Aula Bunker 31 marzo 2014 Il giudice Quinto Bosio si esprime sulla richiesta sollevata dalla difesa all’udienza precedente, dopo che il senatore Scibona aveva segnalato il fatto che le aree oggetto degli scontri non facessero parte del “sito strategico” e, pertanto, venissero meno i motivi per i quali erano state “omissati” gli atti, l’istanza è respinta. L’avvocato della difesa, nell’udienza precedente,aveva infatti dichiarato: “la vostra ordinanza già allora specificava che “rilevato che lamentata retroattiva applicazione della normativa suddetta non sussiste perché la produzione delle ordinanze con le parti secretate è all’udienza del 19 luglio 2012 quindi dopo l’entrata in vigore della L.185 del 2011. Ma oggi è un Senatore che viene a darci questa indicazione, il riferimento al documento apparso sui siti nulla ha a che fare con questo processo, parliamo dei luoghi oggetto di questo processo che sono tutti fuori dall’area di interesse strategico-nazionale.”

Prima della testimonianza del sindaco Pinard c’è una dichiarazione spontanea di un imputato. Si scusa perché con il passare del tempo la memoria non è cosi’ forte, ma ben ricorda quella giornata del 3 luglio indetta dal movimento popolare. “Nessuno può affermare di essere stato sorpreso o preso in contropiede, tutto era chiaro, giornali, siti di movimento, siti indipendenti e tgnazionali diedero molto risalto alla manifestazione anche per lo sgombero avvenuto il 27 giugno e pubblicarono volantini che senza mezzi termini annunciarono lo scopo della manifestazione, una manifestazione di disobbedienza civile. Il sottoscritto fa politica da 25 anni e ha partecipato a molte manifestazioni ma mai mi era capitata una cosa del genere, il sottoscritto (Rifondazione Comunista) ha contribuito attivamente alla riuscita della manifestazione, organizzando la presenza del mio partito anche con la presenza di Paolo Ferrero sentito l’altra volta. Anch’io partecipai a tale corteo, svolto in maniera pacifica come consuetudine del movimento. Sono stato sin dall’inizio, e si evince dai filmati, molto riconoscibile, segno questo di un’assoluta mancanza di volontà di travisarmi com’è stato detto e contestato. Non partecipai mai a nessuna riunione di preparazione e non mi coordinai con nessuno, se non con i miei referenti di partito. La lotta contro il TAV è sempre stata per me importante ma non l’unica lotta, pur avendo partecipato alla prima manifestazione nel 1997. Non faccio parte di nessun coordinamento perché ci sono persone ben più capaci del sottoscritto e quando sono intervenuto in assemblee no tav l’ho fatto a nome del mio partito. Ritorniamo ai fatti. Ad un certo punto, verso l’ora di pranzo, decisi autonomamente e senza coordinamento alcuno, che l’azione di disobbedienza civile, declinata sui giornali, sui media, perciò tutti sapevano come sarebbe andata…. ed è inutile in questa sede citare i padri noti di questa forma di protesta (ma cito Don Milani, tanto per dire), decisi di partecipare all’azione di legare quella corda a quella griglia su base in cemento, il tutto senza preparazione, un’azione simbolica. Questo inutile e scarso tentativo innescò una risposta forte e spropositata da parte delle forze dell’ordine schierate a 80-100 metri con un fitto lancio di lacrimogeni anche ad altezza uomo rivolti indiscriminatamente anche verso il pubblico di donne e bambini che stazionava nei pressi del cancello. Il mio abbigliamento era più adatto ad una gita in montagna che ad una guerriglia urbana. Non si partecipa alla madre di tutte le battaglie con pantaloni estivi, felpa e zainetto con merendine. Alla non più giovane età di 43 anni sono incensurato, con sole due multe regolarmente pagate, capisco che con questo curriculum non si possa accedere alle più alte cariche dello stato ma cosi’ è. Per me è un valore e spero lo sia anche per altri. Dopo questo primo lancio di lacrimogeni mi ritrovai in una inusuale situazioni per me e decisi, con coscienza, anche per dare modo alle centinaia di persone di allontanarsi, di rimanere su quel ponte e di non allontanarmi, con la consapevolezza derivata anche dalla partecipazione a molte manifestazioni compresa Genova 2001, che se le forze dell’ordine fossero uscite dal cantiere la giornata sarebbe finita molto peggio. E chi vuole far passare quella giornata come qualcosa di eversivo dovrebbe tornare a studiare… Questa si chiama politica. Chi fa politica sa che in queste situazioni qualche manganellata, qualche ammaccatura sul casco, fanno parte delle regole del gioco democratico, l’importante è che nessuno si faccia male veramente. Vi esorto a considerare questo fatto. Non ricordo quanto tempo intercorse tra il primo lancio di lacrimogeni e l’uscita delle fdo ma ritornai a casa dopo le 18. Durante questo periodo stazionai sul ponte. In tutto questo periodo stavo a distanza di sicurezza rispetto ai fumi, cercando di far defluire la gente o di spingerla ad allontanarsi. Cercai anche di lanciare nel torrente sottostante tutti i lacrimogeni ancora attivi che venivano lanciati e qualcuno anche restituirlo al mittente. Questo è quello che feci dato che non avevo nessuna copertura atta a difendermi. Ripeto, io faccio politica da 25 anni in questa città, ho visto passare questori e tante persone per l’ordine pubblico. Conosco tutti e tutti mi conoscono. Avrei dovuto vestirmi da palombaro per non farmi riconoscere. Poco altro ricordo in quelle ore, l’adrenalina aiuta ma offusca la memoria, questo è quello che ricordo. Faccio mie le parole lette in questa sede “pensavamo di essere processati per ipotesi di reato ma ci siamo accorti di essere processati non per quello che potremmo aver fatto ma per quello che siamo”.

Entra il teste RENZO PINARD, sindaco di Chiomonte, residente a Chiomonte.
Avv.Ghia: Lei ovviamente ha presente dov’è collocato il sito… è terreno comunale?
Teste si, sia il museo sia l’azienda agricola
Avv lei ricorda se Fissore chiese l’8 giugno 2011 un’autorizzazione per l’occupazione del suolo?
Teste dire l’8 giugno non so, so che erano state richieste in due momenti delle autorizzazioni, la prima era stata autorizzata, la seconda autorizzata con alcune prescrizioni ed era stato pagato anche il suolo pubblico
Avv lei ricorda se la seconda richiesta era autorizzata ad usare il suolo pubblico fino al 4 luglio?
Teste non ricordo se la scadenza era il 4 luglio ma ci sono gli atti, sicuramente era condizionata al rispetto a certe vertenze, la non chiusura del sito, il libero accesso a tutti comprese le forze dell’ordine
Avv lei ha detto che è stata pagata l’imposta, lei è a conoscenza del fatto che il 27 le fdo occuparono il suolo, lei sa se è stata restituita l’imposta?
Teste non lo so, posso verificare
Avv un’ultima domanda, notizia di questi giorni che può fare chiarezza anche se non è capitolata, chiedo… pare che venga riaperto il museo, è corretto?
Teste Con la costruzione di un fabbricato all’interno del cantiere per le forze dell’ordine la zona del museo è stata lasciata libera, a disposizione di nuovo del comune, e potrà riaprire…. non so in quali termini, dobbiamo sistemare il fabbricato, c’è qualche problema di accesso e poi si aprirà.
Il pubblico ministero non ha nessuna domanda. Le parti civili neanche. La testimonianza è terminata.

Aloia_TesteTeste Silvia Aloia, di Rubiana.
Avv.Colletta: Lei conosce il movimento NO TAV?
Teste SI
Avv nella giornata del 27 giugno 2011 lei si trovava presso la cosiddetta libera repubblica della maddalena?
Teste si, ero arrivata la sera prima in occasione della fiaccolata. E’ partita dal paese di Chiomonte, salendo su per via dell’Avanà fino al piazzale della Maddalena, si è poi svolta un’assemblea la sera stessa e poi chi voleva si poteva fermare, come sempre…
Avv durante il tragitto da Chiomonte e la salita verso La Maddalena lei ha incontrato degli ostacoli?
Teste No, lungo strada dell’Avanà non abbiamo fatto deviazioni
Avv cosa si è deciso nel corso dell’assemblea?
Teste onestamente io non ho assistito a tutta l’assemblea perché stavo nella tenda delle vivande e mi occupavo del mangiare, la tenda era, entrando nel piazzale, cento metri sulla sinistra.
Avv quindi all’assemblea ha partecipato in maniera relativa’
Teste si, a me è stato detto che si era appunto deciso anche quella notte, era già successo tante volte che si diceva che l’indomani mattina sarebbero arrivati per installare il cantiere e anche quella notte era stato dato questo avvertimento, e mi era stato detto che era stata data indicazione che se questo fosse avvenuto il piazzale sarebbe stato il luogo dove avremmo potuto stare, un luogo “sicuro” quindi.
Avv la nottata quindi l’ha trascorsa li?
Teste si. E la mattina seguente la prima cosa che succede è che ci avvertono che sono arrivate le forze di polizia sull’autostrada, praticamente dove c’era la galleria, era l’alba
Avv chiedo scusa, sul piazzale più o meno quante persone c’erano nella notte tra il 26 e il 27?
Teste non sono in grado di farle una stima, però tante… e di tutti i tipi, io nella tenda delle vivande ero con signore anche più anziane di me, forse io ero la più giovane e così anche nel piazzale, c’erano anziani, signore, ragazzi, gente di tutti i tipi come nei giorni precedenti..  Tornando ai fatti di quel giorno, io facevo dentro e fuori dalla tenda ma non mi sono allontanata dal piazzale, mi ero data questo compito di preparare caffè, té, rendere confortevole la presenza li e quello facevo, ogni tanto uscivo e le persone che arrivavano dall’autostrada ci dicevano quello che stava capitando, che era arrivata questa pala o ruspa che tirava giu’ la cancellata, barricata, era concitata la narrazione e questo è successo all’alba. Poi sono iniziate ad arrivare anche le informazioni da strada dell’avanà, dove c’era l’altro punto di fermo da parte del movimento, dalla centrale, dove le forze dell’ordine si sono… sono poi riuscite a passare, dalla strada, e sono iniziate ad arrivare anche da li’ le informazioni ma soprattutto le persone che erano di fatto retrocesse, scappate da questi punti, che venivano al piazzale perché questa era l’indicazione, perché questa era una zona franca.Quindi il piazzale si è riempito ancora di più di persone, direi centinaia, e poi ad un certo punto noi eravamo dentro al tenda, questo tendone delle vivande e abbiamo iniziato a sentire bruciore agli occhi mentre eravamo dentro, io e altre persone che erano con me a preparare da mangiare, il caffè, il té, gli occhi bruciavano, lacrimavano, avevamo difficoltà respiratorie, io sono uscita fuori dalla tenda e mi sono resa conto che c’era soltanto fumo, allora abbiamo chiuso le prese d’aria della tenda pensando potesse essere un modo per reggere e respirare meglio….
Avv quando lei esce dalla tenda e si accorge che ci sono i lacrimogeni… cosa vede?
Teste io esco perché entrano delle persone che ci dicono “cosa fate ancora qui, andiamo via, scappiamo”… allora andiamo nella zona oltre i gazebo e la tenda delle vivande dove iniziavano le tende di pernottamento, io volevo recuperare il mio zaino che avevo lasciato in una delle tende perché avevo dormito due ore in una tenda, ho fatto per andare verso una di queste tende ma è stato impossibile, sono tornata indietro perché piovevano lacrimogeni, ero terrorizzata. Non sono stata colpita, intorno a me le persone urlavano, piangevano, vomitavano, c’era concitazione, spavento, non si vedeva niente. Chi come me sapeva che li’ si poteva stare non sapeva cosa fare e da che parte andare. Ad un certo punto alcune persone con me mi hanno detto che avevano tentato di prendere un sentiero dietro le tende, non so dove portava io non l’ho mai fatto, ma sono tornate indietro alcune persone che io conosco e mi hanno detto che li’ era ancora peggio che qui, come lacrimogeni, a quel punto è stato tutto molto concitato e non sapendo cosa fare ci siamo arrampicati sul bosco, siamo proprio scappati, in salita, sentivamo urlare… A me aveva impressionato, io ero con persone settantenni che si tiravano su per gli alberi, per i rami, non per il sentiero ma per il bosco, e soprattutto perché cercavamo di arrivare in un punto e non si riusciva a respirare, eravamo in apnea. Siamo saliti per ore, perché poi da li’ abbiamo poi cercato di raggiungere di nuovo la civiltà… ma, soprattutto, quando siamo saliti per il bosco il primo tratto, sicuramente per mezz’ora, abbiamo corso in salita perché arrivavano lacrimogeni anche nel bosco e quindi c’era TERRORE, stavamo fuggendo.
Avv ha visto persone in difficoltà?
Teste si, noi facevamo catena tenendoci ai tronchi degli alberi, per tirare su le persone che avevano più difficoltà per salire, soprattutto anziani, una persona che conosco che ha problemi a camminare, ha avuto un’operazione all’anca quindi sicuramente non è una che va ad arrampicarsi sui boschi, non l’avrebbe mai fatto se non fosse stata costretta
Avv un’ultima domanda, è salita su per la montagna, è poi scesa nuovamente verso il piazzale?
Teste No, da li’ questo fiume di gente… ripeto, ricordo che abbiamo camminato almeno per mezz’ora senza fermarci a passo più veloce possibile, fino a che non siamo arrivati in un punto che si poteva respirare, senza fumo, allora li’ ci siamo fermati, bagnati con l’acqua che avevamo dietro, cercavamo di respirare di nuovo ma non so dove fosse. Di li’ siamo poi arrivati alla borgata della Ramat e poi da li’ siamo scesi e poi io sono tornata a chiomonte a recuperare la mia macchina e me ne sono andata, ma non ho recuperato lo zaino perché era rimasto nella tenda. Non sono riuscita ad andare nella tenda a recuperarlo perché piovevano lacrimogeni, successivamente me l’hanno poi recuperato, più o meno, mancava la giacca, non è stata ritrovata.
Avv Le faccio soltanto vedere un video del 27 giugno (quello de Il Fatto Quotidiano – Antefatto Blog). Il teste conferma che sono quelle le scene alle quali faceva riferimento.
Il PM chiede se c’era un motivo particolare per cui si era fermata quella sera, il teste spiega che era già capitato altre volte, per altre iniziative e per altri “allarmi”. Il PM chiede se quella volta ci fossero voci più insistenti, il teste non sa esattamente se quella voce fosse più insistente di altre.
PM Ha avuto incarichi precisi di fare té, caffè o ha avuto altre indicazioni?
Teste no, l’unica indicazione che ho avuto era di stare nel piazzale perché sarebbe stata una zona sicura
PM Qual è stato il percorso della fiaccolata?
Teste da Chiomonte passando per la centrale e via dell’Avanà
PM Ha notato ostacoli sul percorso?
Teste non ho visto ostacoli fissi, cosa intende per ostacoli fissi?
PM Cancelli, o altro….
Teste che però non ostruiva….
PM C’era qualcosa che ostruiva?
Teste io tenevo una fiaccola in mano, non vedevo molto..  (il PM mostra le immagini del 27 in cui si vede il cancello) Se ci sono passata non era chiuso…
PM (mostra le traversine) Lei ha notato queste traversine lungo il percorso?
Teste NO
PM (mostra altre immagini) Non ha notato neanche questa barriera, poi queste balle di fieno?
Teste No, neanche.
PM Quando si è spostata verso le tende o prima di darsi alla fuga ha avuto modo di notare persone che provenivano dall’autostrada?
Teste Può darsi, c’era gente che si muoveva in tutte le direzioni, non so dire se c’era gente che arrivava….
PM Ha avuto notizie di scontri?
Teste io sapevo che in zona autostrada come in zona centrale c’erano degli scontri in corso
PM Ha visto qualcuno provenire da quelle zone?
Teste si, ma ancora quando ero nella tenda delle vivande c’erano persone che arrivavano da li’…
PM Ha visto persone travisate o che indossassero caschi o indumenti di colore nero?
Teste beh, indumenti di colore nero si, travisati o caschi no, fino a quel momento, dopo ero travisata anch’io, ci mettevamo stracci della cucina per proteggerci.. caschi non ne ho visti
PM Persone con bastoni in mano, sassi?
Teste NO
Avv.Bongiovanni: Ci ha parlato di una pioggia di lacrimogeni, ci sa indicare da dove provenivano?
Teste non so di preciso, però io ero rivolta in direzione delle tende e arrivavano davanti e alla mia sinistra
Avv. quindi lei si spostava verso l’azienda vitivinicola e vedeva i lacrimogeni che provenivano dalla sinistra e davanti a lei, è corretto dire che li’ ci fosse via dell’avanà?
Teste si, ma io non so dire se arrivasse dal piazzale sotto o da via dell’Avanà…
Avv ma da una località sottostante lei non vedeva chi lanciava
Teste No, non vedevo
Avv dal piazzale si poteva vedere chi lanciava i lacrimogeni fisicamente? Lei individuava chi sparava?
Teste NO
Avv Ghia: lei ha detto che ad un certo punto uscita dalla tenda ha cercato di raggiungere la tenda ma è scappata, in quel momento sul piazzale le fdo erano già arrivate?
Teste no, a me sembra di no.

Prossimo teste, Dott. Zamburru. (fine trascrizione Simonetta Zandiri, è il turno di Eleonora Forno)

ZamburruViene chiamato a testimoniare il dott. Zamburro Ugo, presente il 27/06/2011 a Chiomonte, in zona
Avv. Colletta Lei conosce bene il movimento notav, era presente il 27 giugno a Chiomonte, ha partecipato alla fiaccolata
Zamburro Sì, conosco perché sono un pacifista, medico psichiatra, sono stato colpito dalle modalità del gruppo, sono arrivato direttamente sul piazzale, ho partecipato alla riunione dove Alberto Perino disse “Suma si per ciapeie…”, cioè pronti alla resistenza non violenta, passiva, farci portare via, e la cosa mi convinse. Inoltre un signore anziano disse se non mi fermo domani non posso guardare negli occhi i miei figli, così toccato sul vivo mi fermai anch’io, anche perché c’era bisogno di medici. Il nostro cosiddetto esercito era un’armata brancaleone, fatta da molti nuclei familiari, molti anziani, e anche attivisti, che comunque non erano così tanto, del tutto aderenti alle decisioni del gruppo. Io ho scritto un libro presentato al salone del libro, e sto scrivendo il secondo iniziato proprio appena arrivato a casa, vista l’emozione fortissima.
AVV. Mi racconti
Teste Mi metto una fascia bianca tipo Croce rossa, e verso le 3 di notte mi chiamano perché c’è una ragazzina in preda attacco d’ansia, le parlo e la tranquillizzo, ma non ero andato su x fare il medico, non avevo farmaci, vado nella tenda detta presidio medico, dico alla madre di portarla via, ma la signora mi dice no, ci sono io, i 4 nonni e i figli… Io pensai questa è la gente con cui voglio stare. Ho partecipato a molti forum di non violenza
Avv. Quanti eravate durante la notte?
Teste si diceva 400 o 500, non li ho contati. Poi vedemmo arrivare le forze ordine, verso le 6, sotto alla centrale me lo dicevano, nella mia mente ingenua e quella di un’amica che lavora con Emergency pensavamo che le barricate tenessero…
Inizia la pioggia di lacrimogeni, io sempre nei pressi della tenda sul piazzale, dove c’era molta gente,  intanto era arrivato un altro medico, ma non ci fu tempo di parlare e iniziai i primi soccorsi. Non avevamo grandi farmaci, e dovetti usare un farmaco che avevo dietro contro l’ernia iatale. Mi ricordai di aver letto delle madri dei desaparacidos che erano abituate alla dittatura e usai queste nozioni di disperazione, usai il mio farmaco sugli occhi.
Le persone avevano senso di soffocamento, dolore terribile agli occhi e tanta paura e tensione. Cercavo, pur non essendo supereroe, di tranquillizzare soprattutto i giovani, ragazzini e ragazzine, anche minori, credo. Ricordo un anziano cui dissi “si metta nella tenda tranquillo”
Avv. Quante persone ha soccorso?
Teste Tante, ne ricordo una, Ivo, con manganellata sul naso, cui diedi una botta al naso e il giorno dopo l’otorino confermò che avevo fatto manovra perfettta. C’erano ragazzi dei centri sociali che prendevano i lacrimogeni e li tiravano via per evitare guai maggiori. Uno si mise a gridare dicendo sono furibondo. Io gli dissi di stare tranquillo, ma di non fare nulla perché così avevamo deciso. Sono un medico che ha scelto di non fare professione privata, lavoro a porta palazzo con ottimi rapporti con la polizia, da 30 anni sul territorio, io credo nello stato.
Come in un film, nella nebbia, tutti gridavano Stanno arrivando stanno arrivando, gente che scappa, io corro incontro alle forze armate dicendo Fermatevi, sono un medico, basta picchiarci. Il primo che credo fosse un capo che mi disse Se lei è un medico, sappia che anche molti dei nostri sono feriti, al che mi misi a disposizione, ma non volle. Un altro, funzionario che mi riconobbe e che stimo, Sartorio, e ci abbracciammo, mi sentii rassicurato, a rischio di passare x un infiltrato. Gli dissi ma cosa fate, io provo a mediare, gli proposi.
Andai dai notav e gli dissi ci danno 10 minuti di tempo per andare via, ma un agente bello alto e grosso mi diede una botta intimidatoria dicendo se non te ne vai ti rompo le ossa. >>Io risposi che il suo capo Sertorio ci aveva dato 10 minuti. Lui rispose non so chi sia, io sono di padova.
Io sono un medico ma non Che Guevara. Mi presi paura anch’io e comunque tornai alla tenda cercando di tranquillizzare tutti, poi cominciarono a farci le foto ed io chiesi ad un signore se voleva riprendermi di profilo e mi rispose sorridendo. Non mi chiesero i documenti, un agente alle mie battute sulle foto mi rispose con il gesto che mi avrebbe tagliato la gola.
Poi piano piano in mezzo ai lacrimogeni riuscii ad andarmene e tornai a lavorare.
PM PADALINO: Che strada ha fatto per arrivare su? Ha visto barricate? E mostra video
Teste: descrive strada dove ha parcheggiato auto e dichiara di aver visto barricata  mostrata in un video: quella al cancello, sì, le altre no, essendo un medico e pacifista non fa caso a quelle cose, però non sarebbe riuscito a passare quindi non c’erano quando era salito.
PM palle di fieno?
Teste Sì, le ho notate perché mi piace il fieno
PM PADALINO Usi altri termini
Baruffa con difesa, urla in aula
PM Lei ha bisogno psichiatra  (al difensore)
DIFESA contesta domanda su barricata e chiede di essere difeso da affermazioni su psichiatra
Teste Io su barricate ripeto che nella mia ingenuità quella dall’autostrada quella dal torrente non mi ricordo più, ero con amica di emergency e quella alla centrale, quella volta era una sera, le ho viste
Ma il 26 non ho visto niente altrimenti non sarei salito
Pm che significa resistenza passiva?
Teste farsi spostare, stare lì e non fare nulla
Pm Vedeva zona museo archeologico? E mostra video
Teste No non la vedevo
Pm Sapeva degli scontri lassù?
Teste No io ero sotto e medicavo
Pm Il lancio di lacrimogeni sul piazzale a che ora lo colloca?
Teste Saranno state…dalle 7 in poi fino a quando non glielo so dire, io sono andato via intorno a mezzogiorno, e intorno alle 9 è cessato lancio lacrimogeni
Rinaudo Ha visto lancio da dove veniva? Orario? Sicuro intorno alle 7?Dal basso o dall’alto?
Teste Sembrava da 3 direzioni, ma il fumo era tanto difficile distinguere. Non sono esperto balistica, certo in direzioni incrociate, uno da una parte uno dall’altra. Dal basso abbastanza sicuro. Orario abbastanza sicuro, 7 e 7 e mezza
Rinaudo Esclude lanci altezza uomo?
Teste Non escludo, io non ho visto polizia. Non sapevo che sarei stato testimone, pensavo curare le persone
Rinaudo Ha visto persone con caschi?
Teste Sicuramente i ragazzi che cercavano di tirare via i lacrimogeni avevano guanti spessi
Difesa avv. Ghia Ha parlato di barriere inespugnabile, quali? Balle di fiene occupavano carreggiata?
Teste Centrale e autostrada e una terza che non ricordo bene, dove c’è il torrente su strada sterrata. Fieno era di fianco
Difesa Bongiovanni gli chiede se su tenda sanitaria è caduto lacrimogeno, teste conferma uno sicuramente. Non sa se tale tenda fosse riconosciuta da tutti come sanitaria. Poi si parla della sicurezza che i notav erano convinti di avere sul piazzale, e il teste dice che nella sua ingenuità credeva che tutto fosse tranquillo, non immaginava mai più cosa sarebbe successo. Ribadisce di aver avuto in testa fascia bianca con croce rossa che gli dava sicurezzaq, si sentiva protetto.
Su comunità notav, il teste dichiara di aver piacere di notare il modo in cui si fa comunità in valdisusa, non sempre si parla di tav, si parla di Argentina, la politica arte non di governare ma di cercare nuove forme di relazioni tra persone e ambiente e persone.
Opposizione PM, cosa c’entra, non è nel capitolato
Difesa dice che rientra nel controesame, avendo la collega Colletta fatto riferimento a comunità notav.
Giudice ammette
Teste: Il movimento notav è orizzontale, no leader ma portavoce, fondamentale la conoscenza non delegante dal punto di vista oggettivo, istanze concreta sapere perché l’opera di costruisce quando c’è bisogno di altre opere meno costose
Avv La Macchia difesa Sui 10 minuti che credeva gli fossero stati concessi da dott. Sertorio.
Teste Da dietro mi hanno spinto mentre io dicevo ragazzi abbiamo 10 minuti. Una mia amica ha gridato vieni via vieni via, aria lacrimogeni stava andando via, potevamo ancora fermarci, poi fui manganellato e scappai non cercai di ritrovare Sartorio. Mi spaventai, con la spalla mi arrivava al mento, ma aveva il casco non saprei riconoscerlo, so solo che mi ha detto che arrivava da Padova. Il dottor Sertorio io non vidi che era ferito.

 

(riprende trascrizione Simonetta Zandiri)

Teste Acquaviva Mario, di Almese. Dalla voce si sente che è emozionato… non è facile sedersi su quel banco [ndr].

Avv.Colletta: Signor Acquaviva, lei il 27 giugno del 2011 si trovava in località La Maddalena? (Si, sul piazzale del museo). C’era anche il giorno precedente?
Teste si, avevo fatto la fiaccolata e poi passato la notte. La fiaccolata era partita da Chiomonte e poi è proseguita in via dell’Avanà e siamo arrivati sul piazzale della Maddalena.
Avv è passato dal cancello della centrale idroelettrica? (Si) era aperto? (Si) Ha trovato sbarramenti successivi?
Teste No, sono riuscito a transitare fino a sopra, eravamo diverse centinaia di persone…
Avv quindi la fiaccolata si conclude presso il piazzale della maddalena, lei si trattiene li’?
Teste si, perché poi ci sono state assemblee, concerti…. e nel corso dell’assemblea s’è detto che in caso di arrivi di smantellamento delle forze dell’ordine, di fare una cosa tranquilla e passiva.
Avv ci sa spiegare meglio, in cosa avrebbe potuto sostanziarsi questa resistenza passiva?
Teste nel senso che avrebbero dovuto spostarci di peso dal piazzale, avremmo dovuto restare sul piazzale
Avv trascorre la nottata li’? Con chi?
Teste si, con amici che conosco e con cui abbiamo sempre frequentato il movimento
Avv ecco, lei quanti anni aveva a giugno del 2011?
Teste avevo 63 anni, e c’erano molte persone della mia età, anche più anziane, e qualcuno più giovane. Eravamo diversi, direi nell’ordine delle centinaia… e noi ci siamo seduti su delle sedie che c’erano li’ nel piazzale, vicino all’entrata del museo, c’era mia moglie, e altri amici, c’erano anche delle donne, mia moglie è del ’53.  Sul piazzale ricordo che c’era un tendone con la cucina, poi un altro tendone dove facevano assemblee o conferenze, cultura, ci sono stati convegni, dei docenti che parlavano di filosofia oppure di rischi e pericoli di quello che c’era nell’ambin nel caso avessero dovuto fare un traforo, c’erano anche docenti universitari che davano tutte le spiegazioni. Poi c’era una tenda per i soccorsi, un presidio sanitario. Il 27 mattina all’alba ci dicono che stanno arrivando, saranno state le 6:30, le 6, era già giorno, ci dicono che stavano arrivando le forze dell’ordine e noi eravamo tranquilli perché abbiamo detto “siamo su un terreno della comunità montana su cui era stato pagato il plateatico”, di stare tranquilli, che non ci sarebbe successo nulla. C’era tanta gente anziana che li’ non poteva fare nulla e siamo rimasti anche noi, poi ad un certo momento siamo stati invasi da questi lacrimogeni che in un attimo la gente ho visto che non era preparata, siam dovuti scappare. La gente non s’aspettava un così devastante lancio di questi lacrimogeni, rendevano l’aria irrespirabile….
Avv i lacrimogeni arrivavano sul piazzale?
Teste si, sul piazzale da sotto, penso dalla centrale, da via dell’Avanà… salivano, e ce li siamo trovati li’. cosi’ siamo scappati su per i boschi per il sentiero che andava alla Ramat..
Avv era l’unica via di fuga?
Teste si, c’erano solo le vigne che non sapevamo dove andavamo a finire allora abbiamo preferito salire su per il sentiero dell’avanà ma abbiamo dovuto fare la coda perché c’era tanta gente che stava male e anche anziani, c’erano persone che non avevano niente anche per pulirsi gli occhi con un po’ d’acqua passavamo l’acqua con le bottigliette, o dei pezzi di limone per togliere il bruciore fastidioso agli occhi e poi siamo stati seguiti da un elicottero delle forze dell’ordine che ci ha seguiti fin su alla Ramat e continuavano ad arrivare lacrimogeni anche nel bosco. Fin su in alto, poi quando siamo usciti ad una certa altezza abbiamo visto solo l’elicottero, i lacrimogeni non c’erano più e abbiamo iniziato a respirare e prendere un po’ di fiato.
Avv lei è stato male, ha avuto conseguenze fisiche?
Teste si, bruciore in gola , gli occhi, mi sono lavato con un po’ d’acqua… e durante il percorso abbiamo faticato perché il percorso era accidentato e poi c’era tanta gente ferma e non si poteva passare, la gente che non ce la faceva a salire, c’eran dei pezzi dove si doveva tenersi a tronchi d’albero, il percorso era accidentato… c’era un sentiero tracciato però ogni tanto si trovava qualche ostacolo, era ripido, c’era gente che scivolava, che non era attrezzata, noi avevamo gli scarponi, altri avevano scarpe basse, poi c’erano anziani quindi uno prendeva tempo.
Avv una volta arrivati alla Ramat siete poi ancora scesi o vi siete allontanati?
Teste dalla Ramat ci siamo riposati, c’era una fontana, ci siamo dati una sciacquata agli occhi, poi c’era gente che ci ha dato un passaggio in macchina e siamo scesi a Chiomonte a recuperare le macchine e recuperare anche le altre persone. Io al campeggio non ho lasciato niente, avevo solo lo zaino e me lo sono portato dietro.
PM A che ora  è arrivato lei?
Teste: Con la fiaccolata, saranno state le 21, siamo arrivati sul piazzale….
PM A che ora colloca il suo arrivo?
Teste a Chiomonte sono arrivato in macchina, poi siamo scesi e abbiamo partecipato a quella fiaccolata che doveva partire verso le 20:00 – 20:30 non ricordo, sarò arrivato a Chiomonte verso le 20:00, con la mia macchina
PM E chi c’era con lei?
Teste: mia moglie e forse qualche amico…
PM Cosa vuol dire, uno, due, tre?
Teste Non mi ricordo….
PM Non sa chi siano questi amici?
Teste li conosco di vista…
PM E dove li ha caricati in macchina?
Teste li ho caricati ad Almese
PM Quindi è teste di Almese?
Teste si
PM Non mi sembra una grossa comunità, non sa dirci un nome?
Teste Non mi ricordo…  (la difesa fa opposizione perché si è fuori dalle domande dell’esame, il PM replica che è quanto ha dichiarato il teste in fase di esame, di essere andato su con amici, il giudice ammette la domanda)
PM Ora le facciamo vedere delle immagini, anche se lei le ha già viste, perché era nell’aula come in altri giorni e ha già assistito alle udienze dall’interno quindi sa già tutto quello che facciamo vedere noi. Faccio presente che il teste il 24 marzo ha assistito al processo all’interno dell’aula
Difesa. non è una domanda al teste… lei prima ha fatto una domanda al teste….
PM Mi lascia parlare adesso? La domanda verte su una serie di filmati che ora gli mostriamo, ho aggiunto che li ha già visti perché il 24 marzo era in aula
La difesa fa ancora opposizione, sostenendo che l’attuale testimone ha riferito che quella mattina è rimasto sopra e nessuno gli ha fatto domande sulla centrale elettrico ma, soprattutto, richiamando all’ordinanza, non sono state poste domande su tutto ciò che è successo fuori dal piazzale
PM Stiamo parlando della fiaccolata e del tragitto della fiaccolata, la domanda verte sugli sbarramenti . Il presidente Bosio ammette la domanda, l’avvocato insiste con l’opposizione, “sistematicamente nel corso dell’esame dei testi è stato impedito di reiterare domande fatte in esame, nell’esame dell’avv. Colletta è già stato chiesto che strada ha fatto durante la fiaccolata, se ha visto il cancello della centrale, se ha visto altre barriere, ha già risposto su questa domanda quindi il PM non può riproporre le stesse domande”.
PM Il PM può porre le stesse domande per verificare la credibilità del teste…
Difesa: a noi è stato sistematicamente impedito
PM Ma quando mai..
Difesa: è stato sistematicamente cosi’, i difensori non potevano riproporre la stessa domanda fatta dal PM.
Il Presidente, invece, ammette la domanda. Brusio tra i difensori.
PM: La domanda è questa: quello che adesso le faremo vedere lei l’ha visto non il mattino del 27 giugno ma se ha visto questi sbarramenti la sera quando avete fatto la fiaccolata, siccome si è parlato genericamente di sbarramenti e lei ha detto che non c’era nulla ora le mostro delle immagini e lei mi dirà se li ha visti in mezzo alla strada o ai lati della strada. Al cancello siete arrivati?
Teste si,  ma era aperto
PM (il video  Cernecca 2 mostra traversine) alla sera c’erano queste traversine, magari ai lati della strada?
Teste No
PM C’era ancora luce solare quando avete fatto la fiaccolare, con l’ora solare?
Teste No, era già buio
PM Con l’ora solare, è sicuro?
Teste era l’imbrunire, era già buio quando siamo passati da li’.
PM Questa specie di cancello l’ha visto?
Teste NO
PM Andiamo avanti, andiamo all’ultimo… (il video mostra alcune pietre a sbarramento) Questi massi li ha visti?
Teste No, era tutto libero
PM Vede in lontananza queste balle di fieno?
Teste le vedo qua, ma non le ho viste
PM Lei non si è mai mosso dal piazzale, giusto? (Si) Ha visto gente che lanciava sassi o altri corpi contundenti contro la polizia?
Teste No, non ho visto nessuno che tirava sassi, io ero davanti all’entrata del museo
PM E il museo è quello ? (si) . il PM Ferma il video e chiede se ha visto quei soggetti che sembrano intenti a lanciare. La difesa si oppone, sostenendo che il teste ha già risposto e che la domanda non è pertinente rispetto all’esame. il PM insiste che è inerente la posizione del teste. il Presidente ammette la domanda.
PM Lei dalla posizione in cui era era in grado di vedere la staccionata e persone che lanciavano sassi verso la polizia?
Teste no, io vedevo solo la parte della vallata che dava verso chiomonte, non ho visto verso chiomonte, non ho visto persone travisate con caschi, maschere..
PM Quando sono arrivati i lacrimogeni con i fumi che hanno riempito l’area c’era gente che indossava maschere?
Teste non ho visto nulla, quando sono arrivati i lacrimogeni l’unica preoccupazione era di scappare
PM Ha visto qualcuno con occhialini?
Teste No

PM Ha visto qualcuno che tentava di ovviare con maalox o limoni?
Teste si, ho visto qualcuno con limoni e altri con bottigliette d’acqua che si fregavano il viso, qualcuno l’ha prestata anche a me perché non riuscivo più a tenere gli occhi aperti.
PM Chiederei al collegio di valutare la (?) di alcuni testi. Abbiamo appurato che c’è stata una fiaccolata, sul piazzale è stato fatto uso dei lacrimogeni, alcuni dei testi si sono dati alla fuga verso Ramat. Questi testi sono superflui, invito il collegio a respingere tutti i testimoni che verranno a riferire su queste testimonianze. nel senso che la Procura dà per scontato il punto che ci sono stati lanci di lacrimogeni sul piazzale che sarebbero arrivati da reparti, che c’è stata la fiaccolata, che nessuno ha visto ostacoli durante la fiaccolata, quindi continuare sembra superfluo, diamo atto e la versione della difesa per noi è accettabile.
Avv Ghia: mi pare che in realtà questa richiesta della Procura debba essere rigettata, è indubbio che quella mattina ci fosse molta confusione e concitazione. A me pare che tutti i testi hanno riferito circostanze in modo assolutamente identico, ma ogni teste, proprio perché collocato in modo diverso, ha riferito circostanze nuove e originali, mi viene in mente il medico, lo psichiatra, che ci ha riferito di un colloquio con il dott. Sartorio e ci ha riferito cos’è successo dopo, particolari essenziali per una compiuta difesa, pertanto non possiamo sapere sin d’ora cosa potranno riferirci singolarmente i testi, chiedo venga ricettata questa richiesta della Procura.
Si associa l’avvocato Milano, c’è una narrazione comune ma non erano uno attaccato all’altro, possono aver visto o sentito cose diverse, hanno avuto esperienze diverse, qualcuno è rimasto sul piazzale, qualcuno è sceso verso l’autostrada, non mi sembra condivisibile la richiesta della pubblica accusa, altrimenti per i testi dell’accusa bastava sentire il Dott. Petronzi e ci aveva già raccontato tutto, ma ognuno porta alla costruzione di quello che è avvenuto quel giorno il proprio vissuto personale e la propria esperienza, quindi si chiede che venga rigettata la richiesta.
Avv. La Macchia si associa e fa presente che per le posizioni da lui assistiti c’è un riferimento specifico alle posizioni degli imputati Rossetto e Centanni (prima), oggi solo Centanni. Ci si riferisce alla permanenza sul piazzale, il 27 ,ma con riferimento alle posizioni individuali.
Vitale assiste posizioni relative al 3 luglio ma ritiene di interesse anche per lui quanto è successo il 27 giugno, perché ad esempio la minaccia alla persona riconoscibile come medico è un antefatto d’interesse.
PM Ma non risulta ci sia una denuncia, per minaccia
Vitale: queste difese, a differenza dei PM, non conducono l’esame sulla base di un canovaccio come le annotazioni di PG, ma in molti casi abbiamo testi che esaminiamo in aula quindi non conosciamo le circostanze di cui sono a conoscenza, possono venir fuori dati significativi, per questo non credo possa essere accolta l’istanza dei PM.
L’avvocato d’ufficio di Rossetto si associa, essendo stato nominato da poco, è utile vedere cosa sta succedendo ed avendo solo preso atto delle trascrizioni dei testi dell’accusa. Proprio per il ruolo di difesa tecnica che deve in qualche modo rappresentare, considerata la revoca del mandato al difensore di fiducia.
Si associano tutte le altre difese.
Avv.Milano: ma c’è un indicazione di testi o tutto quello che attiene il 27 giugno?
PM Fiaccolata, presenza all’assemblea, e sul piazzale.

Il giudice si ritira, pochi minuti. “Il tribunale, ritenuta la richiesta del PM generica, non consentendo l’individuazione dei testi… rigetta l’istanza e dispone il procedersi dell’istruttoria”.

Teste Filippo Stefania, di S.Ambrogio.
Avv.Ghia: Lei ha partecipato ad alcune manifestazioni NO TAV? (si) Il 27 era presente nella zona della Maddalena? (si) Dalla sera prima? (si) Ha partecipato alla fiaccolata? (si) e poi ha dormito sopra? (si) e poi al mattino?
Teste ci siamo svegliati, siamo scesi giu’ dove c’era il cancello, alla centrale..  si sapeva che sarebbero arrivate le forze dell’ordine e poi sono arrivate. Io ero su un muro di contenimento, rispetto al ponte… attraversato il ponte, dove adesso c’è il punto fisso dei carabinieri in alto, ero li’. Poi sono arrivate le fdo, bisogna ringraziare anche i no tav, perché le fdo hanno avuto…. io non sono un militare… (PM interrompe, sono valutazioni) E’ successo che noi siamo arrivati, come s’era detto ci si è messi vicino al cancello, ci si è attaccati al cancello, si pensava che in quel modo li’ non avrebbero buttato giu’ il cancello.. io sono sempre rimasto su e ho visto tutto…
Avv c’erano tante persone attaccate al cancello?
Teste in alto c’erano una decina, non le ho contate, per tutta la larghezza del cancello, poi hanno legato il cancello e l’hanno tirato verso di loro,  non ce l’aspettavamo
Avv ha visto lanciare lacrimogeni?
Teste il primo gesto violento è stato un carabiniere che ha sparato un lacrimogeno, fino ad allora non era successo niente, anche perché da dove ero io qualcuno avrebbe potuto tirare pietre ma non è partita nessuna pietra perché le forze dell’ordine rispetto a dove ero io erano sotto.. ma io non ho visto partire niente
Avv dopo questo primo lacrimogeno ne sono stati lanciati altri?
Teste poi non s’è capito più niente, quando ho visto quello ho detto ma cosa fanno, perché era a due  o tre metri dal cancello, è stato sparato a mò di proiettile, io sono rimasto su fino alla fine, anzi sono salito verso l’alto.. quando loro sono entrati dentro e hanno buttato giù il cancello, ho detto cerco di andare su e poi ho visto che non è stato così,era una giornata caldissima, sono sceso sotto e mi hanno anche identificato, sempre al cancello della centrale
Avv lei ha visto il signor Fissore?
Teste si, era in alto sul cancello..
Avv ed era, rispetto a lei, vicino a lei o dall’altra parte?
Teste da dove ero io vedevo il cancello dall’esterno, avevo una visione frontale, ho visto che era attaccato.. poi ho visto quando il cancello è caduto
Avv ha visto quando il signor Fissore se n’è andato?
Teste non ricordo, ho visto quando il cancello è caduto
PM Senta le mostriamo alcune immagini (mostrano immagini del cancello, il teste riconosce le circostanze ma non si riconosce nel video)
Teste si, ero più o meno li, a volte andavo più giù ma la visione era quella
PM Ecco, lei vede in qualche modo… (Cernecca seconda parte 7:51) ecco, la persona con la stampella in mano?
Teste penso che sia lui…
PM Ricorda di aver visto questa scena?
Teste Penso di si
PM Se lo ricorda? Ha detto che era li’…
Teste delle volte guardavo le forze dell’ordine, non è che fissavo…
PM Ha visto questa scena? Se lo ricorda o no?
Teste si, poi se ho girato la testa un attimino…
PM Ora cambiamo immagine, c’è una pianta accanto al cancello lei aveva questa visione?
Teste non avevo questa visione, da dove ero io…
Avv.Ghia vorrei oppormi perché non è capitolato su questa parte….
PM Siamo partiti dalla sera precedente, avvocato, e non è capitolato…
Avv mi pare di non aver formulato alcun tipo di domanda su questa pianta quindi….
PM ma la domanda riguarda il primo lacrimogeno lanciato (il giudice ammette la domanda)
Teste: vedete che io avevo il cancello davanti, quindi la visuale… non…
La Procura mostra un altro video, Conti.. è il punto in cui si trovava lei?
Teste: si
PM Ecco, vede quel fumo che si sprigiona davanti al caterpillar?
Teste se lei dice che è fumo, si…
PM Lo vede o non lo vede?
Teste diciamo che ho visto il fumo
PM Ecco, è quello che ricorda lei essere il primo lacrimogeno?
Teste no, rispetto al caterpillar era sulla destra e io dovrei essere subito dopo queste persone qua o di lato o due metri sotto… mi spostavo di 6 o 7 metri dipende da cosa succedeva, per vedere meglio…
(sono le 12:03, in aula bunker manca la corrente). Il giudice anticipa la pausa pranzo. Si riprende alle 12:45.

Teste: la mia attenzione era rivolta al cancello, anche perché ci sono le foglie sopra… poi ero anche preoccupato che dall’alto qualcuno lanciasse qualcosa perché c’erano le fdo sotto
PM Ma in che zona ricorda di aver visto il primo lacrimogeno?
Teste rispetto al caterpillar se ricordo bene più o meno sulla destra… e mi sono meravigliato perché io non vedevo niente.. più o meno li’, dove ci sono i primi caschi
PM quindi diciamo verso la zona dove c’era l’albero?
Teste No, c’era la rete… io mi sono meravigliato perché non vedevo niente, mi aspettavo un lancio di lacrimogeni da lontano per farli andare via dal cancello
PM Ma lei ha detto che doveva controllare le persone che non lanciassero….
Teste No, perché in una scena del genere poteva capitare che qualcuno lanciasse un oggetto, poteva essere pure qualcuno delle forze dell’ordine perché la storia insegna..
PM Ma quel giorno lei sapeva se qualcuno aveva delle pietre con sé?
Teste No, assolutamente, anzi, addirittura c’era un ragazzino di 12 anni…. e ho detto alla signora di stare tranquilla che non sarebbe successo niente
PM Dopo il lancio del primo lacrimogeno lei cos’ha fatto?
Teste io sono rimasto su fino alla fine, mi sono allontanato quando non riuscivo più a respirare
PM Ma ha visto persone che lanciavano oggetti contro le forze dell’ordine?
Teste No
PM Ora le mostro delle immagini, 7:54….
Teste Io ero dove ci sono questi qua con la telecamera….
PM Lei non vedeva lanci, bastoni?
Teste No, adesso lo vedo, allora non l’ho visto, può darsi pure che l’abbia visto…
PM Lei continua con i può darsi…
Teste dato che era una situazione concitata come può ben vedere
PM La domanda è precisa, ha visto lanciare pietre e bastoni quel giorno?
Teste NO. Poi sono andato in salita, quando è finito tutto, sotto non c’era più niente, io sono andato verso l’alto, in verticale verso nord… poi era pieno di nubi, stradine non ce n’erano e ho detto scendo tra un po’ quando la situazione migliora
PM Quando è sceso ha avuto modo di osservare… (la difesa si oppone) Come ha raggiunto il cancello poi?
Teste Non so se sono andato al bar quella mattina li’… la notte ero al campeggio, sono rimasto in zona, poi sono andato a fare colazione da qualche parte
PM Ma per andare a fare colazione che strada ha percorso?
Teste penso l’avanà…
PM Ha avuto modo lungo la strada di osservare barriere, barricate.. ?
Teste cosa intende?
PM Che rendevano difficoltoso l’accesso
Teste che rendevano difficoltoso si… io ricordo dei rami (il PM mostra le immagini delle traversine)
PM Questi rametti qui?
Teste penso di si, ma si poteva passare, ricordo  ma tronchi o traversine non me le ricordo, io sono sceso agevolmente, questo qua io non me lo ricordo. I rami ricordo che è stato difficoltoso ma si poteva passare…
PM Quest’altra barriera 8:20 se la ricorda?
Teste che materiale è? (il PM mostra le immagini)
Teste No, questa non me la ricordo, si vede che è stata montata dopo
PM Quelle balle di paglia se le ricorda?
Teste si, anche se non erano posizionate in questo modo qua, erano un po’ sparse, messe cosi’ me le ricorderei perché mi sarei dovuto spostare… erano più agevoli, con una moto penso si poteva passare, avevo capito che era per rendere difficoltoso l’accesso agli automezzi ma non erano messi cosi’…
PM Dopo che è fuggito dove è arrivato?
Teste avrò fatto 200 metri, penso, ma sono rimasto li’, poi assetato perché c’era un sole stupendo quella giornata li’, non ce l’ho fatta più, ho detto ok anche se mi identificano… sono sceso giu’, verso la centrale, a 10 metri dal cancello, da dove si sale adesso per andare alla postazione
PM Ecco ,rispetto all’inizio della rimozione del cancello lei quanto tempo prima è arrivato?
Teste ancora non arrivavano le forze dell’ordine, era molto presto… la prossima volta prenderò appunti
PM Ricorda trattative tra le forze dell’ordine e rappresentanti del movimento?
Teste no questo no perché sono stato sempre là sopra… (il PM mostra delle immagini, Cernecca seconda parte 7:06) Sono sul muretto ma non so cosa si stanno dicendo
PM Non ne ha avuto neanche notizie?
Teste in tutte le manifestazione c’è sempre… ora non so se fossero trattative… non potevo scendere, non so di cosa stanno discutendo, probabilmente ho visto ma era poco importante, c’è sempre gente che parla con le forze dell’ordine
PM Conosce queste persone?
Teste qualcuno si, c’è quello del movimento 5 stelle, il nome non mi viene in mente, quello sulla destra che adesso non c’è più, poi c’è la Cancelli penso, Valentina, io la conosco come nome, con la maglia rossa alla mia destra e poi di vista riconosco la maggior parte ma non saprei dire né il nome di battesimo né il cognome, in valle ci conosciamo.. o delle volte so dei nomi ma non sono in grado di abbinarli alla faccia, il consigliere regionale del movimento 5 stelle in questo momento non mi viene il nome…
PM E sul contenuto dell’incontro non vi è stato comunicato nulla?
Teste No, la sera prima si era deciso….
PM No ma dico dopo l’incontro
Teste no perché queste persone sono all’esterno del cancello, io non potevo più scendere, sono rimasto su perché avevo una buona visuale, c’erano dei giornalisti e…
Non ci sono altre domande.

DavideRizzoTeste Rizzo Davide. Ha uno studio di progettazione elettronica, laureato in ingegneria elettronica. Il 27 giugno si trovava presso La Maddalena di Chiomonte, è arrivato al termine della fiaccolata, non ha fatto in tempo a partecipare, è arrivato quando la gente stava venendo via ed è andato direttamente sul piazzale. E’ arrivato a piedi, lasciando la macchina sulla statale nei pressi di Chiomonte, percorrendo via dell’Avanà. E’ riuscito a transitare, il cancello presso la centrale era aperto, lungo la strada non ha visto sbarramenti che impedissero il transito. Arriva al piazzale, c’era un clima d’attesa, c’era molta gente, circa un migliaio di persone, si parlava, si mangiava.
Avv c’è stata un’assemblea? (PM interrompe, non suggeriamo le risposte)
Teste si, c’è stata… si parlava della giornata, io ho dormito con il sacco a pelo nel prato dietro mi pare si chiamasse area archeologica. Dove ho dormito io non c’era niente, solo un prato, ho dormito sotto un albero. Nel piazzale c’era un’area adibita a campeggio, tende dove la gente dormiva, poi c’erano delle tende sul versante della montagna, ma non sono andato….
Avv dopo di che il 27 cosa succede?
Teste il 27 c’è stata una sveglia di buon ora, non ricordo bene saranno state le 5m qualcosa del genere, e ci fu detto che stavano arrivando le forze dell’ordine per occupare l’area.
PM Quindi lei cos’ha fatto?
Teste nulla, mi sono svegliato e ho atteso con gli altri, sono rimasto sempre nella zona del piazzale. Più o meno.
Avv lei era presente quando sono sopraggiunte le forze dell’ordine? O è successo qualcosa prima dell’arrivo delle fdo?
Teste Ho notato che si stavano accumulando le forze dell’ordine nel tunnel autostradale
PM Quindi lei si è sporto in modo da poter avere visuale sull’autostrada?
Teste No, si vedeva dall’ingresso opposto della galleria, quella su cui eravamo sopra, non so il nome, poi ad un certo punto è sbucato un camion dalla galleria con sopra un mezzo meccanico con una grossa pinza, è andato.. prima s’è un po’ allontanato poi ha scaricato questo mezzo meccanico che si è avvicinato verso la galleria. Sarà stato più o meno intorno alle 6:30.
Avv lei dove si trovava precisamente per vedere l’arrivo della pinza?
Teste io ero praticamente sopra lo sbocco della galleria. Arriva la pinza, è passato un po’ di tempo che l’hanno accesa e riscaldata, poi s’è spostata in prossimità dell’imbocco delle gallerie e ha iniziato a rompere le protezioni antirumore ai lati dell’autostrada e i guard rail..
Avv lei era sempre sopra?
Teste si, in quel momento si
Avv e rimane li o si sposta?
Teste mi spostavo tra li, ma di poco, andavo a vedere anche un po’ più in basso… sostanzialmente rimanevo li
Avv quindi lei di li’ vedeva quella che è stata volgarmente chiamata la barricata stalingrado?
Teste si, poi più avanti la pinza ha iniziato a intervenire sulla barricata
Avv c’erano dei manifestanti sulla barricata?
Teste si, diverse decine…
Avv e fisicamente erano a ridosso, sopra o a margine?
Teste alcuni anche aggrappati alla barricata
Avv lei ha visto agire la pinza sulla barricata?
Teste si, si si….
Avv Questo è avvenuto mentre erano sulla barricata o quando si sono allontanati?
Teste all’inizio quando c’erano i manifestanti sopra, ha iniziato a scuotere la rete
Avv e c’erano sopra dei manifestanti?
Teste si, si si, poi molti sono scesi, qualcuno ha cercato di resistere poi la pinza ha continuato il suo lavoro nonostante ci fossero i manifestanti sopra
Avv lei ha assistito in quella circostanza al lancio di lacrimogeni?
Teste non mi sembra, mi sembra sia iniziato dopo…  E’ iniziato mi sembra più tardi, perché poi le forze dell’ordine … hanno anche aperto un’altra breccia, dall’altra parte, avevano divelto il guard rail anche li’ e c’era stata un po’ di resistenza ma ad un certo punto hanno forzato. Li’ era disagevole per le forze dell’ordine perché c’era un dirupo in discesa ed era abbastanza pericoloso scendere, infatti ho notato che c’era molta ritrosia degli addetti delle fdo per paura di farsi male nonostante fossero istigati dai loro superiori. Dal lato barricata stalingrado l’azione era contemporanea, mentre alcuni cercavano di scendere dal lato opposto c’era la pinza che continuava a lavorare sulla rete. Ad un certo punto poi eliminata la rete, penso più o meno quando  è stata eliminata la rete è iniziato il lancio dei lacrimogeni…
DavideRizzo_Pinza8_49Avv le mostro uno stralcio di video, Gaia parte seconda  al minuto 8:16, è questa la scena che ha visto quando la pinza lavora con i manifestanti sulla barricata? (SI) Le mostro un’immagine successiva, 8:49, la pinza sulla barricata Stalingrado con manifestanti sopra, è quanto ha visto? (SI) Successivamente siamo arrivati alla descrizione dell’apertura più o meno contestuale del varco dalla parte opposta rispetto alla barricata stalingrado, come prosegue la mattinata se lei è rimasto in quella zona?
Teste io sono stato l’ultimo ad andare via perché ero l’unico dotato di una mascherina, successivamente sono arrivati da tutti e tre i fronti, i due lati dell’autostrada e la barricata che c’era al limite della via dell’Avanà, a quel punto una volta che erano state smontate le reti di protezioni e che potevano passare è iniziato il fitto lancio di lacrimogeni.
Avv lei è stato raggiunto dai lacrimogeni?
Teste all’inizio non direttamente, anche se è stato molto intenso. Io ero nell’ultima fase a ridosso del cancello su via dell’Avanà… mi sono spostato, poi tutta la gente è indietreggiata scappando su per i sentieri e siamo indietreggiati, all’inizio c’è stata una fase in cui in prossimità della costruzione, dell’azienda vitivinicola, noi siamo stati praticamente… c’è stato qualche minuto di interlocuzione con una linea di forze dell’ordine e gli ultimi manifestanti che indietreggiavano, è continuato il lancio di lacrimogeno poi….
Avv il lancio di lacrimogeni è stato concomitante all’arrivo delle forze dell’ordine?
Teste no, è iniziato dopo che hanno rimosso i blocchi all’inizio non c’erano i lacrimogeni
Avv quindi i lacrimogeni arrivavano da dove?
Teste è difficile da dirsi perché ce n’erano tanti, arrivavano da tutti i fronti…
Avv aveva problemi di visibilità?
Teste io avevo parziale visibilità perché avevo messo una maschera da sci, che mi ha consentito di resistere un po’ di più, avevo anche una mascherina da verniciatore. Poi nell’ultima fase di indietreggiamento sono stati sparati anche lacrimogeni diretti, li hanno proprio sparati addosso
Avv le chiedo di collocarlo temporalmente e dove si trovava
Teste mi trovavo al limite dell’area camping del piazzale, a ridosso dell’azienda vitivinicola
Avv il lacrimogeno che l’ha raggiunta l’ha colpita fisicamente?
Teste si si, sul petto, avevo una giacca da motociclista fortunatamente che ha attutito il colpo
Avv lei ha visto chi ha lanciato?
Teste si, era di fronte a me, ma più di uno
Avv quindi ha avuto modo di vedere che il lancio fosse volutamente indirizzato contro di lei?
Teste si, eravamo a pochi metri
Avv lo schieramento delle fdo era ingente?
Teste si si, li’ lo spazio era abbastanza ristretto quindi io vedevo la prima linea, nel senso che saranno stati una quindicina, spalla a spalla, e dietro ce n’erano altri, lacrimogeni cosi’ ce ne sono stati più di uno, a fianco a me c’era un’altra persona che lamentava di essere stata colpita.  Poi siamo ancora indietreggiati, io sono arrivato dietro lo steccato che delimita l’area, poi l’azione è terminata, mi è stato intimato in modo abbastanza aggressivo di togliermi la mascherina, minacciandomi..  di togliere la mascherina, cosa che ho fatto appena si erano dissipati i gas dei lacrimogeni, poi mi è stato detto che gli avvocati avevano concordato, io non ero andato su per i sentieri, mi era stato detto dagli avvocati che era stato concordato che potevamo scendere da via dell’Avanà e cosi’ è stato, sono sceso da solo.
Avv lei prima ha riferito di essere stato tra gli ultimi perché era dotato di una maschera, quindi in precedenza ha visto altre persone che si allontanavano dal piazzale?
Teste praticamente tutte, praticamente c’era una concentrazione tale di lacrimogeni da rendere difficile anche la visibilità
Avv ha visto persone che hanno subito anche fisicamente gli effetti dei lacrimogeni?
Teste si, quasi tutte, ho visto gente che stava male, non riusciva a scappare, gente che cadeva per terra.. non mi sono soffermato a soccorrere perché per fortuna c’era gente che soccorreva, ho visto diverse persone che aiutavano altre a fuggire, perché faticavano anche a reggersi in piedi, c’erano persone anziane e anche molto giovani, non c’erano bambini.
Avv facciamo un passo indietro, quando ha riferito dell’apertura del varco autostradale lato barricata stalingrado, lei si è accorto del lancio di pietre da parte dei manifestanti?
Teste successivamente al lancio dei lacrimogeni SI.
Avv antecedente al lancio dei lacrimogeni lo esclude?
Teste Non mi risulta.

Inizia il controesame.
PM: devo farle vedere delle immagini. Quindi lei sostanzialmente ha assistito a tutto quello che è accaduto sulla canna dell’autostrada, giusto?
Teste si
PM E ha appena detto che prima del lancio dei lacrimogeni non ha assistito al lancio di alcunché da parte dei manifestanti, è corretto?
Teste Per ostacolare il lavoro della pinza ho visto lanciare dei bicchieri di vernice
PM Ora le mostro immagini scattate alle 7:40… le sembrano lanci di vernice? Sono fotogrammi.. imputati del processo.. ha visto queste persone abbigliate in nero?
Teste ho visto diverse persone
PM Queste persone, sono le 7:40, la pinza non è ancora entrata in azione, le ricorda?
Teste No…
PM Se lei ci indica dove si trovava in quel momento… (il teste indica più o meno la zona)
Avv Colletta: si tratta di fotografie, da dove deduciamo l’orario?
PM E’ nelle informazioni sul file, sono le 7:40:08
Avv Vitale: io però ricordo che il teste ci ha detto che non tutte le macchine sono settate allo stesso modo…
PM E’ un teste non suo, l’eccezione su questo lei non la può fare
Avv. Colletta: la faccio mia, il teste l’ho citato io, la faccio mia. Faccio presente ai fini della determinazione dell’orario che sul lato opposto è già stato aperto il varco stradale.
PM Andiamo al filmato dell’apertura del varco, 7:41 il filmato è Gaia1, questa è la scena che lei ricorda?
Teste Si, quando inizia…
PM Ha detto che i lacrimogeni sono iniziato un po’ dopo?
Teste si, si si.
PM Nel frattempo ha avuto modo di notare persone che lanciavano  qualcosa?
Teste io ho visto lanciare bicchieri di vernice contro la pinza per ostacolare i lavori
PM Ricorda quegli estintori posizionati sopra la galleria? Sono le 7:53
Teste si, sono stati spruzzati contro…. il contenuto spruzzato per ostacolare la visibilità degli operatori della pinza
PM Ricorda queste persone abbigliate in questo modo con i caschi?
Teste c’erano tante persone
PM Non ricorda persone con i caschi?
Teste Si, certo, ma non riconosco nessuno..
PM Lei dov’era rispetto a queste persone?
Teste poco più sopra
(video Gaia seconda parte)
PM 8:05, vede, il varco  è già aperto adesso (si vede l’idrante che spruzza in direzione barricata , la pinza sta tagliando, poi escono le fdo). Ricorda questa carica della polizia?
Teste No, non ho visto direttamente questa scena…. ma ho visto la polizia…
PM Stava avanzando, quindi era ancora li’ lei in questo momento?
Teste penso di si, o mi ero già spostato verso il cancello…
PM Non ha avuto modo di notare in quella fase persone che lanciavano qualcosa?
Teste No.
PM l’estintore?
Teste se in questo momento stava arrivando il caterpillar io ero sul cancello, mi ero spostato….
PM Ma prima ha notato che lanciavano qualcosa?
Teste ho notato che lanciavano vernice e usavano gli estintori contro la pinza, poi non so se si sono messi a lanciare qualcosa quando i poliziotti sono riusciti a forzare
PM Quindi da questo punto in poi lei non ha visto più niente?
Teste no perché mi ero spostato al cancello, che non era molto distante, eravamo più in alto rispetto a quella zona li quindi non si riusciva a vedere quello che accadeva. io avevo una maschera per gli occhi, era una maschera da sci, e poi avevo una mascherina da verniciatore che copriva bocca e naso
PM E come mai aveva portato con sé questo materiale?
Teste perché prevedevo l’utilizzo di lacrimogeni, mi aspettavo che sgombrassero l’area, era quello che tutti si aspettavano
PM Chi l’ha detto a lei?
Teste si facevano assemblee continue, era stato detto
PM Quindi lei era andato con maschera e occhiali da sci in previsione del fatto che si sarebbero usati lacrimogeni?
Teste si
PM Erano già stati usati nella libera repubblica?
Teste non mi risulta
PM E come mai ha deciso di portarseli, aveva già partecipato a manifestazioni in cui erano stati usati?
Teste Mi ero trovato in una situazione a Bussoleno in cui erano stati usati lacrimogeni.. non ricordo quando… non avevo niente, allora memore di quell’occasione….
PM Torniamo al momento in cui lei arriva, ha detto che è arrivato a Chiomonte, dove ha posteggiato?
Teste sulla statale abbastanza indietro (la difesa interrompe, ha già risposto…)
PM Vorrei capire la strada…. (la difesa si oppone, Bosio chiede la rilevanza di questa domanda) Vorrei capire la strada che ha fatto, voglio capire che giro ha fatto per arrivare in strada dell’Avanà da Chimonte
Teste arrivando da susa ho parcheggiato molto prima di Chiomonte perché c’era la strada piena di auto parcheggiate, ho fatto un bel pezzo a piedi, sono arrivato giù alla centrale e poi sono andato a piedi in via dell’avanà
PM Quindi non è passato dalla strada sterrata, diciamo dal campo di calcio?
Teste no, tutta strada asfaltata, non ho trovato ostacoli c’era solo il cancello in basso, aperto, e c’era molta gente che stava defluendo
PM Mentre saliva ha visto se c’erano lungo la strada (la difesa interrompe, il teste ha già risposto). Ora le mostre 4 immagini in cui si vedono le barricate… il cancello, le traversine delle ferrovie, più avanti un altro cancello e ancora più avanti delle balle di fieno.
Teste: Quando sono passato io non c’erano, al termine della fiaccolata, non ricordo l’ora….
PM Questo è il cancello, lo ricorda? (difesa, il teste ha già risposto alla domanda)
Teste questo è il primo?
PM Solo per sapere se è passato di qui. (difesa interrompe, il teste ha già risposto alla domanda)
PM Ma se non me lo dice…
Teste si.
PM perfetto, andiamo oltre… e queste? (difesa interrompe, “io continuo finché non c’è una posizione del collegio”). Avv. Milano ricorda che ha già risposto anche al PM
PM Sono quelle che non ha visto?
Avv. Colletta: ma se dice di non aver visto barriere possiamo anche farle vedere tutte…
PM:8:20, questa l’ha vista?
Teste NO
PM l’ultima ,queste?
Teste No, assolutamente no, alla sera non c’erano
PM neanche nel lato della strada?
Teste No.
Avv. Ghia: lei ha detto che ha raggiunto il piazzale della Maddalena quando stava rientrando ma era notte o giorno?
Teste era buio
Avv. lei ad un certo punto ha detto che quando era sul piazzale è stato colpito da lacrimogeno, conferma? (SI) E’ stato colpito anche un suo amico?
Teste non lo conoscevo
Avv ma le forze dell’ordine schierate li’ hanno sparato più lacrimogeni ad altezza uomo o anche altri?
PM Ha già risposto prima
Teste si, io ho visto sparare diversi lacrimogeni ad altezza uomo
Avv lei ha per caso realizzato filmati e fotografie?
Teste si, alcuni filmati messi anche su YouTube
Avv poi lei ha detto che è tornato da via dell’avanà, è successo qualcosa
Teste per tutta la discesa c’era via dell’avanà piena di mezzi in salita fermi, accodati, scendevo da solo e non ho incontrato quasi nessuno. Fino a quel punto non ero stato neppure identificato. Arrivato al cancello, quello in basso nella zona della centrale c’era un posto di blocco in cui sono stato fermato perché stavo filmando anche la discesa e a quel punto mi hanno intimato di interrompere le riprese, sono stato accerchiato da cinque tutori dell’ordine che volevano a tutti i costi che cancellassi l’ultima ripresa in cui comparivano, però in quel momento ho notato che la batteria della telecamera si era scaricata e a quel punto volevano requisirmi la telecamera, mi hanno minacciato di romperla, poi alla fine fortunatamente me l’hanno restituita e mi hanno lasciato passare dopo avermi identificato e fotografato i documenti
PM presidente scusi, vorremmo stigmatizzare questa metodica della difesa, perché introduce nel controesame aspetti sui quali noi non possiamo più controbattere, perché adesso noi non possiamo più controesaminarlo su questo aspetto, perché io ho agli atti che Rizzo Davide è persona sconosciuta, mai stato identificato, mai stato visto. La difesa che cita il teste si limita all’essenziale, lasciando il campo libero in modo tale che non possiamo più controbattere
Avv. ma si tratta di un riesame non di controesame
PM Scusi avvocato lei non ha citato Rizzo
Avv. Mi interessa la posizione dell’Avanà e cos’è successo in quel luogo, mi pare sia assolutamente opportuno che…
PM E’ un dato del tutto irrilevante che il teste Rizzo sia stato fermato dalla polizia
Avv a me interessa che il collegio abbia una visione completa di come si sono comportate quel giorno le forze dell’ordine
Avv Colletta: una precisazione, sto cercando…. il signor Rizzo è stato fermato, identificato, non ricordo se anche perquisito, e per quanto risulti sconosciuto ai PM l’operazione è stata videoregistrata ed è nei video della procura, se mi date tempo e volete verificarlo io cerco il pezzo di video, risulta e ricordo di averlo visto
PM Io dico che è sconosciuto alla polizia non ai PM
Avv pero’ è stato identificato dalle fdo il 27 giugno alla centrale, forse non è stata verbalizzata l’attività, questo si.

Avv.Milano: non c’è nessuna tattica complessiva nel porgere le domande, c’è poco da “stigmatizzare”, trovo sia anche offensivo nei nostri secondi. Poi invito il collegio a non consentire più le domande per quello che riguarda le barriere semovibili perché credo non ci sia alcuna rilevanza, nel senso che… che le barriere semovibili esistano lo sappiamo e abbiamo visto i video, ma se ci sono delle persone che hanno attraversato quella via è evidente, non potendo volare, che o erano aperte o non c’erano ancora. Quindi io vorrei capire, premesso che il PM ha la sua tattica, credo che il collegio debba dichiararlo non rilevante, anche dal punto di vista della credibilità del teste, è evidente che se è passato la barriera non c’era o è aperta. Quindi continuiamo a sentire queste domande che evidentemente non hanno altra funzione se non quella di mettere a disagio il teste, cosa che dovrebbe essere vietata dalla norma… il teste non dovrebbe essere messo a disagio al punto di non ricordare poi la verità dei fatti. E’ evidente che chi è passato è passato perché erano aperte o non erano state posizionate.
PM Vale lo stesso principio per il quale le difese si sono opposte alle circostanze che a nostro avviso sono diventati irrilevanti i testi che dovrebbero riferire sul punto fiaccolata, piazzale, abbiamo detto diamolo per scontato, se la difesa dà per scontato che su quel punto non sono credibili noi l’accettiamo, senno’ noi continuiamo.
Avv Ghia: ma io credo ci siano alcune regole processuali, il PM non può dire che i testi non sono credibili, io credo sia tutt’altra questione, non sono credibili queste domande…
Bosio: perché non limitate le domande al 27?
PM se il teste dice che ha percorso quella strada…
Avv. Milano: Ma noi possiamo parlare anche delle 4 del mattino.. ci sembra corretto…. però..secondo me sono irrilevanti, ma se il collegio ritiene siano rilevanti il PM fa le domande
PM Ma se la fiaccolata è stata alle 22 di sera e se il cancello era chiuso da quando è finita la manifestazione, quelle traversine che il teste si trova ad essere passato per forza di cose accanto e non le ha viste ne prendiamo atto…
Bosio: vedete voi, se partite dalla fiaccolata io son costretto….
Difesa: Noi partiamo direttamente dall’autostrada
Bosio: Vedete voi (borbottio tra la difesa)

Prossimo teste Vittorio Bertola, consigliere Comunale Movimento 5 Stelle, Torino.  Citato per raccontare l’esperienza diretta del 27 giugno presso La Maddalena.
BertolaBarriereTeste Si, ero presente sin dalla sera prima perché avevo partecipato alla fiaccolata, poi al piazzale c’era stata una riunione tra amministratori ed era stato chiesto agli amministratori di essere disponibili a presenziare in prima fila ai vari punti d’ingresso dove c’erano anche delle barricate, il fui assegnato al lato di giaglione quindi passai la notte sulla barricata di giaglione. Prima dell’assemblea ci sono stati alcuni interventi, anch’io sono intervenuto, poi ci fu la riunione in una delle tende e l’obiettivo da parte degli amministratori pubblici era verificare quello che succedeva, osservare e gestire, magari evitando che….
Avv il confronto era in previsione di un eventuale sgombero?
Teste si, si ipotizzava uno sgombero, già nelle settimane precedenti c’erano stati falsi allarmi, quella sera li’ le persone che c’erano.. si riteneva probabile lo sgombero. Fu chiesto chi tra gli amministratori era disponibile a mettersi a vedere cosa succedeva cercando di gestire la situazione…
Avv ma al fine di una mera osservazione?
Teste no, se necessario interagire sia con le fdo che con i manifestanti cercando di evitare che la cosa degenerasse, testimoniando anche cosa succedeva
Avv quindi lei prima ha riferito che in ragione di quell’assemblea si è portato a Giaglione, a che ora?
Teste sicuramente dopo la mezzanotte, tra mezzanotte e l’una, nel cuore della notte, finiti i comizi, gli interventi nell’assemblea generale
Avv quindi finita l’assemblea lei ha dormito sul piazzale?
Teste no sono andato a Giaglione, sono rimasto sveglio tutta la notte, sono andato a piedi per il sentiero, mi sono fermato alla barricata di Giaglione, subito prima di dove il sentiero passa poi sopra l’autostrada e c’è l’inizio del tunnel sul lato di valle, passata la zona dove ci sono alcune vecchie case diroccate il sentiero esce dal bosco, c’è un salto verso il basso… la montagna è abbastanza ripida e li’ c’era già uno sbarramento e ci siamo posizionati li e vedevamo l’arrivo del viadotto, dove poi si sono accumulate le forze dell’ordine. Nella notte non è successo granché, poi intorno alle 4:30 abbiamo visto dei fuochi d’artificio che dovevano essere il segnale che era stato rilevato l’arrivo delle forze dell’ordine e da quel momento ci siamo messi all’erta per vedere se anche dal nostro lato sarebbero arrivati, in effetti verso le 5:30 è arrivata l’alba e abbiamo visto numerose persone, forze dell’ordine, che guardavano dal nostro lato dalla ringhiera del parapetto del viadotto, una nutrita quantità di persone. All’inizio ovviamente abbiamo cercato di capire, nel senso che le fdo erano ferme sostanzialmente li’, non c’era un tentativo di venire dove eravamo noi, alla barricata, poi verso le 5:45 io ero li’ con altri due amministratori che non conoscevo e non credo di avere più incontrato, uno con la giacca a quadri rosso e nera che conosceva di più la situazione, ad un certo punto abbiamo sentito che succedeva qualcosa, lui è andato verso Giaglione per vedere perché si parlava di persone che lanciavano pietre verso le fdo che stavano sul viadotto, lui è sparito dalla nostra vista ed è tornato dopo pochi minuti riferendo che c’erano delle persone sopra che lanciavano sassi ma che non erano del nostro gruppo e non erano manifestanti
Avv lei sa circostanziare a livello temporale a che ora poteva essere?
Teste sei meno un quarto del mattino. Poi  in realtà non è successo molto, qualcuno del gruppo non degli amministratori, ha lanciato un fuoco d’artificio per indicare che anche dal nostro lato stavano arrivando le forze dell’ordine, poi ci sono state un paio d’ore di calma, e dopo un paio d’ore qualcuno aveva un radio con cui comunicava con chi stava sul piazzale e abbiamo saputo che di là le forze dell’ordine erano già arrivate sul piazzale..  Noi eravamo a distanza, non so, uno o due km, da li’ si vedeva l’edificio del museo, la galleria, ma non eravamo in grado di capire da quale parte stessero arrivando, ovviamente. Per cui in quel momento non sapevamo cosa stesse succedendo ma avendo capito che le fdo erano in arrivo abbiamo avuto paura di rimandre tagliati fuori quindi abbiamo deciso di lasciare quella posizione li’ e tornare con il gruppo principale della manifestazione presso La Maddalena, saranno state le 8:15, abbiamo passato il ponte, la baita, e siamo risaliti sul sentiero parallelo all’autostrada e siamo arrivate li’ quando erano in azione due grosse benne, e c’erano molte forze dell’ordine sull’autostrada e le due grosse benne che stavano cercando di tagliare l’autostrada per permettere il passaggio delle fdo.. siamo arrivati quando iniziavano ad aprire il varco.
Avv Lei dice siamo arrivati dove?
Teste fisicamente sul sentiero parallelo al viadotto, si scende sotto l’autostrada poi si risale per andare verso la maddalena, quindi … io poi mi sono messo sulla parte di terreno che risale, sarò stato a 20 metri dalle benne, da questa zona. C’erano molte persone…
Avv lei è a conoscenza del fatto che in prossimità della galleria Ramat, quella zona insomma di cui ci sta riferendo, c’era una barriera costruita dai manifestanti?
Teste si, c’erano delle barriere per impedire questo passaggio…
Avv ma lei era li’ o dalla parte opposta?
Teste io ero dal lato della montagna, non verso la valle… quindi… adesso barriere c’erano da entrambe le parti, ero dal lato dove poi è stato aperto il passaggio, la carreggiata che va verso Bardonecchia
Avv siamo intorno a  che ora?
Teste 8:35, 8:45, circa. In quel momento li’ vedo alcuni manifestanti sotto che inveiscono contro queste benne, qualcuno, anche l’amministratore che ho visto prima ,tenta di andare a parlare con le fdo, finché a un certo punto qualcuno apre un estintore e non si vede più granché, quindi c’è questo momento in cui le persone sperano di riuscire a bloccare l’ingresso delle fdo, poi ad un certo punto io vengo interrotto perché sto facendo delle riprese con il mio cellulare, che sono anche in rete, e sono li su questo costone…
Avv lei rispetto al manto autostradale era sottostante?
Teste ero più o meno alla stessa altezza.. e ad un certo punto sono stato interrotto perché mentre facevo la ripresa è stato lanciato un lacrimogeno non so se direttamente a me, ma eravamo in 4 o 5 a fare riprese, ho dovuto spostarmi per non prendere un lacrimogeno in testa…
PM: (interrompendo) la domanda è suggestiva
Avv com’è stato lanciato il lacrimogeno?
Teste in maniera parabolica ma, se non è stato lanciato per caso era mirato alle persone che stavano facendo riprese in quel punto, poi non posso sapere le motivazioni, ma l’ho interpretato come un tentativo di non farmi continuare le riprese ma è un’interpretazione personale. Poi le fdo sono entrate, ci sono stati 10-15 minuti  in cui c’è stato un muro di persone che facevano resistenza passiva cercando di impedire la risalita…
Avv può specificare meglio resistenza passiva?
Teste erano persone che si erano messe vicine tra loro tenendosi sotto braccio cercando di formare una barriera umana, classica tecnica di resistenza passiva, mettendosi in mezzo e non lasciando passare. Dopo di che sono risalito sul piazzale, sono arrivato sul piazzale verso le 9 e qualcosa
Avv io sono rimasta pero’ a questa contrapposizione ferma, statica, tra fdo e manifestanti che lei mi ha detto essere fermi, com’è che arriva al piazzale?
Teste io ero dietro queste persone, in realtà sono andato via prima di vedere la fine di quel confronto perché volevo andare a vedere sul piazzale,  sono risalito e sul piazzale arrivo in un momento in cui si vede già una nube di lacrimogeni nella parte sotto adibita a parcheggio, poi la nube sale e percepisco un’avanzata delle forze dell’ordine con le persone che ripiegano nella parte dietro all’edificio del museo
Avv quindi lei arriva al piazzale, vede il piazzale raggiunto dai lacrimogeni, ci sono persone nel frattempo?
Teste si, il piazzale è pieno di gente, le persone sotanzialmente indietreggiano, cercano di andare verso la montagna per evitare  i lacrimogeni, decine, centinaia di lacrimogeni, una quantità tale che in certi momenti non si vedeva niente, bisognava scappare in maniera anche agitata, c’erano persone che finivano per terra perché non riuscivano a respirare, persone che si sentivano male perché avevano paura, io poi mi sono spostato all’inizio del bosco dietro al museo che in quel momento era più tranquillo perché i lacrimogeni erano di meno.
Avv quindi lei va verso il bosco per sottrarsi al lancio dei lacrimogeni? (SI) Poi?
Teste le fdo non sono sul piazzale, arrivano poco dopo, ma io ad un certo punto ho cominciato a risalire finché anche l’aria li’ è diventata a respirare e quindi tutti abbiamo iniziato un esodo nel bosco perché era l’unica via di fuga che ci era stata lasciata libera, io ho iniziato a salire anche in maniera improvvisa perché di colpo sono arrivati i lacrimogeni dietro il museo e c’è stato un momento di panico, anche per me, e ho cercato di risalire semplicemente per sfuggire al fumo, ho avuto difficoltà a respirare, in quel momento poi ho incontrato Marco Scibona che era al telefono con Beppe Grillo che poi mi ha passato perché voleva venire a vedere cosa stava succedendo, ho parlato con lui un minuto per spiegartli e in quel minuto sono rimasto da solo perché le persone erano scappate su, ero nel primo pezzo di bosco e ho rischiato di soffocare, ho cominciato a tossire, gridare, e in quel momento ho trovato una persona che mi ha versato del liquido negli occhi…. non sono caduto, ho cercando di arrampicarmi sulle rocce per sfuggire ai lacrimogeni che arrivavano da sotto, è stata una situazione pesante… Poi sono riuscito alla fine a rientare sul sentiero e a quel punto il sentiero era pieno di gente che andava su cercando di sfuggire, poi per diversi minuti quando eravamo tutti incolonnati c’è stato di nuovo lancio di lacrimogeni nel bosco, e nel bosco non c’è modo di disperdere il fumo dei lacrimogeni, quindi c’era gente nel panico bloccata su un sentiero… momenti di pericolo e di grande paura.
Avv lei quindi si è allontanato per quel sentiero o è tornato?
Teste sono salito verso la Ramat, sarò arrivato verso le 10 – 10:30…

Avv.Patrito chiede a Vittorio Bertola di raccontare il suo 3 luglio. Bertola spiega di aver partecipato con gli amministratori, arrivando alla centrale intorno a mezzogiorno. A quel punto si è fermato nell’area del ponte perché li’ ha incontrato diversi colleghi, in quel momento il clima era tranquillo, chiacchierava normalmente.
Avv quando lei arriva alla centrale, ricorda di fronte a se delle reti?
Teste si, c’era una base di cemento con sopra delle reti metalliche un po’ in diagonale che deviavano il corteo verso il ponte, c’erano queste reti metalliche poi dietro altre reti, non so se uno o due sbarramenti
Avv ricorda a che distanza erano gli uni dagli altri?
Teste secondo me.. potrebbero essere stati 5-10 metri, non proprio attaccate. Poi mentre eravamo sotto è arrivato il segnale, fuochi d’artificio, la notizia che altri erano arrivati nella zona del piazzale e poi la parte scesa dalla Ramat era arrivata dietro, cosa che ha suscitato un certo entusiasmo, a quel punto li’ abbiamo visto comparire lacrimogeni sulla zona dell’avanà al fondo, io ho cominciato a risalire verso chiomonte e ad un certo punto, questo è un episodio abbastanza conosciuto perché il video è girato in rete, sul tornante verso chiomonte abbiamo visto nella zona della Maddalena lacrimogeni, fuochi  d’artificio, e questo è stato interpretato come segnale che i manifestanti fossero arrivati di nuovo sul piazzale e la gente festeggiava, si sentiva realizzata, il fatto di riprendere il piazzale….
Avv lei ha assistito al discorso di grillo alla centrale?
Teste si, ma quello è dopo, poi sono risalito su… Grillo è poi arrivato alle 14:30 a Chiomonte e ha fatto un primo discorso nel giardinetto dove c’erano già altri che facevano comizi, lui era stato accompagnato in macchina da militanti 5 stelle, e l’ho accompagnato sotto alla centrale dalla strada da Exilles verso le 15:30, ad un certo punto abbiamo lasciato la macchina e a piedi siamo arrivati fin sotto, poi abbiamo attraversato il ponte e nell’area del ponte ha parlato un po’, poi è arrivato Alberto Perino si sono abbracciati, hanno parlato, e abbiamo visto cominciare un lancio di lacrimogeni, poi non so se scontri ma persone nella strada della centrale e devo dire con un po’ di dispiacere, perché devo dire che non ci fosse bisogno di ulteriori lanci etc, i lacrimogeni hanno cominciato ad arrivare sul ponte e noi abbiamo respirato lacrimogeni, a Grillo ho dato un limone…
Avv prima del lancio dei lacrimogeni lei ha visto lanciare pietre?
Teste no
Avv. Ha visto lacrimogeni lanciati  come?
Teste a parabola ma anche ad altezza bassa, anche sul ponte poi da quel che mi ricordo erano ad altezza bassa, tant’è vero che ce li siamo trovati li’, poi un altro video molto conosciuto… un giornalista che si chiama Carlo Gubitosa si è fatto riprendere perché aveva la manica di camicia con vistose bruciature mi ha raccontato di aver ricevuto un lacrimogeno sul braccio.
Avv Gubitosa era presente con telecamere, macchine fotografiche?
Teste Immagino avesse telecamere, non ricordo, è un giornalista noto anche per essere stato all’estero come reporter di guerra…
Avv lei ricorda fin dove arrivavano i lanci di lacrimogeni?
Teste sulla strada, si…. sul ponte si.. al campeggio  non ricordo… sulla strada che va verso il centro.. non ricordo, a me sembra sul prato, dove era scappata un po’ di gente, nel lato a valle, anche li’ qualche lacrimogeno è arrivato, sulla strada non ricordo, io son poi risalito presto, Grillo ha fatto questo discorso con tutti i giornalisti che lo fotografavano e il limone e io son poi tornato su.
Avv e la reazione più immediata dei manifestanti qual è stata?
teste direi di rabbia e poi direi anche di stanchezza, ma perché ci tirano questi lacrimogeni? La manifestazione del 3 , la parte del corteo principale, era stata assolutamente pacifica, non si capiva perché lanciare lacrimogeni sul corteo….
Si passa al controesame.
PM: A che ora è arrivato sul posto, alla fiaccolata?
Teste saranno state le 21, era buio, forse all’inizio c’era un po’ di luce ma… ricordo anche di aver ripreso immagini in cui si vedono solo le fiaccole in mezzo al buio
PM Ha fatto tutta la strada? (Si) Durante il tragitto…. (la difesa interrompe, c’è opposizione, ma il PM insiste ricordando che il teste ha detto di avere partecipato alla fiaccolata). Voglio sapere se lungo il tragitto ha visto barriere.
La difesa ribadisce che non ha fatto domande.
PM :Se il teste ha detto di aver visto una bomba atomica possiamo chiederglielo?
Avv.Colletta: secondo me no.
Il giudice non ammette la domanda.
PM Non abbiamo diritto di saperlo?
Avv. Colletta Se io no ho fatto la domanda, direi di no.
PM Allora, dalla barricata Giaglione, lei cosa riusciva a vedere rispetto alle due canne dell’autostrada?
Teste Io ero posizionato sul sentiero, se ben ricordo era più in basso, vedevo sostanzialmente il parapetto e non tutta l’autostrada
PM Le canne di sopra le vedeva?
Teste io non me le ricordo, ma non le so dire…
PM: le mostro delle immagini, riusciva a vedere le canne?
Teste: Ma questa non è la maddalena? NOn mi sembra giaglione, io ero a 2 km da li’….
PM Quando  è arrivato li’…
Teste ah, quindi parliamo delle 8:30, non vedevo questa prospettiva
PM Ha visto qualcuno lanciare da sopra la galleria verso le fdo?
Teste No, io onestamente non me lo ricordo, nel momento in cui c’ero io non ho visto
PM Lei ha detto di essere arrivato li’ alle 8:00  8:30?
Teste saranno state le 8:30 – 8:45
PM Le mostriamo delle immagini che si collocano più o meno a quest’ora, questa è la parte laterale dal lato carreggiata autostrada verso  bardonecchia, lei ricorda se era con queste persone? (8:26)
Teste il signore li’ con la camicia a scacchi rossi e neri era con me, ma sto cercando di capire dov’è.. secondo me ero un po’ più in su, dove il sentiero va più in alto…
PM Qui l’immagine è presa dall’autostrada verso il basso, ricorda queste barriere?
Teste Si, c’erano delle barriere per ostacolare l’accesso…
PM Ricorda persone travisate?
Teste c’erano delle persone con il volto coperto sicuramente ,ma io non le conoscevo
PM Anche prima del lancio di lacrimogeni?
Teste Non lo ricordo sinceramente. Ad esempio c’era una persona con il volto coperto a Giaglione perché l’amministratore chiese a questa persona di scoprirsi il volto perché non volevano persone a volto coperto
PM Lei ha fatto menzione prima all’intervento di persone che non identificavate come movimento no tav che facevano dei lanci, dove le collocano?
Teste Qui stiamo parlando di un altro orario su altre gallerie, non queste
PM E invece questi soggetti, sono le 9:05… vede queste persone che lanciano? Lei ha avuto modo di vederle?
Teste Non so chi siano..
PM Le chiedo se ha visto lanciare
Teste Io non ricordo, nel senso che io ad un certo punto più o meno in quel periodo stavo risalendo e tornando verso il piazzale, per cui guardavo la parte sotto e non mi son messo a vedere cosa succedesse
PM Non ha neanche sentito i rumori conseguenti a questi scontri?
Teste cosa intende per rumori? C’era confusione, tra lanci lacrimogeni e altro….
PM Solo lanci di lacrimogeni lei ricorda di avere visto? Non ricorda di aver visto lanci di pietre, estintori, uso di estintori con olio esausto o …
Teste: No, io ho vsito il caterpillar…
PM Sto parlando dalle bocche delle gallerie sull’autostrada
Teste NO
PM Il 3 luglio lei a che ora ha avuto cognizione che vi erano scontri in atto?
Teste al mattino…. ?
PM Prima di festeggiare con i manifestanti quello che stava succedendo alla Maddalena…  mi riferisco all’applauso.. quando ha avuto nozione?
Teste diciamo dieci minuti, un quarto d’ora prima di quel momento li’ che ho raccontato, non abbiamo saputo ma abbiamo visto dei lacrimogeni sulla zona delle vigne sul lato della Ramat
PM Ha visto anche qualcuno che si muoveva, persone travisate o indossare i caschi?
Teste no, in quel momento li’ sotto c’erano persone tranquillissime, queste cose erano a un km di distanza,
PM Questo razzo alle 12:07 lo ricorda?
Teste No non ricordo di averlo visto
PM Lei ha detto che ha stazionato alla centrale per un po’, ha avuto modo di osservare attività volte a rimuovere le protezioni nella zona della centrale?
Teste in quel momento no, nel pomeriggio poi s’è visto…
PM Lei ha detto che sono arrivati i lacrimogeni senza motivo…
Teste stiamo parlando del pomeriggio, non del mattino
PM Al pomeriggio, le mostro un filmato, GAI, se ha assistito a questo tiro alla fune
Teste no anche perché a quell’ora li’ io ero a Chiomonte nel giardinetto che filmavo Beppe Grillo, io sono stato alla centrale fino alle 12:40, poi sono tornato li alle 15:30
PM Quindi non erano ancora stati lanciati?
Teste non lo so…
PM Ha detto lei all’improvviso?
Teste quando siamo arrivati alle 15:30 la situazione era tranquilla, dopo dieci minuti abbiamo visto cominciare….
PM Lei si è accorto che dall’altra parte avevano divelto le reti?
Teste No io voglio essere abbastanza chiaro
PM Le auguro di essere chiaro, per adesso non è cosi’ chiaro
Teste le cose che vi dò per certo le dico perché ho riguardato i filmati…
PM Lei ha riguardato i filmati?
Teste si, vorrei fornire una testimonianza attendibile, quindi quello che vi dico…..
PM Ha notato questa situazione allora?
Teste se ero li’ sicuramente l’ho notata
PM Perché allora ha detto che il lancio di lacrimogeni è iniziato senza motivo?
Teste perché quando sono arrivato io era cosi’…. la situazione era…
PM Lei a che distanza era da qui?
Teste sul ponte, a metà del rettilineo…
PM Si   è preoccupato di chiedere cosa era accaduto?
Teste a chi dovevo chiedere?
PM Non so, ai manifestanti
Teste non è che sono amico di tutti i manifestanti, se vedo cosi’ posso immaginare che qualcuno abbia tirato giu’
PM E non sapeva di quello che stava succedendo alla maddalena?
Teste No, come avrei fatto a saperlo?
PM non so è lei che partecipa a queste manifestazioni, come rappresentante politico si sarà informato di quello che stava accadendo, poteva anche essere una curiosità
Teste sicuramente c’erano persone che stavano li’ e che cercavano di non essere coinvolte
PM Ma questa è la situazione quando lei arriva?
Teste no non era cosi’…
PM Allora ha sbagliato ora
Teste se vuole vado a vedere i video della mia macchina fotografica…
PM Come vede c’erano parecchi lacrimogeni nell’aria
Teste avrò beccato l’unico momento tranquillo
PM (mostra video Cinetto 2) Andiamo alle 15:40 quando lei dice probabilmente di essere passato, ecco, 15:40, lei si è accorto di questi signori che lanciavano cose? Ha notato le reti divelte?
Teste sicuramente….
PM Abbigliamenti singolari per un giorno d’estate, no?
Teste vabbè… questo…
PM Ha notato? Ha visto? Lei c’era o non c’era? Ci vuol dire a che ora è andato in questo posto?
Avv: Lasciamo rispondere il teste o vogliamo intimidirlo e metterlo a disagio? Inizi a rispettare un essere umano
PM Parli quando è il suo turno
PM Vede alle 15:45 che situazione tranquilla c’era?
Teste che non fosse una situazione tranquilla l’ho detto io
PM No lei ha detto che i lacrimogeni sono stati lanciati quando non stava succedendo assolutametne nulla (opposizione da parte della difesa)
Teste : la ringrazio che fa il suo lavoro, ognuno qui fa il suo lavoro…  io son passato di li’ a me risulta intorno alle 15:45 ma compatibilmente con gli orari della macchina fotografica e con il fatto che sno passati 3 anni, ma quello che ho detto e ribadisco è che quando sono arrivato li’ ci sono stati alcuni minuti di tranquillità e poi il lancio di lacrimogeni
PM Ha visto quell’ingresso, immagini come queste?
La difesa interrompere, chiedendo al PM di lasciare al teste il tempo di rispondere, “E’ inammissibile condurre cosi’ un controesame, si tende ad intimidire il teste”.
Teste io confermo quello che ho detto, non ricordo cos’ho visto in quei 30 secondi….
PM Solo trenta secondi?
Teste non so quanto ci mette lei a svoltare l’angolo e attraversare il ponte, se non sono trenta secondi erano due minuti, posso immaginare visto che non frequento abitualmente questo genere di persone, non è che mi sono fermato li’…. alla fine comunque nel momento in cui sono arrivato ho visto una situazione tranquilla nel senso che non ho visto lacrimogeni, perché stando a 200 mt di distanza sono sostanzialmente lacrimogeni
L’avv. Pellegrin sta per intervenire, quando viene interrotto dal PM. Bosio specifica che ha rinunciato all’esame ma può fare il controesame. Può procedere.
Avv. Pellegrin: lei ha riferito di un episodio specifico successo il 27 quando ha riferito di essere stato oggetto di un lancio di lacrimogeno nella sua direzione, conferma?
Teste si, confermo, ho anche filmato
Avv prima di quel momento, quando non era intento a riprendere, sono mai arrivati lacrimogeni verso di lei?
Teste io ero li’ da 4 o 5 minuti, e non era arrivato niente
Avv quindi lei si è spostato, si allontana?
Teste si, mi sono spostato
Avv dopo ha di nuovo avuto lanci specifici nei suoi confronti quando ha interrotto la ripresa?
Teste diciamo che dopo ero un po’ più indietro, diciamo che nella fase in cui ero dietro il museo all’inizio del bosco sono arrivati lacrimogeni dove ero io ma ero meno visibile…
Avv è per questo che ha avuto la sensazione che arrivassero i lacrimogeni nella sua direzione mentre faceva il video?
Teste si
PM Vorrei venisse messo a verbale che chiedo copia della trascrizione del teste Vittorio Bertole. Che rimanga traccia a verbale che la Procura richiede la trascrizione.

BonaudoAlbertoLacrimogeno3luglioEntra il teste Bonaudo Alberto, di Condove. Il 27 giugno era presso La maddalena, dalla mattinata. E’ arrivato alle prime luci dell’alba, passando da Giaglione. E’ arrivato sul piazzale, davanti al museo archeologico, dove c’era la tenda della cucina. c’era una tenda adibita a cucina e una a refettorio, con panche e tavoli dove si mangiava, e c’era la cucina. E’ arrivato con altri, da Giaglione, al mattino presto, all’alba, alle prime luci dell’alba.
Teste Eravamo saliti sul terrapieno, fino a quando sono arrivati dei lacrimogeni che praticamente hanno tolto il respiro e anche la visione di quello che stava…
Avv sa dirci a che ora?
Teste non so dire l’ora, non ricordo, so solo che preso dal panico, ero con mia moglie che soffre di problemi respiratori, quindi ci siamo allontanati abbastanza in fretta…  a me pare che i primi lacrimogeni siano arrivati dall’autostrada, perché erano iniziate delle operazioni di taglio di questo … io pero’ non ho visto perché ero già sceso sulla parte bassa e non ho visto quello che succedeva li’, direttamente.
Avv quindi la zona dove si trovava lei era quella delle tende?
Teste si, quella antistante il museo, sono rimasto li’ fino a quando sono arrivati i lacrimogeni e poi saltando la staccionata ci siamo allontanati, noi non avevamo protezioni, solo un piccolo foulard da mettere sulla bocca
Avv i lacrimogeni erano molti o siete andati via dopo uno o due?
Teste siamo andati via dopo i primi perché mia moglie aveva questi problemi respiratori, siamo saliti un po’ e abbiamo fatto l’area archeologica per poi ritornare verso giaglione ma più alto della strada normale, con noi c’erano delle altre persone che avevano paura e problemi di respirarazione, ecco.
Avv lei quanti anni aveva nel 2011?
Teste ne avevo 55, mia moglie più o meno la stessa età.
Avv c’erano persone della vostra età, più anziane  con voi?
Teste qualcuno più giovane, persone come noi e altre più anziane, un misto.
Avv ha visto persone che hanno avuto problemi per i lacrimogeni?
Teste ferite no ma problemi respiratori si, e anche vomito. io non ho avuto quei probemi ,mia moglie si, anche vomito, oltre  a problemi respiratori. L’ho aiutata io ad allontanarsi, poi quando siamo stati più distanti nel bosco si è ripresa. E sono ancora arrivati nel bosco lacrimogeni, mi chiedo da dove arrivavano perché eravamo distanti, non so se arrivavano dall’alto, perché sopra c’era un elicottero che sorvolava ma non posso dire che arrivavano dall’elicottero pero’ i lacrimogeni nel bosco arrivavano. Poi siamo andati verso Giaglione ma sulla strada molto molto alta, siamo arrivati nelle case a Giaglione senza sapere dove andavamo a finire. Poi siamo andati via.
Avv ha assistito a episodi particolari?
Teste No, questo è quello che ricordo, nel giro di due ore io sono arrivato e andato via.
[Ndr il teste viene ora invitato a deporre sul 3 luglio, la sottoscritta Simonetta Zandiri però ha bisogno di una pausa…. prosegue Eleonora Forno]

Il teste alle domande pressanti del PM Padalino che gli chiede come mai il 27 giugno fosse andato su, serenamente risponde che lo riteneva suo dovere, e non può ricordare i nomi di chi lo avesse avvisato. Il 3 luglio invece gli viene chiesto se non ha visto gli incidenti, risponde che dalla sua posizione non poteva accorgersi degli scontri, mentre vedeva sparare i lacrimogeni dall’autostrada.
Ovviamente senza vedere chi li sparava.
PM Rinaudo 27 giugno perché era lì
Teste andavo lì come cittadino valsusino a presidiare una zona dove venivano fatte prese di possesso sulla sua valle
PM E non ricorda i nomi
Teste No, ma non c’era nessuno che desse istruzioni dall’alto, nessuna pretesa di fare nulla che non fosse pacifico
PM Non mi risulta tanto pacifico
Opposizione difesa, non sono neanche domande
Giudice accoglie
Pm Mettere a verbale per favore
Opposizione non si può così surretiziamente x domande non ammesse
Avv. Vitale DIFESA  Il 3 luglio mostro video prodotto da difesa  in cui si vedono agenti lanciare da viadotto
Pm il teste ha detto di non avere visto nessuno lanciare
Teste Non ricordo
Avv. Vitale Faccio visionare altro spezzone breve
(Nel video si vedono altri lanci degli agenti dal viadotto)
Lei era in basso sulla sinistra, vero?
Teste sì, non vedevo

[riprende Simonetta Zandiri]

Entra il teste Brangetto Silvio, di Susa. Era presente il 27 giugno in località La Maddalena, è arrivato la sera prima e ha dormito sotto la tettoia nell’azienda vinicola, al mattino, verso l’alba, ha sentito dei rumori… ed è andato a margine dell’autostrada fino a quando Turi è sceso dentro e a quel punto è tornato sul piazzale. E’ poi rimasto davanti all’area archeologica, girando avanti e indietro li’, c’era molta gente, alcune centinaia di persone, giovani, anziani, un po’ di tutte le età. Ricorda che ad un certo punto dal versante dell’Avanà arrivano molti lacrimogeni e qualcuno ha iniziato a scappare per il sentiero che sale verso la Ramat ma anche li’ non si poteva respirare, perché arrivavano anche li’ i lacrimogeni.
Avv ma nella zona del piazzale all’arrivo dei lacrimogeni la gente cosa faceva?
Teste qualcuno che aveva il guanto li prendeva e li metteva nei bidoni ma la maggior parte della gente è scappata, perché non si poteva respirare, io non avevo niente neanche un fazzoletto
Avv ha visto altre persone che avevano presidi di protezione?
Teste qualcuno aveva un fazzoletto, anche bagnato…. io ero con mia figlia, un’amica, c’erano tanti altri, nella confusione….
Avv lei ricorda che nel piazzale ci fossero delle tende?
teste si, era pieno di tende, e li’ arrivavano i lacrimogeni in mezzo alle tende
Avv ha visto persone che hanno avuto reazioni fisiche? qualcuno è stato male?
Teste qualcuno non riusciva a respirare si, ma si aiutava la gente nel sentiero a salire
Avv lei si è allontanato poi per quel sentiero?
Teste si, e son salito fino su al bacino, il bacino che c’è sulla Ramat, poi li c’era la moglie di Giorgio Vair che aveva le chiavi della macchina, lui era giu’ e aveva la macchina giu’ allora per non fare venire giu’ lei sono venuto giu’ io con le chiavi a portarle a Giorgio.
Avv quando è tornato giu’ c’erano ancora lacrimogeni?
Teste no ma si sentiva ancora la puzza, c’erano solo più poliziotti, carabinieri, qualche amministratore e qualche avvocato
Avv non c’era più sparo di lacrimogeni?
Teste no, no, io ho riconsegnato le chiavi e mi sono fermato li’ a smontare le tende, eravamo 5 o 6.. non le abbiamo portate via, le abbiamo smontate e messe nelle due tende grandi, quella dei medici e quella degli amministratori, poi verso mezzogiorno con Giorgio Vair abbiamo preso la macchina e siamo andati via.
Avv. Milano: solo una precisazione, quando siete scappati per i sentieri sui boschi sono arrivati lacrimogeni anche li’?
Teste si, nei boschi si.
PM: Senta, lei è andato la sera prima, c’era una ragione specifica per cui si era recato quel giorno o è stato un caso?
Teste sovente si andava…
PM Ma è stato un fatto casuale o sapeva cosa poteva accadere l’indomani?
Teste qualcuno diceva che forse potevano arrivare l’indomani… ma io sono stato li’ anche altre notti
PM Lei è stato alla fiaccolata.. (la difesa si oppone, il giudice non ammette).
Il PM chiede delle fasi in cui era sul piazzale. “Ha avuto modo di notare persone con caschi o vestita di scuro?”
Teste: vestito di scuro anch’io mi vesto di scuro…
PM Fazzoletti, maschere, caschi… occhiali da piscina…
Teste che ricordo io, fazzoletti si, quando ci son stati i lacrimogeni si.. però poi non ricordo
PM le faccio vedere delle immagini.. ricorda queste persone che stazionavano in questa zona cosi’ simpaticamente?
Teste qualcuno con le bandiere lo ricordo, ma i caschi non li ho visti, son piccolino….
PM I caschi non li ricorda?
Teste Cosi’ no.
Avv Bongiovanni (aspetta il collegamento video, stiamo proiettando la mappa prodotta dalla difesa Fissore, vorrei che il teste specificasse esattamente qual è la zona antistante al museo della maddalena utilizzando le varie coordinate (seguono una serie di collocazioni del piazzale).
I lacrimogeni venivano lanciati solamente nell’area indicata da lei 9C o sul piazzale antistante l’azienda vitivinicola?
Teste: Si, anche li’ venivano lanciati
Avv può indicare la via dell’Avanà indicando le coordinate?
Teste: C11
Avv può confermare che dalla strada dell’Avanà venivano lanciati lacrimogeni sul piazzale antistante il museo archeologico?
Teste o di li’ o dalla mulattiera che parte dal B&B e passa sopra, quindi C11 o D11 o B11, fa un bel pezzo la strada
Avv quella zona rispetto al piano del piazzale antistante il museo archeologico è sullo stesso livello di altitudine o è sottostante?
Teste la via dell’Avanà è sottostante, il sentiero un po’ meno…

Teste Gonella Maria, di Almese.Dopo la fiaccolata si è recata sul piazzale, dove si è stati tutti insieme.
Avv lei ha fatto quindi il tragitto su via dell’Avanà per raggiungere il piazzale? (Si) Ha trovato delle barriere? (No siamo riusciti a passare) Il cancello presso la centrale era aperto o chiuso? (aperto). Poi arriva su e c’è l’assemblea, cosa si decide?
GonellaMariaTeste nel corso dell’assemblea si decide che se il giorno dopo dovesse accadere quello che si prevedeva che sarebbe accaduto, ci sarebbe stata una resistenza pacifica sul posto, evitando che riuscissero ad entrare nelle zone d’interesse.
Avv il fatto che fosse passiva / pacifica cosa voleva dire?
Teste che non avremmo dovuto reagire al quasi sicuro attacco dell’altra parte.
Avv ha dormito li’?
Teste si
Avv aveva una tenda?
Teste No, siamo stati più o meno svegli a passeggiare, c’erano molte tende sul piazzale. Varie tende in un’area destinata a quello, poi c’era una tenda per il soccorso medico per le persone, tendoni ad uso collettivo, il plateatico era stato affittato per un periodo di tempo abbastanza lungo, c’erano tutte delle strutture per ospitare persone che frequentavano abitualmente il posto sia di giorno che di notte. Il 27 mattina mi pare verso le 4 cominciano ad esserci i primi arrivi sotto la galleria dell’autostrada e molta gente si raduna nei punti in cui si immaginava che entrassero le forze dell’ordine, in realtà i tempi sono stati molto lunghi… io inizialmente ero all’autostrada, a margine dell’autostrada dove c’era la barricata stalingrado, e mi sono fermata li’ fino all’arrivo della famosa pinza, che in realtà è stata in funzione per svariato tempo senza fare niente proprio perché c’erano numerose persone sulla barricata a impedire questo sfondamento, e io ero sulla barricata all’arrivo della pinza e siamo stati li’ un po’ di tempo poi ci era giunta la notizia che avevano già cominciato a sfondare il blocco della centrale, quindi io mi sono spostata e sono andata a vedere cosa stava succedendo alla centrale passando per il sentiero, non ho fatto la strada dell’Avanà e mi sono fermata un po’ sotto…. e quando sono arrivata alla centrale il cancello era ancora chiuso, stavano cominciando ad abbatterlo, avevano già iniziato a lanciare i primi lacrimogeni, c’era già una situazione….  e io sono stata molto poco perché l’aria era già abbastanza irrespirabile e la gente stava già scappando, ci si stava spostando e mi sono fermata pochissimo, quindi abbiamo rifatto il sentiero con altre persone, siamo tornati al punto dell’autostrada che avevamo lasciato ma anche li’ avevano praticamente sfondato l’autostrada nonostante ci fossero delle persone sopra
Avv il varco era già stato aperto?
Teste si, stavano buttando giu’ la barricata e c’erano le ultime persone ancora sopra, ho visto la pinza, ma per pochissimo tempo
PM Vorrei far presente che sono domande suggestive
Avv la signora in prima battuta ha detto che quando è tornata su c’era la pinza sulla barricata. Vuole circostanziare meglio quello che ha visto?
Teste la situazione era confusionaria, moltissima gente scappava, l’aria era irrespirabile, avevano lanciato una quantità di lacrimogeni altissima e nessuno era preparato a questo ,la gente non era protetta, non si vedeva niente o poco e c’era tantissima gente che scappava nell’unica via di fuga che c’era, un piccolo sentiero che collegava quella barricata alla maddalena per poi attraversare il piazzale e salire…  io questo spettacolo l’ho visto scendendo dal sentiero (l’avvocato suggerisce di utilizzare la mappa se rende più agevole la spiegazione), poi sono scesa e ho visto quello che stava succedendo, c’erano ormai pochissime persone e sono venuta via perché non si riusciva a stare, sono stata male, sono caduta per terra, c’era il dott. Zamburro che mi ha portato nella tenda e mi ha soccorso, non ricordo più cosa mi ha messo nella faccia, mi ha tenuto un po’ nella tenda finché poi ho il ricordo che era arrivato l’ordine che entro 10 minuti il piazzale doveva essere libero anche se non erano quelli gli accordi. Sul piazzale non si vedeva niente, per il fumo dei lacrimogeni.

Avv ha visto altre persone che si sentivano male?
Teste si, una ragazza per terra vicino a me e due nella tenda, sdraiate nei letti…
Avv la questione dei 10 minuti che ha riferito prima, come le è giunta? Cosa le è giunto? Che avevate 10 minuti per allontanarvi?
Teste in realtà gli accordi erano che quel piazzale sarebbe rimasto un posto protetto, anche la sera prima si era detto che quell’area sarebbe stata sicura, quindi molta gente era rimasta li’ per questo motivo perché doveva essere un’area protetta, perché era stata affittata e c’erano tutti, c’erano le tende, c’era la Comunità Montana, e le forze dell’ordine no era previsto che arrivassero li’ anche perché non era una zona di loro interesse. Io ero ancora nel presidio sanitario quando è arrivata questa voce dei 10 minuti di tempo per liberare il piazzale,  io non ho visto le forze dell’ordine arrivare, quando sono uscita ero nel piazzale e il medico mi ha accompagnato all’imbocco del sentiero e poi sono risalita per il sentiero per la Ramat.
Avv. Milano: Senta, ma i lacrimogeni che arrivavano sul piazzale lei ha avuto modo di capire da dove provenissero?
Teste No da svariati punti, sicuramente autostrada dove presenziavano le fdo e forse anche dall’elicottero, per non …
Avv E dalla via dell’Avanà?
Teste probabilmente si, perché ormai le fdo si erano appropriate di tutto lo  spazio ma io non ricordo, era troppo difficile, perché arrivavano da svariati punti, era difficile da vedere, c’era una situazione proprio…. hanno continuato a lanciare lacrimogeni anche mentre la gente saliva per il sentiero, nei boschi, è partito anche un piccolo incendio in mezzo ai boschi.
Avv.Vitale: lei ci ha detto che poi si è allontanata dal sentiero dietro, questo nonostante lei stesse male …
PM Scusi avvocato ma lei non l’ha citata per il 27 giugno?
Avv per il 3 luglio e tutte le manifestazioni precedenti (breve discussione con il PM)
PM Il 27 giugno è fuori
Avv Vitale: Farò domanda in controesame, grazie.
PM Quella sera ha detto che è andata perché si paventava lo sgombero?
Teste perché mi interessava difendere quel territorio, era da un mese che si stava in quel pezzo di terra
PM Ma lei non c’è stata per un mese..
Teste Io andavo regolarmente in quel posto quindi ero li’ anche quella domenica
PM Pensava che l’indomani sarebbe accaduto qualcosa?
Teste si
PM Ha detto che si è spostata nella zona delle gallerie, ha avuto modo di notare persone travisate, con caschi, occhiali da sci…
Teste No, non c’era nessuno travisato
PM Le mostro allora delle immagini… 6:20 del mattino, quella era la cosiddetta barricata stalingrado in cui lei dice di essere stata… lei ha visto persone abbigliate così salutare affettuosamente i presenti? (ironico)
Teste eravamo in tanti
PM Vede per esempio quel signore con il casco nero?
Teste si, lo vedo, ora sto vedendo
PM Se n’era accorta o no?
(incalzando)
Teste: NO
PM Poi ha detto che all’arrivo della pinza è scesa…
Teste sono stata un po’ li’..
PM Ha avuto notizia che c’erano degli scontri
Teste non c’erano degli scontri, stavano sfondando il cancello della centrale
PM Ha avuto modo di notare in quelle circostanze persone che lanciavano pietre?
TEste No, quando sono arrivata non c’erano ancora…
PM Quando lei è arrivata era questa la situazione? Il cancello era chiuso e la ruspa era dall’altra parte?
TEste si
PM Ha avuto modo di osservare persone che tentavano di tagliare un albero vicino al cancello?
Teste si, le ho viste
PM Quindi era li’, nelle vicinanze?
TEste si,
PM Pero’ persone che lanciavano pietre non le ha viste?
TEste NO
PM Ricorda anche la presenza di lacrimogeni in quella zona?
TEste si, perché ad un certo punto sono andata via perché non riuscivo a respirare.
PM Queste situazioni le ricorda?
Teste si, le ricordo
PM Vede quelle persone sulla sinistra cosa stanno facendo, lei le ricorda?
Teste Non si vedeva assolutamente niente dall’altro lato, forse voi non vi rendete conto di cosa c’è dall’altra parte (applauso dal pubblico), voi vedete la prospettiva dei filmati….
Avv. Lasciatela rispondere…
PM Adesso torniamo sopra, nella fase in cui c’è ancora la pinza, ha avuto modo di notare persone che lanciavano sassi, bastoni, oggetti, sopra la galleria?
Teste No
PM Le faccio vedere delle immagini. C’è ancora la pinza, come lei ha detto di avere visto quando è arrivata sul luogo, sono le 9:08 operatore Gaia, seconda parte. Lei vede quelle persone che lanciano gli oggetti? Ricorda queste situazioni?
Teste No, io queste non le ho viste.
PM Grazie.
Avv.Milano, in riesame due precisazioni. Può ripetere quello che ci ha detto prima, cioé, quando lei si è allontanata la seconda volta da questa barriera, dov’è andata?
Teste ho rifatto il sentiero che dalla barricata stalingrado conduceva al piazzale della maddalena, poi sono stata male e sono entrata nella tenda…
Avv Milano: quindi possiamo dire che era inutile la domanda del PM?
PM Abbia pazienza ma chiede al teste se era inutile la domanda del PM? Il teste ha detto che è tornato su a vedere nuovamente la pinza…
Avv Tornando alla centrale, lei stava spiegando, poi è stata interrotta, che non poteva vedere nulla per quale motivo?
Teste perché c’era un fittissimo lancio di lacrimogeni, quindi tra di noi non si vedeva
Avv non vedevate neanche la persona vicino a voi?
Teste vicino si, ma nell’area bisognava allontanarsi per capire cosa c’era intorno anche perché provoca una sensazione di soffocamento e una sensazione di confusione elevato, quindi è difficile in quel contesto capire cosa succede intorno obiettivamente.
Avv.Vitale Senta, dopo che lei lascia il cancello della centrale, se non ho capito male lei torna verso monte facendo un sentiero, ecco poi se ho ben capito lei lascia la barricata stalingrado quando c’è la pinza in azione, ho capito bene?
Teste si, c’era la pinza in azione
Avv e le fdo erano ancora nella galleria?
Teste si, non le ho vsite…
Avv poi nel momento in cui lei poi si sente male interviene il sanitario etc., lei ha detto “mi accompagna fino al sentiero”, ecco, ma questo perché nonostante lei stesse male l’unico modo per togliersi di li’ era fare un sentiero?
Teste si
Avv non c’era la possibilità di fare via dell’Avanà?
Teste no
Avv e di rivolgersi alle fdo perché una persona stava male?
Teste no, anche perché si erano rivolti in modo sgradevole e aggressivo, compreso il dottore, trattato male, strada dell’Avanà era ormai completamente occupata dalle fdo e a noi non era più accessibile.

ClaudioMutoEntra il teste Claudio Muto, di Almese.  viene chiamato il testo Muto Claudio, di Almese, convivente della sig.ra Gonella, presente il 27 giugno 2011 a Maddalena insieme a lei, che riferisce che verso l’alba si portava nei pressi del guard rail del tunnel dell’autostrada, con altre 20 persone, dove era posizionata la cosiddetta barricata Stalingrado, e assisteva ai primi arrivi delle FFOO, forse Carabinieri, poi il volo dei primi elicotteri e verso le 7 cominciarono a disporsi sul campo anche dall’altra parte dell’autostrada.
Avv. Colletta Lei ha assistito apertura guardrail autostradale?
Teste Sì, operazioni pinza, poi ci siamo spostati al  cancello centrale elettrica, mi sembra dal sentiero che scendeva dal parcheggio, poco prima dello sfondamento da parte del bulldozer e la fuga verso il piazzale e i lacrimogeni nella zona della centrale, fitto lancio che ha annientato le nostre intenzioni di fare resistenza sul cancello. Così torniamo al piazzale, se non sbaglio di nuovo il sentiero, di nuovo verso l’autostrada e a quel punto c’erano ancora manifestanti con movimenti abbastanza pericolosi, ero molto stupita che facessero quell’operazione con le persone sopra, poi la gente è defluita verso il piazzale
Avv. MilanoQuindi siete tornati su verso le tende…
Teste Sì, lì ci siamo separati, Maria è andata nella tenda dell’infermeria perché aveva respirato i lacrimogeni e stava male, io assisto all’arrivo manifestanti da tutte le aree, sotto un lancio di lacrimogeni dall’area autostrada e poi vedevo la gente salire verso Ramats, e anche di lì se ricordo bene arrivavano lacrimogeni.
Avv Milano E’ poi andato verso il bosco con la sua compagna?
Teste Sì, e con quasi tutte le altre persone rimaste sull’area. Poi ore dopo siamo scesi da strada asfaltata
Difesa avv.MilanoHa detto che molti lacrimogeni arrivavano dall’autostrada
Teste Direi di sì, quando abbiamo cominciato a salire i tornanti del sentiero, i lacrimogeni arrivavano, a me sembrava, anche dall’elicottero
Difesa avv MilanoQuanti eravate, ci spieghi lo stato d’animo
Teste un centinaio o 2, c’erano anziani, ogni età ma bambini no, nel panico
AVV Milano Chiede di non essere disturbato da commenti pm
Avv Perché era lì?
Teste Ci sentiamo vicini alla difesa di quel territorio in particolare rispetto a quanto stava accadendo ed era già capitato che circolasse la voce dell’intervento, e restavamo lì per opporre resistenza passiva con la nostra presenza fisica anteponendo proprio il nostro corpo
PM Padalino Di che si occupa nella vita?
Teste Contadino
Pm Era con la gonella?
Teste Sì
Pm Ha visto caschi bastoni estintori nella fase prima di scendere alla Centrale
Teste Sì, qualcuno con i caschetti da cantiere
Pm altri tipi di casco? – mostra immagini caschi + pesanti, dov’era?
Teste ricordo fazzoletti, kefie, caschetti bianchi o gialli, ero di fianco al tunnel
Ammette di essere stato in situazione simile a quella delle immagini del video.
Pm perché siete scesi? Qualcuno vi ha chiamati alla centrale?
Teste per fare una passeggiata e andare a vedere. Nessuno mi ha chiamato, non mi ricordo di essere stato bagnato
Pm Siamo in zona centrale, cosa vede arrivando?
Teste arrivando c’era una tenda o sulla destra o sinistra e davanti al cancello c’erano una trentina di manifestanti, chi appeso al cancello –
Gli viene mostrato video 7.51
Teste pensa di essere arrivato prima, non ricorda di avere visto tagliare una pianta
Pm ma era insieme alla gonella?
Teste sì
Pm ricorda lanci di sassi da parte manifestanti?
Teste No, forse spruzzo di vernice, ricordo divise macchiate
– viene mostrato video di sassi –
Teste Non ricordo, ci stavamo già allontanando
Pm Ma sono passati solo 2 minuti… e siete arrivati alla Stalingrado ? Lungo il percorso avete visto travi?
Teste Non lontano dalla cancellata qualcosa, travi legno sicuro, balle paglia
–  altro video di barriere –
Teste sì, adesso che la vedo riconosco anche quella, ma non ricordo tante persone su balle paglia come sono nel video.
Pm ha visto lanci contro agenti?
Teste Non ricordo lancio di cose, ma svuotamento estintori dall’alto galleria
– altro video di lanci dal prato
Teste Non avevo questo punto di osservazione
Pm arrivato alla Maddalena, ha visto manifestanti abbigliati strani con caschi, maschere?
Teste si
Pm Rinaudo In tutto questo tempo ha visto Palumbo?
Difesa si oppone
Difesa avv. Vitale quando eravate sull’area non era ancora arrivata polizia?

Alle 16:45 entra Marco Banfi, di S.Ambrogio, chiamato per i fatti del 27 giugno. Si trovava alla Maddalena, dalla parte verso Giaglione, la strada che da Giaglione va verso il cantiere, ha passato la notte li’, appena sotto il passaggio dell’autostrada, c’era un piccolo presidio e hanno passato la notte li. “Abbiamo dormito, parlottato, dopo aver partecipato alla fiaccolata e all’assemblea dove si era deciso di rimandre come presidio pacifico perché si pensava, ma non siamo sicuri, di quando sarebbero arrivati a sgomberare nella località che presidiavamo e che era chiamata la libera repubblica della maddalena”. “Si era deciso in assemblea di rimandre sul posto, come si era fatto nelle notti precedenti, era notizia che girava da tempo che prima o poi sarebbero venuti a prendersi la zona, a turno già prima di quella serata  ci mettevamo d’accordo per recarci alla Maddalena e poi dividerci su diverse postazioni dove eravamo presenti, fissi.”. Il teste spiega che da quel punto hanno visto l’arrivo delle forze dell’ordine sull’autostrada, ad un certo punto si dirige verso le vasche per vedere cosa succedeva su quel versante, perché dicevano che stavano rompendo la barriera dell’autostrada e vniere giu’. “Poi quando sono arrivato in zona ho trovato della gente che diceva rimaniamo qui, stiamo tranquilli, con le mani alzate..”.
Avv Ha visto le fdo?
Teste si, che stavano uscendo dalla carreggiata… il guard rail era già rotto, e quando sono arrivate erano solo schierate, anzi ad un certo punto ho assistito ad una scena simpatica, chi comandava quello schieramento dice… abbiamo perso qualcosa del loro equipaggiamento, chiedevano a noi se qualcuno di noi avesse trovato qualcosa nel terreno, allora noi ci siamo rivolti a chi era dietro di noi per chiedere se qualcuno avesse trovato qualcosa, poi il comandante si è rivolto a noi, grazie della collaborazione, insomma era tranquilla la situazione… Poi col telefonino abbiamo sentito che avevano rotto il cancello della centrale e cominciavano a salire verso la strada dell’Avanà e allora…. per vedere un po’ di più perché da sotto non vedevo nulla sono andato sulla strada in salita e ho cominciato a vedere un po’ di fumo
Avv lei è nella zona che costeggia l’autostrada, carreggiata verso Bardonecchia?
Teste si, salgo verso il bosco e comincio a vedere un po’ di nuvolaglia verso Chiomonte, no, al di là del piazzale della Maddalena, poi sono arrivato a vedere cosa succedeva, c’era l’elicottero sopra che svolazzava abbastanza basso, poi ho cominciato a vedere le scie dei lacrimogeni che aumentavano di volume e cadevano direttamente dietro al museo, dietro alla zona del piazzale, e poi col telefonino sentivamo chi era sul piazzale che chiedeva come mai tiravano i gas…
Avv tiravano anche dall’elicottero i lacrimogeni?
Teste No, i presenti dicevano “ma l’elicottero non vede che stanno tirando da sotto su della gente inerme che non sta facendo nulla?” Allora faccio qualche metro e anche li’ arrivavano i gas, dall’autostrada, verso di noi, la gente ha cominciato a ritirarsi verso il basso o verso il bosco
Avv ma lei ha visto la polizia tirare i lacrimogeni?
Teste eh si, arrivavano verso di me, loro erano in basso… ce li tiravano addosso, questo ho visto
Avv uno o più di uno?
Teste più di uno di sicuro, e intanto aumentava la nuvolaglia e io mi son ritirato con gli altri verso il bosco, in salita, perché poi il sentiero gira a sinistra e poi a destra
Avv e quanto eravate con questo gruppetto?
Teste una quarantina, senza quelli che rimanevano giu’, gente di tutti i tipi
Avv c’era gente travisata?
Teste No, anzi, eravamo tutti a volto scoperto, nessuno tirava niente, era un presidio tranquillo e non ci aspettavamo che tirassero anche da questa parte…
Il teste spiega che in quel gruppo non c’era nessuno attrezzato, neanche per proteggersi dall’effetto dei lacrimogeni. Si sono allontanati verso il bosco, poi arrivava gente dal piazzale, nel bosco iniziavano ad essere in tanti e pensavano di essere al riparo sotto le piante ma non era vero, il fumo li seguiva . Da li’ non ricorda se qualcuno con il megafono “ci disse che potevano scendere verso il piazzale e che al massimo saremmo stati identificati… i giovani seguivano il sentiero rosso e bianco, io son rimasto li’ poi son tornato alla maddalena e son stato identificato e poi ho partecipato all’attività di raccogliere le tende, ricordo che c’era li’ Perino, poi però c’è stato un contrordine che c’era tempo fino a domani e abbiamo accatastato tutto perché il giorno dopo sarebbe stato sgomberato il piazzale”. Non ha partecipato al recupero delle tende.
PM La libera Repubblica aveva dei confini?
Teste era il piazzale di cui pagavamo il plateatico
PM Ma avevate dei punti in cui chiudevate l’accesso?
Teste No, più gente veniva… era il vero spirito della maddalena….
PM Ma la barricata
Teste c’eran solo dei tronchi
PM Ha detto che ha parlato al telefono e ha avuto notizie, ha avuto anche notizie di scontri al tunnel autostradale?
Teste no, un po’ di confusione, gente che cerca di opporre un po’ di resistenza ma non posso dire… noi eravamo in basso, non vedevo le gallerie, solo il pezzo più vicino verso le vasche
PM Le è stato detto di qualcuno che opponeva resistenza?
Teste No, c’era confusione, casino, fumo, ma niente di più io non posso dire altro
PM Lei non ha visto nulla?
Teste no ,da dove ero io no
PM Quando è arrivato al piazzale ha visto gente travisata?
Teste Ho visto i poliziotti con caschi e passamontagna, nessuno dei manifestanti travisato, al massimo aveva il fazzoletto
PM Nessuno travisato anche in altri luoghi?
Teste personalmente no

Udienza del 31 marzo, i testimoni della difesa raccontano il 27 giugno, come una

Bosio: prima di chiudere faccio presente che per l’8 è prevista l’audizione del teste Di Pace che pregherebbe di essere esaminato subito perché ha degli impegni nella tarda mattinata. Il PM Chiede chi sono gli altri testi per l’8, l’avv. Colletta risponde che siano  Chiesa, Perino, Airaudo, Di Pace, Cremaschi, Rivetti, Lisi. 8 testi. Potrebbero essere anche lunghi.

Prossima udienza 8 aprile, sempre ore 9:00, sempre aula bunker.
Simonetta Zandiri & Eleonora Forno – TGMaddalena

Comments are closed.