ORE 15.00

Un risultato per la manifestazione di oggi è già stato raggiunto. Compaiono sulle reti del cantiere del raddoppio del Frejus quattro bandiere NO TAV e NO TIR. Chi pensa che il movimento di questa valle non abbia il controllo del territorio, che sia ormai allo sbando caduto in chissà quali mani, deve riflettere. Conosciamo la nostra terra meglio di voi. Semplicemente perché ci viviamo e l’amiamo. Il rispetto e l’amore ci porta a sapere molti dei suoi segreti. Qualsiasi truppa di occupazione, corpi speciali, satelliti e tante demenziali tecnologie dei moderni sistemi di controllo sociale e politico, rischiano di fallire davanti a questa coscienza e conoscenza.

Speriamo che qualcuno si accorga e faccia i conti con queste cose, capisca che abbiamo diritto di ascolto, che lottiamo solo per amore sincero della nostra terra e delle nostre montagne. Che ci costa, che soffriamo, ma che non smetteremo di lottare fintanto che saremo inascoltati.

Noi siamo con la roccia, le pietre, gli alberi, i campi, i corsi d’acqua, gli animali dei boschi. Insieme ci proviamo. Altro che terrorismo! Chi lo menziona si nasconda!

La nostra lotta non è fatta di cifre e calcoli. E’ ispirata alle poche cose che contano in una vita, quelle che restano di padre in figlio, quelle che hanno a che fare con la pace vera.

Il resto è fuggevole, inquinato, condizionato…

Alla fine vincerà la natura, come ha sempre vinto

______________________________

Iniziamo a pubblicare una serie di immagini che i folletti dei boschi ci hanno appena inviato. Un bosco di montagna che limita su un grande cantiere, su una ferrovia, su un grande tunnel, sopra i gas e il fragore dei tir, sopra asfalto e cemento, prova a mandare un segno di protesta. I folletti hanno scritto per lui quello che vedete qui sotto…

Rimanete in onda perché ci saranno altre immagini…

 

Bardonecchia, 12 Ottobre 2013 ore 15

 

P1240183

 

P1240171

 

 

P1240181

 

P1240172

 

 

NO TAV, NO TIR !

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.