione stabile non sarei volato all’indietro. Poi se fosse un bastone sarebbe lungo
PM Le faccio vedere un’altra foto, 304.jpg, è sempre lei sulla sinistra?
Teste assolutamente si.
PM Qui è lei? Quella mano che cinge il braccio è la sua?
Teste probabilmente si
PM Lei c’era il 3 di luglio?
Teste certo che si
PM Come mai?
Teste dopo tutto quello che avevamo subito il 27 giugno era giusto dare una risposta di massa, infatti ci sono state 70mila persone, certo non 100 persone.
PM Lei è andato su quella mattina appositamente?
Teste si, sono andato su, sono arrivato penso verso le 8:30-9:00
PM In quale zona
Teste a Chiomonte, perché una partiva da Exilles e una da Chiomonte,io sono andato a Chiomonte.
PM E poi è andato all’area archeologica?
Teste No, ho seguito la manifestazione fino alla conclusione.
PM Alla centrale elettrica ci è arrivato  a che ora
Teste non so, non ho guardato l’ora
PM Cosa si ricorda di quel giorno? Ha visto il tentativo di tirare giu’ il cancello?
Teste: Non ho visto, ho partecipato a quell’azione
PM E in cosa è consistita la sua partecipazione?
Teste : a tirare la corda
PM E l’ha portata io?
Teste No, non l’ho portata io ma non ho nulla in contrario a fare quel tipo di azione
PM Lei l’ha vista e la tirata, ce la descrive la corda?
Teste: Sarà stata tipo un cavo.. non so, un dito, ecco.
PM E vi siete messi… c’era lei che la tirava e poi quanti altri?
Teste che ne so, mica li ho contati….
PM Ma era da solo?
Teste Sarei stato Ercole se l’avessi tirato giu’ da solo
PM Ma l’avete tirato giu’ il beta fence
Teste Tirato giu’ no, piegato forse. Poi ho visto centianaia di lacrimogeni che arrivavano da tutte le parti….
PM E ha visto gli altri manifestanti accorsi, cosa facevano?
Teste Continuavano a tirare il betafence…  I lanci poi ci sono stati dopo che i lacrimogeni hanno reso l’aria assolutamente irrespirabile, quando abbiamo iniziato a tirare le corde i poliziotti erano all’altezza della centrale, poi sono avanzati lanciando lacrimogeni e li’ ci siamo dispersi, ma la maggior parte di noi non aveva protezioni, io avevo solo una bandiera no tav, poi l’ho bagnata e me la sono messa non per travisarmi perché sarei stato un cretino a travisarmi dopo due ore che ero li‘, me la sono messa per proteggermi ma non era sufficiente né per gli occhi né per la cute, quindi ci siamo dispersi. A quel punto li’ dal ponte hanno cominciato a lanciare dei sassi, è normale, se si viene aggrediti in maniera anche pesante è normale che si reagisca.
PM Ma i lacrimogeni sono stati lanciati dopo che avevate attaccato la corda….
TESTE Si, probabilmente con il chiaro intento di impedirci questa azione ma sono stati lanciati indiscriminatamente contro tutti, perché il corteo ufficiale era finito ma la gente non se n’era andata, tutta la strada era piena di gente che si era fermata e che ci incitava battendo sul guard rail però…..
PM Senta ci consente di apprezzare l’altezza di questa cancellata?
Teste non mi sembra fosse molto alta, penso 2,5 mt e poi aveva ancora a fini estetici un filo spinato di quelli israeliani con le lamette
PM Senta i poliziotti rispetto a quel cancello a che distanza erano?
Teste dipende dai momenti, quando abbiamo iniziato erano attestati all’edificio della centrale, poi si sono avvicinati sparando indiscriminatamente a noi, alle persone dall’altra parte del fiume che erano assolutamente pacifiche arrivando fino al presidio sanitario, praticamente non sono intervenuti solo su chi commetteva un’azione illegale….
PM A quale distanza era?
Teste superato il ponte dell’avanà sulla destra, a una cinquantina di metri.
PM Lei a quanto si è avvicinato dal cancello? Il momento più vicino a quanto era’
Teste non lo so, non è che mi sono messo a misurare, il nostro scopo era tirarlo giu’, tira e molla, scappa, riprendi, non sono stato a misurare con il metro.
PM Le faccio vedere qualche fotografia (DSC360.jpg). E’ questo il cancello, è un’unica corda o son più corde?
Teste penso sia la stessa corda che fa il giro e viene presa… sono quello li’ in prima fila che poi avevo messo la bandiera perché non riuscivo più a respirare.
PM Con il gilet senza maniche grigio?
Teste si quello che mi hanno sequestrato inutilmente
PM (altra foto)
Teste: si, mi sembra di essere io, è molto pixelata… (altra foto)
PM Qui forse l’azione si è conclusa, c’è ancora lei?
Teste Si, sono sempre sulla destra dell’immagine e sono sempre….
PM Senta quanto ci avete messo a piegarlo?
Teste è stato un lavoro lungo, come le ho spiegato, si metteva la corda, ci lanciavano i lacrimogeni, si scappava per riprendere fiato, e si ritornava a riprendere in mano la stessa corda, quinid piegati un po’ di più al primo giro, un po’ di più al secondo, dai e dai.. la cosa è durata penso più di un’ora, ci abbiamo messo un po’.
PM Ma vicino le sono arrivati i lacrimogeni?
Teste: Certo che si.
Avv.Novaro: Partirei dal fondo, cioé dal 3 luglio cosi’ chiudiamo questo pezzo. Qui abbiamo visto il beta fence con quella specie di rete che si piega, al di là di quel beta fence c’era un altro cancello?
Teste: No c’erano due protezioni, la prima era messa trasversale alla strada, la seconda invece era messa a cuneo.
PM Quindi le immagini che ha visto sono della prima
Teste si
PM L’intento qual era?
Teste l’intento era quello di dare l’idea all’esterno che quelle reti sarebbero cadute perché erano illegittime…
PM Ma una volta caduto l’idea era andare dentro o…
Teste No, saremmo stati dei pazzi, con tutti gli agenti che avevano messo dietro…. diciamo che l’idea era come l’avevano aperta a noi il 27 giugno aprirla a loro il 3 luglio
Avv Ha visto i lanci di lacrimogeni verso la strada per Chiomonte?
Teste Si, ho visto i lanci indiscriminati e anche ad altezza uomo, vorrei precisare una cosa, gli agenti hanno detto che non potevano perché c’era il cancello che lo impediva, questo è vero per quelli a mano, ma il lanciagranate sul lato praticamente… c’era un lato aperto, sul lato destro del cancello c’era il fiume e li’, tra il fiume e il ponticello da cui son stati lanciati dei sassi, c’era una zona aperta quindi li’ i lacrimogeni sparati dritti arrivavano che era una bellezza, non c’erano cancelli davanti che obbligavano a fare la parabola
Avv lei ha visto anche lanci sulla strada, chi c’era sulla strada?
Teste Le famiglie con i bambini, gli anziani, tutti quelli che avevano partecipato alla manifestazione, proprio per non coinvolgere le famiglie perché immaginavamo che se avessimo toccato una rete sarebbero arrivati i gas, si era aspettato che defluisse la manifestazione in maniera che se arrivavano dei gas sarebbero stati colpiti solo coloro che facevano quest’azione e non le famiglie, evidentemente non è andata cosi’ perché hanno cominciato a lanciarli indiscriminatamente… C’era quell’angolo aperto sull’argine del fiume che il cancello non copriva e da li’ lanciavano anche nel prato dove c’era gente che non faceva assolutamente niente, merenda
Avv ma dalla zona dove c’erano le famiglie potevano arrivare dei lanci verso le fdo?
Teste No assolutamente no come non avrebbe potuto arrivare un candelotto lanciato a mano, potevano arrivare solo con un marchingegno meccanico si poteva coprire quella distanza
Avv lei ha visto lanci di sassi da parte delle fdo?
Teste no, in quell’occasione no
Avv veniamo al 27 di giugno. Lei ha detto di aver partecipato anche ad altre giornate, nella libera repubblica della maddalena, se vuole darci un’idea…
Teste si, perché qui si parla solo di scontri ma in realtà il movimento no tav nella sua storia ventennale è sempre stato un movimento pacifico, popolare e non si è mai connotato per la violenza, la violenza è nata il 27 giugno secondo i media dove per noi c’è stata resistenza, di un popolo che resiste ad una devastazione, e praticamente la repubblica della maddalena che è un nome altisonante che evoca le repubbliche partigiane era un luogo d’incontro, io è da quando avevo 15 anni che faccio politica e sono fieramente anarchico e in tanti anni che ho partecipato ad eventi politici penso sia stato il momento più alto della mia storia personale perché c’era quest’unità di popolo, di persone, il terribile anarcoinsurrezionalista e la persona più semplice, il pensionato, il cattolico di base e si conviveva tutti insieme in un progetto che era quello di discutere di un mondo diverso in cui la terra non sarebbe stata oggetto di speculazione per fini di denaro e si sarebbe potuto ragionare in termini diverso, c’erano spettacoli, c’era convivialità, non c’era più il denaro, chiunque poteva mangiare e dava un’offerta, chi aveva di più dava di più, ho sentito il PM lamentarsi come fatto eversivo perché alla repubblica della maddalena non poteva entrare la polizia, ma cosa ci entrava a fare? Non ci sono stati reati, niente, per la prima volta in uno spazio effimero, un prato di montagna, migliaia di persone convivevano pacificamente in armonia parlando di cose e opponendosi alla devastazione ambientale e non avevano bisogno di polizia perché non serviva.
Avv veniamo al 27 giugno, lei ha detto di essere arrivato ed essersi posizionato nella parte opposta alla stalingrado, si intravede un signore con la camicia a scacchi rosso e nera, lei riconosce quel signore con una sorta di fascia tricolore al braccio?
Teste No, personalmente non lo conosco, non ricordo la camicia…
Avv ricorda qualcuno con le braccia alzate davanti alla polizia?
Teste no, io poi son caduto e non ho visto cosa succedeva intorno a me, ma son sicuro che non c’è stato nessun lancio… noi eravamo tutti dentro alla maddalena, non c’era stato ancora il tentativo di sfondamento della polizia, quindi attenendoci alle decisioni dell’assemblea nessuno di noi aveva intenzione di fare resistenza attiva
Avv un’interposizione fisica senza fare resistenza attiva?
Teste il nostro scopo era impedire il lavoro della benna poi, successivamente, era quello di stenderci sul piazzale della Maddalena e farci portare via di peso, senza pensare che ci gasassero come poi è avvenuto, se poi sono stati lanciati… io non so qui  è stato detto dagli agenti che è ammesso lanciare lacrimogeni al CS danosissimi per disperdere i manifestanti, però se io prendo il manifestante e gli dò per un’ora e mezza con il manganello ci ammazzano quindi se per lo stesso tempo di tirano lacrimogeni anche un santo si mette a tirare pietre
Avv Nella foto successiva si vede un contatto fisico tra lei e un poliziotto, lei ha una mano sull’avambraccio del poliziotto,..
Teste Si, sono io
Avv c’è stato un contatto fisico? Quella mano poteva esere la sua?
Teste Non ricordo, io son sicuro di non aver fatto nessun gesto di offesa, poi se l’ho toccato o mi sono aggrappato, sono sicuro di essere scivolato..
Avv Lo sviluppo successivo è la sua caduta?
Teste si, cado all’indietro, di schiena e vengo raccolto dai manifestanti sotto.
Avv.Vitale: Se possibile tornerei… nell’album Conversano, la foto aerea che abbiamo visto prima, torniamo al 3 luglio zona centrale elettrica, foto 1. In quella foto li’ ci può dire… le forze dell’ordine erano sulla strada di fianco alla centrale elettrica?
Teste: Il 3 luglio no, erano posizionate all’inizio, quando noi abbiamo iniziato a tirare giu’ le reti, erano posizionati all’altezza di quella prima casa, sulla strada asfaltata.

L’avv.di Fissore spiega che anche lui autorizza l’eventuale ripresa della sua deposizione.

Imputato Rossetto Giorgio. Intendo revocare gli avvocati. Ma intendo anche sottopormi all’interrogatorio. (breve pausa per individuare avvocato d’ufficio). Gli avvocati chiedono di leggere la motivazione dell’ordinanza di rigetto. La motivazione per cui non viene concesso termine della difesa, perché spetta solo al difensore d’ufficio ma non al sostituto (che non è immediatamente reperibile). Il difensore è stato contattato, è informato, ma non è in aula.

Guido Fissore racconta delle tende trovate tagliate il 28 giugnoLa testimonianza di Guido, il particolare della stampella

Avv.La Macchia: La norma che prevede che debba essere nominato il difensore d’ufficio immediatamente riperibile signifca che deve essere reperibile, altrimenti non può essere considerato quello “reperibile” che vuole la norma, quindi io credo che si debba procedere nel…. (mormorio, non parlano al microfono, non si capisce).
Bosio: non è nella lista degli immediatamente reperibile, ma è un difensore d’ufficio normale…. questo non è il caso per l’immediatamente reperibile.
AvvVitale: Lei dice che con un’udienza in corso il difensore non dev’essere nella lista degli immediatamente reperibili? Chiedo solo venga messo a verbale, grazie.
Altri avvocati segnalano che chi è nominato reperibile deve essere tempestivamente in aula, il giudice precisa che ha nominato il difensore d’ufficio e non tra quelli immediatamente reperibili.
Gli avvocati insistono nel sapere perché non viene nominato l’immediatamente reperibile, il giudice segue quello che ha detto il Consiglio dell’Ordine.
PM: 27 giugno 2011, lei si trovava a Chiomonte?
teste: Si, per riaffermare le ragioni di una valle intera, dei suoi amministratori, la contrarietà ad un ‘opera che non era voluta.
PM E qual era il programma?
Teste la sera prima c’era stata una fiaccolata molto partecipata, poi buona parte della gente è andata a casa per lavoro o famiglia e un migliaio di persone è rimasta a presidiare l’area perché era previsto lo sgombero il giorno dopo
PM Quindi lei era già li’ la sera prima? (SI) Da quanti giorni?
Teste andavo dopo il lavoro, mi recavo li’, magari non tutte le sere e partecipavo alle riunioni, alle assemblee, ai momenti organizzativi
PM E il 26 giugno c’era stata una riunione dove?
Teste c’era stata una fiaccolata, le riunioni c’erano state per i due mesi che eravamo rimasti li, c’erano già stati diversi allarmi, quindi c’erano le valutazioni di tutto il movimento rispetto a come comportarsi nel momento in cui sarebbero venuti
PM Lei dove era collocato nella prima mattinata, nella zona dove c’era l’uscita dell’autostrada?
Teste si, ero li, ma se vogliamo ancora fare una premessa magari utile per comprendere il dibattito interno al movimento e alle realtà c’erano diverse ipotesi….
Presidente: deve rispondere alla domanda
PM Lei dove si trovava nella prima mattinata?
Teste Si, però voglio anche dire una cosa….
PM Lei risponda alla domanda
Teste prima mi ha fatto una domanda specifica su come si prendevano le decsioni, vorrei dire che c’erano tante ipotesi, alcune prevedevano un fac simile dello sgombero del Seghino che la gente si era opposta nel 2005, quindi una visione di resistenza passiva, e altri che ritenevano che sarebbero venuti con mezzi e forze adeguati a sgomberare l’area quindi c’erano pluralità di punti di vista… io mi basavo sulle informazioni che avevamo, vedo che non vengono messe in risalto, ce le passava l’operatore che partecipava ai tavoli della prefettura, che in diverse occasioni ha telefonato al numero del presidio della Maddalena e ci comunicava le decisioni che venivano prese li’ io all’inizio ero scettico perché mi sembrava impossibile….
PM Lei ha risposto al tel?
Teste No, io non ho risposto, si presentava come uno che sapeva….
PM Lei l’ha chiamato finanziere
Teste si, poi l’ho scoperto nei giorni successivi è venuto fuori dai giornali lui è rimasto ammaliato dalla donna… e poi è venuta fuori questa storia qui, che poi era la realtà. perché ci ha descritto abbastanza bene
PM Lei quindi sapeva che il 27 giugno sarebbe arrivata la polizia con mezzi adeguati?
Teste si, con forte utilizzo di lacrimogeni, con reparti dall’autostrada e come ultima evenienza dei rocciatori dalla Ramat, queste erano le notizie che ci forniva questo individuo
PM Quindi lei si era attrezzato in modo tale da contrastare questo tipo di azione che le era stata preannunciata?
Teste c’erano punti di vista variegati ma si era deciso di stare su un terreno di resistenza passiva e di evitare terreni che avrebbero potuto portare…
PM Mi sembra che vadano un po’ in contraddizione perché ha detto che era prevista un’azione di una certa entità con impiego di mezzi da parte delle fdo e poi dice resistenza passiva
Teste era anche l’indicazione che veniva dalla gente, da tutti quelli che partecipavano alle assemblee e ci siamo attenuti a queste indicazioni, io mi sono attenuto
PM Quindi la resistenza passiva in cosa sarebbe consistita?
Teste mettersi di traverso e utilizzare strumenti non atti a far male a resistere
PM Quali erano questi strumenti atti a non far male?
Teste il nostro corpo, mettendosi di traverso dove possibile, anche l’uso di estintori, il liquido degli estintori che poteva essere utile, quello era il senso di spruzzare il liquido per opporsi ed evitare situazioni… in certi casi quando ci sono cariche o altro che possono produrre feriti o altro o per ostruire il lavoro delle macchine operatrici o delle ruspe
PM lei quindi si è recato sul posto con uno o più estintori?
Teste io non mi sono recato con niente, mi sono trovato sulla recinzione esterna, ci siamo messi li’ e finché abbiamo potuto siamo rimasti li’ con la benna che operava a pochi cm da noi poi se qualcuno mi ha passato un estintore io ero pronto a usarlo
PM Qualcuno le ha passato l’estintore?
Teste Si, adesso non è che posso calarmi nella situazione, ero li’, mi hanno passato l’estintore e l’ho preso in mano, non sono riuscito ad utilizzarlo perché la benna non ha più lavorato verso il lato che c’ero io ma si è rivolto dall’altra parte anche perché da li’ non riuscivano a passare perché la gente non si spostava e hanno iniziato a lavorare dall’altra parte
PM In che senso, voleva spruzzare il contenuto e non è riuscito? E cosa ne ha fatto?
Teste credo di averlo posato li’, non proprio li’ , l’avro’ messo a pochi metri da me
PM Non  è che per caso è caduto?
Teste no, non è caduto un bel niente, ne sono sicuro… io poi sono andato nel piazzale, nel camper con la radio, radio blackout
PM Lei  è uno speaker?
Teste No, sono andato a vedere se le trasmisssioni procedevano, se funzionava
PM E’ stato l’unico estintore che ha preso in mano?
Teste si, l’unico
PM Lei sa da dove fosse arrivato?
Teste No, non lo so, penso siano stati trovati….
PM Nel bosco?
Teste No, ma ci sono ditte anti incendio che le vendono, faccio parte anche di un’associazione anti incendi boschivi, quindi non ho grandi difficoltà, non penso siano difficili da reperire
PM Ma l’aveva portato un manifestante
Teste si, penso fossero già li da alcuni giorni precedenti, quando si decide che non è uno strumento offensivo … in quel momento c’erano idee malsane…
PM Che ora era più o meno quando lei ha in mano l’estintore?
Teste 7:30 . 8:00, non so bene, l’operazione è partita verso le 6, appena fatto giorno, poi c’è stato tempo che la ruspa si aprisse i varchi ..
PM Lei ha lanciato qualcosa giu’ dal varco?
Teste No
PM Ha visto qualcuno che ha lanciato contro la polizia pietre, bastoni o altro?
Teste Nella parte successiva con l’area intasata di lacrimogeni, poi che ci siano manifestanti che si sono lasciati andare a quel punto li puo’ succedere, è legittimo…
PM Quando c’era lei con l’estintore ha visto qualcun altro o era solo?
Teste Li’ siamo stati anche 20 o 30 tutti in fila sulla recinzione, poi il lavoro della benna ha fatto paura a un po’ di gente, io sono rimasto fino all’ultimo…. credo
PM Senta c’è stato un teste che ha detto che l’ha visto lanciare l’estintore
Teste Se posso fare valutazioni…. le posso fare?
PM :Ha detto il falso?
Teste Conosco il funzionario da 30 anni, conosco il suo modus operandi, possono innescarsi dei meccanismi che comportano anche quello, nelle settimane successive ho subito battute dalla Digos sulla storia dell’estintore, ma era uno scambio di battute che malvolentieri mi tocca in certe situazioni fare, però
PM Dopo essere stato li’ vicino al varco autostradale si è spostato in qualche altro punto?
Teste mi sono spostato al piazzale della maddalena e sono rimasto li’ finché è stato possibile, poi ho iniziato la lunga camminata e mi sono allontanato, ma riferito alle domande di prima, sul funizonario, dott. Raimondi, ne parliamo anche. Già in un altro processo sulla manifestazione antifascista eravamo al dibattimento 20 imputati anche li si è alzato per fare un aggiornamento e ha detto “riconosco l’imputato Rossetto perché l’ho visto fare altri reati”, adesso me lo trovo anche qui, penso che sia strano…. lo conosco da 30 anni perché ha sempre svolto una funzione di quelle che adesso chiamano dialoganti, io le chiamo da ruffiano, ha sempre l’impressione di voler parlare…
PM A che titolo vuole parlare con lei?
Teste sono funzionari messi li’ apposta per fare questo lavoro qua, costruire rapporti, relazioni con sindacalisti, partiti o altro…
PM Ma lei è sindacalista?
Teste no, magari con quelli trovano più facile sviluppare questi meccanismi ma io ho sempre troncato il discorso, e se ho fatto questi discorsi l’ho fatto con funzionari con cui sono obbligato a trattare percorsi per le manifestazioni
PM Quindi avrebbe detto il falso perché lei ha rifiutato un dialogo con lui?
Teste Non voglio dire quello perché non m’interessa, però se uno si fa dei film…
PM Il 3 di luglio lei c’era a chiomonte?
Teste si, ho partecipato alla manifestazione di massa
PM Non era all’area archeologica?
Teste sono stato alla baita, presente alla baita. E poi sono ritornato da Giaglione perché c’era anche mia madre e mi sono fermato con lei.
Un avvocato interrompe perché non c’è un capo d’imputazione per il 3 luglio ma solo per il 27,
PM Le faccio vedere un video (27 giugno, 8:20).
Rossetto si riconosce sul lato destro.
PM Quello è l’estintore? (SI) Dove l’ha appoggiato poi?
Teste: dopo sono sceso, sono sicuro di non averlo più avuto in mano, non ricordo dove l’ho appoggiato, penso di averlo appoggiato li’ alla base, quando sono sceso l’ho appoggiato alla base.
PM Cosa conteneva l’estintore?
Teste penso la polvere che non è né urticante né niente che si utilizza per spegnere incendi
PM Lei ha visto se fossero stati utilizzati estintori che contenevano olio esausto?
Teste Olio esausto non so, mi giunge nuovo, anche perché non credo sia possibile fare uscire olio esausto da un estintore, mi pare tecnicamente impossibile da fare.
PM Lei ha visto lanciare estintori?
Teste No
PM Utilizzare come corpi contundenti?
Teste NO. Poi se vogliamo ho sentito dire da decine di agenti che sono stati colpiti da estintori, ma li il funzionario ha voluto a tutti i costi mandare dei reparti in una situazione difficilissima, c’erano rami, c’era l’acqua degli idranti, al massimo i sindacati di polizia dovevano lamentarsi come mai un funzionario manda ripetutamente degli uomini in una buca a correre dei rischi assurdi…
PM: Ora le faccio rivedere questo filmato, sempre lo stesso, dove si vede l’utilizzo di un estintore dal quale fuoriesce anche dell’olio esausto
(scorre un video nel quale si vede del liquido uscire da un estintore)
Teste: non pensavo fosse possibile
PM :ora le faccio vedere delle immagini dove si vedono dei manifestanti che lanciano degli estintori dall’alto della galleria (cercano le immagini)
Vengono mostrate immagini dove si vedono due manifestanti che lasciano cadere due estintori, e sotto si intravede l’idrante. (fascicolo Rivetti, 27 giugno ore 8:10)
Teste: io ero da tutt’altra parte sotto.
PM Lei continua a dire che non ha visto lanciare estintori dall’alto?
Teste Io non ho visto lanciare estintori.

Avv.Crogia Lei il 27 giugno ha avuto modo di interloquire con Raimondi?
Teste No
PM Dov’era posizionato, dove materialmente lei teneva l’estintore in mano, c’erano altre persone che avevano estintori in mano?
Teste sulla fila dove ero io non mi sembra, dietro probabilmetne si, come ce l’avevano sull’altro lato
Avv Ma quando lei ha appoggiato l’estintore per terra ce n’erano altri?
Teste Non mi sembra
Avv che ore potevano essere?
Teste penso 8:15 – 8:20. Posso ancora fare un’annotazione? La dr.ssa Pedrotta aveva detto che sono un professionista del disordine faccio notare che dal 79 ho sempre lavorato in un’azienda agricola di mio padre, pagando i contributi, poi collaborato con mio fratello azienda agricola di giardinaggio, quindi non sono ancora un professionista del disordine, per adesso.
Avv.Milano: Senta, prima ci ha detto che lei si trovava dove c’era quella specie di barricata. Sono arrivati lacrimogeni contro quella barricata?
Teste certo, li era un frangente iniziale, poi la benna ha tolto buona parte delle recinzioni e in quei frangenti hanno cominciato ad usare i lacrimogeni per poter avanzare.
Avv e la benna ha tolto le recinzioni anche quando la gente era appoggiata?
Teste Si, questo è sicuro al 100%, l’autista era abbastanza deciso
Avv sono arrivati anche lacrimogeni ad altezza uomo?
Teste si, i lacrimogeni sono poi arrivati in tutte le maniere
Avv. Vitale: Solo una domanda, lei ha detto che dopo  è andato davanti alla casa vitivinicola, era dove c’erano le tende?
Teste si, i tendoni
Avv La situazione qual era in quel momento e nei giorni precedenti?
Teste: Penso che ci saranno molti testimoni che spiegheranno anche meglio perché hanno partecipato alle attività svolte in quei mesi, si è costruito un livello di convivialità e di condivisione, anche discussione, perché molte erano le anime presenti in quel piazzale, oltre alla mobilitazione no tav anche su molte altre tematiche, abbiamo sicuramente rappresentato molto per la gente che ha partecipato a quell’esperienza.
Avv.Ma i lacrimogeni venivano lanciati soltanto verso di voi sulla barricata o anche verso le persone sul piazzale?
Teste L’uso dei lacrimogeni è stato quello del quale ci aveva informato il finanziere, un uso spropositato di lacrimogeni come non avevo mai vissuto in altre esperienze, quindi arrivavano da tutte le parti, dalla zona della centrale, dai reparti dell’autostrada, e in poco tempo hanno intossicato tutta l’area.
Avv ma hanno tirato lacrimogeni anche sul piazzale?
Teste si, sul piazzale, dappertutto, anche nei boschi quando andavamo nei boschi per risalire era pieno di lacrimogeni in mezzo ai boschi.
Avv.Bertone: Sempre a proposito dei lacrimogeni, lei è in grado di dirci quali fossero le reazioni delle persone in quei momenti? Le reazioni alla quantità di fumo e gas sprigionato?
Teste C’era gente che vomitava, gente che non riusciva più a camminare, a muoversi, anch’io mi sono trovato in difficoltà. poi piano piano ti spiegano i sistemi per evitare danni peggiori, più ti affanni e più stai male, se puoi bevi, ma son situazioni soggettive, sicuramente è dura.
Nonostante io non abbia mai messo la maschera antigas so che è dura.
Avv Possiamo dire che ci sia del disagio?
Teste Certo, non si riesce a camminare, se poi ti affanni più ti affanni e più non riesci a camminare, per chi non è abituato è uno shock
Avv E’ ipotizzabile che delle persone, per i ricordi che ha in quella giornata, abbiamo provato sensazione di sorpresa o di shock o panico?
Teste sicuramente, perché a parte quelli come noi che in altre situazioni avevano già avuto a che fare con i lacrimogeni c’erano centinaia di persone che erano alla prima esperienza, quindi molti piangevano, situazioni di panico che peggioravano anche la possibilità di defluire e allontanarsi dall’area, anche perché non si poteva più rimaere li’.
Avv Lei si ricorda se i vigili del fuoco abbiano spruzzato acqua con le manichette?
Teste Si, utilizzavano con manichette e idranti sui manifestanti, una certa quantità d’acqua, ma diciamo non ai livelli dell’idrante.
Avv: I lacrimogeni che vennero utilizzati quel mattino, zona galleria Ramat , viadotto, erano lanciati a mano o con il lanciagranate?
Teste Quelli tirati verso il piazzale della maddalena con il lanciagranate, quelli che dovevano superare la rete a mano.
Avv. Le persone che lanciavano dall’interno.. della galleria..
Teste Si affacciavano e tiravano, si affacciavano e tiravano

Un avvocato chiede la possibilità di mostrare un pezzo di filmato.
Il teste si riconosce.
Avv in questa fase ricorda se avesse già preso in mano l’estintore, prima o dopo? (filmato ore 7:52, Todino).
Teste: il frangente iniziale, la barriera c’è ancora…
(ora si vede un estintore ai piedi di manifestante)
Avv Quell’estintore è il suo?
Teste No, non credo, ma non è che l’estintore è mio, cmq credo sia un altro, magari ce ne sono anche altri, non ho guardato il video.
PM: Siccome lei ha accennato a una frase che sarebbe stata pronunciata dalla dr.ssa Pedrotta in occasione di un interrogatorio dove lei è stato definito professionista del disordine, lei ricorda le sue due ultime condanne in questi mesi?
Teste : Certo,
Avv. Mi oppongo, non ritengo rilevante ai fini della testimonianza
PM Al limite non risponde
Avv. Chiedo scusa, il tribunale se si esprime…
PM Ricorda di essere stato condannato a 5 anni per il lancio di un estintore?
Avv C’è opposizione
Teste: Rispondo benissimo, mi ricordo che sono stato imputato, che in quel procedimento nessuno si è fatto male con l’estintore e anche in quell’occasione era in senso dissuasivo come dicevo prima, poi è in primo grado… vedremo andando avanti.

Nessun altro degli imputati presenti in aula è disposto a sottoporsi ad interrogatorio. il PM elenca il materiale da acquisire, interrogatori imputati effettuati nel 2012.

Simonetta Zandiri