EcoterroristaChiAvvelenaLa Procura di Torino, nelle vesti del procuratore Arnaldi Di Balme, non contenta della sentenza di improcedibilità per il “Ne bis in idem”, il non poter condannare per lo stesso reato, quindi non dover procedere per difetto di giurisdizione per Silvia, Billy e Costa, ritorna alla carica ricorrendo in appello con tutta la giurisprudenza del caso riportandoli verso un nuovo processo. [ Qui il confronto accusa-difesa, reesoconto udienza del 2 marzo 2016, qui la sentenza finale]
Ancora una volta il procuratore insiste sul fatto che una parte del tentativo di attacco alla multinazionale IBM da compiersi in Svizzera sarebbe stato pianificato in Italia con il relativo trasporto di materiali esplodenti. A dimostrazione del tutto ci sarebbe la partecipazione di Silvia, Billy e Costa alla Coalizione contro le nocività, esperienza di lotta che, negli anni della sua attività, ha creato un’attiva progettualità contro le biotecnologie e le nanotecnogie.
Di questi tentativi repressivi niente di che stupirsi, la giurisprudenza è costruita appositamente per reprimere contesti critici e di lotta verso questo sistema di sfruttamento.
Per noi resta invece ben chiara la necessità di disfarsi di questo sistema ecocida con i suoi bracci armati chiamati scienza e ricerca.
Per chi volesse approfondire rimandiamo alla lettura della pubblicazione “Solidarietà e complicità“, raccolta di testi intorno al tentativo di sabotaggio del centro IBM sulle nanotecnologie in Svizzera e sulla solidarietà espressa quando la repressione ha avuto la meglio.

www.silviabillycostaliberi.org

Vedi anche:

“Ne bis in idem”, condannati in Svizzera per atti preparatori di incendio doloso e imputati per terrorismo in Italia. Accusa e difesa nel processo a Silvia, Costa e Billy – Udienza 2 marzo 2016

“Biotecnologie, nanotecnologie, tecnoscienze convergono verso il controllo totale sugli esseri viventi” – Al telefono con Costa un approfondimento in vista della settimana di mobilitazioni dal 22 al 26 febbraio

Diretta udienza Billy, Costa e Silvia – 13 gennaio 2016

Appello per una mobilitazione contro l’entrata degli OGM in EUROPA (presidio all’EFSA-Parma, 26 febbraio 2016)

Processo a Billy, Costa e Silvia: un’occasione di rilancio della lotta alle nocività

Solidarietà è Azione – Dal 22 febbraio mobilitazioni contro le tecnoscienze e il mondo che le produce

Nocività – La complicità di EFSA con le corporation dell’agrobiotech: il glifosato

Memoria Corta, rubrica settimanale di approfondimento: “Achtung Banditen!” – Marco Camenish e l’ecologismo radicale

Salva