Pal28Torino resiste con la #Palestina che RESISTE!

A cinque giorni dall’avvio dell’operazione che Israele ha definito “margine protettivo”, attaccando Gaza e colpendo centinaia di obiettivi civili (abitazioni, moschee, ospedali) anche a Torino, come in tante città d’Italia e in tutto il mondo, le associazioni ed i gruppi impegnati per supportare la resistenza palestinese si sono dati appuntamento alle 15:00 in Corso Giulio Cesare ed hanno attraversato il mercato di Porta Palazzo, sostando poi sotto il Comune di Torino, fino ad arrivare in Piazza Castello scandendo slogan e spiegando ai cittadini il dramma del genocidio palestinese.
Un corteo con una composizione mista, che ha voluto ridare voce a chi anche sui nostri media spesso non trova spazio. Abbiamo intervistato uno shebab di Gaza, Baha, con l’aiuto di Younis Kutaiba ed abbiamo poi deciso di proseguire, a fine corteo, per un presidio sotto la RAI cercando di rompere quel silenzio e quella censura che il dramma palestinese subisce da parte dei nostri media, troppo preoccupati di raccontare le paure degli abitanti di Tel Aviv per i razzi lanciati da Hamas e quasi sempre intercettati dallo scudo israeliano (Iron).
Milena Boccadoro è uscita ed ha ascoltato alcuni dei palestinesi presenti al presidio, la notizia è poi stata data, seppur brevemente, con una correttezza alla quale non eravamo più abituati, nell’edizione del TGR delle 19:30.

Simonetta Zandiri – TGMaddalena

Comments are closed.