ABBATTERE LE FRONTIERE
Lo Stato austriaco ha annunciato che, con i primi di aprile, verrà ricostruita la frontiera del Brennero. Questo significa: barriere di acciaio, filo spinato sui sentieri, controlli sull’autostrada, sulla statale, sulla ferrovia e sulle ciclabili, pattuglie di militari e di milizie, container per i profughi.
Esercito e filo spinato sono presentati ancora una volta quale “soluzione tecnica” per contenere e rinchiudere i poveri, il cui esodo è il risultato di guerre, devastazione ambientale, miseria.
Al di là delle rimostranze formali, le autorità italiane si adeguano, intensificando i controlli a sud del Brennero.
Siamo di fronte a un passaggio storico.
Credere che muri e soldati siano riservati sempre e comunque a qualcun altro è una tragica illusione: a venire recintata, bandita e schiacciata è la libertà di tutti.
Dalla Palestina al Messico, dalla Turchia alla Francia, e ormai a due passi da noi, le barriere sono l’emblema del nostro presente.
Accettarle rende disumani e complici.
Cercare di abbatterle è l’inizio di una libertà possibile. Bisogna scegliere da che parte stare.
SABATO 7 MAGGIO 2016
GIORNATA DI LOTTA

 

MANIFESTAZIONE AL BRENNERO ORE 14,30

 

(davanti alla stazione dei treni)
Per informazioni, iniziative, testi di riflessione:
abbatterelefrontiere.blogspot.it 
abbatterelefrontiere@gmail.com

 

 
 
DESTROY THE BORDERS
 
The Austrian State has announced the closure of the border of the Brenner at the beginning of April. 
This means: steel fences, barbed wire on the paths, inspections on the highways, on the federal roads, on trains and bicycle tracks, military patrols, containers for refugees. 
Soldiers and barbed wire are shown once again as a “technical solution” to contain and detain the poor, whose exodus is the result of wars, environmental devastation, extreme poverty. 
Beyond formal complaints, the Italian authorities conform to this intensification of the controls in the South of Brenner.
We are facing an historical passage. 
To believe that walls and soldiers are a treatment reserved to someone else, is a tragic illusion:  everyone’s freedom  is fenced, outlawed and oppressed. 
From Palestine to Mexico, from Turkey to France and already very close to us, borders are the symbol of our present moment. 
To accept them makes us inhuman and accomplice. 
To try to destroy them is the beginning of a possible freedom. 
It’s necessary to choose which side to take.
SATURDAY THE 7th OF MAY 2016
DAY OF STRUGGLE
DEMONSTRATION AT THE BRENNER 2.30 PM
(in front of the railway station)
For further information, appointments and texts:
abbatterelefrontiere.blogspot.it 
abbatterelefrontiere@gmail.com

 

 

Sorgente: Abbattere le frontiere, al Brennero e ovunque.: MANIFESTAZIONE AL BRENNERO, SABATO 7 MAGGIO 2016 [ITA-ENG-DEU-GRE-FRA]

Comments are closed.