Un'immagine dalla cache di Google - operai della CMC?

Cmc Sicilia « Bolognetta, entro la fine dell’anno due nuovi viadotti.

“Prima della fine dell’anno saranno conclusi i lavori di un tratto della Bolognetta-Lercara”, si vantavano sul sito web www.cmcgruppo.com , in una pagina ritrovata solo grazie alla cache di Google. Un crollo che irrita premier e ministri che  chiedono (su twitter) “i nomi” dei responsabili. Vediamo… “contraente generale Bolognetta scpa (CMC, Tecnis e CCC), guidati dal Pm Pierfrancesco Paglini, coadiuvato dal Dpm Davide Tironi, dal direttore tecnico Giuseppe Buzzanca e da una qualificata squadra di professionisti” (fonte CMC Gruppo, pagina da cache google). Il viadotto delle festività, potremmo chiamarlo, visto che è stato inaugurato il 23 dicembre ed è crollato nel giro di pochi giorni.  La procura di Termini Imerese ha aperto un’inchiesta per “crollo colposo” e ha messo l’area sotto sequestro. Secondo l’ANAS si è trattato di un “anomalo cedimento del piano viabile in corrispondenza del rilevato retrostante della spalla del viadotto”.  Per farla breve, insomma, per la CMC “non si tratta di un crollo, ma roto-traslazione”. Insomma, 13 milioni di euro diventano briciole a pochi giorni dall’inaugurazione per un cedimento del terreno di fondazione del corpo stradale…, tutta colpa della terra che ha il vizio di muoversi. Già, chi l’avrebbe mai detto.
Considerando che proprio alla CMC è stato affidato l’appalto per lo scavo del tunnel geognostico della Maddalena, per il TAV Torino – Lione, a Chiomonte, ci corre l’obbligo di ricordare che già nel 2012 migliaia di NO TAV, NO EXPO, NO MUOS e decine di movimenti da tutta Italia sfilarono proprio a Ravenna, il 12 ottobre 2012, evidenziando le criticità di questa anomala cooperativa tra le più quotate negli appalti per grandi opere (e basi militari), più volte abbiamo portato la mostra realizzata dal coordinamento NO CMC e vi suggeriamo, per approfondimenti, di scaricare il dossier CMC in PDF.
Questo era il video per promuovere la manifestazione a Ravenna.

Al premier Renzi, che chiede “i nomi”… ricordiamo anche questo simpatico COMUNICATO del 12 ottobre con il quale il PD RAVENNATE annunciò la “solidarietà con soci e dipendenti della coop CMC, “Va ricordato come la Cmc abbia vinto una gara d’appalto, rispettando tutte le regole indicate dallo Stato. Non è quindi a lei che vanno imputate scelte di sviluppo o di ‘strategia dei trasporti’ che non si condividono.” oggetto di una PROTESTA INGIUSTA”.

#sapevatelo

Simonetta Zandiri – TGMaddalena.it

 

Tags: